10°

sicurezza

Il ministero dice «stop» ai militari in città

Nessuna proroga dal Viminale: dopo quattro anni uscita (in sordina) dell'esercito

Esercito a Parma per tutelare la sicurezza
16

 

Un ingresso in pompa magna, un’uscita (quasi) in sordina: addio ai soldati a Parma.

Si è conclusola settimana scorsa il servizio dei militari in città, una parentesi durata poco meno di quattro anni. Lo «stop» è arrivato direttamente da Roma: il ministero dell'Interno, che ogni anno fa il censimento delle risorse da destinare in tutto il Paese, non ha adottato nessun provvedimento di proroga.

Niente decreto, niente «divise» dunque a Parma come diverse città del Belpaese, a cominciare da Brescia.............................Tutti i particolari sulla Gazzetta di Parma

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Vercingetorige

    23 Gennaio @ 16.01

    CHE IL PROBLEMA DELLA DILAGANTE CRIMINALITA' SIA SERIO NON C' E' DUBBIO , ma non diciamo spropositi !

    Rispondi

  • Biffo

    23 Gennaio @ 12.18

    I signori di sinistra, che temono l'instaurazione di dittature militari, non si sono accorti, però, anzi, fingono di non farlo, che esiste, a Parma, ma non solo, la dittatura dei micro e macro-criminali immigrati, in competizione o in accordo con quelli nostrani, appartenenti alle varie mafie, che condizionano la vita politica, sociale ed economica del nostro paese. Franco Bifani

    Rispondi

  • Vercingetorige

    23 Gennaio @ 12.03

    LE FORZE ARMATE ITALIANE SONO COMPOSTE DA QUATTRO "ARMI" : L' ESERCITO, LA MARINA , L' AERONAUTICA , E ................L' ARMA DEI CARABINIERI . Come si vede c' è un' intera Arma con funzioni di Polizia , che peraltro , l' Unione Europea vuole abolire , riassorbendola parte nell' Esercito e parte nella Polizia di Stato. L' ESERCITO ASSUME FUNZIONI DI POLIZIA NEI REGIMI DITTATORIALI , OPPURE QUANDO IL CAPO DELLO STATO DICHIARI LO "STATO D' ASSEDIO" come avvenne ( ma non fu l' unica volta ) nel 1898 , a Milano , quando la Città fu sconvolta da gravi disordini per l' aumento del prezzo del pane , il cibo dei poveri. il Re Umberto I dichiarò lo "stato d' assedio" , affidando la responsabilità dell' Ordine Pubblico al Generale Fiorenzo Bava Beccaris, il quale schierò in Città l' artiglieria e fece sparare ad "alzo zero" contro i manifestanti , provocando un numero imprecisato di morti ( si dice un centinaio) e circa cinquecento feriti. Per questo fu decorato e nominato Senatore dal Re. Per vendicare la strage di Milano l' anarchico Bresci uccise il Re Umberto I a Monza il 29 Luglio 1900.

    Rispondi

  • Maurizio

    22 Gennaio @ 21.06

    kaldor ha ragione nel suo commento, il problema a Parma non è stata la presenza dei militari ma come venivano impegnati e cosa toglievano alla sicurezza della città ,infatti vi era più percezione visto che si vedevano due militari girare per la città (in tutta la città, soprattutto in via Palermo, Trento e vie limitrofe nonostante qualcuno continui a raccontare la storiella che andavano a ganciare le ragzze alla movida e in piazza...) ma bisogna tenere presente che questi due militari in caso di bisogno non potevano intervenire e insieme a loro doveva esserci sempre un agente di polizia, a conti fatti quindi un poliziotto in meno che avrebbe potuto fare altro e due militari a fare solo percezione di sicurezza. Naturalmente la cosa giusta sarebbe stata quella di dare poteri di intervento ai militari in modo da essere autonomi ma purtroppo siamo in Italia ed è meglio farsi belli davanti ai cittadini di Parma per magari essere rieletto alle elezioni ben sapendo che una cosa inutile male pubblicizzata rende più che una cosa utile passata sotto silenzio

    Rispondi

  • Maurizio

    22 Gennaio @ 21.04

    kaldor ha ragione nel suo commento, il problema a Parma non è stata la presenza dei militari ma come venivano impegnati e cosa toglievano alla sicurezza della città ,infatti vi era più percezione visto che si vedevano due militari girare per la città (in tutta la città, soprattutto in via Palermo, Trento e vie limitrofe nonostante qualcuno continui a raccontare la storiella che andavano a ganciare le ragzze alla movida e in piazza...) ma bisogna tenere presente che questi due militari in caso di bisogno non potevano intervenire e insieme a loro doveva esserci sempre un agente di polizia, a conti fatti quindi un poliziotto in meno che avrebbe potuto fare altro e due militari a fare solo percezione di sicurezza. Naturalmente la cosa giusta sarebbe stata quella di dare poteri di intervento ai militari in modo da essere autonomi ma purtroppo siamo in Italia ed è meglio farsi belli davanti ai cittadini di Parma per magari essere rieletto alle elezioni ben sapendo che una cosa inutile male pubblicizzata rende più che una cosa utile passata sotto silenzio

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Morto il fratello dell'inviato Valerio Staffelli

Striscia la notizia

Morto il fratello dell'inviato Valerio Staffelli

Rispunta Rosy Maggiulli. Intervistata da Playboy

gossip

Rispunta Rosy Maggiulli. Intervistata da Playboy

CONCORSO

GAZZAREPORTER

Racconta l'inverno e vinci: le foto dei lettori Video

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Velluto rosso

VELLUTO ROSSO

Il rugby irrompe in scena. E arriva il "bello" Sergio Muniz

di Mara Pedrabissi

Lealtrenotizie

Rissa con una lanciarazzi clandestina, arrestato 20enne tunisino

carabinieri

Arresto bis, dopo manco due mesi: 20enne tunisino è in via Burla

Protagonista di una rissa è stato trovato con lanciarazzi e droga. A dicembre aveva in casa 500grammi di hashish

1commento

carabinieri

Inseguimento a Vicofertile, recuperato bottino da 15mila euro Video

agenda

Weekend a Parma e in provincia: protagonista il Carnevale

polizia

Targa falsa per commettere furti: presi  Video

Finanza

"Parmalat, il prezzo dell'opa non è adeguato": un'analisi per i soci di minoranza boccia Lactalis

CRIMINALITA'

Razzia di tonno, liquori e caffè in un magazzino

2commenti

Il caso

Duc, si lavora per riaprirlo

2commenti

Collecchio

E' morto a 51 anni Massimiliano Ori

1commento

lega pro

D'Aversa: "Il Feralpi, una buona squadra: un attacco forte" Video

lega pro

A Salò sarà invasione crociata: sold-out la curva (Tutte le info)

E per chi resta a Parma, diretta su Tv Parma e live sul sito

viale mentana

Auto si ribalta e sbatte contro altre vetture: strage sfiorata Foto Video

Lutto

Franco Scarica, addio alla fisarmonica da Oscar

collecchio

Assemblea pubblica su situazione Copador, sabato 4 marzo

sport

Inaugurato il Parma Golf Show Videointerviste

Ambiente

Attiva la nuova Ecostation di via Pertini nel parcheggio di via Traversetolo

Donatori

Elezioni Avis: Giancarlo Izzi «in pole»

1commento

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IMPRESE

Top500 Parma, ecco la classifica completa

IL DIRETTORE RISPONDE

Le multe facili e quelle difficili

ITALIA/MONDO

Milano

Cade dal terrazzo del cinema, grave ragazza 14enne

FORT LAUDERDALE

"Musulmano?", il figlio di Mohammed Ali fermato in aeroporto

2commenti

WEEKEND

L'INDISCRETO

Da Presley a Hemingway: nipoti d'arte

1commento

45 anni fa: il disco

Catch bull at four - Quando Cat Stevens cantava in latino

SPORT

Calciomercato

Ranieri: "Il mio sogno è morto"

intervista

Arancio: "Campionato d'Eccellenza ad hoc per  il rugby a 7"

MOTORI

ALFA ROMEO

Stelvio, il Suv del Biscione. Da 50.800 euro Video

NOVITA'

Bmw, la nuova Serie 5 ragiona da ammiraglia