-6°

emergenza furti

Tombini usati come arieti: spaccata all'edicola

Colpo in via Cremonese: bottino scarso ma danni ingenti.

Furto con spaccata alla cartoleria in via Cremonese

Furto con spaccata alla cartoleria in via Cremonese

1

 

Luca Pelagatti
«Fino ad ora non mi era mai successo nulla. E mi ritenevo un po' miracolato. E infatti non è durata e sono arrivati anche qui».
I miracoli non esistono più, purtroppo. Almeno quando si è gestisce un negozio e il prodigio riguarda i ladri. Che, sembra ormai certo, prima o poi bussano alla porta.
«Nel mio caso la porta l'hanno proprio sfondata», racconta Romolo Sosio, titolare di un'edicola in via Cremonese. Dove la vetrina è ora sostituita provvisoriamente da una lastra di legno e cartone.
«E' successo nella notte, prima dell'alba» prosegue Sosio che ha  provato a calcolare i tempi della scorreria. Messa a segno da qualcuno che si è permesso di agire con tutta calma.
«Il primo segno della cura con cui hanno agito è il fatto che, con una pinza, hanno spento i due lampioni della illuminazione stradale che illuminano questo tratto di strada». E il motivo è evidente: col buio si lavora meglio. «Poi hanno bloccato la porta di accesso al condominio soprastante, per evitare che qualcuno uscendo potesse scoprirli». E questo significa avere pianificato tutto. «Quindi hanno prelevato due tombini dalla sede stradale. E li hanno usato come arieti». 
E di fronte a simili proiettili non ci sono vetrine che reggano. «Prima hanno forzato la saracinesca esterna. Una volta aperta quella hanno sfondato il cristallo della vetrina. E sono entrati».
Non si sa se i ladri sapessero che il locale, da qualche tempo, era sprovvisto di antifurto. Ma vista la freddezza con cui hanno operato probabilmente avrebbero agito lo stesso. Una volta dentro infatti si sono messi a cercare cose di valore. Ma il fondo cassa era ben nascosto, gli abbonamenti erano impossibili da trovare e così hanno abbassato le pretese. E hanno iniziato ad arraffare un po' a caso.
«Mi hanno portato via un computer, una scatola di gratta e vinci già convalidati, e quindi di nessun valore, qualche borsa, delle pile. Insomma, poca roba come  bottino. Ma il danno è pesante».
Anche se avrebbe potuto essere anche più pesante. A fianco dell'edicola infatti c'è un supermercato e non si può escludere, anche alla luce delle precauzioni prese prima di colpire, che i malviventi volessero fare un colpo appunto in due tempi: prima l'edicola e poi il market. 
«Ma forse qualcuno li ha disturbati e convinti a ritirarsi. Dalle tracce lasciate si capisce che si erano nascosti nei campi per attendere il momento migliore. Ma forse hanno sbagliato qualcosa».
Quello che appare certo è che alle quattro e quindici non erano ancora entrati in azione. Ma erano già in zona. «A quell'ora precisa l'addetto ci ha consegnato i giornali del giorno e la vetrina era ancora integra. Alle cinque circa mi è suonato il telefono e sono stato avvisato del colpo. Quindi è in quell'intervallo che hanno colpito».
Ma come detto il bottino è stato magro. E quindi i ladri hanno provato a consolarsi. 
«Pensate che hanno portato anche le bottiglie di latte fresco lasciate vicino alla porta del supermarket a fianco. Insomma hanno portato via qualunque cosa».
Anche la tranquillità del titolare dell'edicola che ai guarda intorno e scuote la testa.
«In passato ho avuto i videopoker ma ho rinunciato per evitare problemi. E poi, in fondo, ho sempre pensato che questa è solo una edicola. E che i ladri non ci avrebbero infastidito. Ma ormai siamo tutti nel mirino. E di miracolati non ce ne sono più. Qui ci sono ormai solo dei bersagli indifesi». 
Luca Pelagatti

«Fino ad ora non mi era mai successo nulla. E mi ritenevo un po' miracolato. E infatti non è durata e sono arrivati anche qui».
I miracoli non esistono più, purtroppo. Almeno quando si è gestisce un negozio e il prodigio riguarda i ladri. Che, sembra ormai certo, prima o poi bussano alla porta.«Nel mio caso la porta l'hanno proprio sfondata», racconta Romolo Sosio, titolare di un'edicola in via Cremonese. Dove la vetrina è ora sostituita provvisoriamente da una lastra di legno e cartone.......................   Tutti i particolari sulla Gazzetta di Parma in edicola

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Antonio

    03 Dicembre @ 12.36

    Spero che gli appartamenti sopra l'edicola siano disabitati. Perchè altrimenti non si spiega come questi abbiamo potuto fare i loro porci comodi senza nessuno che li vedesse o che chiamasse la Polizia in tempo per coglierli con le mani nel sacco. Ah già .... siamo a Parma, quello che accade al mio vicino non mi interessa ...

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Juve, nuovo logo. Scoppia l'ironia sul web

calcio e risate

Juve, nuovo logo. Scoppia l'ironia sul web Gallery

1commento

Kim, prima il trucco alle parti intime, poi con la felpa "comunista"

gossip

Kardashian, prima il trucco alle parti intime, poi con la felpa "comunista"

Belen, un altro bacio (con Iannone) nella bufera

gossip

Belen, un altro bacio (con Iannone) nella bufera

2commenti

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Velluto rosso

VELLUTO ROSSO 

Prosa e Lirica, risate e emozioni a teatro: il meglio della settimana

di Mara Pedrabissi

Lealtrenotizie

Tragedia di Cascinapiano, parlano gli amici di Filippo: "Era speciale"

Il ritratto

Tragedia di Cascinapiano, parlano gli amici di Filippo: "Era speciale"

Tragedia

Filippo, una classe in lacrime. E quella pagella che non vedrà mai

VIABILITA'

Cascinapiano, i residenti: "Chieste strisce pedonali e più luci: inascoltati"

incidente

Incidente sul lavoro a Noceto: un ferito grave

Stalker

Insulti e botte alla ex moglie: arrestato

1commento

Il caso

Guerra fra farmacie, il Tar dà ragione a Medesano

DOPPIO ENRICO VIII

Sorpresa al Regio: Spotti recita "muto", Zanellato canta

Allarme

Sorbolo, argini groviera per le nutrie

tg parma

Salso, i rapinatori minacciano un bimbo con un coltello Video

1commento

SALSO

Addio a Gianni Gilioli, papà dell'ex sindaco

Tradizione

Sant'Antonio, protagonisti gli animali Foto

Lutto

Quattrocchi, ristoratore e gentiluomo

polizia

Mostrava un coltello ai passanti in via Mazzini: denunciato Alongi

14commenti

consiglio comunale

Polemica D'Alessandro-Vescovi sui vaccini

4commenti

Il fatto del giorno

La tragedia di Filippo: un gigantesco "Perché?" (Senza risposta)

4commenti

cascinapiano

Travolto da un'auto sotto gli occhi della sorella: muore un 17enne

La vittima è Filippo Ricotti. Il ricordo della "sua" Langhiranese Calcio e del Liceo Bertolucci (Video)

19commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Politicamente corretto: l'ipocrisia al potere

di Michele Brambilla

14commenti

EDITORIALE

Conti pubblici: la ricreazione è finita

di Aldo Tagliaferro

ITALIA/MONDO

mafia del brenta

Sequestrato il "tesoro" di Felice Maniero

scuola

Nuova maturità: non ci sarà più bisogno di avere tutte le sufficienze

1commento

SOCIETA'

PERSONAGGI

Addio a Piacentini, playboy mito della Costa Azzurra anni '60

EDITORIALE

L'orrore in diretta? E' la tv del Medioevo

1commento

SPORT

parma calcio

D'Aversa: "Manca un esterno mancino. Primo posto? Ci proviamo" Video

rugby

Zebre, rescisso il contratto con Guidi, ecco De Marigny e Jimenez

CURIOSITA'

San Polo d'Enza

Volpi, cinghiali, ricci: gli animali di Parma trovano riparo nel Reggiano Video

1commento

animali

Il cervo curioso entra in chiesa Video