Arte-Cultura

Palatina, il mito che rivive

Palatina, il mito che rivive
Ricevi gratis le news
0

di Giuseppe Marchetti
C'era già, ben vivo da anni e vivacemente operante «Il Raccoglitore», quindicinale della «Gazzetta» preparato da Mario colombi Guidotti e Francesco Squarcia, quando, all'inizio del 1957, s'avviava l'avventura di «Palatina», rivista trimestrale di lettere e arti, diretta da Roberto Tassi con una redazione composta da Attilio Bertolucci, Gian Carlo Artoni, Giorgio Cusatelli, Francesco Squarcia e Giuseppe Tonna, redazione che in seguito si arricchì dei contributi di Gian Carlo Conti e Mario Lavagetto. «Palatina», che godeva  del robusto impegno economico di Pietro Barilla, s'intitolava così naturalmente prendendo a prestito il nome della maggiore biblioteca cittadina tra le più celebri dell'Italia Settentrionale. Due le direttrici di ricerca della rivista già così chiaramente delineate dal direttore: «sensibilità romantica, popolare, terrestre, padana» da un lato e, dall'altro, sensibilità «correggesco-stendhaliana-proustiana». Due linee di superba letteratura, concedente tuttavia alla categoria della «provincia» un'ombra di snobismo per niente politico o sentimentale. «Palatina» visse nove anni, assolvendo i propri compiti (sì, davvero, i propri compiti!) con lungimiranza e tenacia. Nel quadro delle riviste novecentesche (il Novecento, come si sa, è stato molte volte definito come «il secolo delle riviste») «Palatina» riveste un significato di primo piano. Vi collaborarono, oltre i nomi degli scrittori e degli artisti geograficamente vicini, Francesco e Gaetano Arcangeli, Bassani, Delfini, Pasolini, D'Arzo, Cavani, Ponzini, Giuseppe Raimondi, molti altri «amici» Fenoglio, Testori, Sereni, Moravia, Gadda, Anna Banti, Siciliano, Citati, Caproni, Luzi, Bo, Solmi, Calvino, e stranieri: Butor, Starobinski, Spitzer, Roxroth. Nutrita poi anche la pattuglia dei parmigiani che, oltre ai redattori, contava l'assidua collaborazione di Gian Paolo Minardi, Viola, Bertoli, Bernini, Bevilacqua, Turchi, Marchesi, Sibilio, Furlotti e Augusta Ghidiglia Quintavalle. Siffatta prestigiosissima storia viene adesso ripresa - ma certamente senza intenzioni imitative -  da «La nuova Palatina»  diretta da Paolo Dalcò per Leonardo Publishing, con il coordinamento redazionale di Maria Cristina Alfieri e Armando Minuz, che verrà presentata alla Libreria Feltrinelli giovedì alle 18 dal direttore Dalcò, da Giorgio Belledi e da Armando Minuz. Questa nuova pubblicazione a scadenza trimestrale, si propone - scrive Dalcò -  di «dare voce alla letteratura, spesso abbandonata e assente nei programmi televisivi o nelle pagine dei giornali e dei periodici». La rivista non conterrà inserti pubblicitari, proponendosi, invece, di suggerire letture le più diverse anche nei riguardi dei cosiddetti temi e problemi alla moda che infestano molte pubblicazioni periodiche. Sarà aperta agli scrittori già affermati e agli esordienti di valore. Sul numero zero troviamo, ad esempio, un capitolo  del nuovo libro di Giorgio bocca «E' la stampa, bellezza!» ma anche un interessante recupero  dall'altra «Palatina» cioè il racconto «Prime Letture» di Cassola che uscì nel '57, e inoltre racconti di Valerio Varesi e Ettore De Bortoli, Giuseppe Marcenaro recensito per il suo «Cimiteri, storie di rimpianti e di follie» e Marco Cassini. Il confronto fra le due riviste resta, per ora, impossibile. Sono due mondi e due modi di concepire la letteratura molto diversi, se non addirittura opposti. Vedremo, dunque come l'iniziativa di Paolo Dalcò proseguirà e prenderà corpo senza cedere alle sirene della pubblicità e della quantità delle copie vendute. Parlando di «Palatina», affiora alla memoria curiosamente una trepida poesia di Artoni uscita nel numero di aprile-giugno 1960, che sembra la figurazione metaforica della rivista intesa quale pianta nel proprio ideale terreno. La lirica, che s'intitola «Come nasce una pianta», dice: «Come nasce una pianta, dolcemente/  maturata nel morbido calore / del suolo e nella prima / foglia è già la dischiusa / vampa serbata al seme lungo il corso / dell'inverno, una fragile radice / si sprofonda nel buio / della terra inglorioso, come mano / protesa alla materna / tenerezza: io non so più se fiamma / languida o se radice / buia accompagna questo nostro andare / nel mondo, non so ancora / se di vento o di terra son formate / queste nostre parole che ogni giorno / tornano e vanno».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

L'annuncio di Ilary Blasi: "Nadia Toffa è tornata a casa"

Nadia Toffa

LE IENE

L'annuncio di Ilary Blasi: "Nadia Toffa è tornata a casa"

"Video troppo osè": pop star egiziana condannata a 5 anni di carcere

MUSICA

"Video troppo osé": popstar egiziana condannata a 2 anni di carcere

Seredova su Buffon: "Sto meglio da cornuta"

Gossip Sportivo

Seredova su Buffon: "Sto meglio da cornuta"

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Autovelox

PARMA

Autovelox e autodetector: ecco dove sono

1commento

Lealtrenotizie

E' morta Giulia, la 15enne investita da un'auto a Corcagnano

I rilievi dopo l'incidente

PARMA

Non ce l'ha fatta Giulia, la 15enne investita da un'auto a Corcagnano

I genitori hanno autorizzato la donazione degli organi

3commenti

violenza sessuale

Arrestato insegnante di musica parmigiano: i due anni da incubo di un'allieva

2commenti

protagonista

Colorno, il maresciallo si getta nel torrente e salva un 35enne

Ieri mattina la storia a lieto fine nella frazione di Copermio

2commenti

bassa

Reggia devastata dall'acqua: studenti Alma e volontari al lavoro Video

Sospesa l'attività didattica della scuola di cucina italiana

ALLUVIONE

L'esondazione dell'Enza: la Regione stanzia 2 milioni per le spese urgenti

dopo l'alluvione

Lentigione, 100 carabinieri per evitare sciacallaggi. Risveglio nel fango: il video

colorno

Approfittano del caos dovuto alla piena per svaligiare due case Video

ALLUVIONE

Piene record, perché e come è successo

8commenti

Piena Enza

Immergas, danni ingenti. Amadei: «Ripartiremo con più forza»

polizia

Via Pelizzi, i ladri narcotizzano il cane e minacciano con le mazze il padrone di casa

Tre furti compiuti, uno tentato e due cassaforti sparite in un solo pomeriggio

1commento

TEATRO REGIO

La fotogallery del concerto della Mannoia

polizia municipale

Irregolarità e cibi avariati: 11 sospensioni di attività e 100 persone identificate in tre mesi Video

Due esercizi sono stati chiusi definitivamente, per altri 9 è scattata la chiusura temporanea

MORI' 31 ANNI FA

Mora: perché Parma non capì il suo talento?

118

Altro incidente sulla Massese: schianto a Torrechiara, un ferito

5commenti

parma calcio

Verso Parma-Cesena, D'Aversa si affida a difesa e Insigne Video

CAPODANNO

Fedez verso la Piazza

3commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

I bitcoin spiegati a tutti. Ecco perché sono da maneggiare con cura

di Aldo Tagliaferro

"SILICON ALLEY"

E-commerce, da Apple a Amazon: quando il cliente si sente solo

di Paolo Ferrandi

ITALIA/MONDO

SVIZZERA

Scontro auto-camion: due morti nel tunnel del San Gottardo

usa

Il democratico Jones sconfigge Moore, schiaffo per Trump

SPORT

calcio

Coppa Italia: 3-2 alla Sampdoria, Fiorentina ai quarti

VIDEO

La Cittadella del Rugby ospita Reggio. Parla il coach Manghi

SOCIETA'

social network

Il selfie della ragazza con cancro alla pelle: la campagna di prevenzione è virale

ospedale

A casa dopo 57 giorni il 15enne in arresto cardiaco salvato al Maggiore

4commenti

MOTORI

SICUREZZA

Crash test EuroNCAP, alla cara vecchia Fiat Punto zero stelle

MOTO

La prova: Kawasaki Z900RS