12°

23°

Arte-Cultura

Il Duomo dell'Oltretorrente

Il Duomo dell'Oltretorrente
Ricevi gratis le news
0

di Pier Paolo Mendogni

«Una imagine della Madonna che è in capo ponte - si legge in un antico manoscritto di memorie - nel quartiere di San Basilio riscontro a Borgo Bertano sopra la muraglia di un orto ha fatto un miracolo», la guarigione di una storpia: era il 20 maggio 1603 e da quel momento la devozione per la Vergine allattante, dipinta da Mercurio Baiardi nel 1574 su incarico di Giacomo Battista Battioni, aveva una straordinaria diffusione coinvolgendo tantissimi parmigiani ma soprattutto la Corte ducale, iniziando da Ranuccio I Farnese che si adoperava per fare costruire un tempio che potesse ospitare la sacra immagine. Iniziava così la storia travagliata e intrigante, sul piano architettonico e decorativo, di Santa Maria del Quartiere, oggi di proprietà dell’Azienda Usl, una delle chiese più significative della città, le cui condizioni sono alquanto degradate.
Per salvare questo prestigioso monumento si stanno impegnando, a fianco della proprietà, la Fondazione Cariparma e l’Università di Parma col Dipartimento di Ingegneria Civile, dell’Ambiente, del Territorio e Architettura: la prima col sostegno finanziario che ha permesso uno studio preliminare del degrado e che successivamente si estenderà al restauro, la seconda con una serie di studi e rilevazioni che vengono documentati nell’eccellente volume, edito dalla Fondazione Cariparma e stampato dalle Grafiche Step, «Santa Maria del Quartiere in Parma, storia, rilievo e stabilità di una fabbrica farnesiana» a cura di Paolo Giandebiaggi, Carlo Mambriani e Federica Ottoni, corredato da un ricco apparato di fotografie di dipinti e disegni. Un volume che coinvolge arte e scienza, dimostrando come la tecnica coi suoi particolari strumenti di indagine e il pensiero umanistico con la sapienza storica e artistica debbano unire le specifiche competenze e lavorare insieme per delineare un quadro esatto delle condizioni del monumento così da affrontare il restauro sulla base una approfondita conoscenza della situazione. L’analisi tecnica è stata coordinata da Carlo Blasi e Ivo Iori e condotta da vari studiosi (docenti e giovani ricercatori) che hanno eseguito, fra l’altro, il rilievo dell’architettura e le indagini sul degrado della superficie muraria e sul dissesto e la stabilità dell’edificio. La prima parte è invece dedicata alla storia architettonica e decorativa della chiesa affrontata sulla base di una vasta lettura dei documenti che hanno permesso di puntualizzare i numerosi cambiamenti avvenuti in quattrocento anni nel tempio mariano, la cui prima pietra è stata posta nel 1604 da mons. Papirio Picedi vescovo di Fidenza (dal 1606 di Parma) ed è stato inaugurato il 20 maggio 1628, officiato dall’Ordine dei Terziari Francescani. Il progetto, anche se non si sono trovati documenti, appare del ferrarese Gianbattista Aleotti (autore del Teatro Farnese) che ha scelto la pianta esagonale in quanto - come spiegano Bruno Adorni e Carlo Mambriani - «con i suoi sei lati uguali rinvia alla ricerca di perfezione». L'immagine miracolosa della Madonna è stata collocata in capo al coro ma dopo la peste del 1630, per volontà di Margherita dè Medici moglie del duca Odoardo, veniva posta sull'altare maggiore in un’ancona lignea realizzata da Michelangelo Aschieri, che già aveva eseguito le ancone per gli altari. La sistemazione definitiva in una cappellina dietro l’abside avveniva solo alla fine del Seicento con uno scenografico allestimento, distrutto nell’Ottocento, dovuto a Ferdinando Bibiena il cui nome viene legato all’ampliamento della chiesa patrocinato da Margherita Farnese vedova del duca d’Este. Il convento dei terziari, chiuso nel 1769 e poi ripristinato, veniva definitivamente soppresso nel 1810 con la dispersione degli arredi e il passaggio al Comune che dava la chiesa all’Accademia di Belle Arti come magazzino per gli scultori. Paolo Toschi si adoperava per farla riaprire al culto, dopo appositi lavori di restauro, all’inizio degli Anni Quaranta, che la trasformavano in una specie di pantheon cittadino. Officiata dal 1937 dal cappuccino cappellano del contiguo Ospedale «Ugolino da Neviano», nel 1961 è stata incorporata nella parrocchia di San Francesco degli Ospedali Riuniti. Tutta la chiesa è decorata con affreschi che culminano nella foltissima cupola in cui Pietro Antonio Bernabei (1626-28) ha rappresentato la Trinità che accoglie Maria incoronata tra uno stuolo di patriarchi, apostoli, santi e angeli: «il pittore - sottolinea Elisabetta Fadda - se da un lato si pone sul solco della pittura parmense, dall’altro prende le distanze proprio dall’illusionismo correggesco del duomo»; nella fascia sottostante troviamo personaggi biblici e sibille. Bernabei ha pure affrescato parte delle cappelle, completate da Giovanni Maria Conti mentre l'abside è stata dipinta da Giulio Orlandini. Il mecenatismo di Maria Luigia ha consentito di porre sugli altari opere di vari accademici quali Stanislao Campana, Francesco Scaramuzza, Bernardino Riccardi, Francesco Pescatori, Giovanni Gaibazzi e dello scultore Tommaso Bandini.
 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Weinstein: Lory del Santo, osceno denunciare dopo vent'anni

Hollywood

Lory del Santo: "Weinstein, osceno denunciarlo dopo vent'anni"

Paolo Schianchi a Tu si que vales

Tú sí que vales

Le mani e le 49 corde di Paolo Schianchi incantano su Canale 5 Video

La Coppa Cobram è arrivata anche a San Polo

COME FANTOZZI

La Coppa Cobram è arrivata anche a San Polo Foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Lavoro all'estero e residenza in Italia? Ecco dove pagare le tasse

L'ESPERTO

Lavoro all'estero e residenza in Italia? Ecco dove pagare le tasse

Lealtrenotizie

Tagliati gli alberi, protestano i residenti

Sul Lungoparma

Tagliati gli alberi, protestano i residenti

Il caso

L'avvocato Mezzadri: «Quella volta che sparai a un ladro»

TRASPORTI

Bus, il Tar invia la sentenza in procura e alla Corte dei conti: «Aspetti singolari e conflitto d'interessi»

TRAFFICO METEO NEWS

Buongiorno Parma! x

Traffico-Meteo-News: tutte le informazioni utili prima di uscire di casa

2commenti

BORGOTARO

«Troppi ragazzi ubriachi, è emergenza»

Carabinieri

In manette la primula rossa dell'eroina

IL CASO

Parchi, bagni «vietati» ai disabili

CONCORSO

Il gatto più bello di Parma: oggi alle 16 si chiude il gruppo 9

LUTTO

Addio a Angelo Tedeschi, l'ingegnere e gentiluomo

BORGOTARO

Venturi: «Punto nascita, chiusura inevitabile»

Giardino

Parco Ducale: giù il muro su viale Piacenza

Stanziati 1.281.000 euro

4commenti

monchio

Cade da una balza rocciosa: grave un cercatore di funghi 88enne

Anteprima Gazzetta

Intervista all'avvocato parmigiano che sparò ai ladri

Gazzareporter

Oltretorrente, lezione di yoga in strada

Tra viale Vittoria e via Gulli

IL SONDAGGIO

Parma, "nebbia" in campionato. Nel mirino dei tifosi lo staff tecnico

E' da rivedere per il 66% dei tifosi che hanno risposto al nostro sondaggio

1commento

trasporto pubblico

Il Tar annulla gara vinta da Busitalia. Rizzi: "Ricorso, investimenti bloccati" Video

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Austria, il populismo alla prova del governo

di Paolo Ferrandi

SCUOLA

Aimi: «Non usare i voti come punizioni»

ITALIA/MONDO

LAMPEDUSA

Donna denuncia: tentata violenza da parte di 5 migranti

2commenti

SIRIA

Raqqa è stata liberata Il video

SPORT

CHAMPIONS

Napoli battuto a Manchester: recrimina per un rigore sbagliato

serie b

Parma-Pescara: le pagelle dei crociati in dialetto

SOCIETA'

Ateneo

Dall'Università di Parma arriva l'auto elettrica da competizione

USA

California, cane-eroe resta col gregge, lo salva dal fuoco

1commento

MOTORI

ANTEPRIMA

Seat Arona: il nuovo Suv compatto in 5 mosse Fotogallery

LA NOVITA'

Kia Stonic, debutta il nuovo «urban crossover»