20°

34°

Arte-Cultura

Una tazzina di raffinatezza

Una tazzina di raffinatezza
Ricevi gratis le news
0

di Rita Guidi
Non preoccupiamoci di chiedere quanto zucchero. Chiediamoci, invece, quanta storia sorseggiamo distrattamente inghiottendo al volo la puntuale tazzina di caffè... Perché assaporiamo, forse, le millenarie leggende che narrano il mistero delle bacche rosse dell’antica oasi di Kaffa? O avvertiamo la fragranza lenta di un rito che esigeva il contorno di un luogo e di una (intera) società? Macché! Il nostro è ormai un caffè macchiato dalla fretta, allungato da banconi di bar che (spesso e volentieri) scoraggiano l’abbandono al relax e alla chiacchiera. Una faccenda ristretta, coi minuti contati. Nulla a che fare con l’aroma di luoghi eleganti e velluti rossi. Parole e presenze che si accomodavano ai tavoli mescolando i propri nomi a quelli della storia.  Dal Settecento al secolo scorso, i Caffè hanno scaldato il risveglio culturale e sociale di tante città. Tanto che occorrono duecentocinquanta pagine in grande formato, per raccontarne (da questa prospettiva) una: «Milano al caffè» di Riccardo Di Vincenzo, una delle firme di questa pagina. Un volume straordinario per cura grafica, prezioso di rare illustrazioni appena pubblicato da Hoepli, che rintraccia in un grande affresco la storia di un tempo attraverso un luogo, anzi, una tazzina. Un’operazione accurata e complice, che l’autore - firma da tempo cara e nota alle pagine di questo giornale - compie con cura partecipe e ricerca attenta.  Dal cammino lento, col quale l’orientale bevanda è giunta fino a noi, al gioco vivace dei nomi che si sono susseguiti nel segnare le mete più prestigiose, i più celebri appuntamenti della città, Di Vincenzo rintraccia e racconta aneddoti e vicende. Fruga paziente in archivi pubblici e privati. Ci regala il piacere di dagherrotipi curiosi, mitici, nostalgici, buffi. C'è il nostro Verdi a passeggio: barba, cilindro e dietro le spalle il caffè Cova... C'è l’accigliato Marinetti, tra fogli e riviste, al tavolo dei «suo» Savini... C'è una folla anonima, in posa di fronte all’angolo di un bar nel 1920, che è una splendida pagina di vita (gentiluomini con la bombetta, robuste giovanotte, bambini in calzoni corti...) stesa sull'elenco di vini e liquori stampati sulle vetrine come pubblicità.  Del resto è proprio questo un altro pregio del libro. Attraversare la soglia del mito senza accontentarsi: i celeberrimi salotti dell’intellighenzia milanese, quindi, ma sempre seguendo il profumo del caffè. Quello che giunge, tra diffidenze e inquietudini (lo si vendeva in farmacia!), in Europa, alle soglie del Settecento; quello che vendevano, percorrendo piazze strade col loro carretto, i «genoeucc», chiamati forse così perché gli avventori, in mancanza di panche, si sedevano su un vicino gradino e tenevano la tazza in bilico sulle ginocchia. Quel caffè, insomma, che davvero bagna le labbra ai mutamenti sociali di una città intera e la attraversa tutta, nella sua dimensione pubblica come nella ritualità quotidiana.  E dove Milano profumava di più se non laddove si macinavano idee e mode nuove? In Galleria... Attorno ai teatri o alla Scala...Vicino alla magia dei cinematografi o ai colori di Brera... Non è un caso che gran parte dei dieci capitoli del libro uniscano luoghi ai luoghi, i caffè alle piazze più frequentate e celebri. Con un’eccezione. I caffè letterari. Che nascono come semplici caffè e diventano «letterari» per l’ingrediente imprevisto e indispensabile di uno scrittore che sistema accanto alla bevanda penna e taccuino. E che bel capitolo, quello dell’inchiostro nella tazzina. Il Manzoni? Lui no. Per troppa fama o scarsa propensione alla mondanità, la sua tazzina la sorseggiava in casa. Ma senza bisogno di ricordare il giornale «Il Caffè», che fu il manifesto dell’illuminismo lombardo, il Caffè Gnocchi, il Martini o l’Hagy furono i ritrovi degli Scapigliati, e più avanti di un (sempre) crescente numero di giornalisti. Il tempo, del resto, corre con le rotative. E a chi va di fretta si addice assai più il bancone di un bar, un occhio all’orologio e magari uno alla radio per ascoltare la partita. Il mondo cambia, le carrozze si fermano, le persone corrono. E i Caffè? Chiudono. La Milano da bere non abita più là.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Laura Freddi a 45 anni sarà mamma

gossip

Laura Freddi sarà mamma: è al quarto mese

Mai dire Baganzai, il video dei Trapiantati vince (anche) per acclamazione

calestano

Mai dire Baganzai, il video dei Trapiantati vince (anche) per acclamazione

Madonna festeggia il suo compleanno ballando la pizzica in Puglia

social network

Madonna balla la pizzica alla sua festa di compleanno in Puglia Video

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Gazzafun, ecco i 7 quiz top: scoprili e giocali subito

GIOCHI ESTIVI

Gazzafun, ecco i 7 quiz top: scoprili e gioca subito

Lealtrenotizie

«Non siamo riusciti a salvarlo»

Tragedia

«Non siamo riusciti a salvarlo»

DELITTO DI NATALE

Suicidio di Turco, si indaga per omicidio colposo

Solidarietà

L'«altro» Ferragosto

TRAFFICO METEO NEWS

Buongiorno Parma! x

Traffico-Meteo-News: tutte le informazioni utili prima di uscire di casa

Traversetolo

Croce azzurra, volontari cercansi

VISITE

Collecchio, il Ferragosto si passa nei Parchi

SALSO

In nove giorni due visite dei ladri

Appello

«Parma aiuti la Sierra Leone»

Lutto

Addio a Giovanni Mori, il medico filosofo

BORGOTARO

Annegato dopo un tuffo: amici e operatori sotto shock per Diawara Video

Si cerca di contattare i parenti in Costa D'Avorio

Medesano

Cade dalla finestra e resta sospesa nel vuoto: paura per una donna a Ramiola

Sul posto il 118 e i vigili del fuoco

ANTEPRIMA GAZZETTA

Il suicidio di Samuele Turco: aperto un fascicolo per omicidio colposo Video

La Gazzetta di Parma di domani: le anticipazioni del vicedirettore Claudio Rinaldi

Lutto

Addio al medico Giovanni Mori

PARMENSE

Incendio vicino ai binari: disagi sulla ferrovia tra Parma e Fornovo Foto

Le foto dei nostri lettori

temperature

Torna l'allerta caldo: verso un giovedì e un venerdì a oltre 35°

chiesa

Parroci, si cambia. Dalla città alla montagna: le nomine del vescovo

Il saluto degli "storici" don Mora e don Fontana. Novità anche per Marano, Langhirano, Corniglio

1commento

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Che cosa resta dei nostri amori

di Michele Brambilla

1commento

CHICHIBIO

«Osteria dl’Andrea», cucina casalinga della tradizione

di Chichibio

ITALIA/MONDO

roma

Donna fatta a pezzi: trovati busto e testa in cassonetto. Il fratello confessa

giallo

Modella rapita e messa all'asta: un arresto in Gran Bretagna

SPORT

Tg Parma

Parma, Caputo vuole un club ambizioso. Evacuo e Giorgino ai saluti Video

Gossip Sportivo

Diletta Leotta, anche il compleanno è social

SOCIETA'

ZURIGO

"Ebrei fatevi la doccia": proteste per l'avviso in una piscina svizzera

montanara

«D(io)», la web series dell'ottimismo: un inno alla passione

MOTORI

VACANZE

Attenzione a come caricate i bagagli: si rischiano punti patente

MERCATO

Bmw Italia, 2000 euro per la permuta di diesel Euro4 e precedenti