-2°

Arte-Cultura

«Nel mio nuovo romanzo la dimensione orale è custode del passato»

«Nel mio nuovo romanzo la dimensione orale è custode del passato»
0

di Sara Piovani
T'aggia imparà e t'aggia perdere», suona come una sentenza la voce di Don Gaetano all’orecchio dello «Smilzo», orfano nella Napoli del dopoguerra. Don Gaetano con i suoi racconti educa alla vita il ragazzo lasciandogli in eredità la memoria della città e assegnandogli «la sua cittadinanza a cucchiaini». La voce di questi racconti ci fa salpare dal presente della storia, quello degli Anni Cinquanta, al passato di cui Don Gaetano è testimone, il passato della giovinezza di migrante approdato in Argentina, della Napoli sconquassata dai bombardamenti della guerra e redenta dalla rivolta contro i nazisti. Gli insegnamenti di Don Gaetano, i libri presi a prestito, le attenzioni amorose di una vedova e l’amore colmo di sangue di Anna faranno del ragazzo un uomo. Ne «Il giorno prima della felicità» (Feltrinelli 2009) De Luca ci accompagna nei luoghi topici della sua letteratura e lo fa con il linguaggio asciutto, poetico e fortemente musicale al quale ci ha abituati. Da leggere e gustare lentamente questo bellissimo romanzo. E rileggere.
La memoria orale e il senso dell’udito hanno un ruolo centrale in questo romanzo. Cosa racchiudono? E in che rapporto stanno con la scrittura?
«Provengo da un 'infanzia acustica. Gli adulti si raccontavano storie recenti e remote. Le loro voci si imprimevano nella membrana della memoria con una forza di trasmissione che nessun senso possiede. Se vedo un film pure se mi commuove, poi lo dimentico. Invece niente di quei racconti ascoltati dietro porte che chiudevano male, si è perduto. Ricordo i toni di voce sommessi, commossi, agitati, buffi. La voce ha forza di incisione. Davide in suo salmo scrive: “Un paio di orecchie hai scavato in me”. Usa il verbo scavare, quello dei pozzi, perchè sono così le orecchie, pozzi in cui si versa l’acqua corrente delle parole senza perdere una goccia. Resta lì custodita e può essere attinta a ogni occasione. La memoria storica è di origine orale o non succede. Siamo in tempi in cui si invoca continuamente il ricordo, l’ingiunzione a non dimenticare, ma è esercizio retorico. Senza la trasmissione a voce da generazione a generazione, la memoria non passa.
Nella geografia della sua letteratura Napoli è luogo al quale fa volentieri ritorno. Cosa rappresenta questa città?
«Napoli è la mia origine, la mia educazione sentimentale alla collera, alla pietà, alla vergogna. Siccome scrivo solo storie mie, persone e fatti accaduti nei miei paraggi, quel luogo è un mio deposito di storie. Per chi non è di Napoli quel luogo è un concentrato di dicerie, impasto di elogi e insulti. Approfitto da oriundo del vantaggio di non dover spiegare a un lettore dove si trova Napoli, da che storia proviene. Parto da un luogo comune e lo ribadisco unico».
Una copertina bianca, come una pagina ancora da scrivere, per un romanzo dove amore e felicità segnano fisicamente e in modo indelebile una volta arrivati. Quale il volto del “giorno dopo” e l’essenza del “giorno prima”?
 «La copertina è bianca perché qualunque immagine si sarebbe sovrapposta alla libera immaginazione di chi legge nel titolo la spudorata parola “felicità”. Il bianco contiene tutti i colori, che nel bianco si disfano. Qui la felicità non è una scampagnata, una domenica. Qui avviene con forza di urto e contiene l’agguato di perdere tutto per raggiungerla. Il giorno prima c'è ancora intatto lo slancio di un popolo in armi che insorge a scacciare un esercito invasore prepotente e che rischia il suo destino per uno slancio d’ira e dignità. Unica in Italia, Napoli si libera dell’esercito tedesco da sola. Il giorno dopo, la felicità è da consumarsi in giornata, in fretta, la felicità è merce conquistata cara e deperibile in fretta».
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Mirante è il nuovo amore di Ludovica Valli?

Ex tronista

Mirante è il nuovo amore di Ludovica Valli?

"Butterfly", questa volta è un trionfo

Una scena della "Madama Butterfly" andata in scena ieri alla Scala

La Scala

"Butterfly", questa volta è un trionfo

Il Taro Taro  story al Marisol

Pgn

Il Taro Taro story al Marisol Foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Velluto rosso 6 dicembre

VELLUTO ROSSO

Da Shakespeare a Peter Pan: gli spettacoli da non perdere a teatro

di Mara Pedrabissi

Lealtrenotizie

rogo

allarme

Sterpaglie in fiamme, rogo a Ponte Italia

Attorno alle 22

SQUADRA MOBILE

Presi due spacciatori con la pistola

4commenti

Ospedale

Reparti soppressi, allarme al Maggiore

Sono cinque le strutture coinvolte: semeiotica, ortopedia, centro cefalee e due chirurgie. E arriva la replica dell'Ospedale

4commenti

Polizia municipale

Controlli a San Leonardo: 22 multe ad automobilisti, 2 a ciclisti non in regola

Controlli anche sui veicoli: fermate 2 auto senza assicurazione e 5 senza revisione

8commenti

Anteprima Gazzetta

Truffe, ecco come difendersi Video

Un'inchiesta di due pagine sulle truffe più frequenti

Guardia di Finanza

Incassa poco ma solo per il fisco: sequestrati beni a un evasore "seriale" di Sorbolo

3commenti

Parma Calcio

Il ds Faggiano si presenta: "Voglio un rapporto vero con la squadra" Video

1commento

Calcio

LegaPro: pari del Pordenone, Venezia primo

Guarda i risultati delle partite e la classifica aggiornata

Calestano

La lite per i confini dell'orto finisce a badilate: condannata intera famiglia

1commento

Incidente

E' ancora gravissimo il rugbista ventenne investito 

SONDAGGIO

La commessa più votata? E' Giorgia

2commenti

Parma

Nuovo percorso ciclabile fra la stazione, via Trento, via San Leonardo e via Paradigna Mappe

Ecco dove passerà la pista ciclabile

8commenti

Parma

Attentato incendiario nella sede dei sindacati di base Video

Rilievi della Scientifica in via Mattei

Alta Velocità

Italo aumenta i collegamenti di Parma con la stazione Mediopadana

3commenti

collecchio-noceto

Truffa-furto del finto soccorso stradale: nuove segnalazioni

2commenti

TRASPORTI

Nuovi autobus sulla linea 7. Più grandi e con il wi-fi

I dodici mezzi sono autosnodati, lunghi 18 metri e sono costati circa 3.5 milioni

1commento

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Renzi: perché ha perso, perché può rivincere

di Michele Brambilla

13commenti

IL DIRETTORE RISPONDE

Il panino? Non famolo strano

2commenti

ITALIA/MONDO

Governo

Renzi si è dimesso

PIACENZA

Sequestrate ville e auto a due famiglie rom

SOCIETA'

GIORNALISMO

Gramellini passa dalla Stampa al Corriere

dialetto

"Io parlo parmigiano" lancia un Lunäri... da Ufo Video

SPORT

Colombia

Disastro Chapecoense: primi arresti

promozione

Il Fidenza chiama Massimo Barbuti in panchina

CURIOSITA'  

Gazzareporter

Lavori in corso sul marciapiedi di viale Mariotti

Tg Parma

A Fidenza la pista di pattinaggio su ghiaccio più grande della provincia Video