15°

Arte-Cultura

Profezia sociale ed eros: torna «La Califfa» di Alberto Bevilacqua

Profezia sociale ed eros: torna «La Califfa» di Alberto Bevilacqua
0

di Giuseppe Marchetti
È un inizio diventato famoso: «Si fa presto a dire: quella è una slandra, una donna da rifiuti. Ti mettono la croce addosso e addio, poi fanno le orecchie del sordo». 
 Era il 1964, Rizzoli pubblicò «La Califfa» del parmigiano Alberto Bevilacqua, che ora Einaudi lodevolmente ripropone. E quel titolo piacque, divenne un modo di dire, si fece largo tra la folla dei romanzi che covavano sotto la cenere del realismo la loro fragile entità di storie. Questa no. Il giovane Bevilacqua trentenne la caricava di un sapore nuovo, profetico si disse.
Non era una facile profezia, comunque, era semmai un credere disperato all'istinto del tempo, una festa di toni e di ingiunzioni sentimentali che violavano la consuetudine di quegli anni già così presuntuosi di sé, del benessere e del consumo che diventavano la moda da seguire a ogni costo.
«La Califfa» è, in fondo, anche un intenso romanzo d'amore: lo si vide meglio quando Bevilacqua ne trasse una sceneggiatura per il proprio film con Ugo Tognazzi e Romy Schneider, ma fra queste pagine s'annida una novità che supera di molto le figure e i caratteri dell'Irene Corsini «slandra» e di Annibale Doberdò. È la novità che l'autore stesso  ci sottopone: «Annibale Doberdò divenne il simbolo vivente di una categoria sociale che il fascismo doveva arricchire, senza poi travolgerla nel suo crollo, che i preti dovevano benedire anche nei suoi peccati e alla quale la guerra doveva offrire, nel desolato deserto, i fiori amari della speculazione».
Dunque, una novità politica e sociale ancor prima che letteraria, la quale poi nell'alternarsi della prima e della terza persona durante lo svolgimento del racconto concepiva e restituiva un naturalismo psicologico fine e disincantato quale forse più Bevilacqua raggiunse nelle opere successive dominate da altre preoccupazioni di contenuti e di stili descrittivi. In quegli Anni Settanta, tra «Memoriale» di Volponi e «Le furie» di Piovene, «I racconti» di Delfini e «Il male oscuro» di Berto, «La cognizione del dolore» di Gadda o «L'attenzione» di Moravia, Bevilacqua infila l'oggetto ansioso della sua protagonista e il significato di un comportamento sociale, politico e sentimentale che Calvino avrebbe qualche anno dopo definito come neoespressionismo agli albori della rivoluzione industriale.
Rivoluzione che però Bevilacqua riconduce non ai massimi fattori dell'impegno e degli elementi storici, bensì ai segni costitutivi della città, di una Parma gagliarda illuminata tra i borghi e le strade, sul maneggio del parco che guarda i balconi di palazzo Doberdò, sui «celerotti inchiodati davanti ai cancelli», sulla povera Clementina Doberdò, sul Gazza al quale il commendatore ingiunge: «La sua dignità sta nell'ascoltare e nel lavorare sott'acqua...», e infine sull'indimenticabile Viola.
Costruito per spazi molto stretti e doppiamente legati, il romanzo conserva drammatica, mentre la pronuncia narrativa si semplifica in suggestione del parlato che la felicità carnale di Doberdò declina agevolmente e la sensualità della Califfa nobilita con un sorriso e una smorfia unite da «una purezza di fondo»  che Bevilacqua fa risaltare con avvincente passione di uomo e di romanziere.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Angelina Jolie mangia insetti con i figli

curiosità

Angelina Jolie ai fornelli: mangia insetti coi figli Video

arsenal

inghilterra

Mangia il panino in panchina. E il Sutton lo licenzia Video

Bebe Vio minacciata di violenza sessuale su social network

denuncia

Bebe Vio minacciata di violenza sessuale sui social network

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Lavagna, la droga e il troppo amore

EDITORIALE

I figli, la droga e una mamma "condannata" per troppo amore

di Carlo Brugnoli

12commenti

Lealtrenotizie

Collecchio, ecco come sono stati incastrati i rapinatori della Cariparma

carabinieri

Collecchio, ecco come sono stati incastrati i rapinatori della Cariparma

7commenti

procura

Bryan, nato senza gambe: chiesta l'archiviazione dell'indagine per lesioni colpose

agroalimentare

Falsi prosciutti Dop: indagati, perquisizioni. Consorzio "Parma": "Noi parte lesa"

1commento

solidarietà

Parma Facciamo Squadra: un risultato (super) da 162.700 euro

Al Regio, cerimonia di consegna dei fondi

Premio "donna sport"

Un "oro" sui libri per la Folorunso: è pure strabrava a scuola

il caso

Tep, la tempesta delle reazioni è politico-sindacale

Dalla Cgil o la Uil fino a Casapound, gli interventi sull'aggiudicazione del servizio di trasporto pubblico fa discutere

4commenti

Fisco

Condomini, l'Agenzia delle Entrate proroga la scadenza al 7 marzo

giudice

Crociati a Salò senza Baraye. Parma multato per lancio di bottigliette

1commento

Fidenza

Concari, la medicina come missione

L'intervista Il direttore dell'équipe di Ortopedia a Vaio racconta la sua esperienza: nove volte in Bangladesh

tg parma

Multe dei varchi: il Comune propone una risoluzione bonaria Video

6commenti

ente

Provincia, assegnate le deleghe. Bodria è vicepresidente

3commenti

IL CASO

Finto malato e assenteista, condannato ex infermiere del Maggiore

La corte dei conti: 24.824 euro di risarcimento

5commenti

GAZZAREPORTER

Degrado in Oltretorrente Foto

Un lettore racconta con le immagini una passeggiata abortita

8commenti

Salso

Righe blu, e la mezz'ora gratis che fine ha fatto?

1commento

Sicurezza

Parma, blitz nelle cattedrali del degrado

5commenti

scuola

Marconi, il consiglio di istituto boccia il sorteggio

La Gilda: "La politica trovi una soluzione e nuove aule"

1commento

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

Le deprimenti liti dei politici

5commenti

EDITORIALE

L'ottusa burocrazia che blocca l'Italia

di Gian Luca Zurlini

ITALIA/MONDO

roma

Tassisti in piazza, cariche davanti alla sede Pd Video

avetrana

Omicidio di Sarah, confermato l'ergastolo per Cosima e Sabrina. E Michele Misseri torna in carcere

2commenti

SOCIETA'

modena

Travestito da water, era alla guida completamente ubriaco

Palermo

Blitz dei carabinieri, i rom rispondono cantando Bello Figo

4commenti

SPORT

LEGA PRO

Parma-Samb 4-2:
il film del match Video

storie di ex

Adriano, l'ultimo tabellino? Compleanno, festa da 91mila euro

MOTORI

anteprima

Nuova Kia Rio. Eccola in azione Video

SUPERCAR

Ferrari 812 Superfast,
la nuova berlinetta da 800 Cv