20°

MOSTRA

Silenzio dei volti, colore dell'anima

«Sguardo d'artista», opere di Mario Daolio a Guastalla

Silenzio dei volti, colore dell'anima
0

Manuela Bartolotti
Pochi segni essenziali e macchie di colore, rapidi colpi di spatola dai quali emerge non solo un volto, un corpo, ma la sostanza stessa della persona e la sua vibrazione interiore. 
Potrebbe sembrare scontato restituire nel ritratto non solo l’aspetto fisico, ma l’imponderabile e l’invisibile interiorità. In realtà è solo di chi sa impugnare il pennello come una sonda per scandagliare il mondo e soprattutto l’uomo. 
Mario Daolio, sempre della dinastia di noti poeti, musicisti, pittori, mostra questa sua qualità in un’antologica dal titolo «Sguardo d’artista» a Palazzo Fracassi a Guastalla (fino a domenica), luogo espositivo che per ora va a sostituire il terremotato Palazzo Ducale. 
La matrice della sua pittura, il suo più immediato referente pittorico è Cézanne e si nota infatti nelle pennellate staccate e poi sovrapposte quella ricerca inquieta entro la vita e le cose, la volontà di andare sempre più in profondità, d’afferrare per poi restituire eloquenti silenzi in volti, paesaggi e nature morte. 
Nelle opere su carta, la sua forza espressiva è più accentuata, più immediata. Più efficaci delle nature morte sono i paesaggi, più dei paesaggi le figure umane. Escono dalla tela quasi con prepotenza, fatte di colori, costruite d’emozioni e di prepotente voracità di vita. 
Sono giovani, fanciulli e osservano fuori dal quadro come se oltre quello sguardo speranzoso vi fosse il futuro, oppure sono vecchi di profilo, schizzati rapidamente con un segno a volte espressionista. 
Nonostante certi apparentamenti internazionali, l’opera di Daolio s’inserisce in quella corrente emiliana che da noi ha l’esempio più alto in Amedeo Bocchi. Queste opere, pur parlando un linguaggio universale, presentano caratteristiche di tratto, d’ambientazione che rimandano a tanta pittura novecentesca ancora nostalgica dell’Impressionismo, fino ad alcuni artisti contemporanei nostrani, quali – specialmente nei paesaggi - il fidentino Rino Sgavetta. 
Di peculiare c’è però la costante nostalgia che emana dai suoi quadri e l’assenza di persone, quasi Daolio voglia ritrarre anche i luoghi, le loro atmosfere, riuscendo a evocare il mondo della Bassa, ammantandolo di una solitudine che è riflessione, contemplazione, memoria ancora vibrante. Infine vita, nelle morbide evoluzioni del colore, nelle apparizioni solitarie e sincere di cose e natura. Di piante, di terre, di uomini. Soprattutto e oltre tutto, di uomini. 
Manuela Bartolotti


Pochi segni essenziali e macchie di colore, rapidi colpi di spatola dai quali emerge non solo un volto, un corpo, ma la sostanza stessa della persona e la sua vibrazione interiore. Potrebbe sembrare scontato restituire nel ritratto non solo l’aspetto fisico, ma l’imponderabile e l’invisibile interiorità. In realtà è solo di chi sa impugnare il pennello come una sonda per scandagliare il mondo e soprattutto l’uomo. Mario Daolio, sempre della dinastia di noti poeti, musicisti, pittori, mostra questa sua qualità in un’antologica dal titolo «Sguardo d’artista» a Palazzo Fracassi a Guastalla (fino a domenica), luogo espositivo che per ora va a sostituire il terremotato Palazzo Ducale. La matrice della sua pittura, il suo più immediato referente pittorico è Cézanne e si nota infatti nelle pennellate staccate e poi sovrapposte quella ricerca inquieta entro la vita e le cose, la volontà di andare sempre più in profondità, d’afferrare per poi restituire eloquenti silenzi in volti, paesaggi e nature morte. Nelle opere su carta, la sua forza espressiva è più accentuata, più immediata. Più efficaci delle nature morte sono i paesaggi, più dei paesaggi le figure umane. Escono dalla tela quasi con prepotenza, fatte di colori, costruite d’emozioni e di prepotente voracità di vita. Sono giovani, fanciulli e osservano fuori dal quadro come se oltre quello sguardo speranzoso vi fosse il futuro, oppure sono vecchi di profilo, schizzati rapidamente con un segno a volte espressionista. Nonostante certi apparentamenti internazionali, l’opera di Daolio s’inserisce in quella corrente emiliana che da noi ha l’esempio più alto in Amedeo Bocchi. Queste opere, pur parlando un linguaggio universale, presentano caratteristiche di tratto, d’ambientazione che rimandano a tanta pittura novecentesca ancora nostalgica dell’Impressionismo, fino ad alcuni artisti contemporanei nostrani, quali – specialmente nei paesaggi - il fidentino Rino Sgavetta. Di peculiare c’è però la costante nostalgia che emana dai suoi quadri e l’assenza di persone, quasi Daolio voglia ritrarre anche i luoghi, le loro atmosfere, riuscendo a evocare il mondo della Bassa, ammantandolo di una solitudine che è riflessione, contemplazione, memoria ancora vibrante. Infine vita, nelle morbide evoluzioni del colore, nelle apparizioni solitarie e sincere di cose e natura. Di piante, di terre, di uomini. Soprattutto e oltre tutto, di uomini. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Sembra ieri 1/1: 1984 - In piazza della Pace l'ippopotamo Pippo

TV PARMA

Sembra ieri: 1985 - Il "nuovo" Ponte Italia

Highlander: San Patrick's

Pgn

Highlander: San Patrick's, le foto della festa

E' morto Thomas Milian

Tomas Milian aveva 84 anni

Lutto

Addio a "Er monnezza": è morto Tomas Milian Gallery Video

3commenti

Notiziepiùlette

Ultime notizie

«Mastroianni's»: piatti moderni, curati e fantasiosi

Foto tratta dal sito ufficiale del ristorante

CHICHIBIO

«Mastroianni's»: piatti moderni, curati e fantasiosi

Lealtrenotizie

Raffaele Sollecito: «Vivo a Bixio, lavoro e ho tanti amici»

Dopo l'assoluzione

Raffaele Sollecito: «Vivo a Bixio, lavoro e ho tanti amici»

Autosole

L'ambulanza tampona, il paziente a bordo finisce sull'elicottero

AGENDA

Un weekend alla scoperta dei castelli

TRAFFICO METEO NEWS

Buongiorno Parma!

Traffico-Meteo-News: tutte le informazioni utili prima di uscire di casa

Formaggio

La grana del grana

Il candidato

Laura Cavandoli: Il centrodestra si divide

Salsomaggiore

Nozze indiane, fascino e colori al castello di Tabiano

Profughi

«Lasciati senza cibo per 7 giorni»

Autostrada

Auto sbanda in A1: muore un 53enne, traffico in tilt per ore Video

Diversi chilometri di coda anche tra Fidenza e Fiorenzuola verso Milano a causa di un altro incidente

Testimonianza

Bloccata in coda in A1: "Ho spento la macchina, attesa senza fine"

4commenti

ANTEPRIMA GAZZETTA

Raffaele Sollecito si trasferisce a Parma: intervista esclusiva Video

Accusato con Amanda Knox dell'omicidio Kercher, Sollecito è stato assolto. Ha scelto di vivere a Parma

2commenti

Sentenza

Multa ingiusta, Equitalia condannata

Bedonia

Domani riapre la stagione di pesca

PONTETARO

I ladri svaligiano l'auto in pochi minuti con la chiave clonata

1commento

PARMA

Suonava in Pilotta: multato per la terza volta il fisarmonicista Giovanni 

17commenti

TRAVERSETOLO

Sorpreso ad abbandonare rifiuti, rimedia ripulendo la discarica

Colto in flagranza dai vigili. Ha anche realizzato una staccionata a sue spese

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

Siamo uomini o robot?

EDITORIALE

Truffe, anziani e soldi sotto il materasso

di Carlo Brugnoli

ITALIA/MONDO

Stati Uniti

Schiaffo a Trump: non ha i voti per abolire l'Obamacare

Milano

Il convivente spegne la tv in camera, lei tenta di ucciderlo

2commenti

WEEKEND

ELEONORA RUBALTELLI

Video-ricetta: la tartare di tonno e stracciatella

IL DISCO

Nasce il fenomeno Sex Pistols

SPORT

Mondiali

l'Italia batte l'Albania (2-0)

f1

Australia: nelle libere Hamilton vola, Raikkonen quarto

MOTORI

prova su strada

Kia Niro, il «nativo ibrido»

anteprima

Nuova Ferrari GTC4Lusso, il test drive Fotogallery