13°

Arte-Cultura

Labirinto dell'anima

Labirinto dell'anima
Ricevi gratis le news
0

Giuseppe Marchetti

Non v'è dubbio che «Canti del caos» di Antonio Moresco rappresenti oggi il maggior esperimento narrativo degli ultimi trent'anni, paragonabile solo all'«Horcynus Orca» di D'Arrigo e al precedente affaticato e incompleto «Cognizione del dolore» di Gadda. Antonio Moresco pubblica finalmente da Mondadori questo romanzo  che per sua natura non sarà mai completo e perfettamente racchiuso  in un perimetro preciso, un romanzo che si dilata e si restringe  per merito (o per colpa!) del proprio naturale espressionismo  violento, dissacrante e intimamente fauve. Ma anche intimamente  grottesco e dolente. Moresco è un narratore che non aspetta il proprio lettore standosene rannicchiato dentro le pagine: lo stana, lo compromette, lo trascina e poi lo abbandona all'istinto perché possa aggirarsi stupefatto e incredulo dentro un romanzo scoppiato  che tuttavia cerca di ricomporsi (senza riuscirsi mai) aldilà del fatto narrativo vero e proprio. «Canti del caos» è, appunto, la narrazione del Caos che è in  noi, come  diceva Pirandello: Caos e Caso serpeggianti senza regole  dentro l'umanità, ed è anche, per insistentissima testimonianza dell'autore, la storia del suo dissennato inseguire l'editore, metafora suprema  del non sapersi rivelare ponendosi sul sentimento normale dell'esistenza.

Fatti che Moresco in parte aveva già raccontato in «Gli esordi» (Feltrinelli '98) il romanzo che lo rivelò, e che poi è stato ripreso , arricchito  e in gran parte riscritto in «Lettere a nessuno» (Bollati Boringhieri '97 e Einaudi '08), un testo di condanna del mondo editoriale  nostrano, ma anche di palese confessione d'impotenza e di non appartenenza a tale perverso meccanismo. Non un romanzo, dunque, bensì  un saggio di scandalosa confessione autobiografica. «Canti del caos» riassume e ripropone l'immenso tutto di Moresco in tre parti che sono le stazioni di un cammino  lunghissimo e mai finito: quel cammino che, pur con altre intenzioni, aveva intrapreso Pasolini in «Petrolio»: narrare tutti i possibili anfratti del carattere umano senza fermarsi davanti alle difficoltà dei sessi, delle opinioni sociali e religiose, dell'onorabilità ipocrita e di tutto quanto si può oppure ignobilmente tacere. Moresco compone dunque una macchina rivelatrice che scava da ogni parte impossessandosi di rifiuti, scorie, lacrime, sorrisi, sangue, sperma, parole, violenze, pagliacciate e contraddizioni le più diverse. Non arretra mai,  non si pente, e usa tutti gli stratagemmi che conosce per penetrare la realtà umana sino alla più vergognosa degradazione. Ecco il suo espressionismo: che è, poi, l'esito alto del suo romanzo, ma anche la sua rovina e la spia della debolezza strutturale dell'impianto narrativo complessivamente osservato.

Forse, però, Moresco non vuole giungere a un tal punto: gli basta  aver buttato nel vortice del vulcano, che erutta continuamente, se  stesso e i suoi personaggi-simboli che vengono chiamati a collaborare al romanzo, non scriverlo, perché per scriverlo si esibisce solo Antonio Moresco, quell'uomo che è in grado di gridare Io all'infinito gestendo così il mondo della propria e dell'altrui  sorte tra fughe, inseguimenti, eiaculazioni, corpi in disfacimento,  scheletri e perversioni che feriscono le mille pagine del libro  e della sua carne risentita e purulenta. Di questo passo, dove  si arriva? Si arriva alla concezione di una palingenesi finale  dalla quale spunta il nome di Dio mentre lo scrittore sta morendo «all'incontrario, all'indietro, senza essere nato e neppure concepito»: dunque un sostanziale Nulla che si ripercuote nella non-creazione del tempo che sarà. A questo punto la concezione del romanzo non ha più scopo alcuno e abbandona se stessa diventando un pensiero lontano, astratto, indifferente. Il caos precipita nel silenzio che è il suo aldilà senza storia e senza voce. Quante parole di scherno e di crudeltà per giungere a questo estremo!
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Shakira

Shakira

musica

Shakira sta male: "Emorragia alle corde vocali". Concerti rimandati

Quiz, ma voi lo sapete come si affronta una rotonda?

GAZZAFUN

Quiz, ma voi lo sapete come si affronta una rotonda?

22commenti

Malcolm Young

Malcolm Young

MUSICA

E' morto Malcolm Young: fondò gli Ac/Dc con il fratello Angus

1commento

Notiziepiùlette

Ultime notizie

La casa in classe energetica A o B? Va acquistata subito

L'ESPERTO

La casa in classe energetica A o B? Meglio acquistarla subito

di Arturo Dalla Tana*

1commento

Lealtrenotizie

La lettera della mamma di Mattia

FUNERALE

La lettera della mamma di Mattia

IN PENSIONE

Roncoroni, chirurgo a tutto campo

Incidente

Carambola fra tre auto in via Mantova, due feriti

Indaga la Polizia municipale

WEEKEND

Il Mercato del Forte, la torta di verze, November Porc a Zibello: l'agenda di domenica

Salso

Sfondano la vetrina e rubano capi firmati

POESIA

Zucchi tradotto da un giurato del Nobel

calcio

Parma, poker e primato

LIRICA

Festival Verdi, numeri da record

Lutto

L'addio di Rubbiano a Fabrizio Aguzzoli

FERROVIA

Fidenza-Cremona, treni al posto di due bus

PARMA

Riina: l'addio senza lacrime (e lite con i cronisti) della vedova e dei figli

Maria Concetta Riina se la prende con i giornalisti. L'avvocato: "Andatevene, è scandalismo". Conclusa l'autopsia sul corpo del boss (Ipotesi tecnica di "omicidio colposo" contro ignoti) : i risultati tra 60 giorni

11commenti

STADIO TARDINI

Il Parma travolge l'Ascoli 4-0 e sogna: è primo in classifica

Frattali: "Rigore parato, evitata sofferenza finale" (Video) - Grossi: "Bella vittoria, molte occasioni mancate per il Parma" (Videocommento)

il personaggio

Lucarelli: "La mia stima per Parma è incredibile" Video

FONTEVIVO

Folla al funerale di Mattia Carra. Lo striscione: "Non ti diremo mai addio"

Il 15enne ha perso la vita in uno scontro fra un'auto e la sua Vespa

PARMA

Raffica di furti in tutta la città: porte e finestre forzate, svaligiati diversi appartamenti

In strada Parasacchi è stata recuperata, abbandonata a bordo strada, una scatola portagioie a forma di valigetta

4commenti

PARMA

Clown e bimbi si "riprendono" l'Oltretorrente Foto

Scatti dal "Torototela Show"

2commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Imprenditrici e donne. Il valore aggiunto

di Patrizia Ginepri

TRAFFICO

La mappa degli autovelox dal 20 al 24 novembre

ITALIA/MONDO

Il caso

Cerca la madre naturale. Lei la gela: "Sei il simbolo della violenza subita"

USA

Disegna un pene in cielo, top gun punito video

1commento

SPORT

SERIE A

Il Napoli piega il Milan (2-1), la Roma si prende il derby

GAZZAFUN

Parma-Ascoli 4-0: fate le vostre pagelle

SOCIETA'

curiosità

Sono una "chimera" quelli pubblici a Parma: il 19 è la Giornata mondiale dei servizi igenici

formigine

Damiano, 12 anni, è l'arbitro più giovane d'Italia Video

MOTORI

NOVITA'

Nuova Bmw X3. Sa fare tutto (da sola)

LA PROVA

Hyundai Kona, il nuovo B-Suv in 5 mosse Le foto