Arte-Cultura

Ronis, un secolo e centomila scatti di poesia quotidiana

Ronis, un secolo e centomila scatti di poesia quotidiana
0

 Scattava fotografie «come cantano  gli uccelli», alla maniera di un fotografo umanista, «senza  porsi domande», aveva spiegato in un’intervista a luglio. Willy  Ronis, leggenda della Parigi in bianco e nero con Robert  Doisneau e Henri Cartier-Bresson, è morto  a 99 anni, concludendo una carriera di 100.000 fotografie. Aveva perso sua moglie, ritratta mentre si lava nella celebre  «Nudo provenzale», e anche suo figlio, precipitato con un  deltaplano, ma non l’entusiasmo per le cose semplici e le scene  di tutti i giorni, di cui andava a caccia nella capitale  francese armato di obiettivo e cavalletto. 
Fino alla fine dei  suoi giorni è rimasto fedele alla storica agenzia Rapho, di cui  faceva parte anche Robert Doisneau.  «Ha immortalato per noi e per le prossime generazioni una  Francia popolare e poetica», gli ha reso omaggio il presidente  della Repubblica Nicolas Sarkozy. «Ha offerto alle nostre vite  uno specchio luminoso, ha salvato dal tempo perduto la poesia  del quotidiano», ha commentato il ministro della Cultura  Frederic Mitterrand. Ronis ha vissuto grazie ai reportage  fotografici in bianco e nero pubblicati in giornali e periodici,  in particolare nella rivista «Regards». Fa parte di quella  scuola di fotografi francesi che nel dopoguerra hanno dato  un’immagine sorridente al paese transalpino, fatta di bambini  monelli, baci tra innamorati, mestieri semplici e scene  quotidiane.

Amante dei quartieri parigini di Belleville e Menilmontant, aveva una particolare predilezione per le viste dall’alto, che  lasciano lo spazio a Notre Dame e alla Tour Eiffel. Quando salì  sulla Torre di Luglio, in Piazza della Bastille, scattò quel  bacio alla tempia tra i due innamorati senza che loro se ne  accorgessero. Avrebbe incontrato «Riton» e Marinette, «Les  amoureux de la Bastille», solo trent'anni dopo. Il suo successo conobbe l’apice negli anni '70. Ebreo, si  rifugiò nel sud della Francia durante la Seconda Guerra  Mondiale. La sua sensibilità per i temi sociali ne fece il  fotografo simbolo degli anni del Fronte Popolare. Sono sue le  immagini dei grandi scioperi della Citroen nel 1938. La sua ultima apparizione in pubblico fu a luglio scorso al  festival internazionale 'Incontri fotograficì di Arles, in cui  era l’invitato d’onore. Figlio di un fotografo di quartiere  ucraino e di una professoressa di piano lituana, ha donato tutta  la sua opera allo stato francese.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

L'eredità

televisione

Gabriele arriva in finale a L'eredità

Aniston rifila un "due di picche" a Pitt

invito a cena

Aniston rifila un "due di picche" a Pitt

Marito e moglie si incontrano per caso in villa di scambisti: scoppia rissa

ARICCIA

Marito e moglie si incontrano per caso in villa di scambisti: scoppia rissa

Notiziepiùlette

Ultime notizie

autovelox

CONTROLLI

Autovelox e autodetector: la mappa della settimana

Lealtrenotizie

Rianimato dall'amico dopo essere stato investito: è gravissimo

Dramma

Rianimato dall'amico dopo essere stato investito: è gravissimo

parma calcio

Nuovo ds, tramonta Vagnati e rispunta Faggiano

PARTITI

La resa dei conti nel Pd e le elezioni

1commento

Cassazione

Omicidio Guarino, le motivazioni dell'ergastolo

Psicologia

Bebè, il buon sonno incomincia dal lettone

Io parlo parmigiano

Un calendario tutto da ridere

q.re Pablo

Multa a una 78enne invalida, per i rifiuti si affidava ad un vicino

La denuncia della Cgil: “Serve più attenzione per le fasce deboli della popolazione”

15commenti

ACCADEMIA

Maria Luigia e la fucina delle arti

Lutto

Borgotaro piange il maresciallo Bernardi

collecchio-noceto

Truffa-furto del finto soccorso stradale: nuove segnalazioni

1commento

parma calcio

Vagnati Ds: lo "accoglie" D'Aversa: "Felice di averlo al mio fianco"

BASSA

Lutto a Sorbolo per la morte di Ilaria, uccisa da una malattia a 30 anni

AL REGIO

Virginia Raffaele «ladra di facce»

Galà e premiazioni

Cus: parata di campioni e di sorrisi Fotogallery

traversetolo

Ucciso da forma di Parmigiano: condannato il produttore della "spazzolatrice"

il fatto del giorno

Referendum e dimissioni: "Non è la fine politica di Renzi"

2commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

Il panino? Non famolo strano

LA BACHECA

44 opportunità per trovare un lavoro

ITALIA/MONDO

Governo

Mattarella chiede a Renzi di congelare le dimissioni: "Bilancio da approvare"

cagliari

Uccise i genitori adottivi, 28enne si impicca in carcere

1commento

SOCIETA'

Strajè

"Costretta" a fare ricerca all'estero. Il sogno di Maria Chiara: tornare a Parma Video

1commento

televisione

Belen e Cuccarini, il sexy tango infiamma la tv

SPORT

Calciomercato

Vagnati, la Spal spaventa il Parma

16a giornata

Parma - Bassano 1-1 Gli highlights

MOTORI

GRUGLIASCO

Prodotta la Maserati numero centomila

NOVITA'

Q2, l'Audi che farà strage di cuori (femminili)