-5°

Arte-Cultura

Con «Uomo nel buio», Paul Auster si inventa un romanzo infinito

Con «Uomo nel buio», Paul Auster si inventa un romanzo infinito
0

di Lisa Oppici

C'è un uomo solo, nel buio, che pensa. Inventa: s'inventa storie. Forse anche per sfuggire a una realtà personale insoddisfacente: di dolore, da qualsiasi punto di vista la si guardi. Meglio rifugiarsi nelle storie, appunto: storie «altre», inventate, che tengano lontano da sé e dai fantasmi talvolta davvero cupi di lunghe notti insonni.
Nel suo ultimo romanzo, intitolato proprio «Uomo nel buio» e pubblicato in Italia da Einaudi nella traduzione di Massimo Bocchiola, Paul Auster parte proprio da qui: da August Brill, 72 anni, critico letterario in pensione, ospite nella casa della figlia (sola dopo un divorzio ancora non superato) e della nipote (sola dopo che il fidanzato è stato rapito e ucciso in Iraq), dove sta lentamente riprendendosi da un brutto incidente che l’ha reso invalido; parte, Auster, da lui e dalle sue notti insonni, notti appunto di storie inventate.

Storie anche bizzarre, molto austeriane. Come quella che Brill costruisce nel corso del libro, e che non poteva essere pensata se non dall’autore della «Trilogia di New York»: un prestigiatore, Owen Brick, si ritrova in un’America parallela a quella in cui abitualmente vive, un’America dilaniata dalla guerra civile e nella quale le Torri gemelle sono ancora in piedi e la guerra in Iraq non c'è mai stata; a lui, che non capisce più né dov'è né - quasi - chi è, si chiede di risolvere la situazione, compiendo un omicidio. Un gran libro, questo di Auster. L’ennesimo romanzo doc di un autore che si conferma uno straordinario tessitore: uno che come pochi sa intrecciare i fili della narrazione.

«Uomo nel buio» ne è ulteriore testimonianza: dalla «cornice», quella della vita vera, quella di Brill e della sua famiglia («una casa di anime in lutto»), alla storia di Owen Brick, surreale ma tragica, bellissima anche nella sua «assurdità», fino all’«interazione» tra le due e, alla fine, al prevalere della realtà, all’imporsi prepotente della vita personale di August Brill sulle invenzioni.
È un romanzo che ne contiene infiniti altri: un libro sulla guerra (fuori e dentro di sé), sull'oggi e i suoi disastri (ferocissime le pagine in cui Brill, la figlia e la nipote guardano su internet le immagini dell’esecuzione a colpi d’ascia, in Iraq, del fidanzato della ragazza), sulla solitudine, sulla vecchiaia, sulla morte e la sua attesa.
Un libro da non perdere, dalla prima all’ultima pagina: dall’inizio quasi sommesso, nel buio («Sono solo nel buio a rigirarmi il mondo nella testa mentre attraverso con fatica un’altra crisi d’insonnia, un’altra notte in bianco nei grandi spazi selvaggi d’America») al finale dominato da quel verso («E il folle mondo viene avanti rotolando») che è già di per sé una marca dell’intero volume.  

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Fuori Orario: ecco chi c'era al "X Party" Foto

pgn feste

Fuori Orario: ecco chi c'era al "X Party" Foto

Rigopiano: Charlie Hebdo, nuova (brutta) vignetta. Con risposta

polemica

Rigopiano: Charlie Hebdo, nuova (brutta) vignetta. Con risposta

3commenti

"Cold Chairs": un inno alla vita"!

musica

Bataclan, da Collecchio l'omaggio dei "The Lemon Flavour" Video

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Pasticcio di patate formaggi e verdure

LA PEPPA CONSIGLIA

La ricetta - Pasticcio di patate formaggi e verdure

Lealtrenotizie

I crociati ritrovano la vittoria grazie a Evacuo: Parma-Santarcangelo 1-0

Stadio Tardini

Parma batte Santarcangelo 1-0 e "aggancia" il Venezia Foto Video

Evacuo firma il gol della vittoria. Il Parma è momentaneamente in vetta, a 42 punti, in attesa di Reggiana-Venezia

La morte di Filippo

«Eri la mia vita». Lo strazio dei familiari

TESTIMONIANZA

«Preso a calci e pugni per divertimento»

6commenti

gazzareporter

Muri imbrattati, a volte ritornano... Con provocazione al sindaco Foto

polizia municipale

Autovelox e autodetector: ecco dove saranno

Weekend

Una domenica tra musica e fuoristrada: l'agenda

La storia

Rocco e Giulia, salumieri a Innsbruck

1commento

Protezione civile

I volontari parmigiani al lavoro nelle Marche

elezioni

Pizzarotti, è ufficiale: "Mi ricandido" Video . Dall'Olio si ritira: "Sostengo Scarpa"

25commenti

graffiti

Il sottopasso dello Stradone? Galleria di street art Foto

Polemica

«Sulla legionella ci hanno preso in giro»

5commenti

GRANDE FIUME

Il Po in secca? Attrazione per i turisti

1commento

PEDEMONTANA

Polizia municipale, multe in aumento

2commenti

bedonia

Violenze sul padre per anni, arrestato un 40enne Video

IL CASO

Vigili, la Fabbri si scusa con Bonsu e lo risarcisce

Lettera al giovane ghanese, che riceverà 20mila euro

Langhirano

Filippo, le lacrime e il colore dei ricordi sulla bara bianca

2commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Dedicato a Filippo e a chi gli vuol bene

di Michele Brambilla

IL DIRETTORE RISPONDE

La neve, le parole e gli Uomini

ITALIA/MONDO

TERREMOTO

La Grandi rischi: "Diga su una faglia riattivata: se il suolo cade nel lago, c'è effetto Vajont"

tragedia

Rigopiano: soccorsi senza sosta, ma le speranze sono deboli

SOCIETA'

Reggiolo

Rave party abusivo in un capannone in disuso: identificati 200 giovani

CINEMA

Da "Arrival" a "Qua la zampa": i film della settimana Video

SPORT

TARDINI

Vittoria un po' sofferta ma 3 punti importanti: il commento di Paolo Grossi Video

sky

Caressa ricorda Filippo Ricotti prima di Milan-Napoli

MOTORI

IN PILLOLE

Dacia Sandero Stepway
model year 2017

ANTEPRIMA

Rivoluzione Micra: Nissan cambia tutto