-2°

cultura

«Piuttosto che», uso e abuso

vocabolario
0

Ormai cadono in tentazione anche persone in genere attente (almeno apparentemente) all’uso della lingua, talvolta persino forbite nello stile. E questo è probabilmente il segno che, per usare una metafora in linea con la stagione, il fenomeno ha rotto gli argini ed è tracimato oltre il gergo, o, se si preferisce, il virus è tanto contagioso che pochi riescono a rimanerne immuni. Il riferimento è al famigerato «piuttosto che», il cui impiego originario e corretto è con il significato di «anziché» o «invece di».
Perciò se diciamo (o scriviamo) che qualche volta Mario potrebbe prestare attenzione piuttosto che scrivere puntualmente strafalcioni; o se avanziamo la banale constatazione che, avendo sete, preferiamo bere piuttosto che mangiare, stiamo usando la lingua nel modo corretto. Invece, sbagliamo se utilizziamo tale espressione con valore disgiuntivo o per indicare un’alternativa equivalente. Così si sente magari dire che, in una bella serata d’estate, non abbiamo una sola opzione, infatti possiamo fare una passeggiata piuttosto che (nel senso di oppure) sederci ad ammirare le stelle. In alternativa, possiamo andare al luna park dove troveremo le montagne russe piuttosto che (ossia, oltre che) altre giostre meno tradizionali. «Il fenomeno – tiene a sottolineare la grammatica Treccani (2012) - probabilmente ha avuto origine nel parlato del Nord Italia e ben presto la novità è stata accolta dai conduttori televisivi, dai giornalisti, dai pubblicitari e in seguito anche dalle riviste e dai quotidiani, contribuendo a diffondere un uso improprio», tanto che ormai il virus, in incubazione – così pare – già nella Milano della seconda metà degli anni Novanta, si è propagato in tutto lo Stivale. La stessa Accademia della Crusca, che ormai si è rinnovata persino nello stile, sostituendo le carte polverose con i guizzi di un tweet o di un post su Internet, ha addirittura sollecitato gli Italiani, attraverso i social network, a cercare l’antidoto più efficace per debellare il virus. Non solo: ha anche rilevato che «se quest’ennesima novità lessicale è da respingere fermamente non è soltanto perché essa è in contrasto con la tradizione grammaticale della nostra lingua e con la storia stessa del sintagma (a partire dalle premesse etimologiche); la ragione più seria sta nel fatto che un «piuttosto che» abusivamente equiparato a «o» può creare ambiguità sostanziali nella comunicazione, può insomma compromettere la funzione fondamentale del linguaggio».
Tra le iniziative più curiose spicca poi la canzone di un musicista italiano che vive a Bruxelles, Giacomo Lariccia, significativamente intitolata «Piuttosto»: come ha dichiarato lo stesso artista, «è uno spunto grammaticale, per dire che si è stufi di chi abusa delle parole. Una metafora per parlare dell’Italia in generale». E «implica il rivolgersi contro una particolare situazione politica. Se dovessi farlo ora, per descrivere l’Italia, dovrei usare dei modi di dire fiorentini», ha affermato a LinkPop. E occorre prestare attenzione, come suggerisce la canzone, che testimonia argutamente lo stretto legame tra lingua e costume: dire «piuttosto» con l’accento giusto fa tendenza, al punto che può aprire «le porte degli aperitivi e delle feste in villa di gente che la lingua non la mastica, la frulla».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Malore alle prove del concerto: operato Al Bano

Roma

Malore alle prove del concerto: operato Al Bano

Chiara Ferragni regina Instagram 2016, in top Papa e Fedez

2016

La Ferragni regina di Instagram. Secondo? Vacchi. C'è il Papa

Raffaella Fico: "Sposerò Moggi"

Gossip Sportivo

Raffaella Fico: "Sposerò Moggi"

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Ristoranti - La Zagara

CHICHIBIO

Ristoranti - La Zagara: cucina, pizza e dolci di qualità

di Chichibio

Lealtrenotizie

I ladri fanno saltare in aria un altro Bancomat, bottino 10mila euro

Poviglio

Fanno esplodere il bancomat: filiale semidistrutta, caccia all'uomo fra Parma e Reggio  Video

Polemica

In via d'Azeglio scoppia il caso «supermarket»

10commenti

"Veterani dello sport"

A Malori il premio Atleta dell'anno

Per il 2015: a febbraio non aveva potuto ritirarlo per l'incidente

WEEKEND

Bancarelle, spongate, cioccolato: gli appuntamenti a Parma e provincia

Parma Calcio

D'Aversa: "Vinta una partita ma guai a pensare di aver risolto i problemi" Video

Parma

Il «Galà dell'anolino» diventa un reality show Video

Una giuria formata da grandi esperti sceglierà il miglior galleggiante

viabilità

Ecco dove saranno gli autovelox la prossima settimana

1commento

Tg Parma

Polveri sottili, bilancio positivo: metà sforamenti rispetto al 2015 Video

Sorbolo

Sedicenne terribile autore di due «spaccate»

9commenti

Scuola

Il Romagnosi compie 156 anni

Fidenza

Ubriaco si schianta contro un albero. Poi la bugia: "Rapito e costretto a bere" 

4commenti

IL CASO

Spray urticante, ennesimo caso in discoteca

E' accaduto mercoledì al Campus Industry

3commenti

Gazzareporter

Un sabato gelido con la nebbia

SANITA'

Allarme a Corcagnano: «Non toglieteci i medici»

Parma che vorrei

Mutti: «Bisogna smettere di essere egoisti»

MECCANICA

Wegh Group, in Bolivia la ferrovia made in Parma

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Quando le notizie false diventano un'epidemia

di Paolo Ferrandi

IL DIRETTORE RISPONDE

Quelli che «Io? Mai stato renziano»

1commento

ITALIA/MONDO

Video

Fisco sul telefono: gli avvisi dell'Agenzia delle Entrate arrivano via sms

Terremoto

Appennino: scossa magnitudo 2.8 nel Bolognese

WEEKEND

IL CINEFILO

Da "Captain Fantastic" a "Non c'è più religione": i film della settimana

45 ANNI DOPO

Tarkus, il capolavoro di Emerson Lake & Palmer

SPORT

sci cdm

Goggia 2ª in gigante Sestriere, vince Worley

IL RICORDO

Trent'anni senza Bruno Mora

MOTORI

AL VOLANTE

I consigli utili per guidare nella nebbia

3commenti

novità

Dal cilindro di Toyota esce C-HR, il Suv per tutti