-2°

Arte-Cultura

Addio al padre del cyberpunk

Addio al padre del cyberpunk
0

di Paolo Pietroni
 «Ho sempre  scritto sul cambiamento, questo a partire dagli anni Cinquanta,  quando vennero introdotti tutti questi elementi della  modernizzazione: la televisione, i media di massa, i  supermercati, le tangenziali. Sentivo un irresistibile bisogno  di scriverci sopra. Cambiamento: ecco la cosa che fonda la  fantascienza», affermava James Graham Ballard, morto  in  Inghilterra, dopo una lunga malattia.
Era l’autore diventato popolare con «Crash» (1974), specie dopo  che nel 1996 David Cronemberg ne trasse l’omonimo film, e  «L'impero del sole» (1984), sulla sua esperienza di internato da  ragazzino con al sua famiglia nel campo di prigionia giapponese  di Lunghua durante la seconda guerra mondiale.
 Per anni e anni ha «perseverato», come diceva lui stesso,  a scrivere senza successo e con difficoltà di pubblicazione,  «Poi, naturalmente, è successo l’inevitabile e quello che ieri  sembrava buttare giù il tempio è stato accettato».
Comunque  Ballard negli anni Settanta, mentre i critici affermavano che il  suo lavoro «era un remake di roba degli anni Venti, che non era  niente di nuovo, ho mollato con la fantascienza vera e propria e  ho scritto ''Crash'' e tutti i libri che sono venuti dopo».
Libri  che presentano visioni apocalittiche della Terra distrutta dalla  tecnologia, dalla natura e dalla superbia.
Passando col tempo  dal noir al giallo sociale, i suoi romanzi affrontano con una  vena visionaria e grottesca le storture e la mancanza di valori  del moderno mondo di massa e della globalizzazione, «novelle  morali» che se la prendono col proliferare delle auto, con il  vivere in palazzi giganteschi di cemento, con i villaggi vacanze  e così via.
«Il futuro è morto, e noi siamo sonnambuli in un incubo»,  diceva icasticamente, aggiungendo: «Vedo periferie che si  diffondono per il pianeta, la suburbanizzazione dell’anima, vite  senza senso, noia assoluta. Una specie di mondo della tv  pomeridiana, quando sei mezzo addormentato. E poi, di tanto in  tanto, bum! Un evento di una violenza assoluta, del tutto  imprevedibile: qualcosa come un pazzo che spara in un  supermercato, una bomba che esplode. È pericoloso».
Tra i suoi tanti titoli, che spesso parlano da soli, ci sono  «Cocaine nights», «Condominio», «Il paradiso del diavolo», «L’isola di  cemento», «Super Cannes».  James Graham Ballard, era nato nel 1930 a Shangai, dove suo  padre lavorava, e dopo l’attacco di Pearl Harbor venne internato  con la famiglia in un campo di prigionia giapponese.  Solo nel  1946 riesce a tornare in Inghilterra con i suoi, dove inizia a  studiare medicina senza mai terminare l’università e entrando  invece nella Royal Air Force che lo trasferisce in Canada, dove  avviene la sua scoperta della fantascienza.
Così, quando torna  in patria nei primi anni '50, comincia a scrivere racconti,  pubblicando nel 1956 «Prima belladonna», cui ne seguono altri che  oggi sono considerati l’origine del movimento cyberpunk.
Il primo romanzo è «Vento dal nulla», primo di una trilogia  catastrofica, ma è nel 1970 che esce «La mostra delle atrocità»,  per molti il suo capolavoro: sono 15 racconti uniti dal  protagonista comune e dall’ossessione per la guerra del Vietnam,  la pornografia, il potere dei media, la psicopatologia (tra  l'altro profetizzando con 10 anni d’anticipo l’elezione alla  presidenza Usa dell’attore Ronald Reagan). Quelle stesse  ossessioni, che trasferite nel connubio mostruoso di incidenti  stradali e di carne e lamiere d’auto, diedero poi vita a «Crash». Gli ultimi suoi libri sono «Regno a venire», uscito due anni fa  da Feltrinelli, il suo editore italiano, e nel 2008  un’autobiografia intitolata «Miracles of life», scritta a  Shepperton, in Inghilterra, dove viveva.
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Raffaella Fico: "Sposerò Moggi"

Gossip Sportivo

Raffaella Fico: "Sposerò Moggi"

Malore alle prove del concerto: operato Al Bano

Roma

Malore alle prove del concerto: operato Al Bano

La viadanese Gaia in finale a X Factor

talento

La viadanese Gaia in finale a X Factor

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Ristoranti - La Zagara

CHICHIBIO

Ristoranti - La Zagara: cucina, pizza e dolci di qualità

di Chichibio

Lealtrenotizie

Sedicenne terribile autore di due «spaccate»

Sorbolo

Sedicenne terribile autore di due «spaccate»

4commenti

Polemica

In via d'Azeglio scoppia il caso «supermarket»

7commenti

WEEKEND

Bancarelle, spongate, cioccolato: gli appuntamenti a Parma e provincia

viabilità

Ecco dove saranno gli autovelox la prossima settimana

1commento

Traffico

Pericolo nebbia questa mattina nel Parmense Traffico in tempo reale

Scontro fra due auto: statale 63 chiusa per due ore nel Reggiano, 4 feriti

Gazzareporter

Un sabato gelido con la nebbia

Fidenza

Ubriaco si schianta contro un albero. Poi la bugia: "Rapito e costretto a bere" 

4commenti

SANITA'

Allarme a Corcagnano: «Non toglieteci i medici»

IL CASO

Spray urticante, ennesimo caso in discoteca

E' accaduto mercoledì al Campus Industry

3commenti

Parma che vorrei

Mutti: «Bisogna smettere di essere egoisti»

Colorno

451 anolini mangiati: è record Ultimo piatto: il video

9commenti

Intervista

Rocco Hunt: «Sono un po' meno buono»

MECCANICA

Wegh Group, in Bolivia la ferrovia made in Parma

ALLARME

Ladri scatenati: raffica di furti in città nelle ultime ore Video

7commenti

Solidarietà

Il pranzo per i poveri raddoppia

cinema

Il DomAtoRe di RaNe al cinema Astra

La proiezione del documentario su Lorenzo Dondi

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Draghi, nessun favore ma due messaggi

di Aldo Tagliaferro

IL DIRETTORE RISPONDE

Quelli che «Io? Mai stato renziano»

ITALIA/MONDO

Terremoto

Appennino: scossa magnitudo 2.8 nel Bolognese

Gran Bretagna

I gioielli di famiglia (reale): e Kate indossa la tiara di Diana

WEEKEND

IL CINEFILO

Da "Captain Fantastic" a "Non c'è più religione": i film della settimana

45 ANNI DOPO

Tarkus, il capolavoro di Emerson Lake & Palmer

SPORT

IL RICORDO

Trent'anni senza Bruno Mora

reggiana-parma

Il derby...indossa la maglietta granata

MOTORI

AL VOLANTE

I consigli utili per guidare nella nebbia

3commenti

novità

Dal cilindro di Toyota esce C-HR, il Suv per tutti