-5°

pilastro

Sfondano la vetrina con un'auto e rubano vestiti per 50 mila euro

Il "colpo" nella notte tra domenica e ieri al negozio di abbigliamento Doglia. I ladri sono fuggiti lungo la provinciale per Felino. Indagano i carabinieri.

Il negozio di abbigliamento a Pilastro dove è avvenuta la rapina

Il negozio di abbigliamento a Pilastro dove è avvenuta la rapina

1

 

Samuele Dallasta
Ancora un furto a Pilastro, ancora preso di mira il negozio di abbigliamento Doglia. I ladri questa volta, pare parecchio organizzati, sono riusciti a rubare numerosi capi d’abbigliamento maschili firmati e qualche cappotto da donna per un totale, dalle prime stime eseguite dalle titolari, di circa 50 mila euro di danni.
Il tutto è accaduto tra le 2.30 e le 3.30 della notte tra domenica e ieri. Ad agire questa volta, secondo le riprese eseguite dalle telecamere dell’attività commerciale, sarebbero stati in 6. Gli esecutori del furto erano tutti a volto coperto. 
Sempre dalle telecamere di sicurezza del negozio, attorno alle 2.30 si vedono delle auto, tre per la precisione, che a distanza di pochi minuti l’una dall’altra passano davanti all’attività commerciale a bassa velocità per controllare la zona attorno al negozio.
Dopo questa fase i ladri sono passati in azione. Non curanti del fatto che l’attività commerciale sorge proprio su una via che è spesso trafficata e che il rischio di essere scoperti è alto, per riuscire a sfondare la vetrina, che poggia su un muretto alto circa mezzo metro, i ladri hanno utilizzato una delle tre vetture che le telecamere di sicurezza avevano filmato in precedenza. 
Per capire quanto il colpo fosse studiato nei minimi dettagli basta dire che, per raggiungere la vetrina, davanti al negozio i malviventi hanno letteralmente creato, dal nulla e con delle barre di metallo, una piccola rampa. Successivamente, i ladri hanno fatto salire una vettura sulla rampa facendola poi impattare contro la vetrina e riuscendo di conseguenza a sfondarla.
Una volta fatto questo hanno avuto via libera all’interno del negozio ed in pochi minuti hanno rubato tutto quello che hanno potuto caricando la refurtiva sulla vettura utilizzata per sfondare la vetrina. Tutti i capi rubati erano ovviamente firmati e di valore. 
La sequenza del furto è stata filmata dalle telecamere di sicurezza ed è stata anche vista dalle persone che risiedono dinnanzi all’attività commerciale svegliati dal forte rumore.
Una volta rubato tutto quello che potevano i ladri sono scappati utilizzando la vettura usata per sfondare la vetrina e, probabilmente, anche le altre due automobili filmate dalle telecamere di sicurezza. 
Per far perdere le loro tracce immediatamente i malviventi non si sono dati alla fuga lungo la provinciale che porta a Langhirano ma si sono dileguati verso via Menconi, strada situata a lato dell’attività commerciale e che si collega con la provinciale che unisce Pilastro a Felino. La strada però, dopo pochi metri che la si imbocca, è chiusa da una serie di dissuasori in calcestruzzo. Quest’ultimi però, non fissati a terra, sono stati facilmente spostati dai malviventi che così facendo si sono aperti un varco per imboccare la provinciale che collega Pilastro a Felino e dileguarsi di conseguenza nel nulla.
Sul furto stanno indagando i Carabinieri di Langhirano che stanno esaminando le immagini filmate dalle telecamere di sicurezza.
Samuele Dallasta
Ancora un furto a Pilastro, ancora preso di mira il negozio di abbigliamento Doglia. I ladri questa volta, pare parecchio organizzati, sono riusciti a rubare numerosi capi d’abbigliamento maschili firmati e qualche cappotto da donna per un totale, dalle prime stime eseguite dalle titolari, di circa 50 mila euro di danni.Il tutto è accaduto tra le 2.30 e le 3.30 della notte tra domenica e ieri. Ad agire questa volta, secondo le riprese eseguite dalle telecamere dell’attività commerciale, sarebbero stati in 6. Gli esecutori del furto erano tutti a volto coperto. Sempre dalle telecamere di sicurezza del negozio, attorno alle 2.30 si vedono delle auto, tre per la precisione, che a distanza di pochi minuti l’una dall’altra passano davanti all’attività commerciale a bassa velocità per controllare la zona attorno al negozio.Dopo questa fase i ladri sono passati in azione. Non curanti del fatto che l’attività commerciale sorge proprio su una via che è spesso trafficata e che il rischio di essere scoperti è alto, per riuscire a sfondare la vetrina, che poggia su un muretto alto circa mezzo metro, i ladri hanno utilizzato una delle tre vetture che le telecamere di sicurezza avevano filmato in precedenza. Per capire quanto il colpo fosse studiato nei minimi dettagli basta dire che, per raggiungere la vetrina, davanti al negozio i malviventi hanno letteralmente creato, dal nulla e con delle barre di metallo, una piccola rampa. Successivamente, i ladri hanno fatto salire una vettura sulla rampa facendola poi impattare contro la vetrina e riuscendo di conseguenza a sfondarla.Una volta fatto questo hanno avuto via libera all’interno del negozio ed in pochi minuti hanno rubato tutto quello che hanno potuto caricando la refurtiva sulla vettura utilizzata per sfondare la vetrina. Tutti i capi rubati erano ovviamente firmati e di valore. La sequenza del furto è stata filmata dalle telecamere di sicurezza ed è stata anche vista dalle persone che risiedono dinnanzi all’attività commerciale svegliati dal forte rumore.Una volta rubato tutto quello che potevano i ladri sono scappati utilizzando la vettura usata per sfondare la vetrina e, probabilmente, anche le altre due automobili filmate dalle telecamere di sicurezza. Per far perdere le loro tracce immediatamente i malviventi non si sono dati alla fuga lungo la provinciale che porta a Langhirano ma si sono dileguati verso via Menconi, strada situata a lato dell’attività commerciale e che si collega con la provinciale che unisce Pilastro a Felino. La strada però, dopo pochi metri che la si imbocca, è chiusa da una serie di dissuasori in calcestruzzo. Quest’ultimi però, non fissati a terra, sono stati facilmente spostati dai malviventi che così facendo si sono aperti un varco per imboccare la provinciale che collega Pilastro a Felino e dileguarsi di conseguenza nel nulla.Sul furto stanno indagando i Carabinieri di Langhirano che stanno esaminando le immagini filmate dalle telecamere di sicurezza.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • la camola

    04 Dicembre @ 13.35

    Carcere duro e lavori forzati, anche a quelli che parlano di amnistia!!

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Fuori Orario: ecco chi c'era al "X Party" Foto

pgn feste

Fuori Orario: ecco chi c'era al "X Party" Foto

Rigopiano: Charlie Hebdo, nuova (brutta) vignetta. Con risposta

polemica

Rigopiano: Charlie Hebdo, nuova (brutta) vignetta. Con risposta

2commenti

"Cold Chairs": un inno alla vita"!

musica

Bataclan, da Collecchio l'omaggio dei "The Lemon Flavour" Video

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Velluto rosso

VELLUTO ROSSO 

Prosa e Lirica, risate e emozioni a teatro: il meglio della settimana

di Mara Pedrabissi

Lealtrenotizie

«Eri la mia vita». Lo strazio dei familiari

La morte di Filippo

«Eri la mia vita». Lo strazio dei familiari

TESTIMONIANZA

«Preso a calci e pugni per divertimento»

5commenti

LEGA PRO

Parma-Santarcangelo 0-0: primo tempo con poche emozioni Foto

Weekend

Una domenica tra musica e fuoristrada: l'agenda

Protezione civile

I volontari parmigiani al lavoro nelle Marche

La storia

Rocco e Giulia, salumieri a Innsbruck

1commento

elezioni

Pizzarotti, è ufficiale: "Mi ricandido" Video . Dall'Olio si ritira: "Sostengo Scarpa"

23commenti

graffiti

Il sottopasso dello Stradone? Galleria di street art Foto

GRANDE FIUME

Il Po in secca? Attrazione per i turisti

1commento

PEDEMONTANA

Polizia municipale, multe in aumento

2commenti

bedonia

Violenze sul padre per anni, arrestato un 40enne Video

IL CASO

Vigili, la Fabbri si scusa con Bonsu e lo risarcisce

Lettera al giovane ghanese, che riceverà 20mila euro

Langhirano

Filippo, le lacrime e il colore dei ricordi sulla bara bianca

2commenti

commozione

Langhiranese: un minuto di silenzio per Filippo Video

commemorazione

Il liceo Bertolucci si prende per mano: "Ciao Filippo"

Polemica

«Sulla legionella ci hanno preso in giro»

4commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Dedicato a Filippo e a chi gli vuol bene

di Michele Brambilla

IL DIRETTORE RISPONDE

La neve, le parole e gli Uomini

ITALIA/MONDO

tragedia

Rigopiano: soccorsi senza sosta, ma le speranze sono deboli

incidente

Bus ungherese, il console: "I due figli del prof 'eroe' sono morti"

WEEKEND

LA PEPPA CONSIGLIA

La ricetta - Pasticcio di patate formaggi e verdure

CINEMA

Da "Arrival" a "Qua la zampa": i film della settimana Video

SPORT

sport

Il Coni premia i suoi campioni parmigiani: le foto

Sport Invernali

Il cielo è azzurro a Kitzbühel: Paris fa l'impresa

MOTORI

IN PILLOLE

Dacia Sandero Stepway
model year 2017

ANTEPRIMA

Rivoluzione Micra: Nissan cambia tutto