17°

Arte-Cultura

Con «Uomo nel buio», Paul Auster si inventa un romanzo infinito

Con «Uomo nel buio», Paul Auster si inventa un romanzo infinito
0

di Lisa Oppici

C'è un uomo solo, nel buio, che pensa. Inventa: s'inventa storie. Forse anche per sfuggire a una realtà personale insoddisfacente: di dolore, da qualsiasi punto di vista la si guardi. Meglio rifugiarsi nelle storie, appunto: storie «altre», inventate, che tengano lontano da sé e dai fantasmi talvolta davvero cupi di lunghe notti insonni.
Nel suo ultimo romanzo, intitolato proprio «Uomo nel buio» e pubblicato in Italia da Einaudi nella traduzione di Massimo Bocchiola, Paul Auster parte proprio da qui: da August Brill, 72 anni, critico letterario in pensione, ospite nella casa della figlia (sola dopo un divorzio ancora non superato) e della nipote (sola dopo che il fidanzato è stato rapito e ucciso in Iraq), dove sta lentamente riprendendosi da un brutto incidente che l’ha reso invalido; parte, Auster, da lui e dalle sue notti insonni, notti appunto di storie inventate.

Storie anche bizzarre, molto austeriane. Come quella che Brill costruisce nel corso del libro, e che non poteva essere pensata se non dall’autore della «Trilogia di New York»: un prestigiatore, Owen Brick, si ritrova in un’America parallela a quella in cui abitualmente vive, un’America dilaniata dalla guerra civile e nella quale le Torri gemelle sono ancora in piedi e la guerra in Iraq non c'è mai stata; a lui, che non capisce più né dov'è né - quasi - chi è, si chiede di risolvere la situazione, compiendo un omicidio. Un gran libro, questo di Auster. L’ennesimo romanzo doc di un autore che si conferma uno straordinario tessitore: uno che come pochi sa intrecciare i fili della narrazione.

«Uomo nel buio» ne è ulteriore testimonianza: dalla «cornice», quella della vita vera, quella di Brill e della sua famiglia («una casa di anime in lutto»), alla storia di Owen Brick, surreale ma tragica, bellissima anche nella sua «assurdità», fino all’«interazione» tra le due e, alla fine, al prevalere della realtà, all’imporsi prepotente della vita personale di August Brill sulle invenzioni.
È un romanzo che ne contiene infiniti altri: un libro sulla guerra (fuori e dentro di sé), sull'oggi e i suoi disastri (ferocissime le pagine in cui Brill, la figlia e la nipote guardano su internet le immagini dell’esecuzione a colpi d’ascia, in Iraq, del fidanzato della ragazza), sulla solitudine, sulla vecchiaia, sulla morte e la sua attesa.
Un libro da non perdere, dalla prima all’ultima pagina: dall’inizio quasi sommesso, nel buio («Sono solo nel buio a rigirarmi il mondo nella testa mentre attraverso con fatica un’altra crisi d’insonnia, un’altra notte in bianco nei grandi spazi selvaggi d’America») al finale dominato da quel verso («E il folle mondo viene avanti rotolando») che è già di per sé una marca dell’intero volume.  

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

La notte degli oscar

culture

No alle scollature: la notte degli oscar censurata in Iran Video

Colori e volti del Nepal: il viaggio di Niccolò

Fotografia

Colori e volti del Nepal: il viaggio di Niccolò Foto

Le spose di Giulia & Jean Louis David

pgn

Le spose di Giulia & Jean Louis David Foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Aspettando la Festa della donna: velluto in rosa

VELLUTO ROSSO

Aspettando la Festa della donna: velluto in rosa Video

di Mara Pedrabissi

Lealtrenotizie

ladre operazioni carabinieri

Via Mascagni

Arrestata un mese fa svaligia ancora le case con uno shampoo

Con una complice utilizzavano la confezione in plastica per aprire le porte blindate: le due donne sono state fermate

1commento

Tribunale

Violenza sessuale sulla moglie e maltrattamenti, anche davanti ai bimbi: condannato

Quattro anni e due mesi per un romeno 39enne

anteprima gazzetta

Sifilide e tbc: il ritorno delle malattie scomparse Video

bilancio partecipativo

Ecco gli 11 progetti dai consigli dei cittadini volontari che il Comune finanzierà

1commento

Carabinieri

Folle inseguimento nelle vie di Guastalla: recuperata Bmw rubata a Montechiarugolo

Era una "banda delle ville"?

1commento

Montechiarugolo

Il custode era in realtà il ladro: denunciato moldavo

1commento

Guardia di Finanza

Bancarotta: 165 immobili sequestrati, Parma coinvolta nell'indagine

Sono riconducibili a 25 persone collegate a Mario Di Raffaele, costruttore ed ex presidente del Pomezia Calcio

2commenti

via mazzini

Aggressione al banchetto della Lega: un patteggiamento

Degli altri due aggressori: un'assoluzione e un rinvio a giudizio

Parma

Straniera picchiata in strada, rifiuta l'aiuto di un'anziana e scappa

4commenti

parma

Bassi crociato fino a giugno: primo allenamento

Domani la presentazione del nuovo portiere a Collecchio

CHICHIBIO

Antica Trattoria Il Duomo: la buona tavola di casa

foto dei lettori

Vasche pericolose nella ex-Star di Corcagnano

segnalazione

Sporcizia nei campetti di via Giulio Cesare

Parma

Il Forlì mette a disposizione dei tifosi un pullman gratuito

Lunedì il match al Tardini (ore 20.45)

Parma

Vento in città: chiusi per alcune ore Parco Ducale e Cittadella

2commenti

PARMA

Completata la pista ciclopedonale fra Gaione e il Campus Video

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

Quanto affetto per il grande Giorgio Torelli

IL CINEFILO

L'Oscar sbagliato, "la più grande farsa della storia del premio" Video

di Filiberto Molossi

3commenti

ITALIA/MONDO

san casciano

Mostro di Firenze: è morto Pucci, ultimo compagno di merende

il caso

Biotestamento, la legge approderà alla Camera il 13 marzo

1commento

SOCIETA'

skatepark

Biker trial fa cadere il figlio in skateboard, la furia del padre

"esperimento"

Scambio di smartphone tra fidanzati: risate e imbarazzo

SPORT

Parma Calcio

Sebastian Frey al Museo del Parma: "E' favoloso" Video

CALCIO

Il Parma riprende l'allenamento. D'Aversa alle prese con gli infortuni Video

MOTORI

ALFA ROMEO

Stelvio, la nostra pagella del primo Suv del Biscione

PACK

Performance Line: la gamma DS sempre più esclusiva