21°

31°

Arte-Cultura

Il colore alle soglie dell'anima

Il colore alle soglie dell'anima
0

di Manuela Bartolotti
«Malinconico Po». Questo è il titolo dell’Antologica dedicata a Goliardo Padova in occasione del centenario della nascita e del trentennale della morte (Casalmaggiore 1909 – Parma 1979) e aperta al Mam di Gazoldo degli Ippoliti (Mn) fino al 13 aprile, grazie al copioso prestito di opere da parte del figlio Florenzio.
Se però intendiamo la malinconia nel modo più superficiale, ossia una sorta di languore disarmante e disarmato, allora non abbiamo inteso il vero senso di questo termine associato alla pittura di Padova. Intanto perché non si può e non si riesce ad accostare questi quadri con leggerezza; la bellezza cromatica è solo la soglia, la nota di testa per essere poi trascinati in una corrente di colori ed emozioni profonde. Si finisce nelle sabbie mobili dell’anima. Non è facile uscirne. Malinconia era, per gli antichi, l’attitudine del creativo, lo stato d’animo che predisponeva alla comprensione intima della realtà, l’umore del genio, un ripiegarsi per rigerminare, per sospingersi verso la rivelazione. E’ sul Po, luogo-metafora di vita e natura, che tanti artisti hanno cercato (e trovato) l’alchemica Pietra filosofale, da Parmigianino a Padova.
Questa altro non è che la compiutezza della loro arte, la riuscita trasformazione della materia, dell’impasto in qualcosa di vivo, palpitante. Talmente vivo da respingere ogni mediazione artificiosa, dalla luce elettrica alla fotografia. Non c’è forse pittura come quella di Padova che si mostri ostile alla riproduzione fotografica, all’illuminazione artificiale. Richiede la visione diretta, meglio la luce del sole, segue le evoluzioni del giorno, mentre certe tele scure lasciano emergere increspature luminose, vibrazioni che risaltano sfiorate da raggi in penombra. Allora il «passo» rosso di uccelli si accende e si muove, il gatto raggomitolato respira e il pelo crepita, gli insetti scivolano in vana «lotta verso la cima marcia». Renzo Margonari, curatore della mostra, ha coraggiosamente azzardato un confronto con Vincent Van Gogh.
Ci sono due tele di paesaggio collocate una sopra all’altra, che inducono più d’ogni altra al richiamo con l’olandese (certi movimenti di pennello, certe sinuosità, la luce quasi strappata al cielo).
Tuttavia, le direzioni e gli atteggiamenti esistenziali sono opposti; Padova passa dal Chiarismo dei primi periodi verso tinte più cupe, mentre Van Gogh all’inverso va dai terrosi interni quasi seicenteschi dell’inizio alle esplosioni solari della fine. In entrambi c’è la crescita e la struggente decadenza, una vita vorace, troppo amata e che non lascia scampo.
Sì, ci dice Padova, la vita è nel sole, ma non solo, è luce ma non solo; è anche linfa prigioniera, è un nido vuoto, una canna che si piega, una schiena di contadino che si curva, un’ala in discesa, l’acqua che ristagna e riluce in una lanca blu. E’ un «Corvo più, un corvo meno». Non importa, tanto la natura ricomincia e la storia dell’uomo con lei. Van Gogh era ansioso di vita, la bramava disperatamente, Padova era rassegnato a essa, al suo irrompere silenzioso, continuo: una striscia di lumaca brillante nell’oscurità, un lavorio incessante di corruzione e germinazione.
 Il suo nero raccoglie tutti i colori, li serba brulicanti, così come nel fango, nel limo ottusi si preparano i semi alla germinazione.
Viene in mente il verso di una famosa canzone di De André: «dal letame nascono i fior». Questa è la speranza nell’arte di Padova: l’accettazione e la consapevolezza della forza della natura, della vita. Quella che è lì, quasi palpabile, nei suoi quadri, da vedere dal vero. Davvero.
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Scarpa italiana inguaia Ivanka,dal giudice per plagio

GOSSIP

Scarpa italiana inguaia Ivanka, dal giudice per plagio

fori imperiali

degrado

Sesso ai Fori imperiali davanti ai turisti: è polemica

Elisabetta Gregoraci al Win City fa il pieno di selfie

gossip parmigiano

Elisabetta Gregoraci al Win City fa il pieno di selfie Gallery

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Da ovest a est il meglio degli itinerari in montagna

La presentazione dei volumi in vendita in abbinamento con la Gazzetta di Parma

NOSTRE INIZIATIVE

Da ovest a est il meglio degli itinerari in montagna

Lealtrenotizie

Parma al voto: domani si decide il prossimo sindaco

ballottaggio

Parma al voto per decidere il nuovo sindaco Video: le info

Piazza Dalla Chiesa

Ancora risse davanti alla stazione

L'AGENDA

Una domenica da vivere nella nostra provincia

Noceto

Addio a Petrini, titolare dell'Aquila Romana

Presentazione

Croce rossa, un secolo e mezzo in un libro

Abitudini

Auricolari, quando il rischio si corre a piedi

Bedonia

Fontane chiuse, scoppia la polemica

DRAMMA DI TORINO

Panico collettivo: parla la psicologa

SERIE B

Mercato: Lucarelli domani annuncia il suo futuro

MAMIANO

I padroni sono alla sagra di San Giovanni, e i ladri tentano il colpo

baseball

Parma concede il bis: è doppietta contro il Novara

Finisce 3-1: lanciatore vincente Rivera, salvezza per Santana, 3 su 4 di Deotto. La corsa per i play off continua

METEO

La Protezione civile E-R: "Allerta temporali per domenica"

Previsti forti precipitazioni su pianura, fascia collinare, e rilievi occidentali

corniglio

Signatico: si ribalta con la Jeep, grave un ottantenne

calcio

Il Parma si tuffa nel mercato: Faggiano punta Bianco e Piccolo. Cassano spera Video

arresto

Taccheggiatore picchia l'addetto alla sicurezza dell'Ovs per scappare

2commenti

Meteo

Ferrara rovente: temperatura percepita 49°. Parma (da podio) non scherza, 41°

La città emiliana è la più calda d'Italia

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Il Parma è l'esempio per la rinascita della città

di Michele Brambilla

2commenti

EDITORIALE

Accoglienza senza limiti. Un rischio per tutti

di Francesco Bandini

1commento

ITALIA/MONDO

Salerno

Investe una donna e la uccide: è un attore di "Don Matteo" e "1993"

Stati Uniti

Boss mafioso scarcerato per vecchiaia: ha 100 anni

SOCIETA'

il disco

“Amused to death”, ha 25 anni il disco di Roger Waters

ferrovie

Lavori sulla Bologna-Rimini, sabato 24 e domenica 25. Ripercussione sui collegamenti con la Riviera Romagnola.

SPORT

CALCIO

Gli azzurrini battono la Germania e volano in semifinale

paura

Spaventoso incidente per Baldassari in Moto2: il pilota è cosciente Video

MOTORI

anteprima

Volkswagen, la sesta Polo è diventata grande

MINI SUV

Citroën: C3 Aircross in tre mosse