18°

32°

pilastro

Sfondano la vetrina con un'auto e rubano vestiti per 50 mila euro

Il "colpo" nella notte tra domenica e ieri al negozio di abbigliamento Doglia. I ladri sono fuggiti lungo la provinciale per Felino. Indagano i carabinieri.

Il negozio di abbigliamento a Pilastro dove è avvenuta la rapina

Il negozio di abbigliamento a Pilastro dove è avvenuta la rapina

Ricevi gratis le news
1

 

Samuele Dallasta
Ancora un furto a Pilastro, ancora preso di mira il negozio di abbigliamento Doglia. I ladri questa volta, pare parecchio organizzati, sono riusciti a rubare numerosi capi d’abbigliamento maschili firmati e qualche cappotto da donna per un totale, dalle prime stime eseguite dalle titolari, di circa 50 mila euro di danni.
Il tutto è accaduto tra le 2.30 e le 3.30 della notte tra domenica e ieri. Ad agire questa volta, secondo le riprese eseguite dalle telecamere dell’attività commerciale, sarebbero stati in 6. Gli esecutori del furto erano tutti a volto coperto. 
Sempre dalle telecamere di sicurezza del negozio, attorno alle 2.30 si vedono delle auto, tre per la precisione, che a distanza di pochi minuti l’una dall’altra passano davanti all’attività commerciale a bassa velocità per controllare la zona attorno al negozio.
Dopo questa fase i ladri sono passati in azione. Non curanti del fatto che l’attività commerciale sorge proprio su una via che è spesso trafficata e che il rischio di essere scoperti è alto, per riuscire a sfondare la vetrina, che poggia su un muretto alto circa mezzo metro, i ladri hanno utilizzato una delle tre vetture che le telecamere di sicurezza avevano filmato in precedenza. 
Per capire quanto il colpo fosse studiato nei minimi dettagli basta dire che, per raggiungere la vetrina, davanti al negozio i malviventi hanno letteralmente creato, dal nulla e con delle barre di metallo, una piccola rampa. Successivamente, i ladri hanno fatto salire una vettura sulla rampa facendola poi impattare contro la vetrina e riuscendo di conseguenza a sfondarla.
Una volta fatto questo hanno avuto via libera all’interno del negozio ed in pochi minuti hanno rubato tutto quello che hanno potuto caricando la refurtiva sulla vettura utilizzata per sfondare la vetrina. Tutti i capi rubati erano ovviamente firmati e di valore. 
La sequenza del furto è stata filmata dalle telecamere di sicurezza ed è stata anche vista dalle persone che risiedono dinnanzi all’attività commerciale svegliati dal forte rumore.
Una volta rubato tutto quello che potevano i ladri sono scappati utilizzando la vettura usata per sfondare la vetrina e, probabilmente, anche le altre due automobili filmate dalle telecamere di sicurezza. 
Per far perdere le loro tracce immediatamente i malviventi non si sono dati alla fuga lungo la provinciale che porta a Langhirano ma si sono dileguati verso via Menconi, strada situata a lato dell’attività commerciale e che si collega con la provinciale che unisce Pilastro a Felino. La strada però, dopo pochi metri che la si imbocca, è chiusa da una serie di dissuasori in calcestruzzo. Quest’ultimi però, non fissati a terra, sono stati facilmente spostati dai malviventi che così facendo si sono aperti un varco per imboccare la provinciale che collega Pilastro a Felino e dileguarsi di conseguenza nel nulla.
Sul furto stanno indagando i Carabinieri di Langhirano che stanno esaminando le immagini filmate dalle telecamere di sicurezza.
Samuele Dallasta
Ancora un furto a Pilastro, ancora preso di mira il negozio di abbigliamento Doglia. I ladri questa volta, pare parecchio organizzati, sono riusciti a rubare numerosi capi d’abbigliamento maschili firmati e qualche cappotto da donna per un totale, dalle prime stime eseguite dalle titolari, di circa 50 mila euro di danni.Il tutto è accaduto tra le 2.30 e le 3.30 della notte tra domenica e ieri. Ad agire questa volta, secondo le riprese eseguite dalle telecamere dell’attività commerciale, sarebbero stati in 6. Gli esecutori del furto erano tutti a volto coperto. Sempre dalle telecamere di sicurezza del negozio, attorno alle 2.30 si vedono delle auto, tre per la precisione, che a distanza di pochi minuti l’una dall’altra passano davanti all’attività commerciale a bassa velocità per controllare la zona attorno al negozio.Dopo questa fase i ladri sono passati in azione. Non curanti del fatto che l’attività commerciale sorge proprio su una via che è spesso trafficata e che il rischio di essere scoperti è alto, per riuscire a sfondare la vetrina, che poggia su un muretto alto circa mezzo metro, i ladri hanno utilizzato una delle tre vetture che le telecamere di sicurezza avevano filmato in precedenza. Per capire quanto il colpo fosse studiato nei minimi dettagli basta dire che, per raggiungere la vetrina, davanti al negozio i malviventi hanno letteralmente creato, dal nulla e con delle barre di metallo, una piccola rampa. Successivamente, i ladri hanno fatto salire una vettura sulla rampa facendola poi impattare contro la vetrina e riuscendo di conseguenza a sfondarla.Una volta fatto questo hanno avuto via libera all’interno del negozio ed in pochi minuti hanno rubato tutto quello che hanno potuto caricando la refurtiva sulla vettura utilizzata per sfondare la vetrina. Tutti i capi rubati erano ovviamente firmati e di valore. La sequenza del furto è stata filmata dalle telecamere di sicurezza ed è stata anche vista dalle persone che risiedono dinnanzi all’attività commerciale svegliati dal forte rumore.Una volta rubato tutto quello che potevano i ladri sono scappati utilizzando la vettura usata per sfondare la vetrina e, probabilmente, anche le altre due automobili filmate dalle telecamere di sicurezza. Per far perdere le loro tracce immediatamente i malviventi non si sono dati alla fuga lungo la provinciale che porta a Langhirano ma si sono dileguati verso via Menconi, strada situata a lato dell’attività commerciale e che si collega con la provinciale che unisce Pilastro a Felino. La strada però, dopo pochi metri che la si imbocca, è chiusa da una serie di dissuasori in calcestruzzo. Quest’ultimi però, non fissati a terra, sono stati facilmente spostati dai malviventi che così facendo si sono aperti un varco per imboccare la provinciale che collega Pilastro a Felino e dileguarsi di conseguenza nel nulla.Sul furto stanno indagando i Carabinieri di Langhirano che stanno esaminando le immagini filmate dalle telecamere di sicurezza.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • la camola

    04 Dicembre @ 13.35

    Carcere duro e lavori forzati, anche a quelli che parlano di amnistia!!

    Rispondi

Video

1commento

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Telefono hackerato: on line la Vonn e Woods nudi

Il caso

Telefono hackerato: on line la Vonn e Woods nudi

Paura per Minghi: ricoverato per un'intossicazione. Tour sospeso

Lecce

Paura per Minghi: ricoverato per un'intossicazione. Tour sospeso

Hydro jet

estate

Fa il "figo" con l'hydrojet, ma finisce male

1commento

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Programmazione dal 21/08/2017 al 25/08/2017 delle postazioni di accertamenti strumentali di velocità e irregolarità alla circolazione

VIABILITA'

Autovelox, speedcheck e autodetector: la mappa della settimana

Lealtrenotizie

Terrorismo: ecco come si blinda Parma

Prevenzione

Terrorismo: ecco come si blinda Parma

4commenti

nella notte

Scontro auto-scooter in via Toschi: 20enne al Pronto soccorso

TRAVERSETOLO

Quattro profughi in un appartamento: è polemica

8commenti

brescia

Il ritorno di Ghirardi? "Cellino un amico, se vuole lo aiuto"

L'ex presidente del Parma: "Aspettiamo che la giustizia faccia il suo corso"

OSPEDALE

Pronto soccorso, Brescia «corteggia» Cervellin

sondaggio

I tifosi "promuovono" il nuovo tris di maglie del Parma

Fidenza

Morto a 51 anni Giorgino Ribaldi

Universiadi

Folorunso e Fantini: «Vogliamo la finale»

PERSONAGGI

102 anni, addio alla ricamatrice Lina Zanichelli

Sissa Trecasali

La barca affondata nel Po non si trova

pedoni penalizzati

Marciapiedi dissestati: problemi di sicurezza

1commento

ospedale

Ladri ancora in azione: rubati dei computer al Rasori Video

Il furto è stato compiuto nella notte al Day hospital pneumologico

1commento

polizia

Blitz nella notte nelle zone calde a Parma: 82 grammi di droga sequestrati, 5 espulsioni

9commenti

COLORNO

"E' morto assiderato", il piranha del canale Galasso diventa un caso giudiziario

15commenti

calcio

Antiterrorismo e viabilità, cambia la zona-Tardini (venerdì il "debutto") - La mappa

Posizionate le fioriere anti intrusione in centro - Video

1commento

IL CASO

Il laghetto di Scurano potrebbe sparire

Vignali: "I boschi dell'Appennino stanno seccando" Video

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

I terroristi di ieri e quelli di oggi

di Michele Brambilla

1commento

EDITORIALE

La nuova mafia che occupa Parma

di Francesco Bandini

14commenti

ITALIA/MONDO

paura

Rotterdam, nessun terrorismo: era un installatore di bombole ubriaco

modena

Gambizzato davanti ristorante a Savignano, fermato 37enne

SPORT

Calciomercato

Paletta, accordo Milan-Lazio

basket nba

Clamoroso scambio: Irving a Boston, Isaiah Thomas a Cleveland

SOCIETA'

televisione

La caduta della Guaccero in diretta è virale

Usa

Lo squalo attacca, panico in spiaggia

MOTORI

AUTO

Ferrari: ecco la nuova Gran Turismo V8, un omaggio a Portofino

VACANZE

Attenzione a come caricate i bagagli: si rischiano punti patente