Arte-Cultura

Guareschi e il cinema

Guareschi e il cinema
0

Comunicato stampa
 
 
Le burrascose avventure
di Giovannino Guareschi nel mondo del cinema
 
Omaggio della Cineteca di Bologna a Guareschi nel centenario della nascita
 
 
Un percorso fatto di immagini e parole: Giovannino Guareschi, disegnatore, vignettista, scrittore, sceneggiatore, in altre parole, uomo di lettere e uomo di cinema.
La Cineteca del Comune di Bologna, in collaborazione con il Comitato Nazionale per le celebrazioni del centenario della nascita di Giovannino Guareschi (www.guareschi2008.com), con il patrocinio del Ministero per i Beni e le Attività Culturali,  e con il sostegno della Fondazione Carisbo,  ne ripercorre la vita – una carriera artistica e intellettuale controversa, segnata da successi e polemiche – e lo fa intrecciando una mostra, una retrospettiva, un libro. Molti gli inediti, da cui letture, prospettive, idee inedite.
 
‘Le burrascose avventure di Giovannino Guareschi nel mondo del cinema’ è il titolo che raccoglie tutte le iniziative, a partire dalla mostra che sarà allestita da martedì 24 giugno (e fino al 19 ottobre) nella Sala espositiva della Cineteca di Bologna (via Riva di Reno, 72), dove troveranno spazio oltre cento foto, quaranta disegni, venti lettere, che tracceranno il viaggio cinematografico di Guareschi, da “Gente così”, pellicola del 1949 diretta da Fernando Cerchio, a “La rabbia” (1963: senza dubbio il capitolo più problematico di questa storia), passando per una delle saghe più fortunate del cinema italiano, quella di Don Camillo e Peppone, inaugurata da una doppia regia di Julien Duvier (1952-53) e conclusasi nel 1972 con “Don Camillo e i giovani d’oggi”, diretto da un Mario Camerini orfano dei due eroi Fernandel e Gino Cervi.
 
Tutte pellicole, queste, che vedremo alla 22ª edizione del festival Il Cinema Ritrovato (Bologna, 28 giugno – 5 luglio), promosso dalla Cineteca di Bologna e dalla Mostra Internazionale del Cinema Libero, occasione che tuttavia riserverà molte sorprese alla scoperta del Guareschi meno noto: tutti i “Don Camillo”, quindi, – e i due di Duvivier saranno in versione originale francese –, ma anche “Caccia all’orso” (incontro televisivo tra Guareschi e Montanelli), “La rabbia” (la prima parte a firma di Pier Paolo Pasolini e la seconda a firma di Guareschi) e un documentario inedito, realizzato da Tatti Sanguineti, che proprio di questo discusso progetto racconta e analizza la vicenda: “La rabbia I”, “La rabbia II”, “La rabbia… L’Arabia”.
 
«Ci voleva il cinema, il cinema dei fantastici anni 50 e 60, macchina tecnologicamente matura ma dall'energia ancora in gran parte da dispiegare, e ci voleva l'ottimismo del cinema italiano di quegli anni per produrre Peppone e Don Camillo, come anche per mettere insieme due opposti, come Guareschi e Pasolini. Ci voleva un'istituzione come la Cineteca di Bologna per raccontare questa storia - la storia dei rapporti tra Guareschi e il cinema - ha dichiarato Vincenzo Bernazzoli, Presidente del Comitato Nazionale per le celebrazioni del centenario della nascita di Giovannino Guareschi. Uno degli aspetti più difficili, al di là delle apparenze e delle compiacenti foto di scena, della personalità di Giovannino. Il Comitato per il centenario, ancora una volta, esce dalla prigione delle celebrazioni retoriche per sondare e possibilmente raggiungere la verità culturale e umana di Guareschi».
 
«Guareschi è tra quei geniali intellettuali che, negli anni precedenti e in quelli immediatamente successivi alla seconda guerra mondiale, utilizzarono le potenzialità del linguaggio satirico, che associava testo e immagine, per parlare a tutti gli italiani e per rappresentare, con lucidità e ferocia, i loro malcostumi», afferma Gian Luca Farinelli, direttore della Cineteca di Bologna, che da anni insegue un progetto che trova compimento oggi, nel centenario guareschiano, nato dapprima dal restauro della “Rabbia” (film su cui proseguono le ricerche della Cineteca e altre iniziative correlate) e culminato nel ritmo tripartito della mostra, della retrospettiva e di un volume – intitolato anch’esso Le burrascose avventure di Giovannino Guareschi nel mondo del cinema – pubblicato da MUP Editore che di fatto racchiude il senso di un’intera operazione, grazie al lavoro dei suoi curatori, Egidio Bandini, Giorgio Casamatti, Guido Conti, e di studiosi di rango come Tatti Sanguineti e Roberto Chiesi.
 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

La trollata epica del rapper di Parma sui profughi

tv

La "trollata epica" del rapper parmigiano Bello FiGo sui profughi Video

Gara a Bologna, "Scrivi un film per Ambra Angiolini"

cinema

Gara a Bologna: "Scrivi un film per Ambra Angiolini" Video

"Novemila euro alla Arcuri per accendere l'albero di Natale"

Manuela Arcuri

salerno

"Novemila euro alla Arcuri per accendere l'albero di Natale"

1commento

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Terremoto: cosa rischia Parma

TERREMOTO

Ma Parma quanto rischia?

1commento

Lealtrenotizie

Il Parma va sotto, poi si rialza: 1-1 col Bassano. E finale incandescente Foto

dal tardini

Il Parma va sotto, poi si rialza: 1-1 col Bassano. E finale incandescente Foto

1commento

nuovo allenatore?

D'Aversa in tribuna al Tardini. Annuncio in serata?

al mercato

Sorpreso a rubare, ferisce con un cutter i titolari di un banco in Ghiaia Foto

2commenti

sala baganza

Preso il 18enne che faceva da pusher ai ragazzini della Pedemontana

degrado

Nuove luci e marciapiedi più larghi e "vivibili": così sarà via Mazzini Foto

12commenti

via toscana

Urta due auto in sosta e poi fugge: è caccia al conducente

1commento

SAN LEONARDO

Arriva la sala scommesse, scoppia la polemica

8commenti

Solidarietà

Sisma, il cuore di Parma c'è

agenda

Un weekend di colori, musica, gusto e cultura

Salsomaggiore

Addio a Lorenzo, aveva solo 15 anni

1commento

social network

Via D'Azeglio, quando scopri che i ladri ti hanno preceduto...Foto

1commento

via mazzini

Un altro pezzo di storia che se ne va: chiude Zuccheri

4commenti

controlli

Autovelox e autodetector: la mappa della settimana

PENSIONI

Novità sul ricongiungimento dei contributi

1commento

tg parma

Referendum costituzionale: domani urne aperte dalle 7 alle 23 Video

gazzareporter

Scia e aerei: mistero nel cielo di Parma Video

7commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

Un po' più di mezzo bicchiere

EDITORIALE

Dal sexting al ricatto: pericoli on line

di Filiberto Molossi

1commento

ITALIA/MONDO

cesenatico

Insegnante mortifica e minaccia un alunno, denunciata dai carabinieri

bologna

Agente si spara al pronto soccorso, è gravissimo

WEEKEND

IL CINEFILO

I film della settimana, da Sully a Agnus Dei  Video

VERNISSAGE

90 anni di Arnaldo Pomodoro: la sua arte invade Milano

1commento

SPORT

formula uno

Mercedes: dopo il ritiro di Rosberg, Alonso tra le ipotesi

Bis Jansrud

Sci, per l'Italia un altro podio: Fill è secondo

SOCIETA'

sesso

E' italiano il primo strumento che misura l'intensità dell'orgasmo

rifiuti abbandonati

Via Anedda e la montagna di scatole (cinesi) Foto

1commento