13°

31°

la polemica sulle iscrizioni

L'amarezza del preside del Bertolucci: "E' una colpa avere troppi iscritti?"

Aluisi Tosolini: "Volevamo evitare la sofferenza che avevamo visto nei ragazzi con il sorteggio"

Aluisi Tosolini
18

Il "pasticcio" delle iscrizioni online scatena le discussioni. Il liceo Bertolucci di Parma, suo malgrado, assurge a simbolo della confusione del mondo della scuola.

L'anno scorso ci furono le proteste per l'utilizzo del sorteggio. Quest'anno, per evitarle e per dare la precedenza ai più motivati, si è adottato il criterio dell'ordine cronologico. Ma poi, una circolare del Miur , varata martedì 4....,  rimette tutto in discussione e obbliga il preside Tosolini ( che come Garibaldi replica con un "Obbedisco") a rivedere i criteri di precedenza, a questo punto con probabile nuovo ricorso al sorteggio.

Inevitabili conseguenze: da una parte le proteste di chi si sentiva già iscritto, allo scientifico o al nuovo liceo sportivo, e dall'altra l'amarezza del preside del Bertolucci, Aluisi Tosolini, sintetizzata nelle parole inviate a gazzettadiparma.it :

 

Certo che leggo cose davvero molto interessanti tra i commenti sul sito della Gazzetta on line !.

Ad esempio scopro che una FAQ, dico una FAQ pubblicata tra le istruzioni della guida alle iscrizioni, assume la valenza di normativa giuridicamente rilevante. Più rilevante dell'autonomia scolastica sancita dalla Costituzione e anche più rilevante della CM 28 che NON cita MAI come vietato il principio temporale ma chiede di rispondere a principi di ragionevolezza. Principi che devono ovviamente essere argomentati e discussi.
Prendo atto di questa nuova - e sino ad oggi ignota - teoria della gerarchia delle fonti.
La delibera 142 del consiglio di istituto impiega 2 pagine a motivare la ragionevolezza della scelta. Ma forse pochi l'hanno letta. Del resto che conta, non è mica una FAQ !

Più in generale, da filosofo, non riesco a pensare che sia più razionale il sorteggio rispetto alla volontà espressa, magari con fatica e sofferenza ma con decisione. Ma pare una disputa teologica tra luterani / protestanti che sottolineano la centralità del destino e della predestinazione, e cattolici che sottolineano il ruolo della volontà. Del resto è noto: sono cattolico.

Se poi vado a leggere i criteri adottati da altri licei sportivi in giro per l'Italia - c'è sempre da imparare - e sobbalzo sulla sedia: uno nemmeno li ha pubblicati, altri ricorrono alle valutazioni delle scuole medie (giusto perché non si vuole discriminare ma tutti devono avere lo stesso diritto...., immagino).
E se proprio non si vuole discriminare perchè una sola sezione di sportivo? Non si sosteneva che uno ha diritto a scegliere la il corso di studi che più gli aggrada?

Certo, quello che volevo evitare è la sofferenza che da anni abbiamo visto nei ragazzi e nelle famiglie durante il sorteggio.
Per non leggerla più nei loro occhi sono disposto a tutto, anche a proporre per il prossimo anno che tutte le iscrizioni ai licei scientifici vengano sorteggiate eliminando l'orientamento e le scuole aperte che a questo punto risultano inutili.

Perchè, vorrei fosse chiaro, il problema del Bertolucci non è avere pochi iscritti ma troppi iscritti! Non credo si possa farne una nostra colpa. O si?
E l'anno scorso, tanto per esemplificare, sono stati "allontanati" con sorteggio (altri erano stati allontanati prima perchè di fuori provincia e distretto) ben 53 studenti.
I 53 studenti, ed anche i fuori provincia e distretto rientrati, sono stati distribuiti negli altri licei cittadini. Uno di questi ha anche avuto due classi prime più. Una oltre il tetto fissato.
Ne prendiamo atto, senza problema alcuno, e siamo contentissimi che altri licei cittadini possano ospitare gli studenti che non è stato possibile accettare al Bertolucci.
Notiamo solo, a margine, e sempre sommessamente, che per il Liceo Bertolucci gli spazi non esistono, pur essendo stati costruiti appositamente per il Quarto Liceo Scientifico ora Bertolucci.
Abbiamo un obiettivo da anni: vorremmo trovare un modo per evitare il cieco caso (che faccio davvero fatica a considerare estrema ratio... ratio soprattutto !!!!).

Quanto avevamo pensato non va bene? Chi ha altri criteri li proponga e li passi al vaglio ed al crogiuolo della CM 28 e scoprirà che tutti i criteri sono discriminanti in un modo o nell'altro eccetto il criterio geografico (che abbiamo sempre utilizzato ma che non caso specifico non serve a nulla) o, esaurito questo, il sorteggio.

Alcuni genitori pensano - è legittimo, ci mancherebbe altro - che il liceo Bertolucci abbia ingannato, tradito, leso l'immagine dell'istituzioni agli occhi dei ragazzini e delle ragazzine di terza media che abbiamo accolto in questi mesi in visita al Bertolucci.

Se così fosse me ne assumo la responsabilità, assieme al Consiglio di Istituto, alla sua Presidente ed ai suoi membri.

Sommessamente vorrei tuttavia far presente che l'altra faccia di questa tesi, la sua conseguenza diretta, è che il caso e il sorteggio si trasformano così in significativi strumenti educativi, formativi, corroboranti la formazione e la crescita umana e professionale delle persone.
Il caso.
Io credo che ciò che rafforza la crescita umana e professionale delle persone sia assumere responsabilità. Anche a costo di essere fermati e costretti a tornare sui propri passi e dire come Garibaldi: Obbedisco. Senza rinunciare alle proprie argomentate ragione sino a che prova contraria non risulti convincente.

Assumersi responsabilità. Questo facciamo al Bertolucci. Questo chiediamo a noi stessi: rinunciare a pensare che la propria vita dipenda dal caso, dal destino. Questo chiediamo agli studenti che desiderano camminare con noi.
Nessuno è obbligato a farlo, mi pare.

a.t.

Questo lo sfogo del preside Tosolini, che ci ha anche spiegato che cosa accadrà adesso per chi ha già presentato (o per chi ancora intende farlo) la propria domanda al Bertolucci.

 

Chi ha già fatto la domanda e pensava di essere al Bertolucci deve aspettare marzo per capire se ci sarà il sorteggio o no.
Intanto se lo desidera può chiedere la restituzione telematica della domanda ( uff.alunniscientifico@liceoattiliobertolucci.it  ) o per completarla con altre scelte e reindirizzarla al Bertolucci o per girarla ad altre scuole.
Chi poi desiderasse iscriversi al Bertolucci non avendolo ancora fatto lo può ovviamente fare da qui al 28 febbraio.

 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Giuseppe

    08 Febbraio @ 00.47

    ISCRIZIONI IN RETE Se desiderate scoprire le sorgenti del Cinghio, quelle dell'Attilio Bertolucci, ecco qua: https://www.facebook.com/groups/versolesorgenti/ E' un nuovo gruppo facebook sul tema iscrizioni e possibili azioni. Numero membri: 1, ma non dispero. Buonanotte (o buongiono) a tutti.

    Rispondi

  • Michele

    07 Febbraio @ 21.40

    PER TELLA: io sono d'accordo a qualsiasi azione, anche se non ho nessuna competenza in merito. Ti contatterò via mail. Tra l'altro ribadisco che l'oggetto della nota del Miur è errato: si riferisce all'anno scolastico 2013/2014 PER SELENE: certo che mia figlia avrebbe scelto ugualmente il Bertolucci anche con il sorteggio, ma mia figlia, piangendo quando ha appreso la decisione, continuava a ripetermi "ma almeno dirlo subito, ma almeno dirlo prima". La scuola non è stata scelta in base al metodo di iscrizione, ma la soddisfazione per essere stata inserita nei 133 ammessi era notevole. In merito allo stress che io posso procurare a mia figlia, beh su questo non ha, ritengo, mezzi per giudicarmi: non conosce la nostra vita, la nostra storia, i nostri dolori ... per favore si attenga ai fatti. Anche ai miei tempi (ho 44 anni) le scelte erano limitate, ma se adesso ci sono le vogliamo buttare? NOTA PERSONALE: ma vogliamo parlare del perché il Bertolucci è costretto a 5 1^ scientifico e una 1^ sportivo? Vogliamo parlare della Scuola Europea voluta per i figli dei figli di papà? Della Scuola Europea che divori danari come noccioline e poi occupa aule al Bertolucci? Chi mai avrà telefonato alla Sig.ra Palumbo Carmela per svegliarla dal sonno profondo che colpisce chi "lavora" nei palazzi del potere? Non voglio essere qualunquista però ...

    Rispondi

  • Matilde

    07 Febbraio @ 21.11

    Credo ci siano gli estremi per un ricorso. Infatti il criterio temporale che fu adottato (ora annullato) con delibera del consiglio d'istituto del 23/1/2014 pareva essere in linea con la Circolare n. 28 del 10/1/2014 in quanto la stessa recitava: 1' punto importante ..."Le domande di iscrizione sono accolte entro il limite massimo dei posti complessivamente disponibili nella singola istituzione scolastica,"... e ciò sarebbe stato fatto dalla scuola perchè il limite massimo si è esaurito già dal giorno 3.2.14. 2' punto importante ..."Nella previsione di richieste di iscrizione in eccedenza, la scuola procede preliminarmente alla definizione dei criteri di precedenza nella ammissione, mediante apposita delibera del Consiglio di istituto, da rendere pubblica prima dell’acquisizione delle iscrizioni,..." e anche questo punto è stato soddisfatto dalla scuola con la delibera del 23/1/2014, largamente diffusa con ogni mezzo e strumento dalla scuola. 3' punto importante: ..."Si rammenta, in proposito, che, pur nel rispetto dell’autonomia delle istituzioni scolastiche, i criteri di precedenza deliberati dai singoli Consigli di istituto debbono rispondere a principi di ragionevolezza quali, a puro titolo di esempio, quello della viciniorietà della residenza dell’alunno alla scuola o quello costituito da particolari impegni lavorativi dei genitori. In quest’ottica, l’eventuale adozione del criterio dell’estrazione a sorte rappresenta, ovviamente, l’estrema ratio, a parità di ogni altro criterio. È, comunque, da evitare il ricorso ad eventuali test di valutazione quale metodo di selezione delle domande di iscrizione nei corsi sperimentali. "..... anche questo punto sarebbe stato soddisfatto in quanto mai si è escluso il criterio temporale e anzi si è voluto rimarcare di evitare il ricorso all'estrazione a sorte. Gli altri criteri prospettati come esempi (viciniorietà e impegni lavorativi dei genitori) credo siano assolutamente impraticabili e deleteri per tutti. Tenuto conto di quanto sopra, il 4.2.14, il giorno dopo l'apertura delle iscrizioni (e nel caso del Bertolucci anche dopo la chiusura delle iscrizioni) e ben dodici giorni dopo la delibera scolastica, appare la nota n. 919 che richiama una FAQ 24. Mi chiedo quando mai le FAQ diventano norme da rispettare ? In tal caso, prima di deliberare, la scuola avrebbe dovuto attenersi alle FAQ ? Alessandro Chierici mondozeta@libero.it

    Rispondi

  • Tella

    07 Febbraio @ 17.06

    Penso che in questa pagina web si stiano "virtualmente incontrando" molti genitori di ragazzi/e le cui iscrizioni erano state accettate secondo il principio dell'ordine temporale. Quanto dice Giuseppe non andrebbe lasciato cadere nel vuoto. Mi riferisco ad un eventuale RICORSO AL TAR. C'è qualche genitore con competenze specifiche che si possa mettere a capo di una "cordata di genitori" ? Quanti genitori credono sia opportuno agire in questo modo ? Nicola Tella tellanicola@libero.it

    Rispondi

  • Giuseppe

    07 Febbraio @ 16.48

    @alarico Ringrazio Alarico per la puntualizzazione, del tutto condivisibile, per chi non possiede strumenti informatici: ma è il ministero che accetta solo iscrizioni online! @selene Ringrazio anche lei per l'attenzione rivolta. Tuttavia, vorrei rassicurarla: niente guerre, non creiamo nessuno stress nei figli. Vorrei però informarla che, per principio non si contrabbanda il diritto di studio con la dea bendata. Gli altri licei di Parma non avranno bisogno del sorteggio. Infatti ben difficilmente le domande supereranno i posti disponibili. Dunque: mio figlio è stato ufficialmente iscritto per 48 ore, dal 3 al 5 febbraio scorso. Dopo quella data, il Ministero si è permesso di inficiare le regole per cui era stato ammesso (la semplice "coda"), per preferire l'iscrizione secondo le regole del gioco d'azzardo, poiché a Roma pensano che sia più ragionevole giocare ai "Pacchi" come in televisione piuttosto che accedere allo sportello con il numero, come in Posta. La reputo troppo intelligente per non capire quale sia, fra i due, il sistema più "ragionevole" e meno "amico" degli amici degli amici. In parole povere, ed è questa la grande truffa, si invitano i genitori che avevano già iscritto i figli al Bertolucci a stracciare l'accettazione della domanda, e a rifarne una nuova con indicata una seconda e terza opzione. E quindi: statistiche truccate sul reale orientamento di scelta a Parma. Allora, come non troppo ironicamente suggerisce il Preside Tosolini: perché non estendere a tutti i licei l'estrazione a sorte? E poi che servono a questo punto i Piani dell'Offerta Formativa o le "scuole aperte" se l'iscrizione si gioca d'azzardo e non per scelta?

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Insinna social network

tv e polemiche

Insinna si vendica: «Il Tapiro censurato da Striscia»

Il rock piange anche Gregg Allman

Gregg Allman

musica

Il rock piange anche Gregg Allman

Superbike: bellezze a bordo pista a Donington

Sport

Superbike: bellezze a bordo pista a Donington Foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Les Caves

CHICHIBIO

«Les Caves», qualità tra tradizione e innovazione

Lealtrenotizie

Vicofertile, gli abitanti vogliono i vigilantes

Furti

Vicofertile, gli abitanti vogliono i vigilantes

San Leonardo

Al matrimonio arrivano i carabinieri

Sorbolo

Cassaforte smurata, ladri a colpo sicuro

TRAFFICO METEO NEWS

Buongiorno Parma!

Traffico-Meteo-News: tutte le informazioni utili prima di uscire di casa

Lega Pro

Lucca? Parla Longobardi

Satira

Elezioni: i candidati nel mirino

L'EVENTO

Cantine aperte: il vino di Parma protagonista

Personaggio

Il pilota Leonardi: «Il rally mi ha salvato dal tumore»

Criminalità

Salso, anziana rapinata: le rubano catenina e orologio d'oro

PIETRA DI BISMANTOVA

Scivola sulla ferrata e resta appeso al cavo di sicurezza: ferito 25enne di Parma

PARMA

A fuoco deposito di carta e campana del vetro: due incendi in viale Fratti e via Trieste

COLLECCHIO

Furti e auto forzate nel parcheggio dell'EgoVillage: abitanti esasperati

INCIDENTE

E' morta l'anziana investita in via Pellico

berceto

Scontro tra moto sulla strada del Cento Croci: cadono in tre

sorbolo

L'ultimo binario dell'idiozia: dopo le auto, fingono di finire sotto il treno

4commenti

truffa

Falso avvocato raggirava immigrati tra Parma e Reggio: denunciato

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

La balla dei soldi pubblici ai giornali

di Michele Brambilla

5commenti

EDITORIALE

Miss Italia, Salso saprà ricominciare?

di Leonardo Sozzi

ITALIA/MONDO

URBINO

Bimbo morto di otite: indagati il medico e i genitori, donati gli organi

ravenna

Blue Whale: la Polizia "salva" una studentessa di 14 anni

SOCIETA'

LA PEPPA

La ricetta - Verdure farcite per l’estate

il disco 

Ha un'anima il Robot di Alan Parsons

SPORT

FORMULA UNO

Doppietta Ferrari dopo 16 anni a Montecarlo. Gelo tra Vettel e Raikkonen

Montecarlo

La doppietta Ferrari è di quelle pesanti. Hamilton è il vero sconfitto (ma anche Raikkonen...)

MOTORI

motori

BMW Serie 8, a Villa d'Este il concept della futura generazione

il test

Nuovo Discovery, in missione per conto di Land Rover