12°

Arte-Cultura

La magia della sua arte in Fellini, Maccari, Longanesi e Robusti

La magia della sua arte in Fellini, Maccari, Longanesi e Robusti
0

Manuela Bartolotti
Si diceva che ritraesse le donne – cantanti, ballerine o prostitute - non come erano, ma come sarebbero diventate, quindi brutte, con le sembianze corrotte dal decadimento e dal vizio, sfigurate dal male di vivere. Quanto è distante quest’atteggiamento amaramente sincero di Lautrec dal nostro odierno che tende a cristallizzare l’effimero con grotteschi interventi di bisturi o ritocchi di Photoshop.
Quanto invece hanno tratto proprio pubblicità e fotografia dai suoi arditi tagli prospettici, dal segno dinamico e concentrato capace di sintetizzare storie ed esistenze in poche linee, in profili essenziali, con due o tre colori e qualche colpo di biacca.
Così i suoi manifesti riuscivano accattivanti anche se – diversamente da quelli dei celebri contemporanei Steinlen o Mucha – lasciavano già trapelare l’insopprimibile solitudine dell’uomo moderno che sarà poi ossessivamente ribadita dall’americano Hopper. Lautrec, carpendo ai maestri giapponesi quell’intensità espressiva del segno che porta in superficie l’essenza di uomini e cose, ha rivoluzionato la grafica pubblicitaria oltre che il modo d’intendere l’arte: l’immagine non è fatta solo per riprodurre, ma per trasmettere, comunicare, provocare, mentre il disegno non più solo definisce, ma incide e rivela. Così per primo il giovane Picasso ne è stato folgorato e non si può capire la svolta avanguardista della sua pittura senza Lautrec. In Italia Dudovich ne ha ripreso nelle affiches il dinamismo e l’immediatezza grafica, diluendo in eleganza liberty l’intensità espressionista. Altri invece hanno colto l’«esprit» e lo sguardo acuto di Toulouse, come Leo Longanesi e Mino Maccari nelle sue donnine. L’occhio e il taglio scenico di Lautrec sono cinematografici ante litteram tanto che Federico Fellini vi ha riconosciuto intima affinità, condividendone anche l’empatia per gli esseri disprezzati, malati d’amore e follia. Dietro al trucco che si disfa, ecco trasparire le rughe del pianto e della malinconia. Così per Yvette Guilbert come per Gelsomina de «La strada». Il segno sinuoso di Lautrec che chiude corpi e sogni è ombra sottile e drammatica, mentre la luce impietosa corrode le illusioni e rivela.
Infine oggi – e proprio qui a Parma – il pittore Enrico Robusti, con analogo segno rapido e concentrato, ritrae e mostra quello che lui riesce prima di noi a vedere: l’inesorabile lavorìo del dolore e quello che diventeremo. Un altro inconscio erede di Lautrec mette in scena, un secolo dopo, una verità fatta di vanità e solitudine sugli illusori palcoscenici quotidiani di questa tragicommedia che è la nostra vita.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Hub Cafè: vestiti anni '50

Pgn feste

Hub Cafè: vestiti anni '50 Foto

Morto il fratello dell'inviato Valerio Staffelli

Striscia la notizia

Morto il fratello dell'inviato Valerio Staffelli

«Ok il prezzo è giusto», alla presentatrice cede il vestito in diretta tv

Australia

Cede il vestito in diretta: esce il seno

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Velluto rosso

VELLUTO ROSSO

Il rugby irrompe in scena. E arriva il "bello" Sergio Muniz

di Mara Pedrabissi

Lealtrenotizie

Borgotaro, carnevale insanguinato

Lesioni

Borgotaro, carnevale insanguinato

4commenti

Parma

Bidoni dei rifiuti a fuoco in viale Mentana

Malattie

Tre ragazzi con la scabbia alle superiori

3commenti

agenda

Una domenica con i mille colori del Carnevale

SALSOMAGGIORE

Addio a Renzo Tosi, il re della focaccia di Natale

1commento

Borseggio

«Tenetevi i soldi, ma ridatemi la foto del nipotino»

CALCIO

A Salò un Parma affamato Diretta dalle 16,30

Manca Baraye, squalificato: al suo posto dovrebbe giocare Scaglia

Parma

Carnevale, carri e maschere dal Battistero alla Cittadella Foto Video

EVENTO

I 70 anni della Famija Pramzana

SORBOLO

Se n'è andato Giuliano Rosati, poliedrico e infaticabile

viabilità

Il calendario e la mappa degli autovelox della settimana

Spettacoli

Agnese Scotti: «Il mio teatro è fisico»

lutto

Collecchio piange Massimiliano Ori, lo sportivo dall'animo gentile

Aveva 51 anni

1commento

Parma

Concerto benefico con Frisina e il coro di Roma: coda per entrare in Duomo

Evento per i 10 anni dell'Hospice delle Piccole Figlie e per ricordare il vescovo Bonicelli, scomparso nel 2009

Parma

Straordinari non pagati: Poste condannate a risarcire portalettere Video

Prima sentenza in Italia

1commento

carabinieri

Inseguimento a Vicofertile, recuperato bottino da 15mila euro Video

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IMPRESE

Top500 Parma, ecco la classifica completa

IL DIRETTORE RISPONDE

Le multe facili e quelle difficili

6commenti

ITALIA/MONDO

Esplosione

Catania, crolla palazzina: morta un'anziana, una bimba di 10 mesi in coma 

Jackpot

Superenalotto, c'è il 6: vinti 93 milioni di euro a Padova

WEEKEND

FIERE

E' iniziato Mercanteinfiera: curiosità fra gli stand Foto

45 anni fa: il disco

Catch bull at four - Quando Cat Stevens cantava in latino

SPORT

lega pro

La Reggiana vince e si fa sotto. Il Gubbio si allontana

sport

Inaugurato il Parma Golf Show Videointerviste

MOTORI

ALFA ROMEO

Stelvio, il Suv del Biscione. Da 50.800 euro Video

NOVITA'

Bmw, la nuova Serie 5 ragiona da ammiraglia