12°

22°

lagdei / lago santo

Seggiovia aperta: operatori soddisfatti a metà

I commenti di chi lavora in zona: «E' stato raggiunto un obiettivo importante ma mezza stagione è ormai persa»

Seggiovia aperta: operatori soddisfatti a metà
Ricevi gratis le news
1

La riapertura dei giorni scorsi della Seggiovia Lagdei - Lago Santo è stata accolta con piacere e soddisfazione da tutti: turisti, appassionati, amministratori, ma anche dagli operatori che lavorano in zona.
Sono 2 i rifugi che lavorano nelle immediate vicinanze della seggiovia, più la seggiovia stessa, e il rifugio in zona Lagoni che, seppur in misura minore, risente comunque dell’aumento di flusso di turisti grazie a questa struttura che rende più attrattiva tutta la zona appenninica.
Gestore storico della seggiovia è Claudio Valenti, con la sua società «La Genziana».
«Siamo soddisfatti dell’ottenimento di questa proroga e non possiamo non ringraziare di ciò chi si è impegnato per raggiungere l’obiettivo». Queste le sue parole mentre, nonostante il meteo non favorevole, i seggiolini della struttura hanno già iniziato a trasportare gente e materiale da e per il Rifugio Mariotti al Lago Santo. «La stagione buona, basandosi sugli anni passati, inizia adesso - aggiunge - ma se fosse stata aperta prima si sarebbe potuto lavorare sicuramente di più».
A fianco della seggiovia sorge lo storico Rifugio Lagdei, anch’esso condizionato dal funzionamento o meno della seggiovia. «Tutti i giorni riceviamo telefonate di persone che chiamano per sapere se la seggiovia è funzionante o no, e quasi tutte sentendosi dire che era spenta sceglievano di non salire fino a qui - racconta Paolo Bianchi, fra i soci gestori del rifugio -. Sono persone che hanno difficoltà a camminare o che hanno bambini, e che senza la seggiovia sono limitati nelle possibilità in questa zona». Poi riferendosi alla riapertura: «Siamo naturalmente soddisfatti, ma mezza stagione ormai è persa, e per di più questa riapertura durerà solo 2 mesi».
Nessuno lo dice, ma per questo motivo per tutti è una gioia temporanea con un retrogusto fortemente amaro. «Speriamo solo sia stia lavorando con una vera meta che possa essere duratura». Il principale protagonista dalla questione seggiovia è sicuramente il Rifugio Mariotti del Cai al Lago Santo, gestito da Marcello Montagna.
«Sono naturalmente soddisfatto perché così si ridà l’opportunità a chi non poteva salire di salire, e soprattutto perché così si è risolto il problema dell’approvvigionamento del rifugio». Danno di affluenza certo per lui, ma ancor più danno nella gestione del rifugio, che lo si può raggiungere e quindi rifornire solo tramite seggiovia o trasportando il materiale a piedi.
«A settembre, prima che la seggiovia venisse spenta, avevo fatto una buona scorta - racconta -, con la quale siamo arrivati fino a marzo. Da quel momento ogni cosa veniva trasportata da e per il rifugio a spalla. Lo facevamo noi, il personale e gli amici abituali frequentatori. Una situazione insostenibile. Se nulla fosse cambiato avrei di certo abbandonato». Quella di abbandonare è un eventualità molto vicina, soprattutto se a settembre dovesse ripresentarsi la stessa situazione. «Non potendo utilizzare la seggiovia neanche come teleferica per il solo utilizzo di trasporto di materiale, sarei costretto a trovare mezzi alternativi e l’unico sarebbe l’utilizzo dell’elicottero, che comporterebbe costi elevatissimi, con conseguente ed inevitabile aumento dei prezzi per i clienti del rifugio e crollo della qualità. Cosa che non accetterò mai di fare».
Montagna ha una visione anche più larga: «Una cosa che credo che gli enti e le istituzioni in causa abbiano sempre sottovalutato sono i posti di lavoro. La seggiovia, tra tutti gli operatori che ci sono qui, in un anno permette di far funzionare almeno una decina di posti di lavoro, ed in zone come queste sono tanti. Senza poi contare il rifugio Lagdei e l’indotto in zone vicine, come possa essere ad esempio a Bosco».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • the mari

    21 Luglio @ 11.11

    GAZZETTA, sarebbe interessante conoscere i motivi dello spegnimento della seggiovia, i costi che la seggiovia comporta e soprattutto chi li paga....

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Rolling Stones: gli highlander del rock

Il concerto

Stones: immortali! (Jagger canta in italiano)(Le polemiche)

Platinette, rovinosa caduta giù dalle scale

tv

Platinette, rovinosa caduta dalle scale al "Tale quale Show" Video

Claudia Schiffer festeggia 30 anni di carriera con un libro  Foto

MODA

Claudia Schiffer festeggia 30 anni di carriera con un libro Foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

La parola all'esperto

ECONOMIA

Torna "La parola all'esperto". Inviate i vostri quesiti

Lealtrenotizie

Pizzarotti: «Parma insicura? Non è colpa degli immigrati ma dei criminali»

Stranieri

Pizzarotti: «Parma insicura? Non è colpa degli immigrati ma dei criminali»

36commenti

Attacco dell'opposizione

«La sindaca di Felino si dimetta»

3commenti

Laguna gialloblù

L'«Imperatore» di Venezia

l'agenda

Funghi e non solo: una domenica di sagre e tesori segreti da scoprire

SALSO

Ladri cercano di entrare in una villetta

CERIMONIA

Due nuovi diaconi, vite nel nome del Signore

soccorso alpino

Andar per funghi in sicurezza: il vademecum

CONCERTO

Nada incanta al Colombofili

NEVIANO

Palestra rinnovata, scolari in festa

PARCO DUCALE

Nella serra piccola del Giardino il «posto delle viole»

calcio

Tommaso Ghirardi torna allo stadio: segue il Brescia con Cellino

L'ex presidente del Parma è tornato al Rigamonti per la prima volta dopo il crac

5commenti

serie B

Riscatto in trasferta per il Parma: Di Cesare firma la vittoria per 1-0 sul Venezia Foto Video

Vittoria preziosa per i crociati, che salgono a 9 punti. Lucarelli fra i migliori in campo. Per i padroni di casa è la prima sconfitta

8commenti

CALCIO

D'Aversa: "Un risultato importante. Abbiamo preso fiducia nel secondo tempo" Video

L'allenatore commenta la vittoria del Parma sul Venezia

2commenti

incidenti

Camion perde tubo, auto schiacciata: quattro feriti Foto

Schianto in viale Villetta: in tre all'ospedale

1commento

carabinieri

Giallo a Guardasone: arsenale in un dirupo

MONTAGNA

E' stato trovato il fungaiolo disperso nel Bardigiano

Il 72enne è stanco ma in buone condizioni di salute

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

L'omaggio a Verdi: un dovere e un piacere

di Francesco Monaco

CONTROLLI

Autovelox, autodetector, speedcheck: la mappa della settimana

ITALIA/MONDO

Violenza sessuale

Studentessa spagnola in Erasmus denuncia stupro a Rimini

concerto a Lucca

Polemiche: Stones leggendari per molti. Ma non per tutti Video

SPORT

Ciclismo

Sagan, leggendario tris mondiale con dedica a Scarponi

MOTOMONDIALE

Ad Aragon vince Marquez. Rossi show ed è quinto

SOCIETA'

liceo Marconi

I «ragazzi della 5ª C» (parmigiani) si ritrovano 30 anni dopo Gallery

il caso

Arabia Saudita, la prima volta delle donne allo stadio

1commento

MOTORI

LA NOVITA'

Al volante della nuova Volvo XC60. Ecco come va

auto&moda

Jaguar E-Pace, Debutto con Palm Angels Fotogallery