pilastro

Sfondano la vetrina con un'auto e rubano vestiti per 50 mila euro

Il "colpo" nella notte tra domenica e ieri al negozio di abbigliamento Doglia. I ladri sono fuggiti lungo la provinciale per Felino. Indagano i carabinieri.

Il negozio di abbigliamento a Pilastro dove è avvenuta la rapina

Il negozio di abbigliamento a Pilastro dove è avvenuta la rapina

1

 

Samuele Dallasta
Ancora un furto a Pilastro, ancora preso di mira il negozio di abbigliamento Doglia. I ladri questa volta, pare parecchio organizzati, sono riusciti a rubare numerosi capi d’abbigliamento maschili firmati e qualche cappotto da donna per un totale, dalle prime stime eseguite dalle titolari, di circa 50 mila euro di danni.
Il tutto è accaduto tra le 2.30 e le 3.30 della notte tra domenica e ieri. Ad agire questa volta, secondo le riprese eseguite dalle telecamere dell’attività commerciale, sarebbero stati in 6. Gli esecutori del furto erano tutti a volto coperto. 
Sempre dalle telecamere di sicurezza del negozio, attorno alle 2.30 si vedono delle auto, tre per la precisione, che a distanza di pochi minuti l’una dall’altra passano davanti all’attività commerciale a bassa velocità per controllare la zona attorno al negozio.
Dopo questa fase i ladri sono passati in azione. Non curanti del fatto che l’attività commerciale sorge proprio su una via che è spesso trafficata e che il rischio di essere scoperti è alto, per riuscire a sfondare la vetrina, che poggia su un muretto alto circa mezzo metro, i ladri hanno utilizzato una delle tre vetture che le telecamere di sicurezza avevano filmato in precedenza. 
Per capire quanto il colpo fosse studiato nei minimi dettagli basta dire che, per raggiungere la vetrina, davanti al negozio i malviventi hanno letteralmente creato, dal nulla e con delle barre di metallo, una piccola rampa. Successivamente, i ladri hanno fatto salire una vettura sulla rampa facendola poi impattare contro la vetrina e riuscendo di conseguenza a sfondarla.
Una volta fatto questo hanno avuto via libera all’interno del negozio ed in pochi minuti hanno rubato tutto quello che hanno potuto caricando la refurtiva sulla vettura utilizzata per sfondare la vetrina. Tutti i capi rubati erano ovviamente firmati e di valore. 
La sequenza del furto è stata filmata dalle telecamere di sicurezza ed è stata anche vista dalle persone che risiedono dinnanzi all’attività commerciale svegliati dal forte rumore.
Una volta rubato tutto quello che potevano i ladri sono scappati utilizzando la vettura usata per sfondare la vetrina e, probabilmente, anche le altre due automobili filmate dalle telecamere di sicurezza. 
Per far perdere le loro tracce immediatamente i malviventi non si sono dati alla fuga lungo la provinciale che porta a Langhirano ma si sono dileguati verso via Menconi, strada situata a lato dell’attività commerciale e che si collega con la provinciale che unisce Pilastro a Felino. La strada però, dopo pochi metri che la si imbocca, è chiusa da una serie di dissuasori in calcestruzzo. Quest’ultimi però, non fissati a terra, sono stati facilmente spostati dai malviventi che così facendo si sono aperti un varco per imboccare la provinciale che collega Pilastro a Felino e dileguarsi di conseguenza nel nulla.
Sul furto stanno indagando i Carabinieri di Langhirano che stanno esaminando le immagini filmate dalle telecamere di sicurezza.
Samuele Dallasta
Ancora un furto a Pilastro, ancora preso di mira il negozio di abbigliamento Doglia. I ladri questa volta, pare parecchio organizzati, sono riusciti a rubare numerosi capi d’abbigliamento maschili firmati e qualche cappotto da donna per un totale, dalle prime stime eseguite dalle titolari, di circa 50 mila euro di danni.Il tutto è accaduto tra le 2.30 e le 3.30 della notte tra domenica e ieri. Ad agire questa volta, secondo le riprese eseguite dalle telecamere dell’attività commerciale, sarebbero stati in 6. Gli esecutori del furto erano tutti a volto coperto. Sempre dalle telecamere di sicurezza del negozio, attorno alle 2.30 si vedono delle auto, tre per la precisione, che a distanza di pochi minuti l’una dall’altra passano davanti all’attività commerciale a bassa velocità per controllare la zona attorno al negozio.Dopo questa fase i ladri sono passati in azione. Non curanti del fatto che l’attività commerciale sorge proprio su una via che è spesso trafficata e che il rischio di essere scoperti è alto, per riuscire a sfondare la vetrina, che poggia su un muretto alto circa mezzo metro, i ladri hanno utilizzato una delle tre vetture che le telecamere di sicurezza avevano filmato in precedenza. Per capire quanto il colpo fosse studiato nei minimi dettagli basta dire che, per raggiungere la vetrina, davanti al negozio i malviventi hanno letteralmente creato, dal nulla e con delle barre di metallo, una piccola rampa. Successivamente, i ladri hanno fatto salire una vettura sulla rampa facendola poi impattare contro la vetrina e riuscendo di conseguenza a sfondarla.Una volta fatto questo hanno avuto via libera all’interno del negozio ed in pochi minuti hanno rubato tutto quello che hanno potuto caricando la refurtiva sulla vettura utilizzata per sfondare la vetrina. Tutti i capi rubati erano ovviamente firmati e di valore. La sequenza del furto è stata filmata dalle telecamere di sicurezza ed è stata anche vista dalle persone che risiedono dinnanzi all’attività commerciale svegliati dal forte rumore.Una volta rubato tutto quello che potevano i ladri sono scappati utilizzando la vettura usata per sfondare la vetrina e, probabilmente, anche le altre due automobili filmate dalle telecamere di sicurezza. Per far perdere le loro tracce immediatamente i malviventi non si sono dati alla fuga lungo la provinciale che porta a Langhirano ma si sono dileguati verso via Menconi, strada situata a lato dell’attività commerciale e che si collega con la provinciale che unisce Pilastro a Felino. La strada però, dopo pochi metri che la si imbocca, è chiusa da una serie di dissuasori in calcestruzzo. Quest’ultimi però, non fissati a terra, sono stati facilmente spostati dai malviventi che così facendo si sono aperti un varco per imboccare la provinciale che collega Pilastro a Felino e dileguarsi di conseguenza nel nulla.Sul furto stanno indagando i Carabinieri di Langhirano che stanno esaminando le immagini filmate dalle telecamere di sicurezza.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • la camola

    04 Dicembre @ 13.35

    Carcere duro e lavori forzati, anche a quelli che parlano di amnistia!!

    Rispondi

Video

1commento

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

I 100 anni di Kirk Douglas

Youtube

I 100 anni di Kirk Douglas Video

Rosy Maggiulli torna... in pista

Monza

Rosy Maggiulli torna... in pista

Guns N' Roses all'autodromo di Imola

Il 10 giugno

Guns N' Roses all'autodromo di Imola

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Terremoto: cosa rischia Parma

TERREMOTO

Ma Parma quanto rischia?

1commento

Lealtrenotizie

Arriva la sala scommesse, scoppia la polemica

SAN LEONARDO

Arriva la sala scommesse, scoppia la polemica

Raid notturno

All'asilo di San Prospero rubati i soldi per l'altalena

Solidarietà

Sisma, il cuore di Parma c'è

PENSIONI

Novità sul ricongiungimento dei contributi

Palanzano

Sandra, la «musicista» delle campane

Progetto

L'auditorium a Busseto? Per ora non si fa

Lega Pro

Oggi Parma-Bassano

Salsomaggiore

Addio a Lorenzo, aveva solo 15 anni

LEGA PRO

D'Aversa per la panchina, ballottaggio Sensibile-Faggioni per il ds. E' questione di ore Video

gazzareporter

Scia e aerei: mistero nel cielo di Parma Video

4commenti

incidente

Auto si ribalta a Fidenza: un ferito grave

Anteprima Gazzetta

Terremoto: l'aiuto di Parma

Domani si parla anche di San Leonardo, di coca a Sorbolo, di un incredibile furto a un asilo

parma senza amore

Dieci frigoriferi (con materasso e rifiuti) sul marciapiede di via Boraschi

9commenti

vandali in azione

Manomettono il defibrillatore in piazza: presi (grazie a un cittadino)

2commenti

Sorbolo

Addio a Roberta Petrolini, la voce della Cri

cantieri e eventi

Come cambia la viabilità a Parma in settimana 

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

LETTERE AL DIRETTORE

Una piccola storia nobile

2commenti

EDITORIALE

Dal sexting al ricatto: pericoli on line

di Filiberto Molossi

1commento

ITALIA/MONDO

francia

Parigi, tutti salvi. Il rapinatore in fuga

PISA

Bimba di 6 anni muore soffocata da una spugna a scuola

WEEKEND

IL CINEFILO

I film della settimana, da Sully a Agnus Dei  Video

VERNISSAGE

90 anni di Arnaldo Pomodoro: la sua arte invade Milano

SPORT

ERA IL 2005

Rosberg, quel giorno a San Pancrazio...

1commento

SERIE A

Il Napoli travolge l'Inter di Pioli: 3 a 0

MOTORI

NOVITA'

Q2, l'Audi che farà strage di cuori (femminili)

BOLOGNA

Le ragazze
del Motor Show Fotogallery