Arte-Cultura

La magia della sua arte in Fellini, Maccari, Longanesi e Robusti

La magia della sua arte in Fellini, Maccari, Longanesi e Robusti
0

Manuela Bartolotti
Si diceva che ritraesse le donne – cantanti, ballerine o prostitute - non come erano, ma come sarebbero diventate, quindi brutte, con le sembianze corrotte dal decadimento e dal vizio, sfigurate dal male di vivere. Quanto è distante quest’atteggiamento amaramente sincero di Lautrec dal nostro odierno che tende a cristallizzare l’effimero con grotteschi interventi di bisturi o ritocchi di Photoshop.
Quanto invece hanno tratto proprio pubblicità e fotografia dai suoi arditi tagli prospettici, dal segno dinamico e concentrato capace di sintetizzare storie ed esistenze in poche linee, in profili essenziali, con due o tre colori e qualche colpo di biacca.
Così i suoi manifesti riuscivano accattivanti anche se – diversamente da quelli dei celebri contemporanei Steinlen o Mucha – lasciavano già trapelare l’insopprimibile solitudine dell’uomo moderno che sarà poi ossessivamente ribadita dall’americano Hopper. Lautrec, carpendo ai maestri giapponesi quell’intensità espressiva del segno che porta in superficie l’essenza di uomini e cose, ha rivoluzionato la grafica pubblicitaria oltre che il modo d’intendere l’arte: l’immagine non è fatta solo per riprodurre, ma per trasmettere, comunicare, provocare, mentre il disegno non più solo definisce, ma incide e rivela. Così per primo il giovane Picasso ne è stato folgorato e non si può capire la svolta avanguardista della sua pittura senza Lautrec. In Italia Dudovich ne ha ripreso nelle affiches il dinamismo e l’immediatezza grafica, diluendo in eleganza liberty l’intensità espressionista. Altri invece hanno colto l’«esprit» e lo sguardo acuto di Toulouse, come Leo Longanesi e Mino Maccari nelle sue donnine. L’occhio e il taglio scenico di Lautrec sono cinematografici ante litteram tanto che Federico Fellini vi ha riconosciuto intima affinità, condividendone anche l’empatia per gli esseri disprezzati, malati d’amore e follia. Dietro al trucco che si disfa, ecco trasparire le rughe del pianto e della malinconia. Così per Yvette Guilbert come per Gelsomina de «La strada». Il segno sinuoso di Lautrec che chiude corpi e sogni è ombra sottile e drammatica, mentre la luce impietosa corrode le illusioni e rivela.
Infine oggi – e proprio qui a Parma – il pittore Enrico Robusti, con analogo segno rapido e concentrato, ritrae e mostra quello che lui riesce prima di noi a vedere: l’inesorabile lavorìo del dolore e quello che diventeremo. Un altro inconscio erede di Lautrec mette in scena, un secolo dopo, una verità fatta di vanità e solitudine sugli illusori palcoscenici quotidiani di questa tragicommedia che è la nostra vita.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Marito e moglie si incontrano per caso in villa di scambisti: scoppia rissa

ARICCIA

Marito e moglie si incontrano per caso in villa di scambisti: scoppia rissa

Bertolucci, Maria sapeva tutto tranne uso del burro

Il...giallo "Ultimo tango"

Bertolucci: "Maria sapeva tutto tranne uso del burro"

Bob Dylan: suo discorso sarà letto a cerimonia Nobel

10 dicembre

Nobel, sarà letto il discorso di Dylan. E canterà Patty Smith

Notiziepiùlette

Ultime notizie

autovelox

CONTROLLI

Autovelox e autodetector: la mappa della settimana

Lealtrenotizie

Ilaria Bandini

Ilaria Bandini

BASSA

Lutto a Sorbolo per la morte di Ilaria, uccisa da una malattia a 30 anni

Incidente

Scontro auto-camion in tangenziale a Collecchio: ferita un'anziana

Referendum

Il No vince con il 59,11% in Italia, nel Parmense ottiene il 52,63%

5commenti

salso

L'ultimo, commovente, saluto al giovane Lorenzo

I funerali del 15enne prematuramente scomparso

Analogie

Il Parma sulle orme del "miracolo" Fiorentina 2002?

Cambio d'allenatore, innesti di mercato: da metà classifica alla B. Era il 2002. E c'era Evacuo

secondo allenamento

D'Aversa, subito alle prese con le assenze in difesa Video

Il nuovo allenatore del Parma, questa sera a Bar Sport (Tv Parma 20.30)

Strajè

"Costretta" a fare ricerca all'estero. Il sogno di Maria Chiara: tornare a Parma Video

Duri esami in inglese e tedesco e tecniche innovative in Svizzera: ecco l'esperienza di una 28enne di Roccabianca

Curiosità

Al seggio col colbacco del «no»

tg parma

Pizzarotti: "Referendum, a Parma debole il movimento per il No" Video

2commenti

POLFER

Bimba smarrita, poliziotta le fa da mamma

tg parma

Ventenne travolto a Lemignano: è in Rianimazione Video

QUESTURA

Bici rubate trovate al parco Falcone e Borsellino: qualcuno le riconosce? Foto

1commento

Omicidio Della Pia

La madre di Alessia: «Mia figlia? E' stata dimenticata»

1commento

tg parma

Università e impresa: 52 premi agli studenti meritevoli Video

LA STORIA

Suor Assunta, una vocazione nata sulla spiaggia

comune

Il parco ex Eridania sarà "Parco della Musica"

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Ci sarebbe, magari, un "grazie" da dire

di Michele Brambilla

8commenti

IL DIRETTORE RISPONDE

La verità può nascondersi ma c'è

ITALIA/MONDO

Referendum

Anziano vota e muore al seggio a Marina di Carrara

referendum

Pelù denuncia: "Ho avuto la matita cancellabile". Ma ecco perché è valida

4commenti

SOCIETA'

televisione

Belen e Cuccarini, il sexy tango infiamma la tv

USA

Sente un tonfo e va in soffitta: c'è il cadavere del nipote scomparso da 2 anni

SPORT

16a giornata

Parma - Bassano 1-1 Gli highlights

lega pro

La Reggiana (con Pordenone e Venezia) prende il largo. Parma a 7 punti dalla vetta

4commenti

MOTORI

BOLOGNA

Le ragazze
del Motor Show Fotogallery

NOVITA'

Q2, l'Audi che farà strage di cuori (femminili)