10°

22°

Arte-Cultura

Dove lei è ancora ai margini

Dove lei è ancora ai margini
0

di Beatrice Rocca
Nelle «periferie della storia» si coglie la realtà nella sua nudità, sfrondata dalle reboanti dichiarazioni d’intenti, promesse e belle parole dei politici; chi opera nel Terzo Mondo tocca con mano sofferenze, ingiustizie, violenze che continuano a colpire l’umanità più diseredata e in particolare la sua componente femminile; e sa bene che, malgrado la Banca Mondiale abbia da tempo stanziato notevoli fondi per i prestiti a donne riconoscendo così quanto sia fondamentale l’apporto dato dalla donna allo sviluppo, investimenti e impegno sono ancora insufficienti per permetterle di raggiungere la parità di diritti con l’uomo. 
 Il tasto più dolente è quello della formazione: chi studia ha maggiori possibilità di conquistare un’autonomia, dunque di farsi rispettare; ma su 130 milioni di bambini che nei Paesi più poveri non vanno a scuola - scrive Daniele Sipione, fondatore quarant'anni fa e presidente dell’associazione «I nostri amici lebbrosi», nella prefazione al volume «La vita a passo di donna» (EMI, Editrice Missionaria Italiana, 256 pagine, 14,00 euro) che egli stesso ha promosso - quasi due terzi sono femmine, così come i 100 milioni annuali di abbandoni scolastici prima della licenza elementare riguardano soprattutto le bambine (due su tre), dati che spiegano perché tuttora nel Terzo Mondo il 60 per cento delle ragazze sia analfabeta. Secondo la Banca Mondiale, «un anno in più di istruzione per 1000 donne (...) preverrebbe la morte di 60 bambini e garantirebbe 3 morti materne in meno».   Le tre autrici del saggio, Mara Borsi, Rosa Angiola Giorgi e Bernadette Sangma, in quanto suore delle Figlie di Maria Ausiliatrice (ramo femminile dei Salesiani, Ordine specializzato nell’educazione dei giovani) impegnate la prima nel giornalismo e nella comunicazione sociale e le altre due in progetti di microcredito e di promozione della donna, hanno potuto usufruire di un osservatorio privilegiato grazie alla presenza della loro comunità (dal 1996 accreditata presso l’Onu) in tutti i continenti e alle iniziative integrate di microcredito e formazione che essa promuove, specialmente per le bambine e le giovani, nelle «periferie della storia». Parliamo con Mara Borsi.  
Suor Mara, il vostro libro, ragionando su dati e statistiche, conferenze internazionali e risoluzioni dell’Onu, raccontando storie di donne insignite del Nobel ma anche di donne qualsiasi dalle doti ammirevoli, ricordando le diffuse violenze e disuguaglianze di genere, i drammi della tratta, dell’AIDS, dell’emigrazione femminile, e indicando vie e difficoltà per cambiare le cose, offre un quadro approfondito della condizione femminile. Qual è il ruolo della donna oggi?
«Le figure femminili da noi ricordate hanno tutte dimostrato grandi capacità di cura per la vita. La donna è per definizione promotrice di vita. Sa cosa vuol dire far crescere la vita perché lo sperimenta nel suo stesso corpo; e dove c'è vita c'è anche attività per la pace. Le donne oggi sono essenziali per costruire un mondo diverso, di pace. Per questo è necessario dare alle ragazze un’educazione critica che le aiuti a prendere coscienza delle loro potenzialità, ad avere una visione positiva dell’esistenza».
Nel vostro saggio citate numerose «reti femminili», movimenti di donne che da un capo all’altro del pianeta operano «positivamente».
«Sì, le Ong femminili sono molte. Dallo ''Jerusalem link'', nel quale dal 1993 palestinesi e israeliane lavorano insieme per la pace e la giustizia sociale, alle ''Donne in nero'' che da Gerusalemme si sono espanse in tutto il mondo e manifestano in silenzio per una soluzione pacifica del conflitto israelo-palestinese, dalle ''Donne irlandesi per la pace'' alle ''Donne sudanesi'', dalle ''Donne del paese delle mille colline'' che in Rwanda si battono per la riconciliazione fra hutu e tutsi alle ''Donne colombiane per la pace'' e alle ''Madri di Plaza de Mayo'' in Argentina. In Perù ci sono le reti femminili dei ''pueblos jovenes'', le disperate baraccopoli intorno alle città. Ecco, la donna ha la capacità di organizzarsi anche in situazioni estreme come queste».
Di questa sua forza spesso misconosciuta parla il bel brano di Gandhi da voi citato: «Chiamare la donna il sesso debole è una calunnia (...). Non ha maggiore intuizione, abnegazione, forza di sopportazione, coraggio? Senza di lei l’uomo non potrebbe essere. Se la non-violenza è la legge della nostra esistenza, il futuro è con la donna».  Il futuro auspicato da Gandhi è ancora lontano?
«C'è ancora molto da fare perché esso si realizzi. Dalla Conferenza di Pechino del 1995 si sono fatti parecchi passi, ma la condizione femminile è ancora molto precaria, e non solo nei luoghi di più forte cultura maschilista. Sono aumentate le bambine che vanno a scuola, ma violenza e sfruttamento persistono anche nei Paesi sviluppati, e così la discriminazione in famiglia, sul lavoro, in politica e nell’accesso alle risorse è trasversale a tutti i continenti. E’ difficile creare una mentalità nuova sui diritti delle donne, anche perché molti strumenti esistenti per la promozione femminile, stabiliti dall’Onu, non sono conosciuti. Si ha anzi l’impressione che l’attenzione per la questione femminile si sia affievolita».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Blu Trieste

Gazzareporter

Blu Trieste: le foto di Ruggero Maggi

Giovedì nozze per Alessia, prima trans a sposarsi

gossip

Giovedì nozze per Alessia, prima trans a sposarsi Gallery

Brigitte, la prof che sposò l'allievo e ora sogna l’Eliseo con Emmanuel

macron

Brigitte, la prof che sposò l'allievo e ora sogna l’Eliseo Foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Fare, vedere, mangiare: ecco l'App Pgn

GIOVANI

L'App Pgn è più ricca: scaricala e scopri le novità

Lealtrenotizie

Auto ribaltata a San Ruffino: 4 feriti

Parma

Auto ribaltata a San Ruffino: 4 feriti

Comune

Ultimo Consiglio: scintille sulla questione Fiera. Bilancio comunale: avanzo di 54 milioni

Dall'Olio: "Multe per 13 milioni, il massimo di sempre". Scontro Bosi-Nuzzo. Parcheggi sotterranei mai costruiti: il Comune pagherà 661mila euro anziché 192mila

6commenti

Anteprima Gazzetta

Bocconi killer: avvelenato un cane al Parco Ducale

droga

Spacciava cocaina a Colorno: arrestato

3commenti

CREMONA

Grande commozione all'addio a Alberto Quaini

INCHIESTA

Nessun soccorso per gli animali selvatici. I cittadini: "Telefonate a vuoto mentre muoiono"

L'assessore regionale Caselli spiega che nessuna associazione del Parmense ha risposto al bando 

6commenti

lettere al direttore

"Quei ragazzini che lanciano sassi a Traversetolo"

6commenti

Parma

Coppini, sì del Consiglio all'iter per l'ampliamento della sede di strada Vallazza

La minoranza si divide fra astenuti e favorevoli

Gazzareporter

Strada Beneceto: raccolta... poco "differenziata"

il caso

«Mio nipote sequestrato», scatta la denuncia della nonna

1commento

CRIMINALITA'

Scippo, anziana ferita in via Palestro

3commenti

La storia

San Secondo, a scuola in trattore

LEGA PRO

Via alla prevendita dei biglietti per il derby Parma-Reggiana

tg parma

1° Maggio: presentati gli appuntamenti di Cgil, Cisl e Uil. Manca il concertone.. Video

Università

I volti dei cadaveri diventavano maschere: libro e mostra sullo studioso Lorenzo Tenchini

In un volume la collezione ottocentesca dell’anatomico dell’Ateneo di Parma. E a ottobre al Palazzo del Governatore la mostra. “La Fabrica dei Corpi. Dall’anatomia alla robotica”

Parma

Finto dipendente dell'acquedotto truffò un'anziana: condannato a 8 mesi

L'uomo era riuscito a farsi aprire la porta di casa e a prendere gioielli in oro per un valore di circa 10mila euro. a una 80enne

4commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

La storia ci insegna. Purtroppo

1commento

REPORTAGE

La guerra delle cipolle nella sfida per l'Eliseo

di Luca Pelagatti

ITALIA/MONDO

Primarie Pd

Renzi, Emiliano e Orlando: divisi su tutto nel dibattito tv

BOLOGNA

Killer ricercato: rubato nella zona un kit di pronto soccorso

SOCIETA'

medicina

Tre tazzine di caffè al giorno diminuiscono il rischio di cancro alla prostata

IL VINO

La Freisa compie cinquecento anni. Festa con Kyè di Vajra

SPORT

BASEBALL

Gilberto Gerali general manager della Nazionale

Moto

Tragedia nel motociclismo, morto Dario Cecconi

MOTORI

NOVITA'

Toyota Yaris: l'ora del restyling

OPEL

La Insignia tutta nuova è Grand Sport