-5°

Arte-Cultura

Torna Faletti ed è subito «boom»

Torna Faletti ed è subito «boom»
0

Paolo Petroni
 
Il tornado Faletti si abbatte sul mercato editoriale. Quattro milioni di copie vendute con il primo romanzo «Io uccido», tre milioni e mezzo con il secondo «Niente di vero tranne gli occhi» e altrettante con i racconti «Fuori da un evidente destino». Ed ora ecco «Io sono Dio».  E' arrivato   in libreria da pochi giorni ed è già in testa alle classifiche dei libri più venduti. «Io sono Dio», l’ultimo romanzo di Giorgio  Faletti (Baldini Castoldi Dalai, pp. 524; 20 euro) è un libro contro la guerra e sul terrorismo oggi, con una New  York messa sotto scacco da un uomo che ha minato decine di  grattacieli ed è pronto a farli esplodere. «Io ho paura, certo, perchè questo mondo, quello che ci  circonda, in modo sottile, non appariscente, è ormai in perenne  stato di guerriglia. Basti pensare a quel che ci accade in un  aeroporto, dove dobbiamo toglierci le scarpe e magari anche la  cintura: viviamo qualcosa di malsano, di inquietante», afferma  lo scrittore, aggiungendo che «poi la vita umana, più ci si  guarda intorno o si guarda un tg, è arrivata a non avere più  alcun valore, si uccide per poco o niente». Allora quest’ultimo romanzo, nasce per  esorcizzare «il fascino nefando della guerra. Io stesso ne sono  affascinato, o meglio incuriosito, perchè vorrei capire quale  sia la molla che spinge sempre gli uomini a farla, pur sapendo  tutti le conseguenze che ne derivano». La guerra, per Faletti, è innanzitutto quella del Vietnam,  vissuta da ragazzo dimostrando contro l’intervento americano:  «una guerra vissuta negli Usa per anni con assoluta leggerezza,  una guerra combattuta dai poveri inviati al fronte, dai negri,  che imparavano a uccidere con assoluta disinvoltura. Ma cosa  rimaneva, cosa cambiava dentro quelle persone per molto tempo  non se lo è chiesto nessuno. È quel che cerco di raccontare  io. Vorrei che le mie riflessioni facessero pensare anche il  lettore di Io sono Dio sulle conseguenze della guerra e  dell’odio. L’odio può divenire un sentimento talmente  devastante che, se non trova uno sfogo esterno, se lo crea  divorando chi lo prova, che a sua volta divora le persone  vicine». «Io sono Dio» è il titolo e l’affermazione del protagonista,  «che non è il solito psicopatico di tanti noir, che diventa  serial killer, che uccidendo si placa momentaneamente e poi  ri-uccide, o fa omicidi di massa, impazzendo all’improvviso e  sparando sulla folla: il mio è un nuovo omicida di massa  seriale, che tiene tutti nel terrore, perchè può fare in  qualsiasi momento una nuova strage». Formato da letture esterofile, angloamericane, oggi Faletti divide la sua vita tra l’amata e natia isola d’Elba e New York: «E' casa mia quella che nel romanzo appartiene a Russell Wade e così tanti luoghi e personaggi sono presi dalla mia realtà. L'America mi affascina, la vastità dei luoghi, il coast to coast, la provincia e non le grandi città».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Fuori Orario: ecco chi c'era al "X Party" Foto

pgn feste

Fuori Orario: ecco chi c'era al "X Party" Foto

Rigopiano: Charlie Hebdo, nuova (brutta) vignetta. Con risposta

polemica

Rigopiano: Charlie Hebdo, nuova (brutta) vignetta. Con risposta

1commento

"Cold Chairs": un inno alla vita"!

musica

Bataclan, da Collecchio l'omaggio dei "The Lemon Flavour" Video

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Velluto rosso

VELLUTO ROSSO 

Prosa e Lirica, risate e emozioni a teatro: il meglio della settimana

di Mara Pedrabissi

Lealtrenotizie

«Eri la mia vita». Lo strazio dei familiari

La morte di Filippo

«Eri la mia vita». Lo strazio dei familiari

TESTIMONIANZA

«Preso a calci e pugni per divertimento»

3commenti

LEGA PRO

Parma-Santarcangelo: i crociati provano a riprendere il volo Diretta

Weekend

Una domenica tra musica e fuoristrada: l'agenda

Protezione civile

I volontari parmigiani al lavoro nelle Marche

La storia

Rocco e Giulia, salumieri a Innsbruck

1commento

elezioni

Pizzarotti, è ufficiale: "Mi ricandido" Video . Dall'Olio si ritira: "Sostengo Scarpa"

21commenti

graffiti

Il sottopasso dello Stradone? Galleria di street art Foto

GRANDE FIUME

Il Po in secca? Attrazione per i turisti

PEDEMONTANA

Polizia municipale, multe in aumento

2commenti

bedonia

Violenze sul padre per anni, arrestato un 40enne Video

IL CASO

Vigili, la Fabbri si scusa con Bonsu e lo risarcisce

Lettera al giovane ghanese, che riceverà 20mila euro

Langhirano

Filippo, le lacrime e il colore dei ricordi sulla bara bianca

2commenti

commozione

Langhiranese: un minuto di silenzio per Filippo Video

commemorazione

Il liceo Bertolucci si prende per mano: "Ciao Filippo"

Polemica

«Sulla legionella ci hanno preso in giro»

4commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Dedicato a Filippo e a chi gli vuol bene

di Michele Brambilla

IL DIRETTORE RISPONDE

La neve, le parole e gli Uomini

ITALIA/MONDO

incidente

Bus ungherese, il console: "I due figli del prof 'eroe' sono morti"

Rigopiano

Francesca che dall'ospedale aspetta il suo Stefano

WEEKEND

LA PEPPA CONSIGLIA

La ricetta - Pasticcio di patate formaggi e verdure

CINEMA

Da "Arrival" a "Qua la zampa": i film della settimana Video

SPORT

sport

Il Coni premia i suoi campioni parmigiani: le foto

Sport Invernali

Il cielo è azzurro a Kitzbühel: Paris fa l'impresa

MOTORI

IN PILLOLE

Dacia Sandero Stepway
model year 2017

ANTEPRIMA

Rivoluzione Micra: Nissan cambia tutto