18°

28°

Arte-Cultura

Le opere di Livia Crespi restano nel tempo

Le opere di Livia Crespi restano nel tempo
0

La memoria corre indietro nel tempo guardando attentamente i dipinti di Livia Crespi, pittrice triestina scomparsa nel 2005.
Corre agli anni Sessanta - Settanta, non solo per la datazione di un buon numero di opere in mostra, ma soprattutto per quella tensione d’ordine informale che aveva coinvolto molti artisti lasciandosi, poi, alle spalle esperienze importanti permeate di gestualità.
Chi ha scritto in passato di questa autrice, ha fatto riferimento all’opera di Vedova o Chighine, per citare un’esperienza pittorica temporale, ma anche di forza espressiva in anni in cui autori di fragile «mano» sono passati all’oblio.
Guardando la pittura lasciata da Livia Crespi, si fa strada in primo luogo la voce personale, fatta di immediatezza cromatica e gestuale, che attira l’attenzione là dove si intravvede un forte bisogno di individualità creativa.
Una pittura, questa, le cui sorti, pur avviate su trame figurative, rimangono ancorate ad una sorta di espressionismo astratto, nato dal bisogno di produrre opere di piacevole intuizione, capaci di trasmettere il sentire del momento.
In questo non facile contesto la pittrice triestina sembra, così, essersi ricavata un proprio spazio in cui domina l’idea di uno stato emotivo interiore che prende forma attraverso la composizione cromatica. Idea e gesto rimangono negli anni le matrici dei dipinti proposti dalla Galleria d’arte «La Sfinge» nella nuova sede di via Nazario Sauro e presenti presso la Galleria d’Antiquariato di Luigi Bardiani in Viale dei Mille, fino al 1° agosto, in una mostra itinerante presentata in una brochure dal titolo più personale che esplicativo di un genere o di una corrente: «Il modo di fare arte di una donna» che riporta a quegli anni Sessanta-Settanta in cui l’impegno femminile, deciso e senza rimostranze verso una scelta compositiva di matrice informale, poteva anche apparire inconsueto seppur non unico.
Inconsueta come quella sua «sconcertante onestà», come è stata definita la scelta della Crespi di smettere di dipingere nel momento in cui sentiva venir meno la sua «vis artistica» nei primi anni Settanta.
Ecco allora spiegata la ragione della data delle opere e di un curriculum fermi nel tempo. Laureata alla Facoltà di Lettere con una tesi in arte, la Crespi dopo essersi trasferita a Legnano, ha insegnato al Liceo artistico.
Tra le mostre personali e collettive, da citare la presenza alla Permanente di Milano, dal 1960 al 1968, e la collettiva del 1965 a Rapallo e del 1967 a Portofino con i grandi maestri di allora Rivista oggi, mantiene la conosciuta validità. s. pr.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

A Rimini maxischermo per concerto di Vasco con sorpresa finale

sabato

A Rimini maxischermo per concerto di Vasco con sorpresa finale

Autista ferma bus per fare sesso con passeggera, denunciato

como

Autista ferma bus per fare sesso con passeggera, denunciato

1commento

Morto svedese Nyqvist, Mikael Blomkvist in Millenium

Lutto nel cinema

E' morto l'attore Michael Nyqvist, Mikael Blomkvist in Millenium

Notiziepiùlette

Ultime notizie

«Trattoria da Leo», generosa cucina della tradizione

CHICHIBIO

«Trattoria da Leo», generosa cucina della tradizione

di Chichibio

Lealtrenotizie

Vento forte a Salsomaggiore: piante cadute in strada

MALTEMPO

Vento forte a Salsomaggiore: piante cadute in strada

serie b

Parma, il mercato inizia a parlare cinese: oggi incontro Crespo-Faggiano

Calciomercato crociato: ecco tutte le ultime novità

polizia

Paura in Ghiaia: minaccia un negoziante con le forbici. Denunciato

2commenti

AEROPORTO

Salta il Parma-Cagliari: giornata di passione per i parmigiani. Ryanair: "Notte in hotel e partenza da Bologna"

La cancellazione del volo era dovuta al maltempo

Langhirano

Manca la corrente: disagi a Cozzano

In viale Vittoria

Ragazzo a terra, è gravissimo

8commenti

emilia romagna

Calano gli incidenti stradali con gli autocarri: a Parma il dato migliore in regione

gazzareporter

Acqua nella Parma (finalmente)

4commenti

incendio

Furgoncino in fiamme in tangenziale (via Traversetolo) 

il caso

Vetri rotti, vandali/ladri in azione: la mappa dell'emergenza

4commenti

Lutto

L'ultima lezione di Angela

gdf

Gara per i bus: si indaga per turbativa d'asta Video

curiosità

Spazzino 2.0: per la pilotta arriva il drone Video

1commento

Siccità

Più acqua per l'agricoltura nei bacini del Taro e del Trebbia

musica

Francesco Papageorgiou, un cantantautore collecchiese a Musicultura Video

FIDENZA

Tiro a segno, l'ex presidente condannato a versare 183.893 euro di risarcimento

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Il Parma è l'esempio per la rinascita della città

di Michele Brambilla

3commenti

EDITORIALE

Google, l'algoritmo diventa monopolista

di Paolo Ferrandi

ITALIA/MONDO

paura

Ordigno alla scuola di polizia locale a Modena. Il sindaco: "Non rovinerà la festa di Vasco"

VERMICINO

E' morto Nando, il pompiere che parlò con Alfredino

SOCIETA'

Siria

La combattente curda sfiorata dal proiettile sorride

gazzareporter

Parcheggi creativi in via Borsari

SPORT

Moto

Biaggi ringrazia Bianca: "Ero in fin di vita e tu..."

MERCATO

La «decima» di Lucarelli

MOTORI

LA PROVA

Nissan, 10 anni di Qashqai. Ecco come va il nuovo Foto Dati tecnici

ANTEPRIMA

Arona, ecco il Suv compatto secondo Seat