-2°

Arte-Cultura

Antonio Caprarica: "Nel mio libro gli italiani sono mammoni e non molto educati"

Antonio Caprarica: "Nel mio libro gli italiani sono mammoni e non molto educati"
0

di Edda Lavezzini Stagno

Antonio Caprarica, direttore del Giornale Radio Rai e Radio Uno è stato corrispondente per il Tg1 da Medio Oriente, Mosca, Londra e Parigi. Rientrando a Roma, ha sentito l’esigenza di tratteggiare un profilo veritiero dei suoi connazionali. Nel libro «Gli italiani la sanno lunga o no?» (Sperling&Kupfer) analizza i comportamenti degli italiani come un corrispondente straniero nel nostro paese, rispondendo a domande che in molti ci poniamo.

Gli italiani la sanno davvero lunga? «Ahimè, meno di quanto credono. La furbizia di cui spesso si vantano può rappresentare una scorciatoia che finisce dritta nel Campo degli Zecchini d’oro, dove ci sono sempre un Gatto e una Volpe pronti a turlupinare! Certo, per sopravvivere in un paese complicato come il nostro, bisogna saperla un po' più lunga della media...».
Nei libri precedenti analizza inglesi e parigini. Noi cosa abbiamo in comune con loro? E lei, di Lecce, a chi si sente più simile e perché? «Considero l’Inghilterra la mia seconda patria. Perché? Beh, dopotutto noi salentini e loro, gli inglesi, siamo entrambi popoli del Canale... loro quello della Manica, noi quello d’Otranto! Insomma, siamo popoli di frontiera, lungo un mare che spesso unisce più che dividere. Invidio agli inglesi il senso di comunità e di appartenenza, l’orgoglio della loro storia. Ma il loro Regno dura da mille anni, il nostro Stato da appena 150. Abbiamo tempo...».
Nel 2000 l’Italia godeva della stessa parità di potere d’acquisto della Francia, Germania e Gran Bretagna. Oggi ci vediamo allo stesso livello della Grecia. Perché? «Paragoni spesso fuorvianti, e anche parecchio fluttuanti. Ma è vero che siamo finiti sul fianco debole dell’eurozona. Abbiamo perso in competitività e produttività. E adesso o ci rimbocchiamo le maniche o possiamo dire addio al club dei paesi più avanzati».
Lei riporta ottime impressioni di stranieri in Italia, come il giornalista inglese Tobias Jones, che «va in brodo di giuggiole quando descrive la dolce Parma di Maria Luigia». Perché a decantare le nostre bellezze sono stati più i letterati stranieri che i nostri? «Per i forestieri eravamo un paese esotico e affascinante. Per noi, un cumulo di rovine, anche morali. Il punto di vista degli estranei ci ha aiutato a recuperare uno sguardo ammirato sul nostro stesso paese».
Capitolo sulla famiglia: i nostri figli sono più o meno «bamboccioni» di quelli oltre confine? «Ahimè, molto di più. Ma più che bamboccioni, direi ''mammoni''. Alle nostre fantastiche mamme consiglierei di lasciarli andare per conquistare il mondo. Sennò, c'è il rischio che si accontentino di piazzare una tv al plasma nella loro cameretta in casa di mammà».
Quanto siamo maleducati? «Un po' più degli inglesi, alla pari coi francesi... Il lassismo nell’educazione dei piccoli produce italiani adulti arroganti, capricciosi, privi di rispetto per gli altri. La chiave è tutta lì: rispetto. In Inghilterra la parola più frequente è ''sorry'', scusi. Da noi, non si sente mai».
A quando un libro su Mosca e i russi? E perché per ultimo? «E' in cottura, ma spero proprio che non sia l’ultimo».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Rigopiano: Charlie Hebdo, nuova (brutta) vignetta. Con risposta

polemica

Rigopiano: Charlie Hebdo, nuova (brutta) vignetta. Con risposta

"Cold Chairs": un inno alla vita"!

musica

Bataclan, da Collecchio l'omaggio dei "The Lemon Flavour" Video

Edoardo Bennato: «Sono sia Peter Pan che Capitan Uncino»

Intervista

Edoardo Bennato: «Sono sia Peter Pan che Capitan Uncino»

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Velluto rosso

VELLUTO ROSSO 

Prosa e Lirica, risate e emozioni a teatro: il meglio della settimana

di Mara Pedrabissi

Lealtrenotizie

Filippo, le lacrime e il colore dei ricordi sulla bara bianca

Langhirano

Filippo, le lacrime e il colore dei ricordi sulla bara bianca

2commenti

bedonia

Violenze sul padre per anni, arrestato un 40enne Video

commozione

Langhiranese: un minuto di silenzio per Filippo Video

commemorazione

Il liceo Bertolucci si prende per mano: "Ciao Filippo"

elezioni

Pizzarotti, è ufficiale: "Mi ricandido" Video . Dall'Olio si ritira: "Sostengo Scarpa"

13commenti

Polemica

«Sulla legionella ci hanno preso in giro»

4commenti

sanguinaro

Via Emilia, tamponamento a catena: ci sono feriti (lievi) e code

Tg Parma

Tenta di truffare un anziano e gli strappa i soldi dal portafogli: denunciato

Weekend

Feste di Sant'Antonio, musica e fuoristrada: l'agenda

IL CASO

«Ci hanno tolto il figlio per uno schiaffo»

7commenti

Langhirano

Antonella, quel sorriso si è spento troppo presto

centro italia

Parma, un'altra partenza degli angeli del soccorso Foto

lega pro

D'Aversa: "In campo anche alcuni dei nuovi arrivati" Video

lirica

Roberto Abbado direttore del Festival Verdi dal 2018

E nasce a Parma il comitato scientifico per un 2017 più filologico 

fino al 23 febbraio

Al via le iscrizioni per la Maratona delle Terre verdiane

Lutto

Albino Rinaldi, il signore dei «Baci»

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

La neve, le parole e gli Uomini

EDITORIALE

Trump, il presidente del «Prima l'America»

di Paolo Ferrandi

ITALIA/MONDO

Stati Uniti

Una marea rosa contro Trump invade le città americane Video

Libia

Tripoli: autobomba vicino all'ambasciata italiana

WEEKEND

CINEMA

Da "Arrival" a "Qua la zampa": i film della settimana Video

IL DISCO

Avalon, un sound sofisticato e una copertina leggendaria

1commento

SPORT

sport

Il Coni premia i suoi campioni parmigiani: le foto

Sport Invernali

Il cielo è azzurro a Kitzbühel: Paris fa l'impresa

MOTORI

IN PILLOLE

Dacia Sandero Stepway
model year 2017

ANTEPRIMA

Rivoluzione Micra: Nissan cambia tutto