-2°

Arte-Cultura

I bastimenti di bronzo di Folon

I bastimenti di bronzo di Folon
0

Stefania Provinciali

L'«Allée des Pensées», ovvero il viale della riflessione, nasce da un’idea di Jean - Michel Folon, il maestro belga, scomparso nel 2005. Un insieme scultoreo particolarmente amato dall’artista che più volte aveva messo mano a questo progetto fin dalla fine degli anni Novanta e che oggi scandisce il cammino del passante, lungo i viali della Versiliana di Marina di Pietrasanta. La configurazione è quella originaria, voluta dallo stesso Folon che ha saputo tradurre in luogo della riflessione uno spazio all’aperto, di grande suggestione, dove natura e uomo si incontrano. Una riflessione questa che può essere sull'arte ma che è soprattutto riflessione sulla vita, sulla capacità della mente di dar forma, anche creativa, al pensiero là dove l’idea si fonde con i tratti umani fino a donarle chiara configurazione visiva. Il percorso è composto da quattordici opere in bronzo secondo un filo conduttore tutto teso a leggere nella mente la ragione delle forme, ad allineare pensieri che si «snodano» attraverso l’immagine come nelle pagine di un libro, descrittivo quanto basta per non dar spazio a suggestioni inespresse. L'invito al grande «viaggio» è li, che attende il visitatore e lo accoglie con una valigia aperta sul mare della vita, dove una nave è pronta a partire, quasi un suggerimento ad immergersi in tutti quei pensieri, a confrontarli coi propri, a misurarsi con le forme dell’arte e con la bellezza del luogo. Le sculture di Folon partono da una base comune, quella figura umana che pare ripetersi, rinnovarsi lungo tutto il percorso; solo i pensieri si diramano, poi, in precise soluzioni visive in quella «insolita» passeggiata fra corpi che hanno come base al posto della testa un punto interrogativo oppure una forchetta, un libro, un’elica, una fiamma: cose e simboli comuni a tutti gli uomini. Legittima la domanda se sia la stessa persona a «reggerli». «La risposta non la conosco - scriveva Folon - Agli enigmi non si può rispondere con altri enigmi». Fra le opere, esposte nel 1999 nella Piazza di Pietrasanta, «Partir» rappresenta la novità: il grande bronzo patinato, datato 2002 vuol essere la finestra che si apre su questo viaggio ideale nella mente e nell’animo umano. La mostra visibile fino a tutto  agosto si collega all’apertura del Festival Puccini di Torre del Lago il cui primo titolo del cartellone ha presentato l’indimenticabile allestimento di La Bohème firmato da Folon, vincitore del  Premio Abbiati, allestimento ancora attualissimo per le caratteristiche formali e compositive. Nato a Bruxelles nel '34 l’artista fu avviato dai genitori allo studio dell’architettura, a pochi mesi dal diploma interrompe la formazione per dedicarsi alla pittura. In una delle sue frequenti visite in Italia, conosce Giorgio Soavi con il quale collabora per l’illustrazione di un libro. Partecipa a mostre e rassegne internazionali in Francia e negli Usa e, nel '69, allestisce la prima personale a New York. Espone in Giappone e partecipa alla XXXV Biennale di Venezia, nello stesso anno ('70), espone per la prima volta in Italia, a Milano. Dopo aver sperimentato legno dipinto e bronzo, si dedica alla lavorazione del marmo, cui si avvicina dopo una visita a Pietrasanta dove nel laboratorio di Franco Cervietti realizzerà molte opere. Scompare nel 2005 a Monaco.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Rigopiano: Charlie Hebdo, nuova (brutta) vignetta. Con risposta

polemica

Rigopiano: Charlie Hebdo, nuova (brutta) vignetta. Con risposta

"Cold Chairs": un inno alla vita"!

musica

Bataclan, da Collecchio l'omaggio dei "The Lemon Flavour" Video

Edoardo Bennato: «Sono sia Peter Pan che Capitan Uncino»

Intervista

Edoardo Bennato: «Sono sia Peter Pan che Capitan Uncino»

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Velluto rosso

VELLUTO ROSSO 

Prosa e Lirica, risate e emozioni a teatro: il meglio della settimana

di Mara Pedrabissi

Lealtrenotizie

Filippo, le lacrime e il colore dei ricordi sulla bara bianca

Langhirano

Filippo, le lacrime e il colore dei ricordi sulla bara bianca

2commenti

bedonia

Violenze sul padre per anni, arrestato un 40enne Video

commozione

Langhiranese: un minuto di silenzio per Filippo Video

commemorazione

Il liceo Bertolucci si prende per mano: "Ciao Filippo"

elezioni

Pizzarotti, è ufficiale: "Mi ricandido" Video . Dall'Olio si ritira: "Sostengo Scarpa"

13commenti

Polemica

«Sulla legionella ci hanno preso in giro»

4commenti

sanguinaro

Via Emilia, tamponamento a catena: ci sono feriti (lievi) e code

Tg Parma

Tenta di truffare un anziano e gli strappa i soldi dal portafogli: denunciato

Weekend

Feste di Sant'Antonio, musica e fuoristrada: l'agenda

IL CASO

«Ci hanno tolto il figlio per uno schiaffo»

7commenti

Langhirano

Antonella, quel sorriso si è spento troppo presto

centro italia

Parma, un'altra partenza degli angeli del soccorso Foto

lega pro

D'Aversa: "In campo anche alcuni dei nuovi arrivati" Video

lirica

Roberto Abbado direttore del Festival Verdi dal 2018

E nasce a Parma il comitato scientifico per un 2017 più filologico 

fino al 23 febbraio

Al via le iscrizioni per la Maratona delle Terre verdiane

Lutto

Albino Rinaldi, il signore dei «Baci»

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

La neve, le parole e gli Uomini

EDITORIALE

Trump, il presidente del «Prima l'America»

di Paolo Ferrandi

ITALIA/MONDO

Stati Uniti

Una marea rosa contro Trump invade le città americane Video

Libia

Tripoli: autobomba vicino all'ambasciata italiana

WEEKEND

CINEMA

Da "Arrival" a "Qua la zampa": i film della settimana Video

IL DISCO

Avalon, un sound sofisticato e una copertina leggendaria

1commento

SPORT

sport

Il Coni premia i suoi campioni parmigiani: le foto

Sport Invernali

Il cielo è azzurro a Kitzbühel: Paris fa l'impresa

MOTORI

IN PILLOLE

Dacia Sandero Stepway
model year 2017

ANTEPRIMA

Rivoluzione Micra: Nissan cambia tutto