Arte-Cultura

Dive e depressione, binomio indagato da Marco Innocenti

Dive e depressione, binomio indagato da Marco Innocenti
0

 di Isabella Spagnoli

Donne dai visi belli ma tormentati, dagli occhi inquieti, dalle espressioni angosciate e sfuggenti. Attrici, poetesse, cantanti, fotografe, donne di spettacolo, donne di mondo, afflitte da un male che attanaglia l'anima e che, nei casi più gravi, può portare alla morte. 
Di tutto questo si parla nell'appassionante  libro di Marco Innocenti, intitolato «La malattia chiamata donna. Erano belle, famose e depresse» (Mursia editore, pp. 226, euro 17),  raccolta di 23 ritratti di donne celebri che hanno pagato caro il prezzo del successo, non sentendosi, in realtà, accettate da un mondo troppo lontano dal loro sentire. Ansia, fatica di vivere e un vago senso di estraneità accomunano donne come Margaux Hemingway, Jean Seberg, Clara Bow, Vivien Leigh, Zelda Fitzgerald e le altre protagoniste di questo interessante volume, che è poi lo specchio fedele di una società in cui un elevato numero di   donne non famose sono colpite da quel male oscuro che, secondo i dati dell’Organizzazione mondiale della Sanità, sarà, nel giro di una decina di anni, la seconda causa di invalidità nel mondo sviluppato (una donna su sei, oggi, è afflitta da depressione). 
Destini  di donne  assediate e insidiate dal male di vivere che questo libro elenca drammaticamente: e  sono le  tristi biografie di donne passate alla storia. C'è Virginia Woolf, famosissima scrittrice inglese, fragile e disperata che affoga il suo talento nelle acque di un fiume (troveranno due sassi nelle sue tasche), e ci sono Camille Claudel, vittima della passione succube per il suo pigmalione Rodin, la divina Marilyn, uccisa da un bisogno di amore mai appagato, Billie Holiday, alla quale non basta il blues per salvarsi da droga, alcol e dissennatezze, Vivien Leigh, l’intramontabile Rossella, schizofrenica, che si distruggerà appesa ad un bicchiere. Loro e tante altre sono le eroine vulnerabili del  libro di Innocenti, che nell'introduzione così descrive le «sue» donne famose e dannate: «Ridono in pubblico e piangono in privato. Sono percorse dall’inquietudine. Consumano tanti incontri e tanta solitudine. Non si sentono accettate. Hanno bisogno di riconoscimenti, di consenso, di una costante approvazione. L a loro autostima è bassa e la loro vita un sogno a metà. Sono torturate dall’ansia, aggredite dal male di vivere, depresse, disperate. Meravigliosamente infelici».
 La malattia chiamata donna
Mursia, pag. 226, 17,00
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Malore alle prove del concerto: operato Al Bano

Roma

Al Bano operato dopo un malore: "Paura passata, il cuore sta ballando"

Poligoni

Polygons

Il cucchiaio del futuro da 1milione di $. Non ancora in vendita

3commenti

Chiara Ferragni regina Instagram 2016, in top Papa e Fedez

2016

La Ferragni regina di Instagram. Secondo? Vacchi. C'è il Papa

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Velluto rosso 6 dicembre

VELLUTO ROSSO

Da Shakespeare a Peter Pan: gli spettacoli da non perdere a teatro

di Mara Pedrabissi

Lealtrenotizie

Via Torelli: scippata, cade e si rompe un femore

CRIMINALITA'

Via Torelli: scippata, cade e si rompe un femore

OMICIDIO

Elisa accoltellata alle spalle

GASTRONOMIA

La sfida degli anolini: ecco chi ha vinto

A SALSO

Quella «Bisbetica» di Nancy Brilli

Traversetolo

Falso incaricato del Comune cerca di carpire dati ai residenti

Salsomaggiore

Greta Ampollini, 13enne promessa del karate Video

Salsomaggiore

Greta, promessa del karate

ROGO

Fidenza, scoppia un incendio:

Via D'Azeglio

Il nuovo supermercato? No del Comune a causa dei camion

via d'azeglio

Un coro di no per la chiusura del supermercato Videoinchiesta

In arrivo una sala slot? (Leggi)

1commento

Poviglio

Fanno esplodere il bancomat: filiale semidistrutta, caccia all'uomo fra Parma e Reggio  Video

2commenti

TRAVERSETOLO

Ladri in azione a colpi di mazza nel negozio. Poi la fuga

1commento

raccolta firme

La Cittadella si illumina con l'albero di Natale Video

Per ribadire il "no" alla chiusura del chiosco

Parma

Elvis e Raffaele hanno celebrato l'unione civile: "Ora siamo una famiglia"

Cerimonia nella Palazzina dei matrimoni con il vicesindaco

1commento

Traffico

Pericolo nebbia: visibilità 80 metri fino a Bologna in A1 Tempo reale

Scontro fra due auto: statale 63 chiusa per due ore nel Reggiano, 4 feriti

ospedale

Day hospital oncologico: nuova organizzazione

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Quando le notizie false diventano un'epidemia

di Paolo Ferrandi

IL DIRETTORE RISPONDE

Quelli che «Io? Mai stato renziano»

4commenti

ITALIA/MONDO

crisi

Mattarella: "Governo a breve. Prima del voto armonizzare le leggi"

cremona

Presepe negato, la diocesi: "E' tutto un malinteso"

WEEKEND

IL CINEFILO

Da "Captain Fantastic" a "Non c'è più religione": i film della settimana

45 ANNI DOPO

Tarkus, il capolavoro di Emerson Lake & Palmer

SPORT

Parma Calcio

D'Aversa: "Vinta una partita, non risolto i problemi". I convocati

sci cdm

Goggia 2ª in gigante Sestriere, vince Worley

MOTORI

AL VOLANTE

I consigli utili per guidare nella nebbia

4commenti

novità

Dal cilindro di Toyota esce C-HR, il Suv per tutti