23°

arte

Veronese, pittore di miti e illusionisti

Conferenza in Galleria nazionale di Giorgio Tagliaferro, assistant professor in Renaissance Art all'Università di Warwick. Incontro promosso dalla delegazione di Parma del Fai insieme alla Soprintendenza

Veronese, pittore di miti e illusionisti
0

«Cima da Conegliano e l’Emilia», la mostra aperta fino al 18 gennaio in Galleria Nazionale, è stata occasione per approfondire non solo la pittura sviluppata nel contesto artistico padano tra Quattro e Cinquecento ma anche per uno sguardo più ampio sulle attinenze fra artisti, gli stessi che in quel secolo straordinario che fu il Cinquecento, seppero guardarsi e guardare oltre, portando la pittura ad eccezionali soluzioni espressive. In questo contesto si inserisce la conferenza tenutasi in Galleria Nazionale e dedicata a Paolo Veronese, occasione per approfondire attraverso la voce di uno dei maggiori esperti di arte veneziana del ‘500, Giorgio Tagliaferro, assistant professor in Renaissance Art all’Università di Warwick, non solo alcune tematiche relative al fare del pittore ma anche i significati di una comprensione dell’arte del Cinquecento in riferimento alla contemporaneità. Promossa dalla delegazione di Parma del Fai, Fondo Ambiente Italiano, guidata da Giovanni Fracasso, insieme alla Soprintendenza per i beni storici, artistici ed etnoantropologici di Parma e Piacenza, la conferenza ha permesso di definire aspetti, forse meno noti, del grande pittore veneto, «riscoperto» dopo la monografica alla National Gallery di Londra e la recente mostra di Verona, assai diverse tra loro e, dunque, capaci di una perfetta compensazione. Il tono ricco, solenne e al contempo elegante della pittura di Veronese fu la chiave del suo successo presso una tipologia di committenti incredibilmente variegata. Ordini ecclesiastici, confraternite e scuole di devozione si contendevano le sue prestazioni con i committenti privati per i quali fu autore di dipinti di soggetto mitologico, interpretati con estrema sensualità, che gli resero la fama di pittore superficiale. Ma, oltre l’immaginario comune che lo ha per lungo tempo identificato come l’artista delle ricche decorazioni, oltre la religiosità dipinta, a cavallo della Controriforma, che ne fece uno dei maggiori e più sensibili interpreti del nuovo spirito devozionale, oltre le grandi architetture ed il linguaggio ricco di citazioni classiche, Paolo fu pittore dell’illusionismo, con il gusto delle immagini da sotto in su così inclini a Giulio Romano, di grande destrezza scenografica e di un’insolita libertà iconografica offrendo sempre, quale che fosse il tema – religioso, mitico, allegorico, profano – una sua versione della seduzione e dell’erotismo certamente audace. Anche il colore, come ha sottolineato Tagliaferro, nei suoi dipinti è unico. «Pochi artisti come Paolo hanno saputo catturare i colori del Veneto del Rinascimento, la luminosità dei suoi spazi, la sontuosità delle sue architetture». Così, mentre in opere della maturità, debitamente illustrate dal relatore attraverso un’ampia serie di proiezioni, emergono attinenze con Correggio che certamente Paolo aveva visto e ammirato, non mancano i riferimenti michelangioleschi nei disegni di elevata qualità e tecnica. Disegni che servono a delineare principalmente figure, quelle stesse che comporranno i dipinti nella loro complessità dove, in un’unica struttura di base, l’artista dà forma visiva ad una intera società ed al pensiero che la sottende e se ne fa interprete attraverso la rappresentazione come il letterato ed il filosofo fanno attraverso le pagine scritte. «Le immagini dipinte sono, dunque, espressione di un contesto di vita – ha sottolineato Tagliaferro- aspetto questo che accosta la pittura di Veronese alla cultura contemporanea».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Samsumg volta pagina, affida il rilancio al Galaxy S8

hi-tech

Samsung, esce il Galaxy S8: lo smartphone del rilancio

Polemiche per il «ritocco» alla Cardinale

CANNES

Polemiche per il «ritocco» alla Cardinale

Velluto rosso

VELLUTO ROSSO

Settimana di grandi classici. Con grandi sorprese Video

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Osteria degli Argini

Osteria degli Argini

CHICHIBIO

«Osteria degli Argini», tutto fatto in casa con cura

Lealtrenotizie

Marito e moglie trovati morti in casa a Felegara: omicidio-suicidio?

dramma

Felegara, con un coltello uccide la moglie malata e si suicida Foto Video

I corpi di Wilma Paletti e Gianfranco Carpana ritrovati dai figli

Molinetto

Supermercato: mette in vendita salumi inserendo nel prezzo la tara. Denunciato

3commenti

violenza sulle donne

Sviene al lavoro: era stata massacrata di botte dall'ex. Arrestato il 32enne

La donna ora versa in gravissime condizioni e si teme per la sua vita

4commenti

lutto

E' morta Alice Borbone-Parma, la nipote dell'ultimo duca di Parma Foto

1commento

anteprima gazzetta

Omicidio-suicidio: Felegara sotto choc

intervento

Pellacini: "Comune e Provincia svendono quote delle Fiere di Parma"

convegno

Barilla, Chiesi e Dallara: la lezione in Università di tre "big"

"Quarta Categoria"

Oggi un derby "Special": Reggiana-Parma

politica

Elezioni amministrative, si vota l'11 giugno. Ballottaggi il 25

5commenti

tragedia

39enne muore in moto a Pescara, un rene "donato" a Parma

giovedi'

«Parma 360»: uno speciale sul festival

carcere

La denuncia di Antigone: "A Parma 603 detenuti per 350 posti"

omicidio

Delitto Habassi, chiuse le indagini: "C'è stata premeditazione"

gazzareporter

Auto ad incastro: scene da via Palermo Foto

3commenti

elezioni 2017

Salvini giovedì 30 a Parma: "Per sostenere la candidatura della Cavandoli"

2commenti

tribunale

Zebre Rugby, concordato in bianco: scongiurato il fallimento

Cambio alla presidenza, nominata la Falavigna, Pagliarini resta socio

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

Chi ha interesse a volere la realtà percepita

5commenti

EDITORIALE

Dal cinema italiano segnali di primavera

di Francesco Monaco

ITALIA/MONDO

Stati Uniti

Trump assume la figlia come dipendente federale

La testimonianza

Carminati: "Sono un fascista degli anni '70"

SOCIETA'

Chat

Dal velo islamico allo yoga: arrivano 69 nuove emoji

Musica

Stoccolma: finalmente Dylan ritirerà il Nobel

SPORT

Sport

Tuffi: Tania Cagnotto verso l'addio

tg parma

D'Aversa: "Serie B ancora raggiungibile". Calaiò: "Serve miracolo"

MOTORI

restyling

Mercedes, ora la GLA è più alta e più connessa

innovazione

La Fiat 500 adesso si può noleggiare su Amazon