Arte-Cultura

Il ritorno dei "Nuovi-nuovi"

Il ritorno dei "Nuovi-nuovi"
0

di Stefania Provinciali

«Siamo sempre Nuovi-nuovi» dice il titolo della mostra, a cura di Renato Barilli e Roberto Daolio, aperta alla Galleria Centro Steccata, di Strada Garibaldi, fino al 20 luglio. Una citazione che si può considerare ancor oggi una conferma pur raccogliendo il percorso espositivo artisti «storici», figli di quegli anni '70/'80 altamente creativi in cui prendeva forma il fenomeno di ribaltamento rispetto all’Arte Povera e ad altre tendenze similari. In mostra opere di Enrico Barbera, Luciano Bartolini, Bruno Benuzzi, Carlo Bonfà, Vittorio D’Augusta, Giuseppe Del Franco, Enzo Esposito, Antonio Faggiano, Marcello Jori, Felice Levini, Luigi Mainolfi, Giuseppe Maraniello, Vittorio Messina, Luigi Ontani, Giorgio Pagano, Giuseppe Salvatori, Salvo, Aldo Spoldi, Wal, Giorgio Zucchini, sviluppate in un contesto vasto e vario, che trova riferimento in quei due decenni in cui nacquero le differenziate etichette di Anacronisti, Transavanguardia e la vasta compagine che ha preso il nome un po' generico di Nuovi-nuovi ma che forse meglio delle altre indicava la ricchezza interna del clima corrente.
L'intuizione - di oltre trent'anni fa - dei critici Renato Barilli, Roberto Daolio e Francesca Alinovi di riunire molti dei nomi già citati in un gruppo era dovuta essenzialmente alla creatività da loro espressa che, pur in forme quanto mai differenti, dall’iconico fino all’opposto aniconico, finiva per ritrovarsi, traducendo le forme del passato sul registro leggero, traslucido, gioiosamente cromatico, caratteristico delle immagini elettroniche trasmesse dai video attraverso lo sciame dei pixel. I Nuovi-nuovi, insomma, consuonavano per le loro caratteristiche creative e tuttora consuonano con quel panorama di espressioni divertite, agili, eleganti, quali provengono dall’intera produzione mondiale, in cui hanno una parte dominante nomi quali i giapponesi Murakami e Mariko Mori, o gli statunitensi Koons e Kelley.
 I significati della mostra in corso, destinata ad essere itinerante, vanno dunque al di là della storia e del piacere formale e mentale che i suddetti autori sanno trasmettere. C'è, infatti, nell’arte più attuale il bisogno di ritrovare un patrimonio di icone ed assieme di motivi aniconici capaci di divenire elementi di decorazione; forse una precognizione messa in campo dai Nuovi-Nuovi ed oggi in grado di dar loro rinnovato significato. Un significato da cogliere, come indica nel suo saggio lo stesso Barilli, nella formazione completa con cui si sono manifestati in passato negli appuntamenti prestigiosi di Roma e Torino e da individuarsi nella loro non scalfita validità e capacità di risultare concorrenziali rispetto agli esiti più arditi e stimolanti dei «lavori in corso» nel nuovo millennio. Il percorso espositivo va, dunque, guardato con occhio «nuovo», oltre gli aspetti di una cultura artistica consolidata, volgendosi verso un’arte in divenire per scoprire dove il passato appena trascorso è presente e in quali forme.
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Gara a Bologna, "Scrivi un film per Ambra Angiolini"

cinema

Gara a Bologna: "Scrivi un film per Ambra Angiolini" Video

"Novemila euro alla Arcuri per accendere l'albero di Natale"

Manuela Arcuri

salerno

"Novemila euro alla Arcuri per accendere l'albero di Natale"

1commento

Celentano Tribute Show: ecco chi c'era al Fuori Orario Foto

feste

Celentano Tribute Show: ecco chi c'era al Fuori Orario Foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Terremoto: cosa rischia Parma

TERREMOTO

Ma Parma quanto rischia?

1commento

Lealtrenotizie

Sorpreso a rubare, ferisce con un cutter i titolari di un banco in Ghiaia Foto

al mercato

Sorpreso a rubare, ferisce con un cutter i titolari di un banco in Ghiaia Foto

parma-bassano

Traversa di Ricci, occasione gol con Nocciolini: il Parma inizia in avanti Diretta

sala baganza

Preso il 18enne che faceva da pusher ai ragazzini della Pedemontana

degrado

Nuove luci e marciapiedi più larghi e "vivibili": così sarà via Mazzini Foto

6commenti

via toscana

Urta due auto in sosta e poi fugge: è caccia al conducente

1commento

SAN LEONARDO

Arriva la sala scommesse, scoppia la polemica

3commenti

Solidarietà

Sisma, il cuore di Parma c'è

agenda

Un weekend di colori, musica, gusto e cultura

Salsomaggiore

Addio a Lorenzo, aveva solo 15 anni

1commento

social network

Via D'Azeglio, quando scopri che i ladri ti hanno preceduto...Foto

via mazzini

Un altro pezzo di storia che se ne va: chiude Zuccheri

3commenti

PENSIONI

Novità sul ricongiungimento dei contributi

rifiuti abbandonati

Via Anedda e la montagna di scatole (cinesi) Foto

1commento

gazzareporter

Scia e aerei: mistero nel cielo di Parma Video

6commenti

vandali in azione

Manomettono il defibrillatore in piazza: presi (grazie a un cittadino)

4commenti

Raid notturno

All'asilo di San Prospero rubati i soldi per l'altalena

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

Un po' più di mezzo bicchiere

EDITORIALE

Dal sexting al ricatto: pericoli on line

di Filiberto Molossi

1commento

ITALIA/MONDO

bologna

Agente si spara al pronto soccorso, è gravissimo

dopo il furto

Ritrovato il cancello del campo di concentramento di Dachau

WEEKEND

IL CINEFILO

I film della settimana, da Sully a Agnus Dei  Video

VERNISSAGE

90 anni di Arnaldo Pomodoro: la sua arte invade Milano

1commento

SPORT

ERA IL 2005

Rosberg, quel giorno a San Pancrazio...

1commento

SERIE A

Il Napoli travolge l'Inter di Pioli: 3 a 0

1commento

MOTORI

NOVITA'

Q2, l'Audi che farà strage di cuori (femminili)

BOLOGNA

Le ragazze
del Motor Show Fotogallery