17°

30°

Arte-Cultura

Legge e imparzialità: iconografia e storia di un nobile ideale

Legge e imparzialità: iconografia e storia di un nobile ideale
0

Carlo Baja Guarienti

Una donna bellissima, dagli occhi bendati, sta ferma sulle scale di un tempio; stringe in una mano una spada - con cui trafigge a caso torme di innocenti - e nell’altra una bilancia carica dell’oro di chi schiva i suoi colpi. All’improvviso un giovane dal berretto rosso le strappa la benda: gli occhi della donna, corrosi e imputriditi, rispecchiano «la follia di un’anima morente».
Così, all’inizio del XX secolo, Edgar Lee Masters rappresentava la giustizia nella sua «Antologia di Spoon River». Qualche anno prima Masters, avvocato, aveva tentato invano di difendere un giovane simpatizzante anarchico: nell’aula di un tribunale la legge aveva mostrato apertamente il proprio vero volto colpendo senza ragione, solo per ossequio al potere, un innocente.
La benda, la bilancia, la spada: a questi attributi, la cui associazione i tribunali del mondo anglosassone conoscono molto meglio di quelli italiani, è dedicato l’ultimo libro di Adriano Prosperi, «Giustizia bendata.  Percorsi di un’immagine» (Einaudi, pp 260, euro 34). Prosperi, docente alla Scuola Normale Superiore di Pisa, in questo volume studia la storia attraverso le immagini e le immagini attraverso la storia in quanto, come lo stesso autore sottolinea, il gioco dei simboli è storicamente determinato e dietro a ogni particolare di un’iconografia si nasconde un significato.
Osserviamo, così, la bilancia passare dalle mani della dea egizia Màat a quelle della giustizia dei pittori umanisti: in mezzo, a congiungere con una linea questi punti lontanissimi, la Bibbia e le rappresentazioni medievali del Giudizio Universale.
Qui la bilancia è attributo dell’arcangelo Michele, pesatore di anime, che punisce i peccatori con la spada; spada che ritorna, in alcune raffigurazioni del Giudizio, come forma visibile della sentenza pronunciata da Cristo.
Molto più problematico il ruolo della benda, che copre gli occhi di Cristo nella Passione e che ancora oggi ancora oggi è imposta ai condannati a morte. Nell’iconografia della sinagoga ebraica essa rappresenta la cecità di chi non seppe riconoscere il figlio di Dio e, analogamente, al suo primo apparire come attributo della giustizia ha un significato negativo: nella «Nave dei folli» di Sebastian Brant, opera pubblicata a Basilea nel 1494, è proprio un folle a nascondere la verità agli occhi della giustizia.
Nel giro di pochi anni, tuttavia, la cecità della giustizia diviene garanzia di equità: il giudice, bendato, applica la legge senza che le apparenze del mondo possano indirizzare la sua sentenza.
Ma quale volto ha oggi la giustizia? Quello impassibile attribuitole dal Giambologna e da Battista Dossi o quello folle e corrotto intravisto da Lee Masters?
Lo spettacolo offerto dai tribunali, quello spettacolo che le telecamere mostrano al pubblico e che spesso divide gli spettatori in ultras della condanna o dell’assoluzione, è una rappresentazione di equità o di parzialità? Difficile rispondere.
Ma forse non è un caso che anche in Italia gli storici (fra gli autori di importanti studi recenti troviamo anche Ottavia Niccoli, Cesarina Casanova e Giancarlo Angelozzi) si interroghino sulla nascita, sulla natura, sui limiti d’azione di quella misteriosa e terribile donna bendata.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Esauriti ultimi 20mila biglietti per Vasco a Modena

MUSICA

Esauriti gli ultimi 20mila biglietti per Vasco a Modena

E' morto Roger Moore: l'ex James Bond aveva 89 anni

cinema

E' morto Roger Moore: è il primo addio a un protagonista di "007"

Il fiscalista di Corona: "faceva 130mila euro di nero al mese"

PROCESSO

Il fiscalista di Corona: "Faceva 130mila euro di nero al mese"

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Cher, a 71 anni look ose' a Billboard Music Awards

MUSICA

Cher, look osé. A 71 anni incanta ancora

1commento

Lealtrenotizie

Incendio all'ex scuola di Baganzola, in fumo l'archivio della Magnanini

tg parma

Ex scuola di Baganzola, rogo distrugge l'archivio "Magnanini". E' doloso? Video

via trento

Alcol a chi era già ubriaco: negozio "punito" fino a fine ottobre

LEGA PRO

Il Parma vuole la qualificazione

allarme

Sorbolo, non solo parkour. "Ora fingono di finire sotto le auto"

stradone

L'associazione dei writers: "Il Comune ci affidi il sottopasso: sarà spazio culturale"

LA POLEMICA

Avversari all'attacco di Pizzarotti

1commento

SPECIALE ELEZIONI 2017

Candidati sindaci, 15 risposte su Parma in 2' I video

sos animali

Via Aleotti, avvelenato un cane. Sospetto bocconi nell'area verde

polizia

L' "ordinaria" sequenza di furti nei supermercati: denunciati in tre

PROGETTI

Pilotta, l'alba di una nuova era. Già rinvenuti tre busti

Traversetolo

Spunta un villaggio neolitico sotto il futuro Conad

Fidenza

Bar «Spiga d'oro», due furti in quattro giorni

VIABILITA'

Industria 4.0 in fiera: code al casello di Parma

LANGHIRANO

Motorini, proteste per l'«invasione»

PERSONAGGIO

Picelli, il «vecio dei Capannoni» e la storia del quartiere Cristo

Volontariato

Sorbolo piange Lina, l'angelo degli anziani

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

La balla dei soldi pubblici ai giornali

di Michele Brambilla

EDITORIALE

Loro criminali paranoici. Noi troppo deboli e divisi

di Paolo Ferrandi

ITALIA/MONDO

terrorismo

Italiano rapito in Siria riappare in un nuovo video

MILANO

Fiamme al carcere minorile Beccaria: dramma sventato

SOCIETA'

CESENA

La triatleta Julia Viellehner è morta: donati gli organi

avvistamenti

"Flottiglia di Ufo nei cieli di San Marino": le foto

3commenti

SPORT

Giro d'Italia

Dumoulin e i problemi intestinali: tappa a bordo strada Video

CESENA

Nicky Hayden: la famiglia acconsente all'espianto degli organi

MOTORI

MOTORI

Nuova Volvo XC60, ancor più qualità e sicurezza

CAMBIO

L'automatico manda in pensione il manuale? I 5 miti da sfatare