13°

20°

Collettiva

Sei autori a Mixedmedia

Prosegue la rassegna dedicata all’arte parmigiana

Sei autori a Mixedmedia
Ricevi gratis le news
0

 

Manuela Bartolotti
Mixedmedia. Il titolo della nuova mostra all’Associazione Gaibazzi (fino al 23 novembre) dovrebbe spiegare la varietà e la mescolanza di mezzi artistici, dei tramiti espressivi. Sono sei gli autori, apparentemente distanti: Francesco Barilli, Enrico Bignetti, Alessandro Giordani, Lufer (Luca Ferraglia), Antonella Mazzoni, Simone Racheli. Cos’hanno a che vedere le scenografie viaggianti, le stanze del sogno e della memoria di Barilli con le sconcertanti metamorfosi anatomiche di Racheli? E le rielaborazioni tra pop e concettuale delle foto di Ghirri attuate da Antonella Mazzoni con i riciclaggi di Lufer? Le inquietanti favole sotto plexiglass di Giordani hanno un qualche contatto con le provocazioni mentali e le meditazioni zen di Bignetti? 
Questi media mescolati hanno forse il comune denominatore di un sogno, di un’evoluzione fantastica che muove da oggetti recuperati, ricollocati, rigenerati nel loro significato e nel loro valore espressivo. E’ un’operazione concettuale partita da un certo Surrealismo e poi spinta al massimo dal Ready Made: la creazione è fatta di ricombinazione, rimescolanza di cose, immagini comuni ma che assumono nuovo senso se ricontestualizzati, divengono forme simboliche di forte evocazione oppure creano uno scarto, un corto circuito nella nostra mente, inducendo il dubbio dopo un turbamento iniziale. E se per Barilli è ben ravvisabile l’impostazione scenografica, registica dei suoi quadri, per gli altri l’introduzione a questo viaggio nelle più remote anse del pensiero, è magari meno accattivante, ma giocato quasi sempre con ironia. Così sono infatti opere come «Anatomica colf», interiora in forma d’aspirapolvere di Racheli, le figure poetiche, fiabesche, oniriche imprigionate nel plexiglass di Giordani, le creature grottesche e ancestrali fatte di materiali di recupero di Lufer, le combinazioni fuori tempo e spazio di Bignetti, le carte e i cappelli, metafore fantastiche di Barilli. Mazzoni con i suoi magneti sul frigorifero ammonisce che «l’arte non dice mai la verità». Forse. Non dice, ma indica la strada, anzi le innumerevoli strade per raggiungerla, per avvicinarla. Anche i mixedmedia dunque.
Manuela Bartolotti

 

Mixedmedia. Il titolo della nuova mostra all’Associazione Gaibazzi (fino al 23 novembre) dovrebbe spiegare la varietà e la mescolanza di mezzi artistici, dei tramiti espressivi. Sono sei gli autori, apparentemente distanti: Francesco Barilli, Enrico Bignetti, Alessandro Giordani, Lufer (Luca Ferraglia), Antonella Mazzoni, Simone Racheli. Cos’hanno a che vedere le scenografie viaggianti, le stanze del sogno e della memoria di Barilli con le sconcertanti metamorfosi anatomiche di Racheli? E le rielaborazioni tra pop e concettuale delle foto di Ghirri attuate da Antonella Mazzoni con i riciclaggi di Lufer? Le inquietanti favole sotto plexiglass di Giordani hanno un qualche contatto con le provocazioni mentali e le meditazioni zen di Bignetti? Questi media mescolati hanno forse il comune denominatore di un sogno, di un’evoluzione fantastica che muove da oggetti recuperati, ricollocati, rigenerati nel loro significato e nel loro valore espressivo. E’ un’operazione concettuale partita da un certo Surrealismo e poi spinta al massimo dal Ready Made: la creazione è fatta di ricombinazione, rimescolanza di cose, immagini comuni ma che assumono nuovo senso se ricontestualizzati, divengono forme simboliche di forte evocazione oppure creano uno scarto, un corto circuito nella nostra mente, inducendo il dubbio dopo un turbamento iniziale. E se per Barilli è ben ravvisabile l’impostazione scenografica, registica dei suoi quadri, per gli altri l’introduzione a questo viaggio nelle più remote anse del pensiero, è magari meno accattivante, ma giocato quasi sempre con ironia. Così sono infatti opere come «Anatomica colf», interiora in forma d’aspirapolvere di Racheli, le figure poetiche, fiabesche, oniriche imprigionate nel plexiglass di Giordani, le creature grottesche e ancestrali fatte di materiali di recupero di Lufer, le combinazioni fuori tempo e spazio di Bignetti, le carte e i cappelli, metafore fantastiche di Barilli. Mazzoni con i suoi magneti sul frigorifero ammonisce che «l’arte non dice mai la verità». Forse. Non dice, ma indica la strada, anzi le innumerevoli strade per raggiungerla, per avvicinarla. Anche i mixedmedia dunque.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

1commento

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Gomorra 3 la serie debutta in anteprima in sala

serie tv

Gomorra 3: la serie debutta in anteprima in sala

Salute: Lady Gaga rinvia la data milanese del 26 settembre (e il tour)

Spettacolo

Salute: Lady Gaga rinvia la data milanese del 26 settembre (e il tour)

La Gregoraci a Ranzano

gazza...gossip

La Gregoraci a Ranzano

2commenti

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Spaghetti settembrini

LA RICETTA 

Gli "Spaghetti settembrini" della Peppa

Lealtrenotizie

Tre dipendenti della pizzeria Orfeo minacciati col coltello e rapinati

via carducci

Tre dipendenti della pizzeria Orfeo minacciati col coltello e rapinati Il video

9commenti

annuncio

Parma si candida a capitale italiana della cultura 2020

2commenti

elettricità

Il guasto è nel campo coltivato: black-out nella zona di Gaione

incidente

86enne in bici urtato da uno scooter in via Baganza: è grave

tg parma

Furgone come ariete: spaccata alla Moto Ducati di Pilastrello

inchiesta

Milioni nascosti al fisco, Zamparini: "Nessuna attività illecita"

Ritratto

Wally Bonvicini, l'imprenditrice che voleva fare il sindaco

Paladina dei diritti dei cittadini nella lotta contro la banche ed Equitalia, ma anche candidata alla poltrona di primo cittadino

6commenti

viabilità

Grosso ramo caduto in strada: chiusa per un'ora via Gramsci

1commento

Ponte chiuso

La sindaca di Colorno: «Un ponte di barche per le auto»

1commento

serie b

Parma-Empoli: dalle 17.30 «isola analcolica» e stop alle lattine

Dalle 20.30 la cronaca in diretta sul sito

1commento

Piazzale Maestri

Antiterrorismo «fai da te»: gli ambulanti si organizzano

1commento

Lutto

Addio a Pierino, il barista del Parco Ducale

1commento

MALTEMPO

Strada Naviglio Alto in versione lago

ieri sera

Black-out per un guasto nella zona Nord di Parma

3commenti

fotografia

L'affascinante spettacolo catturato dai parmigiani cacciatori di tornado Gallery

Borgotaro

C'erano una volta i «diavoli rossi»

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Migranti e tensioni, i fronti parmigiani

di Francesco Bandini

5commenti

EDITORIALE

Il telefonino in classe e il cervello a casa

di Patrizia Ginepri

9commenti

ITALIA/MONDO

boretto

Si schianta al limite del coma etilico, denunciato. E rischia multa fino a 10mila euro

catania

Dottoressa della guardia medica violentata in ambulatorio: arrestato un 26enne

SPORT

parma calcio

Le pagelle in dialetto parmigiano

calcio

Rooney ubriaco alla guida, patente ritirata 2 anni

SOCIETA'

USA

Toys R' Us getta la spugna: chiesta la bancarotta

francia

Parigi ha battuto oggi il record di ingorghi: 546 km

MOTORI

IL TEST

Nuova Polo: ecco come va la sesta generazione

MULTISPAZIO

Dacia Dokker Pick-Up: chi non lavora...