-2°

Arte-Cultura

L'America di Schifano sbarca a Parma

L'America di Schifano sbarca a Parma
0

Nel primo decennale della morte, Parma ricorda l’opera di Mario Schifano, indiscusso protagonista dell’arte italiana del secondo '900, con una grande mostra allestita fino al 22 giugno a Palazzo Pigorini. Saranno esposti grandi dipinti, un centinaio di polaroid e le immagini fotografiche scattate dall’artista nel 1970, durante un viaggio negli Usa per programmare un film, che poi non realizzò mai. L'importante rassegna si intitola appunto «Mario Schifano. America anemica» e, curata da Arturo Carlo Quintavalle, è il frutto della collaborazione tra l’Agenzia agli eventi culturali speciali con lo Csac dell’Università di Parma, che ha la proprietà delle opere esposte. E la mostra rappresenta una grande occasione per la città, in quanto costituisce, ha detto il responsabile dell’agenzia Luca Sommi, la prima iniziativa di un progetto ambizioso per «fare di Parma un importante punto di riferimento, a livello internazionale, sull'arte contemporanea». Il percorso espositivo si snoderà in diverse sezioni e allestirà 14 grandi dipinti realizzati dal 1962 al 1967, oltre alle cento polaroid e a oltre 200 fotografie del viaggio americano. Le opere di Schifano si segnalano per la velocità della sua stesura e quindi per la tensione delle immagini, delle emozioni, non che del racconto. Che qui in particolare è proprio quello della lunga ricognizione negli States, alla ricerca di luoghi e suggestioni per il film che l’artista sognava di girare. Si tratta dunque di un racconto di paesaggi, che lui stesso chiamerà «Paesaggi anemici», perché appiattiti e scomposti. Da un lato appunto anemici, privi di una dimensione naturalistica, dall’altra invece ancora incompiuti, sospesi, di modo che vi sia ancora spazio per sovrapporre ad essi, come su uno schermo, la nostra esperienza. Ritorna qui, più forte che mai la contaminazione tra linguaggi espressivi, ma anche un altro aspetto dominante dell’arte di Schifano, e che pure ne determina l’intensità, vale a dire quell'anelito verso il negativo che si è espresso nei cicli degli anni '80 dalla scrittura pittorica diversa, espressionista, densa, colante, ricca. Oltre a questo, però c'è un altro tipo di viaggio, quello più sognante, che Schifano ha fatto verso le stelle, che spesso ha anche dipinto, e ancora nella direzione dei paesi più lontani, verso il mitico oriente fatto di buddismo e di meditazione, che tanto ha giocato per la Beat Generation statunitense. Una realtà che l’artista conosceva bene. A New York è stato il pittore di punta dell’arte italiana per due anni, dal 1962 al 1963, considerato l'erede italiano ed europeo della Pop Art, anche se lo stesso Schifano preferiva non essere inquadrato in alcuna corrente artistica.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Mirante è il nuovo amore di Ludovica Valli?

Ex tronista

Mirante è il nuovo amore di Ludovica Valli?

Rainews24, la sedia si rompe e il professore cade a terra

Televisione

Rainews24, la sedia si rompe e il professore cade a terra

Il Taro Taro  story al Marisol

Pgn

Il Taro Taro story al Marisol Foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Velluto rosso 6 dicembre

VELLUTO ROSSO

Da Shakespeare a Peter Pan: gli spettacoli da non perdere a teatro

di Mara Pedrabissi

Lealtrenotizie

"Maggiore: nessuna soppressione, solo una riorganizzazione"

Smentita la chiusura dei reparti al Maggiore

Ospedale

"Maggiore: nessuna soppressione, solo una riorganizzazione"

L'Ospedale risponde al nostro articolo

Polizia municipale

Controlli a San Leonardo: 22 multe ad automobilisti, 2 a ciclisti non in regola

Controlli anche sui veicoli: fermate 2 auto senza assicurazione e 5 senza revisione

4commenti

Guardia di Finanza

Incassa poco ma solo per il fisco: sequestrati beni a un evasore "seriale" di Sorbolo

3commenti

Calestano

La lite per i confini dell'orto finisce a badilate: condannata intera famiglia

1commento

Parma Calcio

Il ds Faggiano si presenta: "Voglio un rapporto vero con la squadra" Video

1commento

Calcio

LegaPro: Pareggio del Bassano; Venezia primo

Guarda i risultati delle partite e la classifica aggiornata

SQUADRA MOBILE

Presi due spacciatori con la pistola

3commenti

Incidente

E' ancora gravissimo il rugbista ventenne investito 

SONDAGGIO

La commessa più votata? E' Giorgia

2commenti

Parma

Nuovo percorso ciclabile fra la stazione, via Trento, via San Leonardo e via Paradigna Mappe

Ecco dove passerà la pista ciclabile

6commenti

Parma

Attentato incendiario nella sede dei sindacati di base Video

Rilievi della Scientifica in via Mattei

Alta Velocità

Italo aumenta i collegamenti di Parma con la stazione Mediopadana

2commenti

collecchio-noceto

Truffa-furto del finto soccorso stradale: nuove segnalazioni

2commenti

Appennino

Schia: al via la stagione con una «valanga» di novità

Viale Mentana

Un'altra rapina in farmacia: è sempre lo stesso bandito

1commento

Salso

Dotti, una vita sulle navi da crociera

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Renzi: perché ha perso, perché può rivincere

di Michele Brambilla

12commenti

IL DIRETTORE RISPONDE

Il panino? Non famolo strano

2commenti

ITALIA/MONDO

PIACENZA

Sequestrate ville e auto a due famiglie rom

Piemonte

Valanga: un morto e due feriti

SOCIETA'

dialetto

"Io parlo parmigiano" lancia un Lunäri... da Ufo Video

Strajè

"Costretta" a fare ricerca all'estero. Il sogno di Maria Chiara: tornare a Parma Video

1commento

SPORT

Colombia

Disastro Chapecoense: primi arresti

promozione

Il Fidenza chiama Massimo Barbuti in panchina

CURIOSITA'  

Gazzareporter

Lavori in corso sul marciapiedi di viale Mariotti

Tg Parma

A Fidenza la pista di pattinaggio su ghiaccio più grande della provincia Video