13°

Cultura

I tre artisti "maledetti" del caffè Rosati

Angeli, Festa, Schifano al Sipario. In mostra le tematiche più note dei protagonisti della Pop Art italiana

I tre artisti "maledetti" del caffè Rosati

Opera di Mario Schifano

Ricevi gratis le news
0

 

Sono "Gli indimenticabili di Piazza del Popolo»: Franco Angeli, Tano Festa e Mario Schifano. Nomi che hanno delineato la storia dell’arte contemporanea degli anni Sessanta con la loro Pop Art intrisa di citazionismo culturale, strettamente segnato dalla tradizione storico artistica italiana ed europea. La mostra, presentata alla Galleria Il Sipario di Strada Cairoli, riprende le tematiche più celebri del trio che si riuniva al caffè Rosati, in piazza del Popolo, a Roma, frequentato da Pier Paolo Pasolini, Renato Guttuso, Giuseppe Ungaretti e Alberto Moravia, quest’ultimo particolarmente affascinato dalla ricerca dei giovani pittori romani. In quella stessa piazza il gruppo esponeva alla galleria La Tartaruga di Plinio de Martiis. Nasce la «Scuola di Piazza del Popolo» a cui aderiscono anche Giosetta Fioroni, Umberto Bignardi, Sergio Lombardo, Cesare Tacchi, Renato Mambor, Mario Ceroli creando una vicenda ben definita nel panorama non solo romano. Angeli, Festa e Schifano all’inizio degli anni Sessanta, subita la fascinazione «popolare» statunitense, declinano la matrice pop attraverso tecniche e soluzioni differenti, concordi con la sensibilità di ciascuno e danno forma ad una scrittura liberamente «fredda», tesa a riproporre l’iconografia culturale e popolare presa alla televisione, alla fotografia, alla stampa, alla vecchia e nuova simbologia politica, servendosi delle moderne tecniche di produzione e diffusione delle immagini. Utilizzano proiettore, fotografia, stencil, video, vernici industriali mettendo in gioco modo e mezzi della produzione anche se una visione personale, che affonda le radici nel dna dell’arte italiana, è sempre presente così da diventare elemento di differenziazione rispetto alla Pop americana. Una «Pop Art» sui generis, dunque, di matrice culturale, delinea quel linguaggio definito «Popular» e non Pop ad indicare con più forza le caratteristiche nazionali. «Dovevo fare i conti con Leonardo e Michelangelo» diceva Tano Festa. Così se Schifano riflette sull’esperienza artistica passata guardando alla velocità ed immediatezza di una connessione costante (così la televisione presente nelle sue opere dagli anni ettanta in poi), Angeli scommette sui simboli, creando una sorta di sospensione con le sue garze che «velano» l’immagine, allontanandole dal significato iconologico.Festa crea simulacri che paiono riflettere l’identità privata e nel contempo la storia della cultura di riferimento sviluppando in alcuni casi una sorta di «metafisica« dell’oggetto. Le opere in mostra dei tre artisti vanno dagli anni Sessanta agli anni Ottanta con «Vulcano inquieto» di Schifano, dell’86, e «Persiana» di Tano Festa, dell’85. Fino al 29 aprile.

 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

'Chi' annuncia: tra Belen e Iannone è finita

Gossip Sportivo

Lui la vuole sposare, lei no: Belen e Iannone si lasciano

Gisele cede scettro top model piu' pagata a Kendall

moda

Kendall Jenner la modella più pagata. Gisele perde il trono

Forbes, Beyoncè donna più pagata, 105 milioni di dollari

musica

Forbes, Beyoncè la donna più pagata, 105 milioni di dollari

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Vizi e virtù dello smart working. Molto di più del telelavoro

L'ESPERTO

Come funziona lo smart working. Molto di più del telelavoro

di Pietro Boschi

Lealtrenotizie

ancora scosse a Fornovo

sciame sismico

Quattro piccole scosse di terremoto, oggi, tra Fornovo, Corniglio e Varano

Arresti

Travolsero in auto due carabinieri: in manette tre giovanissimi Video

Uno dei militari finì all'ospedale in condizioni gravissime

5commenti

social

Rimosse le condoglianze per Riina: Facebook si scusa con la famiglia del boss

La salma del boss tumulata a Corleone (Guarda)

Tg Parma

Tentata estorsione a Fidenza: quattro arresti a Benevento Video

Nel mirino un'azienda

sicurezza

Raffica di vetri rotti nella zona di via Verdi: topi d'auto/vandali in azione

2commenti

Tg Parma

Commercio, Ascom: "Più agenti in strada" Video

Appello della categoria per il rispetto della legalità

sabato alle 15

Verso Carpi-Parma, i tifosi scaramantici scherzano sul primato Video

Tg Parma

Disabilità, Mattia Salati nuovo delegato del comune Video

INTERVISTA

La figlia del pm Ciaccio Montalto, ucciso da Cosa nostra: «Riina non è l'unico colpevole, mio padre è stato lasciato solo»

3commenti

Salsomaggiore

A bordo di un’auto con arnesi da scasso: denunciato un pregiudicato

Operazione dei carabinieri

Lutto

L'imprenditore Savini stroncato da un malore

Rugby

In meta nel nome di Banchini

Sissa

Usciti per un rosario: i ladri rubano auto, gioielli e anche i tortelli

TRAFFICO

La mappa degli autovelox dal 20 al 24 novembre

Pericolo

Piste ciclabili coperte di foglie: insidia per le bici

10commenti

Lutto

Venturini, l'imprenditore dal cuore grande

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Milano sconfitta dalla politica incapace

di Vittorio Testa

LETTERE AL DIRETTORE

Il primo posto è di Mattia

1commento

ITALIA/MONDO

TOKYO

Aereo Usa precipitato: 8 persone ritrovate stanno bene

Budrio

Donna uccisa nel Bolognese, fermato il marito

SPORT

rugby

Andrea De Marchi: 100 presenze con le Zebre

CHAMPIONS

Il Napoli travolge lo Shakhtar e spera ancora

SOCIETA'

moda

Livia Firth, moglie del premio Oscar Colin, a Fidenza

Gazzareporter

Parcheggio "creativo" davanti al Maria Luigia Foto

1commento

MOTORI

Motori

Tesla Roadster 2, da 0 a 100 km/h in 1,9 secondi Gallery

GAS

Suzuki, la gamma Hybrid acquista l'alimentazione a GPL Fotogallery