19°

34°

Arte-Cultura

Fabio Pariset, giovane patriota venuto da Parma

Fabio Pariset, giovane patriota venuto da Parma
Ricevi gratis le news
0

di Paola Pariset

Fu la battaglia più cruenta (ma risolutiva) della II Guerra d’Indipendenza italiana, quella combattuta sui colli di Solferino e San Martino (24 giugno 1859), di cui fra tre giorni ricorre il 150° anniversario. Fra gli italiani figurava il volontario diciannovenne Fabio Pariset - nato a Parma nel 1840 da Camillo (che era figlio di Giuseppe Pariset, generale napoleonico nelle Campagne d’Italia) e dalla parmigiana Giuseppa Calemini - fuggito da casa per arruolarsi in Piemonte. Ma ecco le parole del giovane patriota, raccolte su fogli di fortuna durante la campagna militare, ed ora di proprietà della famiglia e di chi firma questo scritto, insieme con tutti i documenti ufficiali di lui: «Il 31 marzo 1859 abbandonai Parma mio paese natale, mia madre che mi piange tuttora, un padre che mi adora...per prestare io pure l’opera del mio debole braccio a questa nostra patria, la bella Italia conculcata e derisa dai crudeli nostri oppressori» (Il padre di Fabio ricorse al Ministero della Guerra, ma il Comandante del Corpo riferì: «Il giovane ha risposto risolutamente di non voler lasciare le militari bandiere, salvochè vi venisse costretto dalla forza»). In Piemonte Fabio fu destinato al 14° Reggimento Bersaglieri Brigata Pinerolo: «Il 24 giugno ci misero in marcia al passo di corsa e ci recammo sotto le alture di S.Martino. Ci schierammo in battaglia e dopo 9 ore che il fuoco era incominciato, la nostra Divisione comandata dal famoso generale Moulard ricominciò una lotta terribile e sanguinosa. Demmo la carica con la baionetta.... anelanti e trafelati dal caldo che ci soffocava, sfiniti dalla sete e dalla fame, riparammo dietro una cascina. Il cannone, dietro di noi per proteggere la nostra avanzata, arrivati che fummo ci batteva, e furono più i mietuti dai nostri colpi, che da quelli dell’inimico. In mezzo a due fuochi sostenemmo l’impeto del nemico per ben due ore.... La natura stessa ci aiutò: un uragano terribile e una forte acqua ci protesse, poiché cadendo alle nostre spalle batteva di faccia al nemico, che non s'accorse che noi eravamo sotto della posizione. Orrore soltanto a pensarlo, saressimo stati tagliati a pezzi, poiché che avrebbe fatto un reggimento contro tanti uomini che erano in quella posizione....riordinati in battaglia ci avanzammo a baionetta calata e solo a 9 ore di sera ci abivacammo. Alla mattina dopo quale orrenda carneficina! Sorse il sole ad illuminare una strage. Ottantamila uomini fra tutta la linea di battaglia tra Solferino e S.Martino giacevano al suolo fuori di combattimento».
 Il patriota ottenne una medaglia per tale impresa e una per la liberazione di Ancona: poi seguì il Reggimento fino a Napoli (stupendamente descritta), ove nel novembre 1860 terminò il diario dedicato alla madre, sperando di partecipare alla presa di Venezia: «Mio ardentissimo desiderio sarebbe che venisse un ordine che ci mandasse ad infrangere le catene della Regina del Mare. Speriamo che non sarà lunge quel giorno di gioia e vendetta». Fabio presentì più volte la morte, che giunse invece nel profondo sud: il Reggimento fu spedito in Vulture per la lotta al brigantaggio, dove durante un perlustramento cadde in un’imboscata. Fabio fu ferito al braccio e morì all’ospedale di Atella nel luglio 1864. Emorragia? Infezione? Piuttosto indifferenza e ostilità verso un soldato sabaudo, inviso ai Borbone più dei briganti. E giace ancora lì, nell’Ossario di quel remoto cimitero, il bersagliere parmigiano di ventiquattro anni Fabio Pariset.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Barbara Weldens

Barbara Weldens

FRANCIA

La cantante Barbara Weldens muore folgorata durante un concerto

Truffa allo chef Bruno Barbieri: arrestata 33enne

Torino

Truffa allo chef Bruno Barbieri: arrestata 33enne

2commenti

Paul Young

Paul Young

Monza

Paul Young noleggia una Panda e si scontra con un anziano a un incrocio

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Ecco la Summer Promo: la Gazzatta a soli 45cent al giorno!

ABBONAMENTO DIGITALE

Ecco la Summer Promo: la Gazzetta a soli 45 cent al giorno!

Lealtrenotizie

In arrivo il caldo record, fiume Po sempre più in basso

ParmENSE

In arrivo il caldo record, fiume Po sempre più in basso Video

Tg Parma

Delitto di via San Leonardo: Solomon a Parma incontra il padre Video

Delitto

Papà Fred si racconta: tra il dolore infinito e la forza dell'amore

6commenti

Guardia di Finanza

Fa sparire 135mila euro destinati ai creditori: nei guai imprenditore parmense

1commento

Alimentare

Sciopero e presidio alla Froneri (ex Nestlé)

1commento

via fleming

Urta un veicolo in sosta e finisce con l'auto a ruote all'aria Foto

carabinieri

Rapina in banca con sequestro a Busseto: arrestati in tre

panocchia

Auto fuori strada: liberato il conducente incastrato tra le lamiere

2commenti

PARMA CALCIO

Luca Siligardi, nuovo bomber: "Bel gruppo. La serie B? Imprevedibile" Video

SORAGNA E BUSSETO

I sindaci dicono no ai profughi: "Non ci sono strutture adatte"

5commenti

Inchiesta

Le casalinghe a Parma, pareri a confronto

5commenti

CONFCONSUMATORI

Energia e gas: boom di reclami contro le maxi bollette

Dagli errori di fatturazione alle attivazioni mai richieste: scoppia la protesta

2commenti

natura

Mamme d'Appennino: la volpe allatta i suoi cuccioli Video

Tribunale

Stalker violento condannato a tre anni

PARMA

"Insieme", bando della Fondazione Pizzarotti a sostegno delle famiglie fragili

SPETTACOLI

La carica dei 5mila all'Arena Shakespeare

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL CASO

La lezione di papà Fred Video-editoriale

1commento

EDITORIALE

Borsellino e la giustizia che dobbiamo ai giovani

di Filiberto Molossi

ITALIA/MONDO

GIALLO

Molotov contro centro migranti a Modena

VENEZIA

L'incendio di Londra: mille persone al funerale di Marco, morto assieme a Gloria

SPORT

Tg Parma

Ritiro di Pinzolo, prime due sedute di allenamento per il Parma

TOUR

Sull'Izoard vince Barguil, Aru in difficoltà: scivola al quinto posto

SOCIETA'

l'emendamento

Cellulare alla guida: ritiro immediato della patente fino a 6 mesi

9commenti

telefono azzurro

Telefono e social, i bambini "inchiodano" gli adulti Video

MOTORI

TOYOTA

Yaris GRMN, dal Nurburgring la Yaris più potente di sempre

DAIMLER

Mercedes, "richiamo" volontario per 3 milioni di motori diesel