Arte-Cultura

Antonio Caprarica: "Nel mio libro gli italiani sono mammoni e non molto educati"

Antonio Caprarica: "Nel mio libro gli italiani sono mammoni e non molto educati"
0

di Edda Lavezzini Stagno

Antonio Caprarica, direttore del Giornale Radio Rai e Radio Uno è stato corrispondente per il Tg1 da Medio Oriente, Mosca, Londra e Parigi. Rientrando a Roma, ha sentito l’esigenza di tratteggiare un profilo veritiero dei suoi connazionali. Nel libro «Gli italiani la sanno lunga o no?» (Sperling&Kupfer) analizza i comportamenti degli italiani come un corrispondente straniero nel nostro paese, rispondendo a domande che in molti ci poniamo.

Gli italiani la sanno davvero lunga? «Ahimè, meno di quanto credono. La furbizia di cui spesso si vantano può rappresentare una scorciatoia che finisce dritta nel Campo degli Zecchini d’oro, dove ci sono sempre un Gatto e una Volpe pronti a turlupinare! Certo, per sopravvivere in un paese complicato come il nostro, bisogna saperla un po' più lunga della media...».
Nei libri precedenti analizza inglesi e parigini. Noi cosa abbiamo in comune con loro? E lei, di Lecce, a chi si sente più simile e perché? «Considero l’Inghilterra la mia seconda patria. Perché? Beh, dopotutto noi salentini e loro, gli inglesi, siamo entrambi popoli del Canale... loro quello della Manica, noi quello d’Otranto! Insomma, siamo popoli di frontiera, lungo un mare che spesso unisce più che dividere. Invidio agli inglesi il senso di comunità e di appartenenza, l’orgoglio della loro storia. Ma il loro Regno dura da mille anni, il nostro Stato da appena 150. Abbiamo tempo...».
Nel 2000 l’Italia godeva della stessa parità di potere d’acquisto della Francia, Germania e Gran Bretagna. Oggi ci vediamo allo stesso livello della Grecia. Perché? «Paragoni spesso fuorvianti, e anche parecchio fluttuanti. Ma è vero che siamo finiti sul fianco debole dell’eurozona. Abbiamo perso in competitività e produttività. E adesso o ci rimbocchiamo le maniche o possiamo dire addio al club dei paesi più avanzati».
Lei riporta ottime impressioni di stranieri in Italia, come il giornalista inglese Tobias Jones, che «va in brodo di giuggiole quando descrive la dolce Parma di Maria Luigia». Perché a decantare le nostre bellezze sono stati più i letterati stranieri che i nostri? «Per i forestieri eravamo un paese esotico e affascinante. Per noi, un cumulo di rovine, anche morali. Il punto di vista degli estranei ci ha aiutato a recuperare uno sguardo ammirato sul nostro stesso paese».
Capitolo sulla famiglia: i nostri figli sono più o meno «bamboccioni» di quelli oltre confine? «Ahimè, molto di più. Ma più che bamboccioni, direi ''mammoni''. Alle nostre fantastiche mamme consiglierei di lasciarli andare per conquistare il mondo. Sennò, c'è il rischio che si accontentino di piazzare una tv al plasma nella loro cameretta in casa di mammà».
Quanto siamo maleducati? «Un po' più degli inglesi, alla pari coi francesi... Il lassismo nell’educazione dei piccoli produce italiani adulti arroganti, capricciosi, privi di rispetto per gli altri. La chiave è tutta lì: rispetto. In Inghilterra la parola più frequente è ''sorry'', scusi. Da noi, non si sente mai».
A quando un libro su Mosca e i russi? E perché per ultimo? «E' in cottura, ma spero proprio che non sia l’ultimo».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Bertolucci: "In Ultimo tango la Schneider non era consenziente"

Maria Schneider e Marlon Brando in "Ultimo tango a Parigi"

Cinema

Bertolucci: "In Ultimo tango la Schneider non era consenziente" Video

2commenti

Belen e Cuccarini, il sexy tango infiamma la tv

televisione

Belen e Cuccarini, il sexy tango infiamma la tv

Dal 2017 WhatsApp non funzionerà più sui vecchi telefonini

social

Dal 2017 WhatsApp non funzionerà più sui vecchi telefonini

1commento

Notiziepiùlette

Ultime notizie

autovelox

CONTROLLI

Autovelox e autodetector: la mappa della settimana

Lealtrenotizie

Strazio e pianto: Ilaria muore a 30 anni

Sorbolo

Strazio e pianto: Ilaria muore a 30 anni

Referendum

I dati definitivi: il No vince con il 59,11% in Italia, nel Parmense ottiene il 52,63%

1commento

referendum

Renzi si è dimesso. Oggi da Mattarella

Stravincono i No (leggi) a quasi il 60% - Euro prima giù poi recupera - Grillo: "Subito al voto con l'Italicum" - Shock nella Ue 

3commenti

Salsomaggiore

Squilli di tromba al funerale di Lorenzo, ucciso da una malattia a 15 anni

POLFER

Bimba smarrita, poliziotta le fa da mamma

Collecchio

Pedone investito nella notte a Lemignano: è in Rianimazione

Omicidio Della Pia

La madre di Alessia: «Mia figlia? E' stata dimenticata»

1commento

comune

Il parco ex Eridania sarà "Parco della Musica"

Lega Pro

Come sarà il primo Parma di D'Aversa

Pellegrino

E' morto Fortini, il presidente della corale

Lutto

Addio a Ronchini, al «pisonär»

LA STORIA

Suor Assunta, una vocazione nata sulla spiaggia

RICERCA

I terremoti si possono prevedere? Ecco a che punto siamo

Parla l'esperto. La nuova frontiera? Imparare a leggere i segnali prima delle scosse

Collecchio

Il parcheggio del cimitero è una discarica

referendum PARMA

In provincia vince (di poco) il No. In città il Sì Risultati comune per comune

463 sezioni su 470: 52.54 il No. In città Si al 50.33%. No, record a Albareto, il Si bene a Bore

5commenti

calcio

Parma, primo allenamento con D'Aversa e il nuovo staff Foto Video

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Ci sarebbe, magari, un "grazie" da dire

di Michele Brambilla

8commenti

IL DIRETTORE RISPONDE

La verità può nascondersi ma c'è

ITALIA/MONDO

Referendum

Anziano vota e muore al seggio a Marina di Carrara

referendum

Pelù denuncia: "Ho avuto la matita cancellabile". Ma ecco perché è valida

4commenti

SOCIETA'

tv

La "trollata epica" del rapper parmigiano Bello FiGo sui profughi Video

11commenti

IL DISCO

“L'indiano” di De Andrè, 35 anni dopo

SPORT

lega pro

La Reggiana (con Pordenone e Venezia) prende il largo. Parma a 7 punti dalla vetta

4commenti

rally

Monza, quinto successo di Rossi!

MOTORI

BOLOGNA

Esplora il Motor Show in meno di un minuto Video

NOVITA'

Q2, l'Audi che farà strage di cuori (femminili)