-4°

Arte-Cultura

Le opere di Livia Crespi restano nel tempo

Le opere di Livia Crespi restano nel tempo
0

La memoria corre indietro nel tempo guardando attentamente i dipinti di Livia Crespi, pittrice triestina scomparsa nel 2005.
Corre agli anni Sessanta - Settanta, non solo per la datazione di un buon numero di opere in mostra, ma soprattutto per quella tensione d’ordine informale che aveva coinvolto molti artisti lasciandosi, poi, alle spalle esperienze importanti permeate di gestualità.
Chi ha scritto in passato di questa autrice, ha fatto riferimento all’opera di Vedova o Chighine, per citare un’esperienza pittorica temporale, ma anche di forza espressiva in anni in cui autori di fragile «mano» sono passati all’oblio.
Guardando la pittura lasciata da Livia Crespi, si fa strada in primo luogo la voce personale, fatta di immediatezza cromatica e gestuale, che attira l’attenzione là dove si intravvede un forte bisogno di individualità creativa.
Una pittura, questa, le cui sorti, pur avviate su trame figurative, rimangono ancorate ad una sorta di espressionismo astratto, nato dal bisogno di produrre opere di piacevole intuizione, capaci di trasmettere il sentire del momento.
In questo non facile contesto la pittrice triestina sembra, così, essersi ricavata un proprio spazio in cui domina l’idea di uno stato emotivo interiore che prende forma attraverso la composizione cromatica. Idea e gesto rimangono negli anni le matrici dei dipinti proposti dalla Galleria d’arte «La Sfinge» nella nuova sede di via Nazario Sauro e presenti presso la Galleria d’Antiquariato di Luigi Bardiani in Viale dei Mille, fino al 1° agosto, in una mostra itinerante presentata in una brochure dal titolo più personale che esplicativo di un genere o di una corrente: «Il modo di fare arte di una donna» che riporta a quegli anni Sessanta-Settanta in cui l’impegno femminile, deciso e senza rimostranze verso una scelta compositiva di matrice informale, poteva anche apparire inconsueto seppur non unico.
Inconsueta come quella sua «sconcertante onestà», come è stata definita la scelta della Crespi di smettere di dipingere nel momento in cui sentiva venir meno la sua «vis artistica» nei primi anni Settanta.
Ecco allora spiegata la ragione della data delle opere e di un curriculum fermi nel tempo. Laureata alla Facoltà di Lettere con una tesi in arte, la Crespi dopo essersi trasferita a Legnano, ha insegnato al Liceo artistico.
Tra le mostre personali e collettive, da citare la presenza alla Permanente di Milano, dal 1960 al 1968, e la collettiva del 1965 a Rapallo e del 1967 a Portofino con i grandi maestri di allora Rivista oggi, mantiene la conosciuta validità. s. pr.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

La serata Plata alle Follie

Pgn Feste

La serata Plata alle Follie Foto

Il dolce e delicato "Equilibrio delle arti": Fabrizio Effedueotto fotografa Alexandrina Calancea

Fotografia parma

Il dolce "Equilibrio delle arti": Alexandrina sul palco Foto

Juve, nuovo logo. Scoppia l'ironia sul web

calcio e risate

Juve, nuovo logo. Scoppia l'ironia sul web Gallery

1commento

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Velluto rosso

VELLUTO ROSSO 

Prosa e Lirica, risate e emozioni a teatro: il meglio della settimana

di Mara Pedrabissi

Lealtrenotizie

Strisce e sicurezza: rimpallo di responsabilità

Polemica

Strisce e sicurezza: rimpallo di responsabilità

Tragedia

Ciao Filippo, amico straordinario

Tragedia

Morto in via Pintor: parenti rintracciati grazie a facebook

TRAFFICO METEO NEWS

Buongiorno Parma!

Traffico-Meteo-News: tutte le informazioni utili prima di uscire di casa

Dati Bankitalia

Le rimesse degli immigrati: gli indiani superano i romeni Video

I dati del primo semestre 2016: inviati 24,5 milioni nel mondo dal Parmense

Mercato

Guazzo, niente Modena

VALMOZZOLA

Entra in casa, raggira e deruba due anziani

QUATTRO ZAMPE

Torrile, il paese dei cani

Salsomaggiore

«Lasciavamo le porte aperte, ora siamo terrorizzati»

Lutto

Addio a Fallica, il chimico gentile

Incidente

Un mazzo di fiori sul banco: così gli amici hanno ricordato Filippo in classe Video

Il sindaco di Langhirano: "Già chieste le strisce pedonali alla Provincia"

1commento

Tragedia

Filippo, una classe in lacrime. E quella pagella che non vedrà mai

IL FATTO DEL GIORNO

La morte di Filippo: oltre al dolore, la rabbia per i mancati interventi per la sicurezza Video

Terremoto

Vigili del fuoco e volontari di Parma pronti a partire per l'Italia centrale Video

tg parma

A Parma dai figli, arrestato latitante siciliano che deve scontare 15 anni

incidente

Incidente sul lavoro a Noceto: grave un camionista

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

Le follie del nuovo bigottismo

3commenti

CHICHIBIO

"Officina alimentare dedicata"

di Chichibio

ITALIA/MONDO

Italia centrale

Terremoto e neve: un morto. Nuova scossa in serata

PADOVA

Orge in canonica con 9 donne: prete nei guai

SOCIETA'

AGENDA DELL'AUTO

Bollo auto, ecco cosa bisogna sapere

PERSONAGGI

Addio a Piacentini, playboy mito della Costa Azzurra anni '60

SPORT

lega pro

Il portiere Frattali è del Parma

Australian Open

Eugenie Bouchard fra tennis e scatti sexy Foto

MOTORI

ALFA ROMEO

Stelvio, ci siamo. Il Suv è già ordinabile Fotogallery

PROVA SU STRADA

Peugeot 2008, per chi non si accontenta