11°

29°

indignazione

"Schiaffo per Parma", "Mettiamo le telecamere"

Usl e Regione: "Convenzione sospesa, ricollocheremo i pazienti"

Maltrattamenti vuoto 1
2

Dal segretario parmigiano della Cgil Paolo Bertoletti (Leggi), al capogruppo di Forza Italia in consiglio comunale Francesca Gambarini (leggi), un coro di sdegno, condanna e rabbia s'è alzato alla notizia dei maltrattamenti ai danni di anziani nella casa di riposo Villa Matilde a Bazzano con l'arresto di sette assistenti (leggi)

Ecco le altre reazioni:

Azienda Usl di Parma: "Sospesa la convenzione con il gestore. Stiamo provvedendo a trovare un’adeguata e concordata collocazione alternativa"

Dai risultati dell’indagine delle forze dell’ordine emerge una situazione estremamente grave di maltrattamenti e umiliazioni ad alcuni ospiti della struttura: questo è totalmente inaccettabile e indegno per i nostri livelli di welfare e di civiltà”.
E’ quanto dichiara il direttore generale dell’Azienda Usl di Parma, Elena Saccenti, a seguito dei risultati dell’indagine dei Carabinieri di Parma alla casa di riposo Villa Matilde di Bazzano, nel comune di Neviano degli Arduini. La struttura, con 74 posti autorizzati, è accreditata e convenzionata con i Comuni del Distretto Sud-Est per accogliere anziani non autosufficienti (21 posti, in parte per ricovero temporaneo) e con il servizio sanitario per accogliere pazienti anziani già ospiti di ospedali psichiatrici e di strutture residenziali, seguiti dal Dipartimento salute mentale dell’Azienda Usl (25 posti).
Nel corso degli ultimi anni professionisti dei servizi aziendali e dei servizi sociali comunali hanno effettuato numerosi accessi e interventi nella struttura, in media circa due al mese, per diverse finalità legate all’assistenza e alla cura. Durante tutti questi accessi e visite, e anche nel corso degli incontri frequenti con la struttura e con i famigliari degli ospiti, non sono mai emersi elementi o eventi particolari che potessero lasciare supporre la situazione degradante e umiliante accertata dalle forze dell’ordine.
Alla luce della situazione complessiva e degli episodi emersi dall’indagine, l’Azienda Usl ritiene di dover sospendere in via cautelativa la convenzione in essere con il soggetto gestore della struttura per i pazienti in carico al Dipartimento salute mentale, per i quali si sta provvedendo a trovare un’adeguata e concordata collocazione alternativa. L’Azienda Usl si riserva di agire nelle sedi opportune a tutela dei propri assistiti e della propria funzione istituzionale".

L’assessore regionale alle Politiche per la salute Sergio Venturi: "Maltrattamenti intollerabili, in questa regione non c'è spazio per atti del genere"
 “Da oggi sarà sospesa la convenzione con il gestore. Tutti i pazienti verranno accolti in strutture adeguate. Parliamo di persone estremamente fragili, deboli, incapaci di denunciare la situazione: per questo saremo fermi e risoluti, e anche il gestore della struttura dovrà risponderne”. L’Azienda sanitaria locale, spiega Venturi, “ha avuto accesso alla struttura per controllare i pazienti più volte al mese. Non c’è mai stato alcun sentore di comportamenti di questo tipo, anche perché si tratta di un contesto dove ci sono pazienti anziani e sofferenti a livello psichico: i più indifesi. In questa regione – ha concluso l’assessore – non c’è spazio per atti di questo tipo, per gente che gestisce in modo inqualificabile, indegno a dire poco, strutture dove vengono accolte persone malate e fragili. Grazie, dunque, a chi ha permesso di porre fine a questo scempio”.

Rainieri (Lega Nord): “Adesso basta episodi di violenza sugli anziani. La Regione è inerte, si muova"

“Un altro gravissimo episodio di violenza sugli anziani nel nostro territorio, adesso basta. Carcere duro e certezza della pena per chi, nei video registrati dai carabinieri, compie violenze atroci su persone inermi e impossibilitate a difendersi”.
Alza la voce il vicepresidente leghista dell’Assemblea Legislativa dell'Emilia Romagna, Fabio Rainieri, alla notizia degli “orrori di Neviano”, ennesimo caso di ospizio lager nel nostro territorio.
“La legge regionale è troppo vecchia – spiega Rainieri - la normativa di riferimento, prevista dalla Delibera di Giunta regionale 564/2000 e dalla Legge regionale 2/2003, non è più adeguata ai servizi per gli anziani.
E i controlli? Devono essere di più, e più sofisticati, con attente verifiche sia degli ambienti che delle condizioni psicofisiche degli operatori. Comuni ed enti sanitari territoriali si coordinino per innalzare il livello dei controlli, compresi quelli autorizzativi.
Purtroppo però – conclude Rainieri - al di là di certe manifestazioni di giubilo di alcuni consiglieri regionali locali del PD sull’efficienza dell’amministrazione Bonaccini, la stessa Giunta regionale, tirata in causa in Consiglio meno di un mese fa sulla vicenda della chiusura di “Villa Alba” a Parma, si è mostrata ancora indecisa sul procedere a questi doverosi cambiamenti, rispondendo che sta ancora valutando se sia opportuno aggiornare la normativa.
Qui c’è poco da valutare, c’è grande urgenza di procedere; garantire il diritto al benessere degli anziani purtroppo in pericolo in Emilia-Romagna, è una priorità da assolvere subito e senza esitazioni, e la Lega Nord chiederà con insistenza che le norme vengano riviste immediatamente. Nel frattempo per chi ha aggredito i nostri anziani chiediamo non solo il carcere duro, ma anche che siano rinchiusi in celle delle quali si gettino via le chiavi così che a nessun altro venga in mente di seguirne l'esempio".


Patrizia Maestri (deputato del Partito democratico): “Maggiori controlli e più attenzione alla formazione del personale”

“Ancora una volta violenze e soprusi nei confronti di soggetti deboli e fragili, ancora una volta gesti ignobili contro chi non si può difendere, ancora una volta il lavoro delle forze dell’ordine che permette di scoprire un lager in cui anziani e malati venivano sottoposti ad angherie di ogni tipo. Purtroppo, ancora una volta, ci troviamo a condannare questi gesti ignobili e incomprensibili. Si tratta della la seconda volta in poche settimane”. La deputata del Partito democratico Patrizia Maestri commenta con queste parole la scoperta, resa nota questa mattina dai carabinieri di Parma, delle inaudite umiliazioni a cui gli operatori di una casa di cura del parmense sottoponevano anziani e malati che dovevano assistere. Un caso molto simile a quello avvenuto poco più di un mese fa in una casa famiglia di Parma. “L’indignazione di questo momento – dice la parlamentare – non deve essere fine a se stessa ma deve spingerci a fare in modo che eventi di questo tipo non accadano più”.
Per questo, secondo Maestri, sono necessari interventi concreti. “Questi fatti, documentati dai carabinieri a cui va il nostro plauso per il lavoro svolto, sono inaccettabili e fanno rabbia e tristezza. Le regole stabilite dalla Regione per questo tipo di strutture sono molto chiare ma, probabilmente, non è stato fatto abbastanza per farle rispettare”.
L’esponente Pd chiede che vengano fatte rispettare in modo ferreo le regole ma che si lavori anche sulla formazione. “Bene ha fatto la regione ad intervenire immediatamente, per evitare il ripetersi di casi simili credo si debba agire su più strade: da una parte aumentare e migliorare i controlli degli enti competenti, dall’altra attuare una maggiore attenzione nel percorso formativo e nelle selezioni del personale che si troverà a lavorare con soggetti deboli”.

Segretario generale nazionale dello Spi-Cgil Ivan Pedretti: "Punire con massima severità"

“Chiediamo a gran voce che i responsabili delle violenze agli anziani ospiti di Villa Matilde di Parma siano puniti con la massima severità.
Non stiamo parlando più di casi isolati, visto che nella sola città emiliana non è la prima volta che succedono episodi di tale gravità. Per questo pensiamo che servano più controlli e che occorra anche pensare di educare e formare di più e meglio chi lavora in queste strutture al rispetto della dignità degli anziani”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Michela

    18 Marzo @ 21.39

    Quanti bei discorsi dai nostri politici. Ormai però è ora che passiate ai fatti, quelli concreti. Bisogna tutelare chi è indifeso come i nostri vecchi. E pensateci bene perché prima o poi diventeremo vecchi tutti e nessuno di noi vorrebbe essere maltrattato solo perché è vecchio.

    Rispondi

  • Vercingetorige

    18 Marzo @ 19.46

    L' ASSESSORE REGIONALE ALLE POLITICHE DELLA SALUTE : "MALTRATTAMENTI INTOLLERABILI , IN QUESTA REGIONE NON C' SPAZIO PER ATTI DEL GENERE" . IL FATTO E' CHE , IN QUESTA REGIONE , NON C' E' SPAZIO PER VECCHI ED AMMALATI CRONICI NON AUTOSUFFICIENTI . L' Ospedale non li ricovera . I Medici del Pronto Soccorso devono render conto dell' "indice di filtro" , cioè della percentuale dei pazienti che ricoverano rispetto al totale delle visite , e vengono incentivati a tenerlo il più basso possibile. Quando li ricovera li butta fuori in pochi giorni , perché la durata media della degenza non deve superare una decina di giorni , altrimenti Primario e Medici del Reparto vengono ripresi da funzionari amministrativi che un ammalato non l' hanno mai visto , ma che comandano a bacchetta. CE LA PRENDIAMO COI PRIVATI CHE GESTISCONO STRUTTURE ASSISTENZIALI . PRENDERSELA COL "PRIVATO" , BRUTTO E CATTIVO , E' FACILE , ma vogliamo parlare anche di Strutture Pubbliche ? Vogliamo parlare di quando mio cugino , vedovo e solo , operato in "day surgery" per ernia inguinale , perché le ernie non si ricoverano più , è stato tutta notte in casa con la ferita che sanguinava e un grosso ematoma sottocutaneo , ed io con lui , a far bendaggi compressivi e mettere borse di ghiaccio, per di più con la prescrizione di ripresentarsi in Ospedale il giorno dopo di buon' ora per "controllo e medicazione" ??!! . Vogliamo parlare di quando il Servizio Infermieristico dell' AUSL ha rifiutato di fare , a mia madre diabetica , le iniezioni di insulina a domicilio , perché una puntura la può fare chiunque , senza disturbare gli infermieri dell' AUSL , e si poteva dare l' incarico a qualche vicino di casa ? Vogliamo parlare di quando per mia madre , ricoverata in Ospedale , mi son sentito chiedere di pagare a peso d' oro una badante , perché "aveva bisogno di assistenza" ? Stavo per rispondere "e voi siete pagati apposta per dargliela" , poi ho taciuto per il bene della mamma. Vogliamo parlare di quando un mio cugino era in Ospedale agonizzante per un cancro e mi son sentito dire : "Ma portatevelo a casa !" ? E' morto qualche giorno dopo . E cosa dice ASP "Ad Personam" ( ex IRAIA ) , Ente Pubblico cittadino con la specifica funzione di assistere malati cronici , anziani non autosufficienti , e disabili ? Diceva Giovanni Falcone : " La mafia occupa gli spazi che lo Stato lascia vuoti" , Per forza poi che i "ricoveri" per vecchi sono diventati l' affare del secolo !

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Una parmigiana ai «Soliti ignoti», tra sorrisi e prosciutti

televisione

Una parmigiana ai «Soliti ignoti», tra enigmi e prosciutti!

Flavio  Insinna

Flavio Insinna

tv e polemiche

Insinna (e gli insulti): "Chiedo scusa a tutti, anche a chi mi ha tradito"

2commenti

Prometteva la vittoria a Miss Mondo in cambio di sesso: smascherato da "Striscia la notizia"

MISS MONDO

Chiedeva sesso in cambio della vittoria: smascherato da "Striscia la notizia" Foto

1commento

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Nasi rossi

PARMA

"Nasi Rossi" sabato in piazza Garibaldi fra gag e solidarietà Video

di Andrea Violi

Lealtrenotizie

Furti all'Esselunga

polizia

Esselunga di via Traversetolo nel mirino, ladri in azione pomeriggio e sera

3commenti

Anteprima Gazzetta

Inchiesta Pasimafi: spariti due computer, giallo all'ospedale Video

PARMA

Due incidenti in un'ora: due donne in gravi condizioni Foto

Anziana investita in via Pellico. Scontro bici-scooter in via Abbeveratoia: ferita una 60enne

2commenti

GAZZAREPORTER

Parcheggio 2.0 in via Bergamo. Continua la serie di "creativi"

Lutto

«Camelot» se n'è andato a 59 anni

Giancarlo Ghiretti fu protagonista nel rugby e nel football

8commenti

PARMA

Veicolo in fiamme: traffico in tilt in tangenziale nord alla Crocetta

calcio

Gian Marco Ferrari, dalle giovanili del Parma alla Nazionale

sorbolo

A caccia di Igor? No, l'elicottero misterioso sulla Bassa è di Enel

7commenti

Roncole Verdi

Uno scandalo sessuale nel passato del nuovo prete

5commenti

gazzareporter

Boccone avvelenato? Allarme in Cittadella Le foto

L'INIZIATIVA

Parma città creativa dell'Unesco: nasce la Fondazione

L'organismo è aperto. Per ora ne fanno parte Comune, Fiere, Upi, Cciaa e Università

tardini

Al via la prevendita per Parma-Lucchese

sondaggio

Dall'anno prossimo torna la Serie C (addio Lega Pro): siete d'accordo?

4commenti

Elezioni 2017

Cattabiani denuncia un attacco hacker al suo sito e parla di atti intimidatori

polizia

Danneggia un'auto nel cuore della notte in via Emilio Casa: denunciato 48enne

1commento

WEEKEND

Cantine aperte, moto, maschere: 5 eventi da non perdere

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

La balla dei soldi pubblici ai giornali

di Michele Brambilla

3commenti

CINEFILO

Cannes: le lacrime di Lynch e la bellezza di Marine e Diane Video

ITALIA/MONDO

TAORMINA

G7, bozza finale: sì alla difesa dei confini Video

torino

Con la fionda riforniva di droga il figlio in carcere: condannata

WEEKEND

il disco 

Ha un'anima il Robot di Alan Parsons

CHICHIBIO

«Les Caves», qualità tra tradizione e innovazione

SPORT

GIRO D'ITALIA

Dumoulin in ritardo a Piancavallo: maglia rosa a Quintana

BOXE

Parma riscopre il pugilato Video

MOTORI

il test

Nuovo Discovery, in missione per conto di Land Rover

IL TEST

Tiguan, come prima più di prima