17°

32°

Carabinieri

Tagliavano eroina a Parma: sgominata banda italo-albanese, affari per 20 milioni

Dieci arresti fra Parmense e Reggiano, maxi-sequestro di droga e sostanze da taglio

Carabinieri: l'operazione antidroga
Ricevi gratis le news
6

Nelle prime ore di sabato mattina i carabinieri del Comando provinciale di Parma hanno eseguito 10 ordinanze di custodia cautelare a seguito di un’attività d’indagine, condotta dal Nucleo Investigativo, che ha consentito d’individuare e bloccare un consistente spaccio di eroina e cocaina nelle province di Parma e Reggio Emilia.
Le ordinanze, emesse dal gip, sono state richieste nell’ambito di un procedimento penale condotto dalla Procura di Parma per un’attività nata nel ottobre 2013 a seguito del sequestro di 100 chili di sostanza da taglio per l’eroina.

Le indagini hanno permesso di accertare l’esistenza di un sodalizio di cittadini italo-albanesi che, in concorso tra loro, riuscivano a far giungere in Italia ingenti quantitativi di eroina pura e di sostanze da taglio che gli stessi successivamente “lavoravano” in un laboratorio a Parma.
Gli elevatissimi quantitativi di droga venivano quindi spacciati direttamente, fino al dettaglio, nelle piazze di Parma e Reggio Emilia o venduti, per quantitativi non inferiori ad un chilo, nelle province di Rimini, Firenze, Asti e Trani.
Tramite mirate attività tecniche e servizi di osservazione, controllo e pedinamento i carabinieri hanno ricostruito il commercio illegale riuscendo a trarre in arresto, in flagranza di reato, cinque persone e sottoponendo progressivamente a sequestro 13 chili di eroina, 3 chili circa di cocaina, 100 chili di sostanze da taglio, 13mila euro circa in contanti e un laboratorio per la lavorazione e trasformazione dello stupefacente.
Le indagini, terminate nel maggio 2014, hanno consentito di accertare, da parte del gruppo, la detenzione ed il successivo spaccio di 60 chili di eroina pura divenuti, dopo la lavorazione, circa 480 chili di “eroina da strada” (assumendo un valore, al dettaglio, di oltre 20 milioni di euro).
Di questa partita fanno infatti parte i 13 chili di stupefacente sequestrati dai carabinieri, durante le indagini, il 31 marzo scorso. 

Emergendo in maniera chiara ed evidente la gravità dei reati per cui si stava procedendo, il gip, su richiesta del pubblico ministero, concordando con l’esito delle indagini condotte dai carabinieri del Nucleo Investigativo di Parma, ha emesso le ordinanze di custodia cautelare a carico di:

1) Bregu Artur, nato in Albania nel 1981, domiciliato a Brescello, già detenuto presso il carcere di Parma;
2) Panariti Marcello, nato a Taranto nel 1980, domiciliato a Colorno;
3) Koroveshi Velino, nato in Albania nel 1990, domiciliato ad Arma di Taggia (IM);
4) Greca Lauert, nato in Albania nel 1990, residente a Parma;
5) Hasa Gezim, nato in Albania nel 1984, in Italia senza fissa dimora già detenuto nel carcere di Parma;
6) Tafili Denis, nato in Albania nel 1985, in Italia senza fissa dimora già detenuto in carcere a Parma;
7) Cavalli Davide, nato a Parma nel 1971, residente a Colorno già detenuto agli arresti domiciliari;
8) Bajraktari Ded, nato in Albania nel 1991, residente a Colorno; 
9) Villirillo Tommaso, nato a Cutro nel 1977, residente a Colorno;
10) Brahimi Bledar, nato in Albania nel 1986, residente a Colorno. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Biffo

    27 Ottobre @ 17.15

    Rassisti, senofobi, fassisti, nasisti, nemici della Costitussione! Questa è tutta gente che si fa in quattro, ma che dico!, in otto, per cercare di risollevare il morale e togliere dalla depressione noi italiani; e lo fa a proprio rischio e pericolo, sfidando i fittissimi, precisissimi e continui controlli, da parte delle forze dell'ordine, e nonostante l'arcinota severità ferrea, nei loro confronti, della nostra magistratura, che, solitamente, commina, agli spacciatori, pene terribili, tant'è che, in giro, se ne vedono sempre meno.

    Rispondi

  • lupo

    27 Ottobre @ 17.12

    c'è la droga a Parma? ma da quando?

    Rispondi

  • Andrea

    27 Ottobre @ 14.03

    Tranquilli Parmigiani dal sas ...questi sono quelli che ci hanno raccontato che pagheranno le pensioni ai nostri figli.... ma meditate ...in Italia quante ne sparano tutti i giorni e...purtroppo ...ci sono tanti che ci credono ...Italiani, compreso io, SVEGLIAMOCI ....ci stanno facendo il contropelo perché il pelo è da tempo che ce l'hanno fatto .... e noi dovremmo (anzi, ci fanno..) tirare la cinghia con le pensioni, con la sanità, manca il lavoro, la sicurezza sociale, e loro .... ..... Vedete pure VOI, loro i nostri governanti che bell'esempio spesso hanno dato e continuano a dare .... diamoci una mossa e prendiamo in mano il nostro futuro ...legalmente s'intende .....

    Rispondi

  • filippo

    27 Ottobre @ 13.45

    beh di italo ci son pochi, sono quasi tutti albanesi.

    Rispondi

  • Paolo

    27 Ottobre @ 12.59

    Un giro da 20 milioni (o magari chissà quanto),nessuno (istituzioni) fa nulla vede nulla,e avanti così.Adesso li mettono dentro(?) e fra due giorni tutto come prima.E se uno dice qualcosa.......SEI FASCISTA!....

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Telefono hackerato: on line la Vonn e Woods nudi

Il caso

Telefono hackerato: on line la Vonn e Woods nudi

Paura per Minghi: ricoverato per un'intossicazione. Tour sospeso

Lecce

Paura per Minghi: ricoverato per un'intossicazione. Tour sospeso

Hydro jet

estate

Fa il "figo" con l'hydrojet, ma finisce male

1commento

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Osteria dl’Andrea

CHICHIBIO

«Osteria dl’Andrea», cucina casalinga della tradizione

di Chichibio

Lealtrenotizie

Salva un uomo che sta annegando e lo rianima

LA STORIA

Salva un uomo che sta annegando e lo rianima

tardini

Il Parma si presenta: sotto la Nord cori e festa per la squadra e le nuove maglie

Faggiano: "Matri, abbiamo il sì del giocatore ma il Sassuolo se lo vuole tenere"

Terremoto

I parmigiani ad Ischia: «Notte di paura»

stadio tardini

Una "passione" lunga 40 anni: i Boys e i ricordi in mostra Gallery

Due colpi in poche ore

Nuova rapina ad un bancomat

serie B

Sondaggio: vi piace il tris di maglie del Parma?

Fontevivo

Arrivano i nomadi: sgombero lampo

Fontevivo

Tre rottweiler liberi: paura in paese

Tendenze

Il tradimento al tempo dei social

COLORNO

50 anni fa Mazzoli divenne il re della motonautica

TRIBUNALE

Blitz notturno nel bar di via Bixio, condannato il ladro

terrorismo

Rischio attentati, la Prefettura: barriere e new jersey a feste e mercati

1commento

meteo

Da giovedì ancora caldo torrido: arriva Polifemo Video

1commento

furti

Ladri nel cortile della ditta: se ne vanno con un furgone "firmato"

Anteprima gazzetta

Traversetolese eroe salva la vita ad un uomo che stava annegando

INCHIESTA

Stu Pasubio, indagine chiusa. Ecco le accuse della Procura

12commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

I terroristi di ieri e quelli di oggi

di Michele Brambilla

EDITORIALE

La nuova mafia che occupa Parma

di Francesco Bandini

ITALIA/MONDO

Monterosso

Ventenne muore cadendo da un muraglione alle Cinque Terre

istruzione

Fedeli: "Favorevole a portare la scuola dell'obbligo a 18 anni"

SPORT

Ciclismo

Vuelta, ancora un italiano: Trentin

motori

La Ferrari rinnova il contratto con Raikkonen

SOCIETA'

usa

Tumore ovaie: risarcimento, J&J pagherà altri 417 milioni per "talco killer"

il caso

Anziano accusato di pedofilia. E il paese si spacca

MOTORI

VACANZE

Attenzione a come caricate i bagagli: si rischiano punti patente

MERCATO

Bmw Italia, 2000 euro per la permuta di diesel Euro4 e precedenti