Arte-Cultura

Da Parma a Liverpool per non dimenticare

Da Parma a Liverpool per non dimenticare
0

Comunicato stampa

Mercoledì 2 luglio la Provincia partecipa alla giornata in memoria delle vittime dell’affondamento dell’Arandora Star, in cui persero la vita 100 emigrati parmensi. Atteso il presidente della Commissione europea Barroso.
Parma, 27 giugno 2008 - “In memoria di Giuseppe Del Grosso che inconsapevolmente fu promotore di pace e fratellanza fra i popoli”. Con queste parole, poste sulla targa che sarà scoperta lunedì 30 giugno sulla spiaggia di Colonsay, una piccola isola dell’arcipelago delle Ebridi di fronte a Glasgow, sarà ricordato uno dei 100 emigrati parmensi, in gran parte provenienti dai comuni dell’Appennino, scomparsi nella tragedia dell’Arandora Star, una nave su cui viaggiavano 446 italiani affondata da un sommergibile tedesco il 2 luglio del 1940.
Per non dimenticare questa vicenda e onorarne i caduti la Provincia di Parma si è fatta promotrice di una serie di iniziative che si terranno la prossima settimana tra Colonsay e Liverpool, alle quali parteciperà una con una delegazione composta dal vicepresidente della Provincia di Parma Pier Luigi Ferrari, dal sindaco di Borgotaro Salvatorangelo Oppo, da Silvia Bartolini, presidente della Consulta degli emiliano-romagnoli nel mondo, e da alcuni rappresentanti della Provincia di Piacenza.
La Città di Liverpool, “Capitale europea della cultura” per il 2008, si è offerta di ospitare questa manifestazione e di inserirla nelle iniziative che vogliono richiamare i valori europei della pace e della integrazione culturale.
 
L’affondamento dell’Arandora Star
Quella dell’Arandora è una vicenda emblematica dell’assurdità dei conflitti armati. Il 10 giugno 1940 l’Italia dichiarò guerra alla Gran Bretagna e tantissimi italiani lì residenti da anni divennero improvvisamente  “stranieri-nemici”. Circa 4.000 italiani, maschi in età compresa tra 15 e 70 anni, furono arrestati, internati e poi allontanati dalle loro case senza spiegazioni e avviati verso centri di internamento. La Gran Bretagna decise di cominciare il loro trasferimento verso il Canada e l’Australia.
L’Arandora Star salpò dal porto di Liverpool il 30 giugno 1940. Poteva trasportare non più di 400 passeggeri ma ne furono fatti salire più di 1.500, la maggior parte italiani, poi tedeschi ed austriaci (anch’essi internati), quindi militari inglesi e personale dell’equipaggio. La nave era diretta in Canada, ma due giorni dopo la partenza fu intercettata da un sommergibile tedesco e affondata.
 
La storia di Giuseppe Del Grosso
La storia personale di Giuseppe Del Grosso non è solo un simbolo di questa tragedia, ma attraverso la gente di Colonsay è diventata anche un simbolo dell’importanza della memoria. Il suo corpo infatti venne ritrovato il 6 agosto 1940 su una spiaggia dell’isola e da allora gli abitanti di Colonsay si sono recati ogni anno a commemorare quello che per loro era uno sconosciuto, con una piccola cerimonia di pace, piantando una croce e depositando fiori.
Giuseppe del Grosso era nato a Borgotaro nel 1889. Come tanti concittadini era partito anni prima dal suo borgo per stabilirsi ad Hamilton, una piccola cittadina del sud della Scozia, si era sposato e i suoi figli erano nati lì. Ma anche lui venne imbarcato sull’Arandora e rimase vittima dell’affondamento.
 
Il programma delle manifestazioni a Colonsay e Liverpool
Le celebrazioni inizieranno lunedì 30 giugno con un incontro con la comunità dell’isola, i cui 130 abitanti sono dal 2004 cittadini onorari di Borgotaro. La giornata proseguirà con la piccola cerimonia sul luogo del ritrovamento del corpo di Del Grosso e si concluderà con una cena a cui è invitata l’intera comunità.
Le iniziative riprenderanno mercoledì 2 luglio a Liverpool nella giornata in memoria di tutte le vittime dell’Arandora Star. Per l’occasione sarà l’arcivescovo di Glasgow Mario Conti a celebrare la messa.
In questa cornice la Provincia di Parma presenterà il libro dedicato alla vicenda “Arandora Star. Dall’oblio alla memoria”, scritto da Maria Serena Balestracci. Il volume si avvale di ricostruzioni storiche, documenti e testimonianze dirette di persone che furono colpite dalla tragedia. Più tardi la delegazione, insieme ai famigliari delle vittime, si recherà in traghetto sul luogo dell’affondamento e saranno gettate in mare delle corone di fiori. Parteciperà alla cerimonia il Coro di Cardiff. Alle 18 la Provincia di Parma e la Regione Emilia Romagna presenteranno in prima assoluta l’opera musicale “Una storia da raccontare” di Fabrizio Festa con testi di Marcello Fois sul tema della tragedia. Lo spettacolo vuole sottrarre questa vicenda dal silenzio in cui è rimasta fino a pochi anni fa, reinterpretandola attraverso la forma poetica e accompagnandola con una musica fortemente evocativa. Concluderà la giornata una cena promossa dalle Province di Parma e Piacenza in cui saranno offerti i prodotti tipici dei due territori.
Alle manifestazioni parteciperanno le più alte autorità inglesi. Atteso anche il presidente della Commissione europea José Manuel Durão Barroso.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

La mischia che salva l'ambulanza

Sport

Rugby: tutti in mischia per... l'ambulanza Video

Aniston rifila un "due di picche" a Pitt

invito a cena

Aniston rifila un "due di picche" a Pitt

Marito e moglie si incontrano per caso in villa di scambisti: scoppia rissa

ARICCIA

Marito e moglie si incontrano per caso in villa di scambisti: scoppia rissa

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Guida ai ristoranti 2017

NOSTRE INIZIATIVE

Guida ai ristoranti 2017: ecco le novità

Lealtrenotizie

Parma Calcio

parma calcio

Nuovo ds, tramonta Vagnati e rispunta Faggiano

4commenti

martorano

Incornato da un toro: grave allevatore

tg parma

Travolto a Lemignano: Mihai Ciju resta gravissimo Video

tg parma

Università, aumentano gli iscritti: +12,7% Video

comune

Piano neve: oltre un milione e mezzo di euro e 225 mezzi pronti a partire

All'opera 110 tecnici e spalatori

tribunale

Sparò all'amico in via Europa: condannato a 6 anni

q.re Pablo

Multa a una 78enne invalida, per i rifiuti si affidava ad un vicino

La denuncia della Cgil: “Serve più attenzione per le fasce deboli della popolazione”

25commenti

PARTITI

La resa dei conti nel Pd e le elezioni

3commenti

Psicologia

Bebè, il buon sonno incomincia dal lettone

collecchio-noceto

Truffa-furto del finto soccorso stradale: nuove segnalazioni

2commenti

BASSA

Lutto a Sorbolo per la morte di Ilaria, uccisa da una malattia a 30 anni

Cassazione

Omicidio Guarino, le motivazioni dell'ergastolo

Io parlo parmigiano

Un calendario tutto da ridere

ACCADEMIA

Maria Luigia e la fucina delle arti

fiere

Cibus “Connect”: ecco come sarà

Delineato il programma della nuova fiera che si terrà a Parma dal 12 al 13 aprile

traversetolo

Ucciso da forma di Parmigiano: condannato il produttore della "spazzolatrice"

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Renzi: perché ha perso, perché può rivincere

di Michele Brambilla

IL DIRETTORE RISPONDE

Il panino? Non famolo strano

ITALIA/MONDO

torino

Sale sulle scale mobili della metro. Ma col Suv Foto

napoli

Stava per essere buttato nella spazzatura: neonato salvato

SOCIETA'

televisione

Gabriele: da Medesano alla finale a L'eredità

Strajè

"Costretta" a fare ricerca all'estero. Il sogno di Maria Chiara: tornare a Parma Video

1commento

SPORT

Calciomercato

Vagnati, la Spal spaventa il Parma

16a giornata

Parma - Bassano 1-1 Gli highlights

CURIOSITA'

viaggi

Madrid coi bambini: 8 buone ragioni per partire Foto

tg parma

All'Annunziata 40 presepi in mostra da tutta Italia Video