Arte-Cultura

Dolcemente narrando

Dolcemente narrando
0

Mariagrazia Villa
Evviva, le favole stanno ovunque. In un ragno come tanti, in un comune ferro da stiro, in due normali fratellini. Basta saperle vedere e risvegliare. E non serve essere principi o poeti. Basta essere quel che si è: un papà. E avere tanta voglia di regalare alle proprie bimbe una storia che non si può né leggere né ricordare, ma solo inventare e raccontare. È nato così l’audiolibro «Il papà delle favole» (www.papadellefavole.blogspot.com), realizzato grazie agli «Amici del Mulino» di Mulino Bianco, in vendita a partire da domani con la Gazzetta di Parma a 7,90 euro più il prezzo del quotidiano (i proventi del libro e del cd allegato saranno devoluti all’associazione «Noi per Loro» che, dal 1984, opera a fianco del Reparto di Oncoematologia Pediatrica dell’Azienda Ospedaliero-Universitaria di Parma, diretto dal dottor Giancarlo Izzi, per migliorare la cura e la qualità di vita dei bambini ricoverati e delle loro famiglie).

 L'autore di questa originale raccolta di «c'era una volta...» è il giornalista Cesare Pastarini, segretario di redazione del nostro giornale, che ha avuto l’idea di scrivere delle favole quando le due figlie, Maria Vittoria di 7 anni e Carlotta di 4, erano ancora nella pancia della mamma: «Desideravo donare loro qualcosa che fosse soltanto mio», racconta. «Nel tempo, da semplici idee da narrare, si sono trasformate in vere e proprie favole». All’inizio, le ha proposte alla scuola materna «Alice» di Parma, poi nell’ambito di tre edizioni de «Lo Sfogliandolo», la rassegna letteraria del Comune rivolta ai più piccoli. In quest’occasione, Cesare ha anche creato una favola insieme ai bambini della Scuola primaria «Cocconi», pubblicata poi nel libro con il titolo «Musica per le mie zampe». In questa traversata dell’immaginazione, dove le cicale trovano lavoro come tassiste e smettono di fare le cantanti come in Esopo, o i frigoriferi hanno un’intensa vita notturna con rapporti promiscui tra sedani e bistecche, Cesare è il comandante di un equipaggio numeroso e di livello.

 Le illustrazioni del volume sono di Gianluca Foglia, in arte «Fogliazza», fumettista e vignettista per diversi quotidiani locali e nazionali, che con il suo tratto graffiante e colto ribalta la nota affermazione di Saint Exupéry secondo cui tutti i grandi sono stati bambini una volta e in pochi se ne ricordano: per lui tutti i bambini sono stati grandi almeno una volta e nessuno se ne vuole dimenticare. Per questo i suoi disegni sono esplicitamente densi, mai bambineschi. Anche il progetto grafico, curato da Alessia Leporati, è grande, senza essere pedantemente adulto: limpido ed efficace.

 Anche al cd hanno lavorato artisti professionisti: Michele Triggiani per le musiche che commentano ogni favola, arricchendola di sfumature, e nove attori delle compagnie teatrali di EuropaTeatri, il Teatro di Minosse e OHT, diretti da Loredana Scianna, per dar voce, ma sarebbe meglio dire carne e ossa, ai protagonisti di ogni storia. Tante le problematiche affrontate, e tutte contemporanee perché senza tempo. Il valore dell’amicizia, che pesa più del potere, il riconoscersi bambini e affiatati e pieni di futuro al di là del colore della pelle, l’affetto verso gli animali e quello degli animali verso di noi, l’importanza del servizio al prossimo per crescere, le maligne conseguenze dell’inquinamento del pianeta, il rispetto della vita in ogni essere, la giustezza della natura che fa le cose per bene. Benché Cesare ricordi il ragionier Bianchi di Varese delle «Favole al telefono», non ha seguito la grammatica della fantasia di Rodari, affidandosi al binomio fantastico dato dallo scontro occasionale di due termini senza parentela, da errori di ortografia o da giochi di parole, ma l’idea di Vygotskij, secondo cui l’immaginazione ha un rapporto vitale e insostituibile con la realtà, non è mai un divertimento ozioso o un’attività campata in aria.
 Sente, infatti, e scrive come un bambino. Non perché sia infantile, ma perché immagina dalle sue esperienze liberamente e per amore. Con naturalezza. Tant'è che la morale, presente in ogni favola, non è mai un macigno che polverizza la storia, ma uno spiritello leggero che insegna, senza mai essere petulante o saccente. Una gentilezza d’animo che sigla il racconto. La forza di questo papà sta proprio nel captare che l’imprevedibile è già scritto nel grembo della normalità, che lo straordinario sboccia dalla trama dell’ordinario senza alcuna cesura o lacerazione, ma per sviluppo spontaneo. Nel sapere, appunto, che le favole stanno ovunque. 


 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

La mischia che salva l'ambulanza

Sport

Rugby: tutti in mischia per... l'ambulanza Video

Aniston rifila un "due di picche" a Pitt

invito a cena

Aniston rifila un "due di picche" a Pitt

Marito e moglie si incontrano per caso in villa di scambisti: scoppia rissa

ARICCIA

Marito e moglie si incontrano per caso in villa di scambisti: scoppia rissa

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Guida ai ristoranti 2017

NOSTRE INIZIATIVE

Guida ai ristoranti 2017: ecco le novità

Lealtrenotizie

Parma Calcio

parma calcio

Nuovo ds, tramonta Vagnati e rispunta Faggiano

4commenti

martorano

Incornato da un toro: grave allevatore

tg parma

Travolto a Lemignano: Mihai Ciju resta gravissimo Video

tg parma

Università, aumentano gli iscritti: +12,7% Video

comune

Piano neve: oltre un milione e mezzo di euro e 225 mezzi pronti a partire

All'opera 110 tecnici e spalatori

tribunale

Sparò all'amico in via Europa: condannato a 6 anni

q.re Pablo

Multa a una 78enne invalida, per i rifiuti si affidava ad un vicino

La denuncia della Cgil: “Serve più attenzione per le fasce deboli della popolazione”

25commenti

PARTITI

La resa dei conti nel Pd e le elezioni

3commenti

Psicologia

Bebè, il buon sonno incomincia dal lettone

collecchio-noceto

Truffa-furto del finto soccorso stradale: nuove segnalazioni

2commenti

BASSA

Lutto a Sorbolo per la morte di Ilaria, uccisa da una malattia a 30 anni

Cassazione

Omicidio Guarino, le motivazioni dell'ergastolo

Io parlo parmigiano

Un calendario tutto da ridere

ACCADEMIA

Maria Luigia e la fucina delle arti

fiere

Cibus “Connect”: ecco come sarà

Delineato il programma della nuova fiera che si terrà a Parma dal 12 al 13 aprile

traversetolo

Ucciso da forma di Parmigiano: condannato il produttore della "spazzolatrice"

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Renzi: perché ha perso, perché può rivincere

di Michele Brambilla

IL DIRETTORE RISPONDE

Il panino? Non famolo strano

ITALIA/MONDO

torino

Sale sulle scale mobili della metro. Ma col Suv Foto

napoli

Stava per essere buttato nella spazzatura: neonato salvato

SOCIETA'

televisione

Gabriele: da Medesano alla finale a L'eredità

Strajè

"Costretta" a fare ricerca all'estero. Il sogno di Maria Chiara: tornare a Parma Video

1commento

SPORT

Calciomercato

Vagnati, la Spal spaventa il Parma

16a giornata

Parma - Bassano 1-1 Gli highlights

CURIOSITA'

viaggi

Madrid coi bambini: 8 buone ragioni per partire Foto

tg parma

All'Annunziata 40 presepi in mostra da tutta Italia Video