14°

INIZIATIVA

Da Cuba a via Burla, raccontare la libertà tra parole e pagine

Un narratore e le sue storie in viaggio nel mondo dei reclusi. «Noi siamo qui, non ci dimentichi»

Da Cuba a via Burla,  raccontare  la libertà tra parole e  pagine
0

Se esiste una cosa che va dimenticata quando si entra in un carcere, anche se ne senti il battito dilatato, è il tempo. Dove anche due ore possono sembrare un’eternità. Specie se sai che il vuoto da riempire è un'attesa. Di parole. Di storie. Di racconti da un mondo lontano migliaia di chilometri come può essere un'isola feticcio, a seconda dei punti di vista prototipo dei sogni turistici o «prigione» in salsa tropicale. Ho scelto di raccontare la mia Cuba «tra letteratura e cronaca» ai detenuti che stanno aspettando nella sala teatro. Non so chi siano, ignoro le loro fedine penali, non ho idea di quando (e se) finiranno di scontare le loro condanne. Entrare nel mondo dei reclusi è un altro «viaggio». Le doppie porte di ferro rosso. Il clangore delle maniglie. Il documento lasciato alla guardiola. La trafila prevede che il cellulare venga lasciato agli agenti. Dopo un po’ appare Lucia Monastero, direttore aggiunto degli istituti penitenziari di Parma. E' lei ad accompagnarmi e a condurre l'incontro. Altri corridoi: «non luoghi» fatti di pareti blu e grigie che si stringono, cancelli di ferro che arrivano al soffitto, pavimenti di linoleum, fino alla sala teatro. Loro sono esattamente come te li aspetti: non sai nulla del passato che li ha fatti inghiottire nel buco nero del carcere. Qualcuno ha l'aspetto serissimo, altri mostrano un fare guascone. Ma basta poco per sciogliere la tensione e strappare un sorriso. Lì dove la scrittura come luogo di libertà è un fatto che si tocca e si respira. Sono entrato con un quaderno su cui ho scritto una traccia del mio intervento e un po' dei miei libri sotto il braccio da regalare alla biblioteca. Con la consapevolezza di dover parlare della mia esperienza a persone che vorrebbero scrivere magari per provare a lenire il dolore della detenzione. Lucia Monastero spiega che tra i detenuti è molto diffusa una scrittura spontanea che nasce probabilmente dal bisogno di comunicare se stessi e con se stessi e talvolta sorprende scoprire che a provarci sono persone che non lo hanno mai fatto prima. I detenuti scrivono – e leggono – per sopravvivere alla detenzione. Rigiro fra le mani le copie dei libri che ho portato, gli appunti che ho preparato. Ma appena mi siedo e i miei occhi incrociano i loro capisco che non ha senso tenere una «lezione». Vorrei essere io ad ascoltare le loro storie, a imparare come si sopporta una clessidra da cui non scende sabbia, ma anni che non passano mai e che nessuno ti potrà restituire. L'incontro si trasforma in una chiacchierata sul leggere, sul concetto di libertà. I «ragazzi» intervengono, commentano quello che gli piace o quello che li fa ridere. Anche gli applausi sono un po’ più veri, perché qui non si regala niente. Non mi aspettavo una partecipazione così accalorata. «Venga quando vuole, noi siamo qui, non ci dimentichi». Un ragazzo si avvicina e timidamente confida che ha una bella storia da raccontare, vorrebbe che lo facessi io per lui: lo incito a scriverla e poi a mandarmela. Con la promessa di leggerla una volta finita. All'uscita, gli stessi riti dell’ingresso. Il cielo si è rannuvolato, penso a quello che mi ha detto uno dei detenuti. «Per ricordarmi cosa c'è fuori di qui guardo le stelle». Percorro la strada verso l'auto, senza più perimetri di cemento davanti agli occhi. Anche il tempo sembra scorrere più veloce.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Addio al gigante di «Trono di Spade»

MORTO FINGLETON

Addio al gigante di «Trono di Spade»

Amici, la Celentano dà della grassa alla ballerina che si mette a piangere

Video

"Sei grassa" e la ballerina piange: polemica ad Amici

1commento

Morto il fratello dell'inviato Valerio Staffelli

Striscia la notizia

Morto il fratello dell'inviato Valerio Staffelli

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Collezionismo e antiquariato di nuovo protagonisti a Parma

L'EVENTO

Mercanteinfiera protagonista
a Parma

Lealtrenotizie

Parma espugna 1-0  Salò

lega pro

Basta un gol: il Parma espugna Salò (1-0) e risponde al Venezia Gallery Video: il gol

Mazzocchi e Corapi: "Partita rognosa, ma aabiamo portato a casa i tre punti" (Video)La squadra saluta gli oltre ottocento tifosi (Video)Il Venezia schiaccia la Samb 3-1. Anche il Padova vince (Risultati e classifica)

pacciani commenta

"Parma poco brillante: ma contano i tre punti" Video

Bassa

Successo per la Verdi Marathon: 2.200 partecipanti, sole e... Verdi sul palco Foto

Malattie

Tre ragazzi con la scabbia alle superiori

9commenti

gazzareporter

Il soffitto della palestra "Del Chicca" perde i pezzi

Carabinieri

Legna e pellet non pagati: commerciante di Parma raggirato nel Reggiano

Bagnolo in Piano: denunciato un 52enne di Crotone, la nipote e il suo compagno

Borgotaro

Discute con una coppia, torna armato di coltello: un ferito nel parapiglia

Marocchino bloccato dai carabinieri 

7commenti

SALSOMAGGIORE

Addio a Renzo Tosi, il re della focaccia di Natale

1commento

Borseggio

«Tenetevi i soldi, ma ridatemi la foto del nipotino»

1commento

CURIOSITA'

Cartello «anti-rudo» al Campus

SORBOLO

Se n'è andato Giuliano Rosati, poliedrico e infaticabile

IL CASO

Sorbolo, contro furti e degrado il controllo si fa correndo

Nasce il progetto «Arrestiamoli»: lo sperimentano il sindaco e due runner

Sos animali

Cinque cuccioli cercano casa

viabilità

Il calendario e la mappa degli autovelox della settimana

Parma

Carnevale, carri e maschere dal Battistero alla Cittadella Foto Video

Spettacoli

Agnese Scotti: «Il mio teatro è fisico»

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Auguri Giorgio Torelli, un parmigiano speciale

di Michele Brambilla

IL DIRETTORE RISPONDE

Le multe facili e quelle difficili

8commenti

ITALIA/MONDO

ROVIGO

Errore in un documento: niente funerale, la defunta risulta viva

Esplosione

Catania, crolla palazzina: morta un'anziana, una bimba di 10 mesi in coma 

SOCIETA'

Cinema

E' morto l'attore Bill Paxton

FIERE

E' iniziato Mercanteinfiera: curiosità fra gli stand Foto

SPORT

Coppa del mondo

Sci: Peter Fill vince il SuperG. Argento per gli azzurri nel Team sprint

lega pro

La Reggiana vince e si fa sotto. Il Gubbio si allontana

MOTORI

ALFA ROMEO

Stelvio, il Suv del Biscione. Da 50.800 euro Video

NOVITA'

Bmw, la nuova Serie 5 ragiona da ammiraglia