12°

Arte-Cultura

Storia e memoria - 4 giugno

0

Storia e Memoria  - a cura di Carletto Nesti
 

“ANNIVERSARI DI OGGI”
Foglio periodico - Anno VI - N. 485 - Edizione di Giovedì 4 Giugno 2009
4 GIUGNO
* Selezione di anniversari, ricorrenze, eventi e personaggi legati alla giornata *


Eventi:
780 a.C. : In Cina viene registrata la prima eclissi solare storica.
1039: Enrico II diventa re del Sacro Romano Impero.
1859: Guerra Franco-Piemontese: Battaglia di Magenta.
1878: L'Impero Ottomano cede Cipro al Regno Unito.
1936: Léon Blum diventa Primo Ministro di Francia.
1940: Le truppe tedesche entrano a Parigi
1944: Le truppe alleate liberano Roma.
1989: Repressione in Piazza Tienanmen, a Pechino.
1989: Vittoria di Solidarnosc nelle prime elezioni libere in Polonia.

 
Morti:
1039: Corrado II, S.R. Imperatore
1528: Albrecht Dürer, pittore
1798: Giacomo Casanova, scrittore
1941: Kaiser Guglielmo II
1994: Massimo Troisi, attore

Santi cattolici:
Solennità della Pentecoste,
San Francesco Caracciolo sacerdote (*),
San Quirino vescovo,
San Quirino di Tivoli martire, 
San Petroc abate,
San Filippo Smaldone Sacerdote,
San Metrofane di Bisanzio Vescovo,
Beato Giacomo da Viterbo,
Venerabile Pietro Giovannelli Religioso,
Servo di Dio Francesco Pianzola (**)
 


 
(*) San Francesco Caracciolo, Sacerdote
(Villa S. Maria, Chieti, 13 ottobre 1563 - Agnone, 4 giugno 1608)

A volte l'errore di un portalettere può essere addirittura provvidenziale.

Nel caso del nostro santo l'errore era quasi inevitabile: egli si chiamava Ascanio Caracciolo e aveva il recapito presso la Congregazione dei Bianchi della Giustizia, che si dedicava all'assistenza dei condannati a morte, presso la quale esercitava la stessa opera umanitaria un altro sacerdote con l'identico nome di Ascanio Caracciolo.

La lettera era scritta dal genovese Agostino Adorno, venerabile, e da Fabrizio Caracciolo, abate di S. Maria Maggiore di Napoli. I due si rivolgevano ad Ascanio Caracciolo  per chiedergli  di collaborare  alla fondazione  di un nuovo
Ordine, quello dei Chierici Regolari Minori. Ma a quale dei due Ascanio Caracciolo?

Il postino la recapitò al giovane sacerdote, nato il 13 ottobre 1563 a Villa S. Maria di Chieti e trasferitosi a Napoli a ventidue anni di età per completarvi gli studi teologici. Gli anni della sua giovinezza erano trascorsi senza che nulla di particolare facesse presagire in lui la straordinaria attività apostolica che nella pur breve vita (morì a 45 anni) avrebbe svolto. Con i due committenti si recò all'eremo di Camaldoli per l'elaborazione della Regola, che papa Sisto V approvò il 10 luglio 1588.

A Francesco Caracciolo si deve l'inserimento di un quarto voto, oltre ai consueti di castità, povertà e obbedienza: quello di non accettare alcuna dignità ecclesiastica. L'anno dopo Ascanio Caracciolo emetteva i voti religiosi assumendo il nome di Francesco. Nel 1593 la piccola congregazione, che aveva preso dimora in un'angusta casa nei pressi della Chiesa della Misericordia, tenne il primo capitolo generale e Francesco dovette accettare per obbedienza la carica di preposto generale.

Intanto la giovane congregazione approdava a Roma, alla chiesa di S. Agnese in piazza Navona. Scaduto il suo mandato, tornò in Spagna dov'era stato già nel 1593 e vi fondò una casa religiosa a Valladolid e un collegio ad Alcalà. Fu maestro dei novizi a Madrid e di nuovo preposto della casa di S. Maria Maggiore di Napoli.

Le molteplici attività avevano fiaccato la sua già debole fibra. Durante un soggiorno ad Agnone, presso i padri dell'Oratorio, cadde gravemente ammalato e morì il 4 giugno 1608.

Il suo corpo, trasportato a Napoli, fu sepolto nella chiesa di S. Maria Maggiore. Il primo dei suoi tanti miracoli, la guarigione di uno storpio proprio durante i funerali, fu la scintilla che accese il gran fuoco della devozione dei napoletani verso questo santo "oriundo", canonizzato da Pio VII il 24 maggio 1807 ed eletto nel 1840 compatrono della città partenopea.


(**) Servo di Dio Francesco Pianzola
(Sartirana (Pavia), 5 ottobre 1881 - Mortara (Pavia), 4 giugno 1943)

Nato a Sartirana Lomellina, in provincia di Pavia, il 5 ottobre 1881, Francesco viene a contatto già da piccolo con le fatiche e le sofferenze degli agricoltori, dei braccianti agricoli e soprattutto delle mondariso che giungono da lontano in Lomellina per trovare lavoro. Ragazzo pio, aperto e riflessivo, sente nascere in sè la vocazione sacerdotale. Studia presso il Seminario di Vigevano (PV) e il 16 marzo 1907 viene ordinato sacerdote.

Da sacerdote, Francesco non dimentica i lavoratori dei campi e la passione di essere annunciatore del Vangelo nella sua terra, prediligendo gli umili, i dimenticati delle campagne e ora anche delle fabbriche, lo spinge alla predicazione itinerante rivolgendosi al popolo e ai giovani.

Dal contatto vivo e profondo con la sua gente, della quale conosce la fame di verità e dalla conoscenza sofferta della situazione della donna nei campi e nelle fabbriche, percepisce la voce di Dio che lo chiama a realizzare nuove iniziative apostoliche al fine di arrivare a tutti e spezzare per ciascuno il pane del Vangelo.
 
Fonda perciò la Congregazione delle Suore Missionarie dell'Immacolata Regina della Pace, stabilendo la casa madre a Mortara, il "capoluogo" della Lomellina, perchè "piccoli e poveri Gesù, serve di anime povere" andassero a cercare i più lontani nelle fabbriche e in campagna, nei cortili, nelle periferie, per assisterli e confortarli, per ripetere "con semplicità e amore" la Parola che salva, collaborando al sacerdozio cattolico.
 
Padre Pianzola, circondato da grande affetto e fama di santità, consumato dalle fatiche e dalla carità, muore nella casa generalizia delle sue suore a Mortara il 4 giugno 1943, dove oggi riposa. E' stato definito: "l'apostolo della Lomellina" dalle autorità ecclesiali, e semplicemente della gente: "al pret sant di mundini", il prete santo delle mondine.

Per informazioni, richieste di immagini e biografie rivolgersi a:
Suore Missionarie dell'Immacolata Regina Pacis, Via SS. Trinità 16- Mortara (PV)

Storia e Memoria – 4 Giugno 2009 (Thanks to: Piero Bargellini, Santi e Beati, Wikipedia)



 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Arriva il Tapiro d'oro, Renzi: "Un Tapiro cumulativo lo merito..."

Roma

Arriva il Tapiro d'oro, Renzi: "Un Tapiro cumulativo lo merito..." Foto

Jessica allena i glutei

GOSSIP

Il sexy allenamento ai glutei di Jessica Immobile fa il boom di clic Video

Aurora Ramazzotti canta la canzone di papà Eros e lo imita: «Mi ucciderà»

radio

Aurora Ramazzotti imita papà Eros: «Mi ucciderà» Video

Notiziepiùlette

Ultime notizie

I dieci errori da evitare in palestra

FITNESS

I dieci errori da evitare in palestra

Lealtrenotizie

Le baby gang fanno paura. Negozianti sotto assedio

Via Mazzini

I commercianti: «Minacciati dalle baby gang»

Il fenomeno dilaga

Bocconi al veleno, allarme anche a San Leonardo

BASSA

I truffatori arrestati risarciscono i negozianti raggirati

TRAFFICO METEO NEWS

Buongiorno Parma!

Traffico-Meteo-News: tutte le informazioni utili prima di uscire di casa

Salsomaggiore

Addio a Iolanda Campanini, una vita fra libri e giornali

Fidenza

Malore in piazza, l'esercitazione diventa soccorso reale

Cocaina

Preso il pusher dei ragazzini

La storia

Silvia, convertita all'ebraismo: mollo tutto e mi trasferisco in Israele

Lega Pro

Parma: splendida rimonta, Samb ko

Stadio Tardini

Il Parma soffre ma poi vince alla grande: 4-2 sulla Sambenedettese Foto Video

I crociati tengono il passo del Venezia. Partita numero 300 per capitan Lucarelli con la maglia del Parma

1commento

Parma-Samb

D'Aversa: "Nel primo tempo non eravamo aggressivi. Importante l'atteggiamento" Video

2commenti

Polizia municipale

Autovelox e autodetector: ecco la mappa dei controlli a Parma

lega pro

La Reggiana vince 2-0 con il Lumezzane

il caso

Bocconi avvelenati al Parco Martini: e Otto muore in poche ore

7commenti

L'INCHIESTA

Telefonini in classe? A Parma per lo più spenti

8commenti

Il personaggio

Il bussetano Laurini debutterà in F3 al volante di una Dallara: «Che emozione»

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

La risposta che occorre per placare la rabbia

di Michele Brambilla

IL DIRETTORE RISPONDE

Le deprimenti liti dei politici

1commento

ITALIA/MONDO

auto

Addio al libretto di circolazione: il documento sarà unico

Sant'Ilario d'Enza

Mezzo nudo e in perizoma fa l'esibizionista davanti a una bimba: arrestato 

1commento

COSTUME

L'INDISCRETO

I belli delle donne

1commento

il disco

45 ANNI FA - Mu, il mito secondo Cocciante

SPORT

Parma-Samb

Il Parma tira fuori il carattere: l'analisi di Sandro Piovani Video

Parma-Samb

Lucarelli: "Partenza lenta, pericolo scampato" Video

MOTORI

SUPERCAR

Ferrari 812 Superfast,
la nuova berlinetta da 800 Cv

300 CV

Leon Cupra, la Seat più potente di sempre Gallery