13°

31°

Arte-Cultura

Nobiltà dello stampare

Nobiltà dello stampare
0

Stefania Provinciali

Un grande progetto che affonda le radici nella storia della tipografia con riscontri nella contemporaneità. Ancora una volta Giambattista Bodoni è al centro di un evento dai diversi risvolti, conoscitivi e visivi, con la mostra «Il progetto tipografico del libro: Bodoni e i Tallone» che resterà aperta nella Sala Dante della Palatina fino al 31 agosto, accompagnata dalla presentazione, domani in occasione dell'inaugurazione, alle  16, nel Salone Maria Luigia, di due volumi ed un documentario, il tutto organizzato dalla Biblioteca Palatina e dal Museo Bodoniano, in collaborazione con Enrico Tallone. Interverranno Andrea De Pasquale, direttore della Palatina e del Museo Bodoniano, Luigi Balsamo e Massimo Gatta. Sarà presente Enrico Tallone. L’idea che ha animato i promotori è quella di documentare le diverse fasi del progetto editoriale, evidenziando le affinità di progettazione ed elaborazione della pagina tra Giambattista Bodoni ed i Tallone, tipografi-editori eredi del grande saluzzese. Saranno esposti per la prima volta eccezionali documenti bodoniani ritrovati, ovvero prove di stampa con annotazioni manoscritte, accostati ad altrettanto inediti studi e progetti tipografici dei Tallone del periodo parigino ed italiano, relativi a frontespizi e impaginazioni, affiancati dai relativi esiti editoriali finali delle edizioni fra cui quelle di Dante, Petrarca, Kempis, Tasso, impresse sia da Bodoni che da Tallone.Verrà presentato il Manuale Tipografico II di Alberto Tallone, dedicato all’impaginazione, ai caratteri da testo e ai formati, uscito a 190 anni da quello bodoniano, a 70 dall’inizio dell’attività in proprio di Alberto Tallone a Parigi e a 40 dalla sua scomparsa (Tallone Editore, Alpignano 2008). La giornata sarà inoltre l’occasione per proporre la visione del documentario «Il mestiere del libro» (Difgivi, Torino 2007), viaggio alla scoperta dell’affascinante mestiere del tipografo raccontato da Enrico Tallone all’interno della officina di famiglia. Per l’occasione è stato inoltre realizzato il quarto volume della collana Caratteri, edita dal Museo Bodoniano. Il volume, a cura di Andrea De Pasquale ed Enrico Tallone, presenta riproduzioni delle inedite prove di stampa e di composizione di frontespizi e pagine interne sia di Bodoni che di Alberto Tallone e dei suoi successori. «Questa iniziativa intende valorizzare non solo l’opera dello straordinario tipografo che operò a Parma, ma anche la tradizione bodoniana attraverso i Tallone, suoi ideali prosecutori. L’idea è stata quella di riprendere le linee programmatiche delle origini del Museo Bodoniano, in particolare i desideri del suo fondatore, Angelo Ciavarella, direttore della Biblioteca Palatina. Egli, nel 1966, promosse la realizzazione di una grandiosa mostra di edizioni talloniane: oggi siamo qui a ripercorrere l’iniziativa, esponendo per la prima volta inedite bozze di stampa bodoniane che illustrano le modalità di lavoro del grande maestro affiancandole a progetti di frontespizi e di testi dell’officina talloniana, insieme ad edizioni bodoniane e talloniane degli stessi autori - spiega Andrea De Pasquale -. L’iniziativa si inserisce in un ampio rilancio del Museo che vede da una parte la necessità di proseguire nella catalogazione e valorizzazione del patrimonio conservato così come si è fatto in questo anno, potenziando la struttura con laboratori didattici e con ricostruzioni di ambienti del mondo della tipografia. L’idea è quella di creare in prospettiva il primo Museo nazionale del libro in Italia». Enrico Tallone è oggi l’unico stampatore italiano, forse europeo, che usa ancora i caratteri mobili originali (insieme ai classici Caslon e Garamond c'è il Tallone, il carattere di famiglia disegnato dal padre nel 1949), pazientemente composti a mano. L’avo Alberto Tallone, erede di una dinastia di artisti, a trentaquattro anni aveva lasciato per passione un’avviata libreria antiquaria a Milano, scegliendo a Parigi il «mestiere faticosissimo dello stampatore su torchio». Già negli anni '50 è considerato tra i massimi stampatori del secolo e il suo atelier di rue des Tournelles è punto d’incontro di intellettuali e artisti. Maturata la decisione di rientrare in Italia, ad Alpignano, in provincia di Torino, il 15 ottobre 1960, viene inaugurata la nuova officina tipografica, alla presenza di Luigi Einaudi. Dopo la scomparsa di Alberto Tallone, nel 1968, la moglie Bianca decide di continuare l’attività, insieme ai figli Aldo, abile tipografo prematuramente scomparso, ed Enrico. E' quest’ultimo a sottolineare cosa significa continuare una scuola nel mondo contemporaneo: «Il primato della tipografia sta esclusività del segno originale, significa interpretare un testo, renderlo unico; il testo diventa allora qualitativamente imbattibile. Il valore di Bodoni e Tallone sta nella loro chiarezza e luminosità, nell’aver dato forma al pensiero» Un’alchimia straordinaria, questa, capace di mettere il lettore a contatto con l’autore, o meglio, col suo pensiero scritto.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

La domenica pomeriggio al Colle San Giuseppe

FESTE

Un pomeriggio al Colle... foto

Insinna social network

tv e polemiche

Insinna si vendica: «Il Tapiro censurato da Striscia»

1commento

Sembra ieri 1/1: 1984 - In piazza della Pace l'ippopotamo Pippo

SEMBRA IERI

Ruspe al lavoro nel laghetto del Ducale (1995)

Notiziepiùlette

Ultime notizie

«+50 no limits» Idee e proposte per i migliori anni

INIZIATIVE

«+50 no limits»: idee e proposte per i migliori anni

Lealtrenotizie

Una lettrice: "Un uomo nudo nel piazzale della stazione"

Parma

Una lettrice: "Stazione, un uomo nudo nel piazzale ma nessuno interviene"

11commenti

PARMA

Secondo caso di tubercolosi al Rondani: studente ricoverato al Maggiore

Il ragazzo, minorenne, è in buone condizioni di salute

1commento

Parma

Auto fuori strada a Porporano: un ferito grave Foto

San Leonardo

Al matrimonio arrivano i carabinieri

8commenti

PARMA

Ruba una borsetta nella chiesa dell'Annunziata: inseguita e bloccata 56enne parmigiana Video

Carabinieri

Spaccio a domicilio: arrestato 30enne a Sorbolo

CASALTONE

Auto esce di strada e si ribalta: ferita una ragazza

Sorbolo

Cassaforte smurata, ladri a colpo sicuro

Furti

Vicofertile, gli abitanti vogliono i vigilantes

INCIDENTE

Scooter contro auto nel Piacentino: morto 29enne portato al Maggiore

Lega Pro

Lucca? Parla Longobardi

Satira

Elezioni: i candidati nel mirino

3commenti

PIETRA DI BISMANTOVA

Scivola sulla ferrata e resta appeso al cavo di sicurezza: ferito 25enne di Parma

L'EVENTO

Cantine aperte: il vino di Parma protagonista

Personaggio

Il pilota Leonardi: «Il rally mi ha salvato dal tumore»

COLLECCHIO

Furti e auto forzate nel parcheggio dell'EgoVillage: abitanti esasperati

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

La balla dei soldi pubblici ai giornali

di Michele Brambilla

5commenti

EDITORIALE

Miss Italia, Salso saprà ricominciare?

di Leonardo Sozzi

ITALIA/MONDO

ROMA

L'addio di Totti, il capitano in lacrime abbraccia i figli: "Starei qui altri 25 anni" Foto

MONZA

Ragazza violentata per anni e sequestrata per punizione: 24enne in manette

SOCIETA'

LA PEPPA

La ricetta - Verdure farcite per l’estate

Gazzareporter

"En passant", crepuscolo parmigiano

SPORT

FORMULA UNO

Doppietta Ferrari dopo 16 anni a Montecarlo. Gelo tra Vettel e Raikkonen

1commento

Montecarlo

La doppietta Ferrari è di quelle pesanti. Hamilton è il vero sconfitto (ma anche Raikkonen...)

MOTORI

motori

BMW Serie 8, a Villa d'Este il concept della futura generazione

il test

Nuovo Discovery, in missione per conto di Land Rover