-5°

Arte-Cultura

Internet, la sfida della tecnologia alle librerie storiche

Internet, la sfida della tecnologia alle librerie storiche
0

 Ilaria Graziosi

 Il boom di Internet che ha aperto la strada nelle nuove generazioni al diritto alla cultura gratuita; la concorrenza aggressiva dei megastore; il cambio delle abitudini, e i ritmi indiavolati della vita quotidiana che non lasciano spazio alla pazienza necessaria per la ricerca della qualità artistica.  Queste sono solo alcune delle cause che stanno portando, lentamente, alla fine di un’era: quella del «piccolo di qualità», librerie indipendenti in cui avventurarsi accompagnati dai Virgilio di turno, e cioé i tanto rimpianti librai.        Luoghi vitali, portati avanti con sapienza artigianale e passione, che di anno in anno rischiano sempre più di venire cancellati da cosiddetti non luoghi ipertecnologici.
Battei da oltre cent'anni    
          A Parma, quella di Antonio Battei, è la libreria storica della città, che dal 1872 si affaccia su strada Cavour.  Il titolare non nasconde la preoccupazione per la situazione «critica» che sta vivendo quest’attività: «Bisogna partire dal fatto che non c'è più l’amore per la cultura che c'era una volta - sottolinea  - e le persone non sanno nemmeno più cosa significhi il valore di un buon libro. La situazione è sicuramente allarmante per noi del mestiere: le piccole librerie indipendenti stanno chiudendo in tutta Italia. Chiudono anche quelle presenti sul territorio da più di cinquant'anni. E, se non chiudono, vengono acquisite dalle grandi catene e riconvertite in megastore. Il fatto è che il mercato è diventato estremamente aggressivo. I megastore possono permettersi sconti incredibili e i piccoli, in questo sistema malato, non possono competere».                        
              Fiaccadori e la piccola editoria     
 «E' normale che le persone siano attratte dalle librerie o dagli ipermercati dove fanno grossi sconti - dichiara la direttrice della libreria Fiaccadori di strada del Duomo, Silvia Barbagallo -  è proprio questo che attira il cliente. Ma la fine delle librerie indipendenti sarebbe anche la fine della piccola editoria di qualità. Da noi, infatti, possono trovarsi collane che nei megastore non si trovano. E, al contrario, i megastore escludono un intero segmento della nostra editoria».                            
 
Libraio lavoro a rischio
                 Su questa scia, rischia la scomparsa anche uno dei più antichi e nobili mestieri: quello del libraio. «E' una figura insostituibile - continua la Barbagallo -  non credo che i blog siano in grado di farne le veci, anche se ammetto l’utilità dei dibattiti online. Certo è che il librario di una volta era meno ossessionato dai lettori in fuga, meno assediato da clienti in cerca del libro di Vespa o Signorini, meno teso verso il richiamo insistente di una cassa che batte al suono del marketing».    
Le strategie per sopravvivere
  «Una volta il commercio era certo più rilassato - spiega Battei - perché i costumi seguivano ritmi meno incalzanti. Oggi, come tanti replicanti, siamo costretti a vivere in un tempo programmato e le librerie si sono adeguate, trovando nuove risorse, costruendo alleanze, piegandosi ai costumi che impongono alcune letture piuttosto banali. Ma i classici - consoliamoci - non muoiono mai. E il mestiere del libraio può ancora essere qualcosa di diverso dalla pallida memoria di ciò che una volta rappresentava, può ancora pulsare di vita, perché i libri sono perla dell’umanità».
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

White Lion: i latini a Pilastro

Pgn Feste

White Lion: i latini a Pilastro Foto

Eugenie Bouchard fra tennis e scatti sexy

Australian Open

Eugenie Bouchard fra tennis e scatti sexy Foto

Acquisto auto nuova: le 6 soluzioni più efficaci

CONSIGLI

Acquistare un'auto nuova: le 6 soluzioni più efficaci

Notiziepiùlette

Incidente Cascinapiano
Incidente Cascinapiano

Filippo, addio con la maglia numero 8

Ultime notizie

Velluto rosso

VELLUTO ROSSO 

Prosa e Lirica, risate e emozioni a teatro: il meglio della settimana

di Mara Pedrabissi

Lealtrenotizie

Filippo, le lacrime e il colore dei ricordi sulla bara bianca

Langhirano

Filippo, le lacrime e il colore dei ricordi sulla bara bianca

1commento

commemorazione

Il liceo Bertolucci si prende per mano: "Ciao Filippo"

Polemica

«Sulla legionella ci hanno preso in giro»

3commenti

Tg Parma

Tenta di truffare un anziano e gli strappa i soldi dal portafogli: denunciato

Weekend

Feste di Sant'Antonio, musica e fuoristrada: l'agenda

IL CASO

«Ci hanno tolto il figlio per uno schiaffo»

2commenti

Langhirano

Antonella, quel sorriso si è spento troppo presto

primarie pd

Dall'Olio-Scarpa: c'è l'accordo

1commento

centro italia

Parma, un'altra partenza degli angeli del soccorso Foto

lega pro

D'Aversa: "In campo anche alcuni dei nuovi arrivati" Video

lirica

Roberto Abbado direttore del Festival Verdi dal 2018

E nasce a Parma il comitato scientifico

Parlano gli studenti

«La Maturità 2018? Premia chi non studia»

Il caso

Anziana disabile derubata in viale Fratti

2commenti

Lutto

Albino Rinaldi, il signore dei «Baci»

Tg Parma

Alfieri: "Parma deve tornare ad essere la nostra casa"

tg parma

Trentenne parmigiano aggredito e rapinato da una baby gang in centro

10commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

La neve, le parole e gli Uomini

EDITORIALE

Trump, il presidente del «Prima l'America»

di Paolo Ferrandi

ITALIA/MONDO

soccorsi

Altri 4 estratti dalle macerie del Rigopiano, ma c'è una quarta vittima

I Parete

"Viva anche Ludovica": Giampiero riabbraccia la famiglia

WEEKEND

CINEMA

Da "Arrival" a "Qua la zampa": i film della settimana Video

IL DISCO

Avalon, un sound sofisticato e una copertina leggendaria

1commento

SPORT

sport

Il Coni premia i suoi campioni parmigiani: le foto

Sport Invernali

Il cielo è azzurro a Kitzbühel: Paris fa l'impresa

MOTORI

IN PILLOLE

Dacia Sandero Stepway
model year 2017

ANTEPRIMA

Rivoluzione Micra: Nissan cambia tutto