18°

sicurezza

Il ministero dice «stop» ai militari in città

Nessuna proroga dal Viminale: dopo quattro anni uscita (in sordina) dell'esercito

Esercito a Parma per tutelare la sicurezza
16

 

Un ingresso in pompa magna, un’uscita (quasi) in sordina: addio ai soldati a Parma.

Si è conclusola settimana scorsa il servizio dei militari in città, una parentesi durata poco meno di quattro anni. Lo «stop» è arrivato direttamente da Roma: il ministero dell'Interno, che ogni anno fa il censimento delle risorse da destinare in tutto il Paese, non ha adottato nessun provvedimento di proroga.

Niente decreto, niente «divise» dunque a Parma come diverse città del Belpaese, a cominciare da Brescia.............................Tutti i particolari sulla Gazzetta di Parma

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Vercingetorige

    23 Gennaio @ 16.01

    CHE IL PROBLEMA DELLA DILAGANTE CRIMINALITA' SIA SERIO NON C' E' DUBBIO , ma non diciamo spropositi !

    Rispondi

  • Biffo

    23 Gennaio @ 12.18

    I signori di sinistra, che temono l'instaurazione di dittature militari, non si sono accorti, però, anzi, fingono di non farlo, che esiste, a Parma, ma non solo, la dittatura dei micro e macro-criminali immigrati, in competizione o in accordo con quelli nostrani, appartenenti alle varie mafie, che condizionano la vita politica, sociale ed economica del nostro paese. Franco Bifani

    Rispondi

  • Vercingetorige

    23 Gennaio @ 12.03

    LE FORZE ARMATE ITALIANE SONO COMPOSTE DA QUATTRO "ARMI" : L' ESERCITO, LA MARINA , L' AERONAUTICA , E ................L' ARMA DEI CARABINIERI . Come si vede c' è un' intera Arma con funzioni di Polizia , che peraltro , l' Unione Europea vuole abolire , riassorbendola parte nell' Esercito e parte nella Polizia di Stato. L' ESERCITO ASSUME FUNZIONI DI POLIZIA NEI REGIMI DITTATORIALI , OPPURE QUANDO IL CAPO DELLO STATO DICHIARI LO "STATO D' ASSEDIO" come avvenne ( ma non fu l' unica volta ) nel 1898 , a Milano , quando la Città fu sconvolta da gravi disordini per l' aumento del prezzo del pane , il cibo dei poveri. il Re Umberto I dichiarò lo "stato d' assedio" , affidando la responsabilità dell' Ordine Pubblico al Generale Fiorenzo Bava Beccaris, il quale schierò in Città l' artiglieria e fece sparare ad "alzo zero" contro i manifestanti , provocando un numero imprecisato di morti ( si dice un centinaio) e circa cinquecento feriti. Per questo fu decorato e nominato Senatore dal Re. Per vendicare la strage di Milano l' anarchico Bresci uccise il Re Umberto I a Monza il 29 Luglio 1900.

    Rispondi

  • Maurizio

    22 Gennaio @ 21.06

    kaldor ha ragione nel suo commento, il problema a Parma non è stata la presenza dei militari ma come venivano impegnati e cosa toglievano alla sicurezza della città ,infatti vi era più percezione visto che si vedevano due militari girare per la città (in tutta la città, soprattutto in via Palermo, Trento e vie limitrofe nonostante qualcuno continui a raccontare la storiella che andavano a ganciare le ragzze alla movida e in piazza...) ma bisogna tenere presente che questi due militari in caso di bisogno non potevano intervenire e insieme a loro doveva esserci sempre un agente di polizia, a conti fatti quindi un poliziotto in meno che avrebbe potuto fare altro e due militari a fare solo percezione di sicurezza. Naturalmente la cosa giusta sarebbe stata quella di dare poteri di intervento ai militari in modo da essere autonomi ma purtroppo siamo in Italia ed è meglio farsi belli davanti ai cittadini di Parma per magari essere rieletto alle elezioni ben sapendo che una cosa inutile male pubblicizzata rende più che una cosa utile passata sotto silenzio

    Rispondi

  • Maurizio

    22 Gennaio @ 21.04

    kaldor ha ragione nel suo commento, il problema a Parma non è stata la presenza dei militari ma come venivano impegnati e cosa toglievano alla sicurezza della città ,infatti vi era più percezione visto che si vedevano due militari girare per la città (in tutta la città, soprattutto in via Palermo, Trento e vie limitrofe nonostante qualcuno continui a raccontare la storiella che andavano a ganciare le ragzze alla movida e in piazza...) ma bisogna tenere presente che questi due militari in caso di bisogno non potevano intervenire e insieme a loro doveva esserci sempre un agente di polizia, a conti fatti quindi un poliziotto in meno che avrebbe potuto fare altro e due militari a fare solo percezione di sicurezza. Naturalmente la cosa giusta sarebbe stata quella di dare poteri di intervento ai militari in modo da essere autonomi ma purtroppo siamo in Italia ed è meglio farsi belli davanti ai cittadini di Parma per magari essere rieletto alle elezioni ben sapendo che una cosa inutile male pubblicizzata rende più che una cosa utile passata sotto silenzio

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Medesano: al Bar sport come in Cina

pgn

Medesano: al Bar sport come in Cina Foto

Antonio Banderas, ho avuto un infarto ma sto bene

Cinema

Antonio Banderas: "Ho avuto un infarto. Ora sto bene"

Nozze indiane, fascino e colori al castello di Tabiano Foto Il video

Salsomaggiore

Nozze indiane, fascino e colori al castello di Tabiano Foto Il video

3commenti

Notiziepiùlette

Ultime notizie

«Mastroianni's»: piatti moderni, curati e fantasiosi

Foto tratta dal sito ufficiale del ristorante

CHICHIBIO

«Mastroianni's»: piatti moderni, curati e fantasiosi

Lealtrenotizie

Prostituta uccisa a Bologna, confessa un suo cliente

Bologna

Prostituta uccisa a colpi di pistola: confessa un 55enne di Parma

Francesco Serra si era invaghito della 30enne romena Ana Maria Stativa, trovata senza vita a casa sua

LEGA PRO

Il Parma sbanca Gubbio 4-1. Recuperati 2 punti al Venezia

In gol Calaiò, Nocciolini e Iacoponi. Infortunio muscolare per Giorgino. Crociati terzi a 8 punti

1commento

curiosità

Coppa Cobram: quando Parma prende la "bomba" e pedala Fantozzi-style Le foto

La storia

Madre e figlio si laureano lo stesso giorno: "Un segno del destino" 

Valeria Vicini si è laureata in Scienze politiche e delle relazioni internazionali, il figlio Leonardo Ranieri in Scienze dell’architettura

1commento

Intervista esclusiva

Raffaele Sollecito: «Ho scelto Parma per lavoro»

Il delitto di Meredith, il processo, l'assoluzione, il rapporto con Amanda. Ecco l'intervista completa

20commenti

TRAVERSETOLO

Sotto il parcheggio del Conad c'è un insediamento preistorico?

Parma

Autovelox e autodetector: ecco dove saranno i controlli dal 27 al 31 marzo

Parma

Cagnolina trova la marijuana al parco e la mangia: salva per miracolo

6commenti

Langhirano

La torta delle paste rosse: la storia di un paese in una ricetta

Viale Barilla

Lite tra giovani, ma chi ha la peggio è un vigile

7commenti

Il commosso addio di Collecchio a Graziella

SOS ANIMALI

Cani da adottare Foto

l'appello

La figlia del partigiano Ras: "Vorrei trovare la famiglia di Parma che lo ospitò" Video

1commento

Dai lettori

"Borgo delle Colonne e piazzale D'Acquisto: parcheggi selvaggi ma niente multe di notte" Foto

ospedale

Radioterapia, arrivano nuove tecnologie

Le testimonianze dei pazienti: "Così sconfiggiamo la paura"

1commento

commemorazione

Un anno senza Mario il clochard: il quartiere lo ricorda pensando agli "ultimi" Foto

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

Chi ha interesse a volere la realtà percepita

EDITORIALE

L'esempio di Londra contro il terrorismo

di Francesco Bandini

ITALIA/MONDO

A10

Tir si ribalta e uccide due operai: arrestato il camionista Foto Video

rimini

Cadavere di donna in trolley al porto. E' la cinese sparita durante crociera?

SOCIETA'

la peppa

Tartine fiorite

centro giovani

"Noi che....": così si raccontano i giovani di Parma Il video

1commento

SPORT

MOTOGP

vince Vinales dopo una "battaglia" con Dovizioso. Rossi terzo

formula 1

Trionfo rosso: Vettel domina il Gp d'Australia. Hamilton secondo

MOTORI

innovazione

La Fiat 500? Adesso di può noleggiare su Amazon

NOVITA'

Non solo Suv: ecco le nuove berline e wagon del 2017