16°

31°

Arte-Cultura

Profezia sociale ed eros: torna «La Califfa» di Alberto Bevilacqua

Profezia sociale ed eros: torna «La Califfa» di Alberto Bevilacqua
Ricevi gratis le news
0

di Giuseppe Marchetti
È un inizio diventato famoso: «Si fa presto a dire: quella è una slandra, una donna da rifiuti. Ti mettono la croce addosso e addio, poi fanno le orecchie del sordo». 
 Era il 1964, Rizzoli pubblicò «La Califfa» del parmigiano Alberto Bevilacqua, che ora Einaudi lodevolmente ripropone. E quel titolo piacque, divenne un modo di dire, si fece largo tra la folla dei romanzi che covavano sotto la cenere del realismo la loro fragile entità di storie. Questa no. Il giovane Bevilacqua trentenne la caricava di un sapore nuovo, profetico si disse.
Non era una facile profezia, comunque, era semmai un credere disperato all'istinto del tempo, una festa di toni e di ingiunzioni sentimentali che violavano la consuetudine di quegli anni già così presuntuosi di sé, del benessere e del consumo che diventavano la moda da seguire a ogni costo.
«La Califfa» è, in fondo, anche un intenso romanzo d'amore: lo si vide meglio quando Bevilacqua ne trasse una sceneggiatura per il proprio film con Ugo Tognazzi e Romy Schneider, ma fra queste pagine s'annida una novità che supera di molto le figure e i caratteri dell'Irene Corsini «slandra» e di Annibale Doberdò. È la novità che l'autore stesso  ci sottopone: «Annibale Doberdò divenne il simbolo vivente di una categoria sociale che il fascismo doveva arricchire, senza poi travolgerla nel suo crollo, che i preti dovevano benedire anche nei suoi peccati e alla quale la guerra doveva offrire, nel desolato deserto, i fiori amari della speculazione».
Dunque, una novità politica e sociale ancor prima che letteraria, la quale poi nell'alternarsi della prima e della terza persona durante lo svolgimento del racconto concepiva e restituiva un naturalismo psicologico fine e disincantato quale forse più Bevilacqua raggiunse nelle opere successive dominate da altre preoccupazioni di contenuti e di stili descrittivi. In quegli Anni Settanta, tra «Memoriale» di Volponi e «Le furie» di Piovene, «I racconti» di Delfini e «Il male oscuro» di Berto, «La cognizione del dolore» di Gadda o «L'attenzione» di Moravia, Bevilacqua infila l'oggetto ansioso della sua protagonista e il significato di un comportamento sociale, politico e sentimentale che Calvino avrebbe qualche anno dopo definito come neoespressionismo agli albori della rivoluzione industriale.
Rivoluzione che però Bevilacqua riconduce non ai massimi fattori dell'impegno e degli elementi storici, bensì ai segni costitutivi della città, di una Parma gagliarda illuminata tra i borghi e le strade, sul maneggio del parco che guarda i balconi di palazzo Doberdò, sui «celerotti inchiodati davanti ai cancelli», sulla povera Clementina Doberdò, sul Gazza al quale il commendatore ingiunge: «La sua dignità sta nell'ascoltare e nel lavorare sott'acqua...», e infine sull'indimenticabile Viola.
Costruito per spazi molto stretti e doppiamente legati, il romanzo conserva drammatica, mentre la pronuncia narrativa si semplifica in suggestione del parlato che la felicità carnale di Doberdò declina agevolmente e la sensualità della Califfa nobilita con un sorriso e una smorfia unite da «una purezza di fondo»  che Bevilacqua fa risaltare con avvincente passione di uomo e di romanziere.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Telefono hackerato: on line la Vonn e Woods nudi

Il caso

Telefono hackerato: on line la Vonn e Woods nudi

Paura per Minghi: ricoverato per un'intossicazione. Tour sospeso

Lecce

Paura per Minghi: ricoverato per un'intossicazione. Tour sospeso

Hydro jet

estate

Fa il "figo" con l'hydrojet, ma finisce male

1commento

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Osteria dl’Andrea

CHICHIBIO

«Osteria dl’Andrea», cucina casalinga della tradizione

di Chichibio

Lealtrenotizie

Salva un uomo che sta annegando e lo rianima

LA STORIA

Traversetolese salva un uomo che sta annegando e lo rianima

2commenti

COLORNO

"E' morto assiderato", il pranha del canale Galasso diventa un caso giudiziario

Fontevivo

Tre rottweiler liberi: paura in paese

via Spezia

Scoppia la gomma del bus: paura e...ritardo

serie B

Sondaggio: vi piace il tris di maglie del Parma?

2commenti

Fontevivo

Arrivano i nomadi: sgombero lampo

6commenti

tardini

Il Parma si presenta: sotto la Nord cori e festa per la squadra e le nuove maglie

Faggiano: "Matri, abbiamo il sì del giocatore ma il Sassuolo se lo vuole tenere"

stadio tardini

Una "passione" lunga 40 anni: i Boys e i ricordi in mostra Gallery

Tendenze

Il tradimento al tempo dei social

Terremoto

I parmigiani ad Ischia: «Notte di paura»

1commento

Due colpi in poche ore

Nuova rapina ad un bancomat

2commenti

COLORNO

50 anni fa Mazzoli divenne il re della motonautica

TRIBUNALE

Blitz notturno nel bar di via Bixio, condannato il ladro

terrorismo

Rischio attentati, la Prefettura: barriere e new jersey a feste e mercati

2commenti

meteo

Da giovedì ancora caldo torrido: arriva Polifemo Video

3commenti

furti

Ladri nel cortile della ditta: se ne vanno con un furgone "firmato"

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

I terroristi di ieri e quelli di oggi

di Michele Brambilla

EDITORIALE

La nuova mafia che occupa Parma

di Francesco Bandini

7commenti

ITALIA/MONDO

danimarca

Trovato decapitato il corpo di Kim, la giornalista scomparsa sul sottomarino

taranto

Gioca 2 euro al 10eLotto e vince 1 milione

SPORT

basket nba

Clamoroso scambio: Irving a Boston, Isaiah Thomas a Cleveland

Ciclismo

Vuelta, ancora un italiano: Trentin

SOCIETA'

usa

Tumore ovaie: risarcimento, J&J pagherà altri 417 milioni per "talco killer"

Irlanda

Il bodybuilder al supermarket è uno show

MOTORI

VACANZE

Attenzione a come caricate i bagagli: si rischiano punti patente

MERCATO

Bmw Italia, 2000 euro per la permuta di diesel Euro4 e precedenti