Arte-Cultura

Due guerre una trincea: tra mafia e terrorismo

0

di Rino Tamani
Due guerre e una sola trincea, la scrivania di un magistrato. Dalla Torino degli anni Settanta alla Palermo del Novanta,  un lungo periodo di storia italiana raccontati da un protagonista della lotta contro il terrorismo di sinistra e contro la mafia. Due guerre in difesa della democrazia, una vinta (quella contro il terrorismo), l’altra in sospeso (contro la mafia).
 Dal processo ai capi storici delle brigate rosse al pentimento di Patrizio Peci, dalla strage di Capaci e via D’Amelio all’arresto di Totò Riina e di decine di altri latitanti, passando per il caso Cossiga / Donat-Cattin e il processo a Giulio Andreotti. 
In mezzo, il ricordo di troppi amici che, in questa storia aspra di rischi e di eroismi, hanno perso la vita combattendo.   Memorie, interrogativi e risposte raccontate da Gian Carlo Caselli nel volume «Le due guerre. Perché l’Italia ha vinto il terrorismo e non la mafia», edito da Melampo.   


Il libro di Caselli, appassionante come un romanzo, è un tentativo di dare una risposta, raccontando fatti e prove verificabili, legate al lavoro svolto da magistrati «eccelsi», quando processano le Br, ma «sovversive toghe rosse», quando attaccano la classe politica. 
Un libro davvero prezioso per riuscire a conoscere e capire un po' di più questo nostro «strano» paese. Capire il perché certi mali siano tanto radicati da farci disperare in una vittoria e perché invece altri momenti drammatici della nostra storia recente abbiamo visto vincere la democrazia grazie al coraggioso lavoro dei magistrati, ma anche al senso civico dei cittadini e dei lavoratori, che hanno tenuto salda la fiducia nelle istituzioni e hanno difeso lo Stato democratico. 
Il libro di Caselli si chiude con l’incoraggiamento rivolto a tutti gli italiani e con l’indicazione del percorso per non diventare mai sudditi, ma cittadini attivi, coscienti della propria dignità e amanti di una libertà irrinunciabile.  
«Il futuro non è esterno a noi, ammonisce Caselli, è dentro di noi».

Non ci deve essere spazio per la rassegnazione, l’indifferenza, il disimpegno, il trasformismo e l’opportunismo, che oggi nel nostro Paese vanno purtroppo diffondendosi. «Vivere il presente, per Caselli, significa anche essere capaci di critica argomentata e intelligente». «Capacità critica significa saper rompere gli idoli della seduzione, l’idolo del consenso, l’idolo del potere, per lavorare invece a una comunità finalmente capace di rompere le ingiustizie. Ripartendo dalla Costituzione». L'opera verrà presentata domani, alle 21, nella sala delle Capriate della Reggia, dall’avvocato Gustavo Ghidini, e dal giornalista  Mauro Alberto Mori. Presiederà il sindaco di Colorno, Michela Canova, sarà presente l’autore.

 Vinto il terrorismo e non la mafia
 Melampo, pag. 157 - €12,75


 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Bertolucci: "In Ultimo tango la Schneider non era consenziente"

Maria Schneider e Marlon Brando in "Ultimo tango a Parigi"

Cinema

Bertolucci: "In Ultimo tango la Schneider non era consenziente" Video

1commento

Dal 2017 WhatsApp non funzionerà più sui vecchi telefonini

social

Dal 2017 WhatsApp non funzionerà più sui vecchi telefonini

1commento

Belen e Cuccarini, il sexy tango infiamma la tv

televisione

Belen e Cuccarini, il sexy tango infiamma la tv

Notiziepiùlette

Ultime notizie

In vigore il dl Fisco; Equitalia, 1 milione di accessi

ECONOMIA

In vigore il dl Fisco; Equitalia, 1 milione di accessi

Lealtrenotizie

incidente

Collecchio

Pedone investito nella notte a Lemignano: è in Rianimazione

Sorbolo

Strazio e pianto: Ilaria muore a 30 anni

POLFER

Bimba smarrita, poliziotta le fa da mamma

referendum PARMA

In provincia vince (di poco) il No. In città il Sì Risultati comune per comune

463 sezioni su 470: 52.54 il No. In città Si al 50.33%. No, record a Albareto, il Si bene a Bore

3commenti

Omicidio Della Pia

La madre di Alessia: «Mia figlia? E' stata dimenticata»

Lega Pro

Come sarà il primo Parma di D'Aversa

PERSONAGGIO

Suor Assunta, una vocazione nata sulla spiaggia

Pellegrino

E' morto Fortini, il presidente della corale

Lutto

Addio a Ronchini, al «pisonär»

Collecchio

Il parcheggio del cimitero è una discarica

lega pro

La Reggiana (con Pordenone e Venezia) prende il largo. Parma a 7 punti dalla vetta

Granata, friulani e veneti: successi importanti

4commenti

RICERCA

I terremoti si possono prevedere? Ecco a che punto siamo

Parla l'esperto. La nuova frontiera? Imparare a leggere i segnali prima delle scosse

Torrile

Incidente a Bezze: auto finisce fuori strada, un ferito grave

calcio

Parma, primo allenamento con D'Aversa e il nuovo staff Foto Video

youtube

"Esplora Parma", il nuovo video di Giulio Cantadori

referendum

Renzi si dimette: "La sconfitta è mia. L'esperienza del mio governo finisce qui"

Stravincono i No (leggi) a quasi il 60% - Euro ai minimi da 20 mesi: peggio che dopo la Brexit - Grillo: "Subito al voto con l'Italicum" - Shock nella Ue 

3commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Ci sarebbe, magari, un "grazie" da dire

di Michele Brambilla

8commenti

IL DIRETTORE RISPONDE

La verità può nascondersi ma c'è

ITALIA/MONDO

Referendum

Anziano vota e muore al seggio a Marina di Carrara

referendum

Pelù denuncia: "Ho avuto la matita cancellabile". Ma ecco perché è valida

4commenti

SOCIETA'

tv

La "trollata epica" del rapper parmigiano Bello FiGo sui profughi Video

10commenti

IL DISCO

“L'indiano” di De Andrè, 35 anni dopo

SPORT

rally

Monza, quinto successo di Rossi!

Basket

Basket, serie A: Brindisi schianta Sassari, ok Caserta

MOTORI

BOLOGNA

Esplora il Motor Show in meno di un minuto Video

NOVITA'

Q2, l'Audi che farà strage di cuori (femminili)