-2°

MOSTRE

Artù, Merlino e il Santo Graal

Il leggendario sovrano negli affreschi e nelle sculture della fine del '300 custoditi a Castel Roncolo (Bolzano)

Re Artu e i cavalieri della tavola rotonda
Ricevi gratis le news
0

Re Artù è arrivato a Castel Roncolo, vicino a Bolzano, dalla Britannia alla fine del XIV secolo portatovi dai fratelli Franz e NiklausVintler, ricchi mercanti bolzanini, finanziatori del Conte del Tirolo Leopoldo III d’Austria, i quali volevano mostrare la loro nobiltà facendo illustrare il maniero con le gesta dei cavalieri legati al ciclo arturiano, diffusissimo grazie ai libri di vari autori e soprattutto di Chrétien de Troyes. Così nelle stanze venivano raccontate visivamente le leggende di Garello di Vallefiorita, di Tristano e Isotta, di Vigalois ancor oggi visibili insieme ad altre scene che illustrano la vita nobiliare fatta di danze, tornei cavallereschi, giochi, caccia, pesca: un complesso di affreschi profani straordinari, tra i più importanti del Medioevo.
E quest’anno si è voluto celebrare il leggendario sovrano con la mostra «Artù a Castel Roncolo» (aperta fino al 2 novembre) che inizia già sulla facciata della Casa d’Estate, dove sulla balconata tra le triadi di eroi laici, biblici e cristiani dell’antichità troviamo anche Re Artù insieme a Carlo Magno e Goffredo di Buglione.
I «Nove Prodi» - una lista fissata dal poeta Jacques de Longuyon nel romanzo «Lesvoeux du Paon» (1312) – si trovano rappresentati in castelli italiani e tedeschi e anche negli arazzi; sono figure esemplari che incarnano le virtù del perfetto cavaliere: quei cavalieri le cui gesta vengono cantate nella letteratura e che sono considerati figure storiche. Con questi soggetti i Vintler lanciano un messaggio non solo culturale ma anche politico: quello della lealtà cavalleresca al loro signore.
Secondo la leggenda, Re Artù ha vissuto in Gran Bretagna tra il quinto e sesto secolo e si è valorosamente battuto contro gli Angli e i Sassoni per difendere la libertà delle popolazioni di stirpe celtica. In questa lotta era aiutato da valorosi cavalieri (i Cavalieri della Tavola Rotonda) protagonisti di eroici episodi, descritti in modi estremamente vari e fantasiosi dai romanzieri medievali. Il suo primo cantore è stato il canonico gallese Geoffrey di Monmouth autore della «Historia Regum Britanniae» (1138) da cui sono scaturite le successive leggende letterarie che hanno fatto di Re Artù la personificazione del Buon Governo. E nella mostra viene presentato un documento rarissimo: un frammento mai pubblicato della «Historia Regum Britanniae» risalente al XII secolo.
I cavalieri di Re Artù (che porta la corona) intorno alla celebre tavola rotonda sono stati affrescati nella prima metà del XIV secolo da un pittore che si è ispirato al romanzo «Garello di Vallefiorita» di uno scrittore denominato «il Pleier» (1230/40) ed è l’unico ciclo dipinto esistente su questo tema: Garello, cavaliere senza macchia e senza paura, affronta e sconfigge il re Ekunaver, che aveva rapito la regina Ginevra moglie di Artù (la quale aveva potato in dote la tavola rotonda) e media la riconciliazione tra i due sovrani.
In questa stanza si trova un camino realizzato intorno al 1390 con al centro lo stemma, apposto successivamente, dell’imperatore Massimiliano I.
La mostra si snoda attraverso le miniature dell’«Histoire de Merlin», romanzo dell’inizio del XIII secolo copiato a Saint Omer verso il 1280: infatti Merlino è il mago che ha avuto una notevole importanza nella vita di Artù, come suo consigliere.
Figlio di un demone che si è unito con una vergine, trama a favore del re Uther facendogli assumere le sembianze del duca di Cornovaglia Gorlois per giacere con la di lui moglie e generare Artù. Dopo la morte di Uther si poneva il problema della successione: sarebbe diventato re – secondo Merlino – soltanto chi fosse stato in grado di estrarre una spada conficcata nella roccia: la magica Excalibur.
Artù, inginocchiatosi di fronte alla roccia, riuscì nell’impresa e portò la spada nella cattedrale, deponendola sull’altare. Era lui il nuovo re. E qui vengono presentate varie spade tra cui una in bronzo risalente all’età del bronzo e una lamina d’oro a sbalzo di epoca longobarda.
La testa del re con la corona sul capo, scolpita nel 1370 in pietra arenaria, ci presenta un sovrano dal volto scarno con barba e corti baffi, con lo sguardo pensoso di chi ha gravi responsabilità. Nel corso del lungo racconto miniato la storia di Artù si intreccia con quella del Sacro Graal con alcuni cavalieri della Tavola Rotonda che partono alla ricerca della sacra, preziosa, magica coppa. Storie che mutano nel tempo secondo libere e fantasiose interpretazioni dei romanzieri.
Tra i fogli esposti troviamo un manoscritto, proveniente dall’abbazia di Stams, del romanzo «Garelvombluhenden Tal», un altro del «Wigalois» di Wirnt von Grafenberg e uno del «Tristano e Isotta» di Gottfried von Strassburg. Infine non si possono dimenticare le piccole frammentate testine ricche di espressiva incisività provenienti dal castello di Lichtenberg da cui giunge pure la deliziosa «Raccolta delle rose» effettuata da un distinto cavaliere e a due aggraziate nobili dame.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Addio a Sergio Sergio Della Monica, fondò i Planet Funk: aveva 58 anni

lutto

Addio a  Sergio Della Monica, fondò i Planet Funk: aveva 58 anni Video, la celebre "Who Said"

1commento

Rebel Circle al Be Movie

FESTE PGN

Rebel Circle al Be Movie Foto

Olimpiadi, pattinatrice resta a seno nudo durante la gara

"incidente"

Olimpiadi, pattinatrice resta a seno nudo durante la gara

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Domani speciale su cani, gatti & Co.

INSERTO

Oggi speciale su cani, gatti & Co. con la Gazzetta di Parma

Lealtrenotizie

Piazzale della Pace, stanziati i fondi per il secondo stralcio di lavori

tg parma

Piazzale della Pace, stanziati i fondi per il secondo stralcio di lavori. Come sarà Video

noceto

Provano con due "copioni" a truffare una 76enne: lei li fa arrestare

Montanara

Spettatore diplomato in primo soccorso salva calciatore durante la partita

1commento

Parma

Carabiniere blocca un ladro: «In divisa o no, prima viene il dovere»

1commento

FIDENZA

Non arrivava alla sua festa di compleanno: era morto d'infarto

elezioni

Salvini a Parma: "La flat tax per rimettere soldi nelle tasche degli italiani"

libri

Mago Gigo racconta Capitan Braghetta, "il supereroe che è dentro di noi" Video

BEDONIA

Furto all'agriturismo La Tempestosa

1commento

Lutto

Addio a padre Simoncini, ultimo gesuita di Parma

incidente

Pedone investito a Ramiola

60 anni di legge Merlin

Le ragazze salvate dalla tratta

Viabilità

Colorno, verifiche ai ponti dopo la piena

BORGOTARO

Addio ad Arnaldo Acquistapace

1commento

parma calcio

La società: "D'Aversa resta: ha tutto per poter uscire dalla crisi. Compreso il sostegno dei giocatori"

Malmesi a Bar Sport: "Abbiamo fatto la nostra offerta per il Centro sportivo di Collecchio".

3commenti

elezioni

Scuole seggio, chiuse dal 3 al 6 marzo. Per universitari fuorisede trasporti con tariffe agevolate

PARMA

Renzi: "Da noi proposte concrete, dagli altri invenzioni"

8commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Tajani l'europeista incubo di Salvini

di Vittorio Testa

1commento

VADEMECUM

Elezioni del 4 marzo: come votare correttamente

ITALIA/MONDO

San Polo d’Enza

Il “Grande fratello” incastra la banda dei salumi: denunciati in sei

1commento

modena

Colpì una 15enne col manganello, chiesto processo per poliziotto

2commenti

SPORT

SPORT

Il ritorno del "Biscione" in Formula Uno: ecco l'Alfa Romeo C37 Foto

Altri sport

Il mondo della pallanuoto piange Roberto Gandolfi

SOCIETA'

musica

Dopo quasi 30 anni tornano i primi dischi in vinile della Sony

roma

Via vai di calvi in negozio: droga nascosta nei bigodini, arrestato parrucchiere

MOTORI

MOTORI

Mazda CX-5 subito amici: il Suv dal feeling immediato

MOTORI

Skoda Kodiaq, ancora più completa in allestimento Sportline Foto