10°

Cultura

I tre artisti "maledetti" del caffè Rosati

Angeli, Festa, Schifano al Sipario. In mostra le tematiche più note dei protagonisti della Pop Art italiana

I tre artisti "maledetti" del caffè Rosati

Opera di Mario Schifano

0

 

Sono "Gli indimenticabili di Piazza del Popolo»: Franco Angeli, Tano Festa e Mario Schifano. Nomi che hanno delineato la storia dell’arte contemporanea degli anni Sessanta con la loro Pop Art intrisa di citazionismo culturale, strettamente segnato dalla tradizione storico artistica italiana ed europea. La mostra, presentata alla Galleria Il Sipario di Strada Cairoli, riprende le tematiche più celebri del trio che si riuniva al caffè Rosati, in piazza del Popolo, a Roma, frequentato da Pier Paolo Pasolini, Renato Guttuso, Giuseppe Ungaretti e Alberto Moravia, quest’ultimo particolarmente affascinato dalla ricerca dei giovani pittori romani. In quella stessa piazza il gruppo esponeva alla galleria La Tartaruga di Plinio de Martiis. Nasce la «Scuola di Piazza del Popolo» a cui aderiscono anche Giosetta Fioroni, Umberto Bignardi, Sergio Lombardo, Cesare Tacchi, Renato Mambor, Mario Ceroli creando una vicenda ben definita nel panorama non solo romano. Angeli, Festa e Schifano all’inizio degli anni Sessanta, subita la fascinazione «popolare» statunitense, declinano la matrice pop attraverso tecniche e soluzioni differenti, concordi con la sensibilità di ciascuno e danno forma ad una scrittura liberamente «fredda», tesa a riproporre l’iconografia culturale e popolare presa alla televisione, alla fotografia, alla stampa, alla vecchia e nuova simbologia politica, servendosi delle moderne tecniche di produzione e diffusione delle immagini. Utilizzano proiettore, fotografia, stencil, video, vernici industriali mettendo in gioco modo e mezzi della produzione anche se una visione personale, che affonda le radici nel dna dell’arte italiana, è sempre presente così da diventare elemento di differenziazione rispetto alla Pop americana. Una «Pop Art» sui generis, dunque, di matrice culturale, delinea quel linguaggio definito «Popular» e non Pop ad indicare con più forza le caratteristiche nazionali. «Dovevo fare i conti con Leonardo e Michelangelo» diceva Tano Festa. Così se Schifano riflette sull’esperienza artistica passata guardando alla velocità ed immediatezza di una connessione costante (così la televisione presente nelle sue opere dagli anni ettanta in poi), Angeli scommette sui simboli, creando una sorta di sospensione con le sue garze che «velano» l’immagine, allontanandole dal significato iconologico.Festa crea simulacri che paiono riflettere l’identità privata e nel contempo la storia della cultura di riferimento sviluppando in alcuni casi una sorta di «metafisica« dell’oggetto. Le opere in mostra dei tre artisti vanno dagli anni Sessanta agli anni Ottanta con «Vulcano inquieto» di Schifano, dell’86, e «Persiana» di Tano Festa, dell’85. Fino al 29 aprile.

 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Morto il fratello dell'inviato Valerio Staffelli

Striscia la notizia

Morto il fratello dell'inviato Valerio Staffelli

Rispunta Rosy Maggiulli. Intervistata da Playboy

gossip

Rispunta Rosy Maggiulli. Intervistata da Playboy

CONCORSO

GAZZAREPORTER

Racconta l'inverno e vinci: le foto dei lettori Video

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Velluto rosso

VELLUTO ROSSO

Il rugby irrompe in scena. E arriva il "bello" Sergio Muniz

di Mara Pedrabissi

Lealtrenotizie

Razzia di tonno, liquori e caffè in un magazzino

CRIMINALITA'

Razzia di tonno, liquori e caffè in un magazzino

Il caso

Duc, si lavora per riaprirlo

agenda

Weekend a Parma e in provincia: protagonista il Carnevale

Collecchio

E' morto a 51 anni Massimiliano Ori

viale mentana

Auto si ribalta e sbatte contro altre vetture: strage sfiorata Foto Video

Lutto

Franco Scarica, addio alla fisarmonica da Oscar

CALCIO

Parma, i conti tornano

collecchio

Assemblea pubblica su situazione Copador, sabato 4 marzo

sport

Inaugurato il Parma Golf Show

Ambiente

Attiva la nuova Ecostation di via Pertini nel parcheggio di via Traversetolo

Donatori

Elezioni Avis: Giancarlo Izzi «in pole»

AL CAMPUS

Elio e le Storie Tese in forma per l'Europa

RUGBY

Zebre, altro mesto rinvio

FelegarA

Auto distrutta dai vandali nella notte

I teppisti sapevano come agire, hanno usato una candela da automobile: rompe il vetro facilmente e fa poco rumore

foto dei lettori

Fontana di Barriera Repubblica

maltempo

Allerta meteo Protezione civile: forti temporali in Emilia Romagna

Allerta arancione per il rischio idrogeologico

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IMPRESE

Top500 Parma, ecco la classifica completa

EDITORIALE

Anche i robot dovranno fare il 730?

di Paolo Ferrandi

1commento

ITALIA/MONDO

FORT LAUDERDALE

"Musulmano?", figlio Mohammed Ali fermato in aeroporto

Cina

Incendio in un hotel, almeno tre morti e 10 feriti Video

WEEKEND

L'INDISCRETO

Da Presley a Hemingway: nipoti d'arte

1commento

45 anni fa: il disco

Catch bull at four - Quando Cat Stevens cantava in latino

SPORT

Calciomercato

Ranieri: "Il mio sogno è morto"

intervista

Arancio: "Campionato d'Eccellenza ad hoc per  il rugby a 7"

MOTORI

ALFA ROMEO

Stelvio, il Suv del Biscione. Da 50.800 euro Video

NOVITA'

Bmw, la nuova Serie 5 ragiona da ammiraglia