21°

35°

Arte-Cultura

Frammenti di ricordi

Frammenti di ricordi
Ricevi gratis le news
0

di Tiziano Marcheselli

Caro, dolce, intelligentissimo Paolino: quando penso al mio amico Pedretti, tornano alla luce gli anni della giovinezza, caratterizzati, per entrambi, dalla passione per il giornalismo e dall'amore per l'arte e il cinema.
Ci siamo conosciuti alla fine degli anni Cinquanta, nella stanzetta al primo piano della antica casa di piazza del Duomo, dove il buon Ninni Cavalli si arrangiava a compilare quotidianamente una pagina parmigiana per «L'Avvenire d'Italia» di Bologna (magari pagando i giovani collaboratori di tasca propria).
C'erano anche Egisto Rinaldi (detto Lambelet per una lieve zoppìa, come il noto carabiniere), Ivo Allodi (un po' sussiegoso per la qualifica di critico musicale), Ubaldo Delsante (poi funzionario della Cassa di Risparmio), Gianni Cavazzini (maestro elementare, poi dirigente scolastico, appassionato di teatro e quindi dirottato sull'arte) e un ragazzo che alle otto di sera ci portava le pizze e poi correva alla stazione col fuorisacco da mandare a Bologna.
A turno, quindi, alle dieci e mezza, tornavamo in redazione per la cosiddetta «fissa», cioè la telefonata con l'impaginatore bolognese.
E una sera abbiamo studiato uno scherzetto diabolico nei confronti dell'amico Ivo Allodi, che, in effetti, si dava un po' di arie: gli abbiamo firmato l'elenco dei prezzi all'ingrosso, dalle cipolle borettane ai suini magroni. La mattina dopo un Ivo funereo si è presentato a Cavalli con una lettera di dimissioni e se n'è andato senza una parola.
Poi, fortunatamente, dopo una lavata di testa del capopagina a noi due, tutto è rientrato nella normalità.
Ma poi lo scherzetto l'hanno fatto anche a noi, quando siamo passati alla «Gazzetta» in quanto Bruno Rossi e Maurizio Chierici erano andati a Milano, a lavorare al «Corriere Lombardo».
Io e Paolo viaggiavamo quasi sempre in coppia, anche per il «giro di nera», la visita a questura, carabinieri e ospedale per conoscere le ultime novità.
Ma, purtroppo, data la nostra passione per il cinema, ci eravamo messi d'accordo con Carlo Allodi e Ninni Cavalli di fare il «giro» a turno, così qualche volta noi potevamo andarci a vedere qualche film.
Così, un giorno (ci incontravamo nel Parco Ducale) i nostri due diabolici amici-nemici ci hanno detto che non era successo niente, mentre invece era scappato nientemeno che un pitone a San Lazzaro. Il giorno dopo, grandi titoli su «Carlino» e «Avvenire» e niente sulla «Gazzetta», con il povero Aldo Curti, capocronista, che si aggirava per gli uffici, con una mano sulla fronte, ripetendo: «Che pitonäda ch'iò ciapè....».
Ma alla «Gazzetta» ci siamo anche impegnati e divertiti: ad esempio, siamo andati (con Nicola Pressburger) nelle località marine a vedere se c'erano parmigiani; poi, lui era il redattore di «Tutta Parma», la terza del lunedì, e qualche volta abbiamo scritto dei pezzi insieme, un capoverso per uno. Quindi, ho fatto anche qualche illustrazione per i suoi articoli su «Parma bell'arma», la rivista che abbiamo pubblicato per dieci anni.
A un certo punto Paolo è stato chiamato dallo Stato a fare il militare; terminata la leva, Baldassarre Molossi (che ovviamente aveva capito il valore di Pedretti) per un bel po' di tempo ha cercato di farlo rientrare alla «Gazzetta», ma lui nicchiava, un po' perché gli mancava solo un esame alla laurea in Legge e un po' perché la sua natura di sognatore distratto privilegiava il pensiero ai danni del lavoro vero e proprio.
 Poi, finalmente, Paolo è tornato in redazione, con i suoi pezzi intelligenti e poetici, con la sua ironia, con la sua cultura di critico cinematografico. Una domenica siamo andati addirittura a un concorso a Pontremoli, dove venivano abbinati dipinto a poesia: non ricordo bene, ma credo che noi due in coppia siamo arrivati secondi o terzi (con primi Vincenzo Vernizzi e Corrado Corti).
Frammenti di ricordi lontani. Oggi, a vent'anni dalla immatura scomparsa di Paolo Pedretti, lo ricordiamo con immutati affetto e considerazione; nella prossima riunione della Commissione toponomastica, mi permetterò di proporre l'intitolazione di una strada di Parma a suo nome.
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Relax e divertimento al Colle San Giuseppe

PISCINE

Relax e divertimento al Colle San Giuseppe Foto

William, Harry e quell'ultima breve telefonata con Diana

documentario

William, Harry e quell'ultima breve telefonata con Diana

Ascolti; Ciao Darwin 7 in replica vince il sabato sera

Televisione

Ascolti in tv: "Ciao Darwin 7" in replica vince il sabato sera

Notiziepiùlette

Ultime notizie

«Podere Lavinia», tutto il buono della carne

CHICHIBIO

«Podere Lavinia», tutto il buono della carne

di Chichibio

1commento

Lealtrenotizie

Incidente a Scarampi

varano

Incidente a Scarampi: grave un motociclista

PINZOLO

Baraye e Calaiò (triplette) protagonisti nella prima uscita stagionale: 14-0

Bedonia

Con la moto in una scarpata al passo del Tomarlo: grave un 45enne

incidenti

Auto contomano in via Cappelluti, frontale: ferita una donna

traffico

Coda tra gli svincoli Autocisa e A1

IL RICORDO

Gli imprenditori ricordano Alberto Greci

1commento

PARMA

Incidente in viale Duca Alessandro nella notte

Scontro attorno all'una e trenta

motori

Grande festa al Paletti di Varano per la Formula Sae Italy Gallery

coldiretti

Agricoltura: siccità ma anche nubifragi, danni in regione per 150 milioni

traversetolo

I segreti della trebbiatura a Castione Gallery

PARMA

Autovelox, speedcheck e autodetector: i controlli della settimana

1commento

Anga

Arare la terra? A Collecchio fanno a gara: foto

1commento

domenica

Tra spaventapasseri, polenta e canoe di cartone: l'agenda

BASSA

Pensionato scomparso: continuano le ricerche nel Po

Da venerdì non si hanno notizie di un 68enne di Soragna

LA TESTIMONIANZA

«Ha aggredito un ragazzo, poi se l'è presa con me»

3commenti

Il caso

Le liti stradali? Dilagano. Anche a Parma

5commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

I misteri delle bollette: le multe al tempo della crisi

di Michele Brambilla

CONCORSI

Gazzareporter: manda le tue foto e "cartoline" e vinci

ITALIA/MONDO

venezia

Donna accoltellata dall'ex marito che poi chiama i carabinieri e confessa

Moto

Tragedia nel motocross: morto a 13 anni

SPORT

nuoto

Mondiali: Italia subito sul podio, Detti bronzo nei 400sl

PARMA

I nuovi acquisti crociati: il portiere Michele Nardi e l'attaccante Marco Frediani Video

SOCIETA'

Malore

Frassica in ospedale per una bevanda ghiacciata

IL DISCO

Deep Purple, dal Giappone con furore

MOTORI

MERCEDES

Classe X, la Stella attacca il segmento dei pick-up

NOVITA'

Opel Insignia GSi, berlina per veri intenditori