22°

32°

Arte-Cultura

Da Parma a Liverpool per non dimenticare

Da Parma a Liverpool per non dimenticare
Ricevi gratis le news
0

Comunicato stampa

Mercoledì 2 luglio la Provincia partecipa alla giornata in memoria delle vittime dell’affondamento dell’Arandora Star, in cui persero la vita 100 emigrati parmensi. Atteso il presidente della Commissione europea Barroso.
Parma, 27 giugno 2008 - “In memoria di Giuseppe Del Grosso che inconsapevolmente fu promotore di pace e fratellanza fra i popoli”. Con queste parole, poste sulla targa che sarà scoperta lunedì 30 giugno sulla spiaggia di Colonsay, una piccola isola dell’arcipelago delle Ebridi di fronte a Glasgow, sarà ricordato uno dei 100 emigrati parmensi, in gran parte provenienti dai comuni dell’Appennino, scomparsi nella tragedia dell’Arandora Star, una nave su cui viaggiavano 446 italiani affondata da un sommergibile tedesco il 2 luglio del 1940.
Per non dimenticare questa vicenda e onorarne i caduti la Provincia di Parma si è fatta promotrice di una serie di iniziative che si terranno la prossima settimana tra Colonsay e Liverpool, alle quali parteciperà una con una delegazione composta dal vicepresidente della Provincia di Parma Pier Luigi Ferrari, dal sindaco di Borgotaro Salvatorangelo Oppo, da Silvia Bartolini, presidente della Consulta degli emiliano-romagnoli nel mondo, e da alcuni rappresentanti della Provincia di Piacenza.
La Città di Liverpool, “Capitale europea della cultura” per il 2008, si è offerta di ospitare questa manifestazione e di inserirla nelle iniziative che vogliono richiamare i valori europei della pace e della integrazione culturale.
 
L’affondamento dell’Arandora Star
Quella dell’Arandora è una vicenda emblematica dell’assurdità dei conflitti armati. Il 10 giugno 1940 l’Italia dichiarò guerra alla Gran Bretagna e tantissimi italiani lì residenti da anni divennero improvvisamente  “stranieri-nemici”. Circa 4.000 italiani, maschi in età compresa tra 15 e 70 anni, furono arrestati, internati e poi allontanati dalle loro case senza spiegazioni e avviati verso centri di internamento. La Gran Bretagna decise di cominciare il loro trasferimento verso il Canada e l’Australia.
L’Arandora Star salpò dal porto di Liverpool il 30 giugno 1940. Poteva trasportare non più di 400 passeggeri ma ne furono fatti salire più di 1.500, la maggior parte italiani, poi tedeschi ed austriaci (anch’essi internati), quindi militari inglesi e personale dell’equipaggio. La nave era diretta in Canada, ma due giorni dopo la partenza fu intercettata da un sommergibile tedesco e affondata.
 
La storia di Giuseppe Del Grosso
La storia personale di Giuseppe Del Grosso non è solo un simbolo di questa tragedia, ma attraverso la gente di Colonsay è diventata anche un simbolo dell’importanza della memoria. Il suo corpo infatti venne ritrovato il 6 agosto 1940 su una spiaggia dell’isola e da allora gli abitanti di Colonsay si sono recati ogni anno a commemorare quello che per loro era uno sconosciuto, con una piccola cerimonia di pace, piantando una croce e depositando fiori.
Giuseppe del Grosso era nato a Borgotaro nel 1889. Come tanti concittadini era partito anni prima dal suo borgo per stabilirsi ad Hamilton, una piccola cittadina del sud della Scozia, si era sposato e i suoi figli erano nati lì. Ma anche lui venne imbarcato sull’Arandora e rimase vittima dell’affondamento.
 
Il programma delle manifestazioni a Colonsay e Liverpool
Le celebrazioni inizieranno lunedì 30 giugno con un incontro con la comunità dell’isola, i cui 130 abitanti sono dal 2004 cittadini onorari di Borgotaro. La giornata proseguirà con la piccola cerimonia sul luogo del ritrovamento del corpo di Del Grosso e si concluderà con una cena a cui è invitata l’intera comunità.
Le iniziative riprenderanno mercoledì 2 luglio a Liverpool nella giornata in memoria di tutte le vittime dell’Arandora Star. Per l’occasione sarà l’arcivescovo di Glasgow Mario Conti a celebrare la messa.
In questa cornice la Provincia di Parma presenterà il libro dedicato alla vicenda “Arandora Star. Dall’oblio alla memoria”, scritto da Maria Serena Balestracci. Il volume si avvale di ricostruzioni storiche, documenti e testimonianze dirette di persone che furono colpite dalla tragedia. Più tardi la delegazione, insieme ai famigliari delle vittime, si recherà in traghetto sul luogo dell’affondamento e saranno gettate in mare delle corone di fiori. Parteciperà alla cerimonia il Coro di Cardiff. Alle 18 la Provincia di Parma e la Regione Emilia Romagna presenteranno in prima assoluta l’opera musicale “Una storia da raccontare” di Fabrizio Festa con testi di Marcello Fois sul tema della tragedia. Lo spettacolo vuole sottrarre questa vicenda dal silenzio in cui è rimasta fino a pochi anni fa, reinterpretandola attraverso la forma poetica e accompagnandola con una musica fortemente evocativa. Concluderà la giornata una cena promossa dalle Province di Parma e Piacenza in cui saranno offerti i prodotti tipici dei due territori.
Alle manifestazioni parteciperanno le più alte autorità inglesi. Atteso anche il presidente della Commissione europea José Manuel Durão Barroso.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

1commento

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Grey's Anatomy 14 stupisce ancora, parla italiano

Stefania Spampinato

Tv

Grey's Anatomy 14: il cast parla sempre più italiano

Polvergeist, un "corto" parmigiano al Festival di Venezia

tg parma

Polvergeist, un "corto" parmigiano al Festival di Venezia Video

Nuda in giro per Bologna: individuata e super-multa

SOCIAL

Bologna, la ragazza che passeggiava nuda rivela: "E' un esperimento sociale" Video

2commenti

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Programmazione dal 21/08/2017 al 25/08/2017 delle postazioni di accertamenti strumentali di velocità e irregolarità alla circolazione

VIABILITA'

Autovelox, speedcheck e autodetector: la mappa della settimana

Lealtrenotizie

«Io, molestata da un maniaco al Campus»

La testimonianza

«Io, molestata da un maniaco al Campus»

4commenti

Testimonianze

Parmigiani a Barcellona: «Abbiamo visto tanta solidarietà tra la gente»

PARMIGIANI A BARCELLONA

«Eravamo lì 40 minuti prima dell'inferno»

weekend

Tra sagre e... castelli di sabbia: l'agenda. Rimandata la festa degli amor

brescia

Cellino riabilita Ghirardi: "A Parma ha fatto tanto". La rabbia del web

1commento

FIDENZA

Addio all'ostetrica Mara Maini: ha fatto nascere migliaia di bambini

CRONACA NERA

Rapina alla farmacia di via Volturno, due banditi in fuga

I dipendenti minacciati con i cutter

1commento

neviano

Attenzione, attraversamento cinghiali. Riuscite a contarli tutti? Video

2commenti

Escursionismo

Rifugi, quelle case dove abita la natura

Amichevole

Parma e Empoli non si fanno male

Teatro

Addio a Tania Rocchetta, 50 anni di palcoscenico. E di impegno civile

Varano Melegari

La Polisportiva Varanese si tinge di Milan

Lutto

E' morto Maurizio Carra, un'istituzione dell'automobilismo

via bixio

Entra di notte al bar e fa bottino: arrestato grazie a un passante

1commento

COLLECCHIO

Talignano invasa da cinghiali e nutrie: la protesta dei residenti

Lamentele anche a Pontescodogna: «Troppe strade sconnesse»

1commento

METEO

Temporali, vento e caldo oggi in Emilia-Romagna

Le previsioni per il Parmense

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Che cosa resta dei nostri amori

di Michele Brambilla

2commenti

EDITORIALE

Colpito il simbolo della gioia di vivere

di Paolo Ferrandi

ITALIA/MONDO

barcellona

Ritrovato il piccolo Julian: è in ospedale tra i feriti

spagna

Barcellona, la polizia: "Cellula smantellata". La Catalogna smentisce

SPORT

Incidenti stradali

Ritirata patente al calciatore Kabashi

Calciomercato

Telenovela Kalinic, l'ultima puntata è incredibile

SOCIETA'

viabilità

Ritorni e partenze, traffico in intensificazione sulle autostrade Tempo reale

calestano

Mai dire Baganzai: la sfida (anche) dei video

MOTORI

VACANZE

Attenzione a come caricate i bagagli: si rischiano punti patente

MERCATO

Bmw Italia, 2000 euro per la permuta di diesel Euro4 e precedenti