11°

26°

libri

Giannelli, matita pungente per un Paese nel caos

Giannelli,  matita pungente per un Paese nel caos
0

 

Gabriele Grasselli
C'è Berlusconi nei panni di Re Visione che declama «Il mio regno per un cavillo», c'è San Pietro che chiede ad Andreotti appena arrivato in cielo se si è «portato dietro la scatola nera» (e il dietro è la gobba), ci sono Ratzinger e Bergoglio che ballano un tango sotto la scritta «La Chiesa cambia passo», c'è l'Alfetta, auto dell'anno (Alfano-Letta), guidata da Napolitano, al quale hanno rinnovato la patente nonostante l'età. Si sa, una vignetta azzeccata a volte è più efficace di un editoriale e quelle di Giannelli, tutti i giorni in prima pagina sul Corriere della Sera, sono da tempo le più temute e rispettate. Quindi per un ripasso di quanto successo, soprattutto in politica, negli ultimi dodici mesi e per potersi gustare disegni e battute uno dietro l'altra in ordine cronologico è appena uscita l'ultima raccolta, «Diversamente Italia» (Marsilio) in cui l'autore, in una premessa, si confessa preoccupato: «La cosa più grave in questo disastrato Paese è che sembra finito il ventennio berlusconiano e nella satira un ''grande'' come Silvio è impossibile che rinasca». Pare però che possa stare tranquillo: nonostante i recentissimi rovesci, Silvio non risulta intenzionato a lasciare caricaturisti e comici senza lavoro. Il campionario esibisce protagonisti più o meno nuovi come Grillo, Renzi, Grasso e la Boldrini, persino Razzi, o eterni come appunto il Cavaliere o presto tramontati come Monti (e Oscar Giannino, impallinato subito a causa della finta laurea). Ma sul palcoscenico nostrano il succedersi velocissimo di eventi, colpi di scena, ribaltamenti, dichiarazioni, smentite, gaffe, annunci, apparizioni tv disgraziate, votazioni, decadenze, resurrezioni è talmente rutilante e sorprendente che rivedendo le vignette a distanza di tempo si percepisce in alcune un senso di sopravvalutazione di alcuni episodi apparsi rilevanti e imprescindibili al momento e in seguito quasi dimenticati perché superati da decine di altri ben più clamorosi. 
Inoltre, in questa Italia «che tutti vorrebbero diversa e invece ci si deve accontentare di una Diversamente Italia» la campagna elettorale è ininterrotta praticamente da anni e la realtà sorpassa talmente tanto la fantasia - e succede ormai da molto tempo - da rendere sempre più complicato il lavoro di chi fa satira nonché quello del lettore che stenta a ricordarsi tutto e a tenere focalizzato nella memoria un dato passaggio. 
Molto spazio comunque è dedicato, nella prima parte dell'anno, a Bersani alle prese con il giaguaro che poi alla fine lo morde e lo fa scomparire dalla ribalta. Ma non c'è stato solo Berlusconi a rendere difficile la vita all'ex segretario Pd: cosa dire di Renzi? Ecco che, sotto la scritta «Il tempo passa», nella parte superiore di una clessidra Bersani si sfarina e i granelli vanno a costruire, in quella sotto, un Renzi sornionissimo e scalpitante. Il secondo mandato al Quirinale per Napolitano viene suggellato da un ritratto di Re Giorgio incorniciato dal motto «L'età c'est moi». Grillo evidentemente non ispira troppo Giannelli, a differenza del leader di Bettola che è titolare di alcune fra le battute più velenose. Pochissimi gli sconfinamenti all'estero, ma quando scoppia lo scandalo Datagate Giannelli disegna una bandiera americana che al posto delle stelle reca 50 orecchie. E Letta? In molte vignette il riferimento è allo zio Gianni, nume tutelare del Cavaliere. E in una gli appare in sogno Andreotti: «Ricordati che il potere logora chi non ce l'ha». «Questo è il problema», risponde il neoeletto premier costantemente traballante. 
● Diversamente Italia
    Marsilio, pag. 204, € 15,00
Gabriele Grasselli

C'è Berlusconi nei panni di Re Visione che declama «Il mio regno per un cavillo», c'è San Pietro che chiede ad Andreotti appena arrivato in cielo se si è «portato dietro la scatola nera» (e il dietro è la gobba), ci sono Ratzinger e Bergoglio che ballano un tango sotto la scritta «La Chiesa cambia passo», c'è l'Alfetta, auto dell'anno (Alfano-Letta), guidata da Napolitano, al quale hanno rinnovato la patente nonostante l'età. Si sa, una vignetta azzeccata a volte è più efficace di un editoriale e quelle di Giannelli, tutti i giorni in prima pagina sul Corriere della Sera, sono da tempo le più temute e rispettate. Quindi per un ripasso di quanto successo, soprattutto in politica, negli ultimi dodici mesi e per potersi gustare disegni e battute uno dietro l'altra in ordine cronologico è appena uscita l'ultima raccolta, «Diversamente Italia» (Marsilio) in cui l'autore, in una premessa, si confessa preoccupato: «La cosa più grave in questo disastrato Paese è che sembra finito il ventennio berlusconiano e nella satira un ''grande'' come Silvio è impossibile che rinasca». Pare però che possa stare tranquillo: nonostante i recentissimi rovesci, Silvio non risulta intenzionato a lasciare caricaturisti e comici senza lavoro. Il campionario esibisce protagonisti più o meno nuovi come Grillo, Renzi, Grasso e la Boldrini, persino Razzi, o eterni come appunto il Cavaliere o presto tramontati come Monti (e Oscar Giannino, impallinato subito a causa della finta laurea). Ma sul palcoscenico nostrano il succedersi velocissimo di eventi, colpi di scena, ribaltamenti, dichiarazioni, smentite, gaffe, annunci, apparizioni tv disgraziate, votazioni, decadenze, resurrezioni è talmente rutilante e sorprendente che rivedendo le vignette a distanza di tempo si percepisce in alcune un senso di sopravvalutazione di alcuni episodi apparsi rilevanti e imprescindibili al momento e in seguito quasi dimenticati perché superati da decine di altri ben più clamorosi. Inoltre, in questa Italia «che tutti vorrebbero diversa e invece ci si deve accontentare di una Diversamente Italia» la campagna elettorale è ininterrotta praticamente da anni e la realtà sorpassa talmente tanto la fantasia - e succede ormai da molto tempo - da rendere sempre più complicato il lavoro di chi fa satira nonché quello del lettore che stenta a ricordarsi tutto e a tenere focalizzato nella memoria un dato passaggio. Molto spazio comunque è dedicato, nella prima parte dell'anno, a Bersani alle prese con il giaguaro che poi alla fine lo morde e lo fa scomparire dalla ribalta. Ma non c'è stato solo Berlusconi a rendere difficile la vita all'ex segretario Pd: cosa dire di Renzi? Ecco che, sotto la scritta «Il tempo passa», nella parte superiore di una clessidra Bersani si sfarina e i granelli vanno a costruire, in quella sotto, un Renzi sornionissimo e scalpitante. Il secondo mandato al Quirinale per Napolitano viene suggellato da un ritratto di Re Giorgio incorniciato dal motto «L'età c'est moi». Grillo evidentemente non ispira troppo Giannelli, a differenza del leader di Bettola che è titolare di alcune fra le battute più velenose. Pochissimi gli sconfinamenti all'estero, ma quando scoppia lo scandalo Datagate Giannelli disegna una bandiera americana che al posto delle stelle reca 50 orecchie. E Letta? In molte vignette il riferimento è allo zio Gianni, nume tutelare del Cavaliere. E in una gli appare in sogno Andreotti: «Ricordati che il potere logora chi non ce l'ha». «Questo è il problema», risponde il neoeletto premier costantemente traballante. 

Diversamente Italia
   Marsilio, pag. 204, € 15,00

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Insinna insulta i concorrenti: "Avevamo 7 dementi, ha giocato una nana"

striscia la notizia

Insinna insulta i concorrenti di "Affari tuoi": infuria la polemica Video

1commento

Prometteva la vittoria a Miss Mondo in cambio di sesso: smascherato da "Striscia la notizia"

MISS MONDO

Chiedeva sesso in cambio della vittoria: smascherato da "Striscia la notizia" Foto

Game of thrones 7

Game of Thrones

"La grande guerra è arrivata"

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Candidati: lancio Chiara

SPECIALE ELEZIONI 

Candidati sindaci, 15 risposte su Parma in 2' I video

di Chiara Cacciani

6commenti

Lealtrenotizie

Le «ronde elettroniche» funzionano. Già 260 i parmigiani coinvolti

Criminalità

Le «ronde elettroniche» funzionano. Già 260 i parmigiani coinvolti

2commenti

anteprima gazzetta

Fabi "ridisegna" l'ospedale. Ecco come cambia Video

Focus sui confronti elettorali fra i dieci candidati. Dopo molti anni due nuovi sacerdoti ordinati insieme. Inchieste sulle scuole materne di Parma. Tubercolosi, un secondo caso?

1commento

LEGA PRO

Play-off: il Parma giocherà con la Lucchese

Sondaggio: i nostri lettori speravano nei toscani o nella Reggiana. In caso di passaggio del turno, i crociati incontrerebbero la vincente di Pordenone-Cosenza

12commenti

lega pro

Paolo Grossi: "Lucchese, sorteggio favorevole" Video

Il Parma verso la Lucchese, guidata in panchina l'ex laziale Lopez, che ha sostituito Galderisi

2commenti

VERSO IL VOTO

Legalità, Alfieri lancia la sfida del certificato 335

E' il documento nel quale sono trascritti gli eventuali carichi pendenti

1commento

VERSO IL VOTO

Amministrative, i sondaggi nazionali sul «caso Parma». In testa Pizzarotti

9commenti

VIA COSTITUENTE

Colpiscono il gestore del supermercato con una catena: due donne arrestate per rapina

1commento

ENERGIA

Enel smetterà di cercare nuovi clienti via telefono

Novità dal 1° giugno

3commenti

TRAVERSETOLO

I ragazzini fanno i vandali, il sindaco: "Pagheranno le famiglie"

1commento

tg parma

Tubercolosi: migliora il 17enne malato ma c'è un altro caso "sospetto" al Rondani Video

2commenti

POLITICA

Il senatore Pagliari: "Dal 5 giugno arriveranno nuovi 15 vigili del fuoco a Parma"

2commenti

PARMA

Scontro auto-moto in via Colorno: un ferito

PARMA

Spacciava eroina in via Spadolini: condannato a 4 anni

Aveva 5,5 chili di cannabis: patteggia 36enne

Salsomaggiore

Lo struggente addio a Monia Lusignani

ESTATE

Torna "Musica in castello": 36 eventi in tutta la provincia

Alimentare

Parmacotto rilancia il brand sui canali digitali

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

La balla dei soldi pubblici ai giornali

di Michele Brambilla

3commenti

EDITORIALE

Loro criminali paranoici. Noi troppo deboli e divisi

di Paolo Ferrandi

ITALIA/MONDO

Nato

Trump prima delle foto spinge via il presidente del Montenegro Video

MODA

Laura Biagiotti è gravissima

SOCIETA'

MILANO

La danza dell'amore dei serpenti. In un parco pubblico

cinema

Festival di Cannes: curiosità dalla Croisette Foto

SPORT

playoff ritorno

Parma - Piacenza 2 - 0: gli highlights del match Video

CICLISMO

Giro: a Van Garderen il tappone dolomitico

MOTORI

IL TEST

Tiguan, come prima più di prima

novita'

Mazda CX-5, il Suv compatto che sfida i marchi premium