Arte-Cultura

Il Premio Vasto celebra Mattioli

Il Premio Vasto celebra Mattioli
0

di Stefania Provinciali
Il XLII Premio Vasto di arte contemporanea che si svolge ai Musei Civici di Palazzo d’Avalos, sotto gli «auspici» della Madre Terra, tema centrale della manifestazione, dedica quest’anno un «Omaggio a Carlo Mattioli» in un connubio volto a stringere un forte legame tra artisti partecipanti nella sezione «Terra. Proposte 2009», a cura di Daniela Madonna, ed il maestro che ha saputo tradurre in termini lirici e di profonda interpretazione paesaggi e volti della terra. Il percorso dedicato a Mattioli, a cura di Anna Zaniboni Mattioli, mostra il solco preparato dall’esperienza espressiva novecentesca al seme delle voci creative di oggi e si svolge in un incontro diretto con la natura attraverso paesaggi, ritratti e «cose» che Mattioli ha declinato lungo tutto l’arco della propria attività attraversando l’arte. Compaiono nei paesaggi quei verdi luminosi destinati a gettar ombre sui prati dove la terra si colora di più cupe cromie o di un fascio di chiarore notturno, là dove accenti di natura informale divengono espressione di un singolare modo di trattare forme e colori pur nella assoluta riconoscibilità della narrazione. In particolare negli anni Settanta si è creato nel lavoro di Mattioli «un contrappunto, più che un vero contrasto, fra la trama colorata del mondo e il nero che la limita, l’assedia, le fa un rispecchiamento negativo, tra la bellezza splendente e il suo velame, la sua ombra....» scriveva Roberto Tassi nel catalogo della mostra donazione al Csac dell’Università di Parma per mettere in rilievo quel velo nascosto, quell'ansia incerta, quell'aspettazione di quell'ala tenebrosa che faceva da presagio al sentimento della morte o forse solo quel velo di melanconia che ha accompagnato l’artista lungo la sua indagine pittorica. Accanto i ritratti, che fin dagli anni giovanili appaiono come l’espressione di una meditazione insistita, di un dialogo interno. Saranno soprattutto pittori ed artisti, talvolta letterati, ad essere per lo più ritratti, colleghi insomma, in un «diario» non può considerarsi un semplice «diario dell’amicizia». Negli anni Sessanta e Settanta, quando compaiono gli ultimi e più noti ritratti, i numerosi personaggi sembrano confluire in alcuni, che diventano ricorrenti, come se Mattioli fosse arrivato ormai a definire i suoi veri interlocutori: Giorgio Morandi, Giorgio De Chirico, Carlo Carrà, Ottone Rosai, Giacomo Manzù, espressione tutti di una più ampia idea che fa riferimento all’Arte ed alla condizione dell’artista e che li trasforma in attori di una tragica farsa volta ad affondare le radici nella Melencolia. A fronte, un altro fondamentale aspetto, tra i diversi affrontati da Anna Zaniboni Mattioli in catalogo, è legato alla palese inconciliabilità fra uomo e paesaggio che si traduce in una reciproca elisione. Ebbene, di fronte a questa palese inconciliabilità. alla fine si può solo ipotizzare che Mattioli, non vedendo e concependo che desolazione, abbia deciso di pensare solo il pensiero di sé, abbia stabilito di attuarsi nella molteplicità e proiettare mondo e uomini contro lo schermo della propria anima, come suggerisce la nipote Anna. Un’anima malinconica che tanto ha dato alla pittura.La mostra è visibile fino al 31 ottobre.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

L'eredità

televisione

Gabriele arriva in finale a L'eredità

Aniston rifila un "due di picche" a Pitt

invito a cena

Aniston rifila un "due di picche" a Pitt

Marito e moglie si incontrano per caso in villa di scambisti: scoppia rissa

ARICCIA

Marito e moglie si incontrano per caso in villa di scambisti: scoppia rissa

Notiziepiùlette

Ultime notizie

autovelox

CONTROLLI

Autovelox e autodetector: la mappa della settimana

Lealtrenotizie

Rianimato dall'amico dopo essere stato investito: è gravissimo

Dramma

Rianimato dall'amico dopo essere stato investito: è gravissimo

parma calcio

Nuovo ds, tramonta Vagnati e rispunta Faggiano

PARTITI

La resa dei conti nel Pd e le elezioni

1commento

Cassazione

Omicidio Guarino, le motivazioni dell'ergastolo

Psicologia

Bebè, il buon sonno incomincia dal lettone

Io parlo parmigiano

Un calendario tutto da ridere

q.re Pablo

Multa a una 78enne invalida, per i rifiuti si affidava ad un vicino

La denuncia della Cgil: “Serve più attenzione per le fasce deboli della popolazione”

15commenti

ACCADEMIA

Maria Luigia e la fucina delle arti

Lutto

Borgotaro piange il maresciallo Bernardi

collecchio-noceto

Truffa-furto del finto soccorso stradale: nuove segnalazioni

1commento

parma calcio

Vagnati Ds: lo "accoglie" D'Aversa: "Felice di averlo al mio fianco"

BASSA

Lutto a Sorbolo per la morte di Ilaria, uccisa da una malattia a 30 anni

AL REGIO

Virginia Raffaele «ladra di facce»

Galà e premiazioni

Cus: parata di campioni e di sorrisi Fotogallery

traversetolo

Ucciso da forma di Parmigiano: condannato il produttore della "spazzolatrice"

il fatto del giorno

Referendum e dimissioni: "Non è la fine politica di Renzi"

2commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

Il panino? Non famolo strano

LA BACHECA

44 opportunità per trovare un lavoro

ITALIA/MONDO

Governo

Mattarella chiede a Renzi di congelare le dimissioni: "Bilancio da approvare"

cagliari

Uccise i genitori adottivi, 28enne si impicca in carcere

1commento

SOCIETA'

Strajè

"Costretta" a fare ricerca all'estero. Il sogno di Maria Chiara: tornare a Parma Video

1commento

televisione

Belen e Cuccarini, il sexy tango infiamma la tv

SPORT

Calciomercato

Vagnati, la Spal spaventa il Parma

16a giornata

Parma - Bassano 1-1 Gli highlights

MOTORI

GRUGLIASCO

Prodotta la Maserati numero centomila

NOVITA'

Q2, l'Audi che farà strage di cuori (femminili)