12°

23°

Arte-Cultura

Scetticismo morale e grande prosa

Scetticismo morale e grande prosa
Ricevi gratis le news
0

di Giuseppe Marchetti
Luigi Malerba ci lasciava l'8 maggio di un anno fa. Decidemmo di riassumere allora in una definizione frettolosa ma anche a nostro giudizio significativa il suo lascito letterario che si esprime in una forma comico-ludica consegnata efficacemente alla magia della prosa tradizionale dopo i furori piuttosto superficiali delle avanguardie novecentesche alle quali anche il nostro scrittore partecipò nel '63. Breve esperimento, tuttavia.
Malerba, in realtà, guardava altrove sino dall'uscita del suo primo romanzo - che poi tale rigorosamente non era - «La scoperta dell'alfabeto», Bompiani '63, che avrebbe in seguito condizionato tutta la sua produzione.
 Garboli disse, in proposito, con un occhio all'Appennino e con l'altro al cinema.
Altra interessante osservazione, non v'è dubbio; la quale via via che romanzi e racconti (ma anche sceneggiature cinematografiche) apparivano divenne sempre più precisa e riscontrabile.
 Classe 1927, Luigi Malerba aveva sentito nel sangue e nelle ossa della propria gioventù la seconda grande guerra e aveva patito, con qualche venatura di speranza, ma anche con una personalissima quota di scetticismo, il tempo della ricostruzione del cosiddetto benessere.
Ne aveva tratto la convinzione che fossimo allora in un tempo di «Rose imperiali» ('75) e del «Pataffio» ('73) in continua balia di un desiderio che poteva esprimersi nel «Diario di un sognatore ('81), ma anche ne, «Il pianeta azzurro» ('86) il romanzo suo più complicato e controverso dove la storia s'attorciglia alle singole storie dei protagonisti provocando un conflitto di tensioni, dissimulazioni, inganni e menzogne che portano al delitto.
Lungo il cammino di una produzione che resta tra le più cospicue del nostro Novecento, Malerba ricominciò più e più volte a scrivere dando a questa sua gloriosa fatica un titolo «Salto mortale» ('85), che descrive bene l'impegno dello scrittore dentro una società che appunto del salto mortale ha fatto la propria fortuna in politica, in chiesa, in economia, in cultura e nei comportamenti fra persone.
Restavano inesorabilmente lontani i «poveri homini» cui Malerba aveva guardato dalla specola dei suoi montanari bercetesi, ma allo stesso tempo affioravano, anche per suo merito, i palazzinari romani, i faccendieri della politica di destra e di sinistra, gli arrampicatori sociali delle banche, gli inventori della modernità a ogni costo e senza scrupoli. Allora, Malerba mutò registro e ci fornì una nuova chiave di lettura del mondo alla fine del secondo millennio.
Uscirono «La superficie di Eliane» ('99) che proseguiva il dibattito di sentimenti e passioni inaugurato da «Il fuoco greco» del '90, ma soprattutto «Il circolo di Granada» ('02), «Ti saluto filosofia» ('04) e «Fantasmi romani» ('06).
Ecco l'esito finale di un'attività letteraria che non si era mai concessa alle ripetizioni e alle riscrizioni, ma solo a quel Giano bifronte dell'ultimo libro che osserva con il cinismo della saggezza le due facce della  realtà: l'ipocrisia e il peccato quale si presenta non nell'empietà religiosa ma nell'insensatezza del mondo condannato a ridersi addosso senza vergogna. La sua lezione di vita resta confitta in questa beffa che ci portiamo dentro.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Paolo Schianchi a Tu si que vales

Tú sí que vales

Le mani e le 49 corde di Paolo Schianchi incantano su Canale 5 Video

La Coppa Cobram è arrivata anche a San Polo

COME FANTOZZI

La Coppa Cobram è arrivata anche a San Polo Foto

Andrea Spigaroli

Andrea Spigaroli

MUSICA

X Factor, il parmigiano Andrea Spigaroli va avanti (Con polemica)

4commenti

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Multe impugnabili se la strada è senza banchina

AUTOVELOX

Multe impugnabili se la strada è senza banchina

Lealtrenotizie

Profondo cordoglio per la morte del podista 49enne alla Parma Marathon

Dramma

Tragica maratona, muore 49enne di Polignano Video

L'esperto: "Non sottovalutare i campanelli di allarme" (Video)

serie B

Sondaggio: momento "opaco" del Parma, dove migliorare?

5commenti

ANTEPRIMA GAZZETTA

Solomon incapace di intendere e di volere

1commento

Tg Parma

Via Langhirano: 16enne a piedi travolta da un'auto, è al Maggiore Video

Parco Bizzozero

Donna presa a pugni dai tifosi pescaresi

5commenti

sicurezza idrica

Ecco come funziona la "diga" sulla Parma

A "lezione" dai tecnici dell'Aipo

Regione

Chiusura centri vaccini di Colorno, Salso, Fidenza e Busseto, protesta FdI-An

carabinieri

Non resiste al richiamo della droga ed evade dai domiciliari: arrestato un 35enne

1commento

tg parma

E-Distrubuzione: Enel investe oltre 1,5 milioni di euro per la Bassa Est

Inaugurata a Colorno la stazione di media tensione

CONCORSO

Il gatto più bello di Parma: Chicco e Felice i finalisti di oggi

anagrafe

Dal 2 novembre si farà solo la carta d'identità elettronica

LA MORTE DI MORONI

«Addio Luca, con te se ne va una parte di noi»

SOLIDARIETA'

Mamme alla ricerca di una nuova vita

PERICOLO

Il Palacasalini di notte diventa inaccessibile

3commenti

Piazzale Matteotti

Le telecamere smascherano il pusher

1commento

Dramma a Enzano

Trattore si ribalta, muore Giampaolo Cugini

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

NOSTRE INIZIATIVE

Con la Gazzetta lo speciale Salute e benessere

EDITORIALE

La stretta di mano che va oltre la retorica

di Patrizia Ginepri

1commento

ITALIA/MONDO

Catalogna

Due leader indipendentisti arrestati per sedizione

BUSTO ARSIZIO

La ventenne scomparsa si chiama Dafne Di Scipio. Aperto un fascicolo

SPORT

Indonesia

Portiere muore dopo scontro in campo Video choc

SERIE B

Parma, bisogna cambiare rotta

SOCIETA'

meteo

Ophelia (polveri del Sahara) colora di rosso Londra e l'Inghilterra

tg parma

Gattile: ecco il corso per volontari

MOTORI

LA NOVITA'

Kia Stonic, debutta il nuovo «urban crossover»

EMISSIONI

Slovenia, dal 2030 stop ad auto benzina o diesel