20°

31°

convegno

La tradizione? E' moderna. Bodoni insegna

Lo stile dello stampatore e designer parmigiano ricordato da De Bortoli, Gubitosi, Montan e Molossi

0

 

 Il mondo dell’informazione, scosso dalla rivoluzione di internet e dei nuovi media, non può perdere l'insegnamento di Giambattista Bodoni, simbolo delle stile italiano come stampatore, editore, disegnatore, incisore e grande designer di font tipografici. È questo il messaggio della seconda giornata del convegno 'Il segno italiano: moderno per tradizionè organizzato dall’Osservatorio Permanente Giovani Editori e Fondazione Cariparma al Teatro Regio di Parma.
Dopo l’analisi di ieri di Marcus Brauchli, vicepresidente del Washington Post, oggi è toccato al direttore del Corriere della Sera Ferruccio De Bortoli, al direttore generale della Rai Luigi Gubitosi e ai 'padroni di casà della Gazzetta di Parma Matteo Montan, amministratore delegato del gruppo, e Giuliano Molossi, direttore di Gazzetta di Parma e Radio Tv Parma, tracciare il quadro futuro dell’informazione nel nostro paese, ma non solo.
«I quotidiani – ha detto De Bortoli – non sono mai stati così letti come in questo periodo storico perchè i contenuti vengono declinati sulla carta, sul web, sull'ipad e su tutte le altre piattaforme tecnologiche. Il quotidiano ha una lunga storia che viene da lontano ma non appartiene al passato». 
 Resta fondamentale però il ruolo del giornalista che «deve selezionare, interrogarsi, senza sommergere il pubblico sia dell’acqua sporca che di quella pulita come un hacker. Spero solo che i giornalisti si rendano conto dei cambiamenti che stiamo vivendo prima dei lettori».
E se ai tempi di Bodoni erano poi i caratteri ad affascinare, oggi quel ruolo è svolto dalle immagini e dai video che, ha concluso De Bortoli, «possono essere il segno più forte della nostra giornata».
Da Luigi Gubitosi, direttore generale della Rai (gruppo da oggi è membro dell’Osservatorio Permanente Giovani-Editori), è arrivato invece un forte richiamo alla «mission educativa» dei media e, sulla tv pubblica, l’ammissione che «in passato c'è stata troppa influenza dei partiti. Oggi c'è libertà di stampa, purchè con modi garbati a differenza di altri talk show. Il punto deve essere non guardare in faccia ma rispettare tutti».
Decisamente nel segno di Bodoni la Gazzetta di Parma primo quotidiano d’Italia «stampato proprio dal grande tipografo», ha spiegato Matteo Montan, ad del gruppo editoriale parmigiano composta da quotidiano, tv e radio oltre che da una sempre più ampia piattaforma internet e che «credo segni la qualità del giornalismo locale» perchè, ha concluso il direttore di Gazzetta di Parma-Tv Parma «la lezione di stile, di gusto e di eleganza di Bodoni resta determinante».
 Il mondo dell’informazione, scosso dalla rivoluzione di internet e dei nuovi media, non può perdere l'insegnamento di Giambattista Bodoni, simbolo delle stile italiano come stampatore, editore, disegnatore, incisore e grande designer di font tipografici. È questo il messaggio della seconda giornata del convegno 'Il segno italiano: moderno per tradizione" organizzato dall’Osservatorio Permanente Giovani Editori e Fondazione Cariparma al Teatro Regio di Parma.

 

Dopo l’analisi di ieri di Marcus Brauchli, vicepresidente del Washington Post, oggi è toccato al direttore del Corriere della Sera Ferruccio De Bortoli, al direttore generale della Rai Luigi Gubitosi e ai 'padroni di casa" della Gazzetta di Parma Matteo Montan, amministratore delegato del gruppo, e Giuliano Molossi, direttore di Gazzetta di Parma e Radio Tv Parma, tracciare il quadro futuro dell’informazione nel nostro paese, ma non solo.«I quotidiani – ha detto De Bortoli – non sono mai stati così letti come in questo periodo storico perchè i contenuti vengono declinati sulla carta, sul web, sull'ipad e su tutte le altre piattaforme tecnologiche. Il quotidiano ha una lunga storia che viene da lontano ma non appartiene al passato».  Resta fondamentale però il ruolo del giornalista che «deve selezionare, interrogarsi, senza sommergere il pubblico sia dell’acqua sporca che di quella pulita come un hacker. Spero solo che i giornalisti si rendano conto dei cambiamenti che stiamo vivendo prima dei lettori».E se ai tempi di Bodoni erano poi i caratteri ad affascinare, oggi quel ruolo è svolto dalle immagini e dai video che, ha concluso De Bortoli, «possono essere il segno più forte della nostra giornata»

.Da Luigi Gubitosi, direttore generale della Rai (gruppo da oggi è membro dell’Osservatorio Permanente Giovani-Editori), è arrivato invece un forte richiamo alla «mission educativa» dei media e, sulla tv pubblica, l’ammissione che «in passato c'è stata troppa influenza dei partiti. Oggi c'è libertà di stampa, purchè con modi garbati a differenza di altri talk show. Il punto deve essere non guardare in faccia ma rispettare tutti».Decisamente nel segno di Bodoni la Gazzetta di Parma primo quotidiano d’Italia «stampato proprio dal grande tipografo», ha spiegato Matteo Montan, ad del gruppo editoriale parmigiano composta da quotidiano, tv e radio oltre che da una sempre più ampia piattaforma internet e che «credo segni la qualità del giornalismo locale» perchè, ha concluso il direttore di Gazzetta di Parma-Tv Parma «la lezione di stile, di gusto e di eleganza di Bodoni resta determinante».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Morto svedese Nyqvist, Mikael Blomkvist in Millenium

Lutto nel cinema

E' morto l'attore Michael Nyqvist, Mikael Blomkvist in Millenium

Serena Williams incinta e senza veli su Vanity Fair

Serena Williams sulla copertina di Vanity (Ed. Usa)

Il caso

Serena Williams incinta e senza veli su Vanity Fair

"Bidonata" alle nozze porta gli invitati al ristorante. Risarcimento in arrivo?

sassari

"Bidonata" alle nozze porta gli invitati al ristorante. Risarcimento in arrivo?

Notiziepiùlette

Nabila: «Io, al servizio di Parma»
Consigliera marocchina

Nabila: «Io, al servizio di Parma»

Ultime notizie

Autovelox e autodetector: la mappa dei controlli

Autovelox (foto d'archivio)

CONTROLLI

Autovelox e autodetector: la mappa della settimana 

Lealtrenotizie

Truffa milionaria, agente immobiliare condannato a 7 anni e mezzo

IL CASO

Truffa milionaria, agente immobiliare condannato a 7 anni e mezzo

furti

Svaligiato il circolo Rapid

1commento

gazzareporter

Il triste tour dei vetri rotti tocca via Emilio Lepido

ATENEO

Preghiera musulmana, inaugurato lo spazio

6commenti

il caso

Sequestro Dall'Orto, nuove indagini dopo 29 anni

TRIBUNALE

Armi e bossoli in casa, primi due patteggiamenti per la banda dei sardi

Intervista

Ermal Meta: «Il mio sogno si chiama musica»

La foto "virale"

Gocce di pioggia su di loro: ed è record di clic

Impresa

L'America's Cup parla parmigiano

SERIE B

Le vacanze dei crociati

LUTTO

La morte di don Bricoli, storico parroco di Riccò e di Vizzola

Incidente

Ciclista investito alle porte di Basilicagoiano (Video)

E' ricoverato in Rianimazione

3commenti

furto

Folle notte al Barino, video 1: i ladri se ne vanno con la cassa, video 2  il secondo "visitatore" con 2 bottigliette d'acqua

16commenti

EMERGENZA

Siccità: in pianura la falda ha autonomia solo per altri 70-90 giorni Video

2commenti

musica

Silvia Olari ci racconta "Fuori di Testa" Videointervista

Crisi pd?

Bonaccini: "Parma poteva essere laboratorio nazionale". Franceschini: "Nati per unire, non dividere"

12commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Il Parma è l'esempio per la rinascita della città

di Michele Brambilla

3commenti

EDITORIALE

Pd, quanti errori dietro l'ennesima batosta

di Stefano Pileri

6commenti

ITALIA/MONDO

il delitto

Garlasco: la Cassazione conferma i 16 anni a Stasi

catania

Scafista tradito da un selfie: fermato

SOCIETA'

salute

Drogometro, in 8 minuti scova gli ''sballati'' alla guida

INFORMATICA

Maxi attacco hacker in Russia e Ucraina

SPORT

SEMIFINALE

Gli azzurrini in dieci: la Spagna dilaga

vela

Coppa America, trionfo New Zealand. Primo sfidante Luna Rossa. Azzurra? Forse torna

MOTORI

LA PROVA

Nissan, 10 anni di Qashqai. Ecco come va il nuovo Foto Dati tecnici

ANTEPRIMA

Arona, ecco il Suv compatto secondo Seat