10°

Arte-Cultura

A tu per tu con i pensatori

A tu per tu con i pensatori
0

di Serena Faganello

Philosophia est omnis divisa in partes tres». Non vi sembri poi così impertinente parafrasare il celebre incipit del «De bello gallico» di Cesare e piegarlo ad usum Delphini per disaminare l’indiscreta metamorfosi subita dal Festivalfilosofia in programma, sempre gratuitamente, da venerdì  a domenica  nelle piazze e nei teatri dell’ormai meditabondo distretto padano di Modena, Carpi, Sassuolo, dopo un annus horribilis di travagliata gestazione e dedicato al tema della comunità (informazioni complete sul sito www.festivalfilososofia.it).

Il motto «divisa in partes tres» è sì da attribuire alla diplomatica spartizione di oneri e onori tra i tre comuni interessati e i loro giulivi assessorati culturali, ma soprattutto al periglioso equilibrio creatosi dopo una confusa querelle finanziaria tra il Collegio San Carlo di Modena e il Festivalfilosofia emiliano, parzialmente sedata dal Comune modenese entrato in medias res. Dopo fumose incomprensioni relative a nuovi stanziamenti economici con il CdA della Fondazione San Carlo (promotrice del festival), Michelina Borsari (direttore scientifico della Scuola di alti studi filosofici del Collegio San Carlo, nonché animatrice del Festivalfilosofia) a gennaio inaspettatamente si licenzia, subito prontamente sostituita da Carlo Altini, docente di Storia della filosofia politica presso il Collegio stesso. E fin qui, pare una rovente divergenza d’opinioni, più o meno pregressa. Sennonché, con solerte fedeltà accademica, Remo Bodei (presidente del Comitato scientifico che sovrintende sia il San Carlo sia il festival) si dimette insieme a tutti i suoi esimi colleghi: Giovanni Filoramo, Tullio Gregory, Francisco Jarauta, Maurice Olender, Wolfgang Schluchter.

Infine, compare il singolare manifesto dei disubbidienti: ossia, illustri studiosi allineati nel solidale sostegno alla Borsari minacciano di non partecipare alla manifestazione festivaliera, sia rinunciando sorprendentemente alla ribalta mediatica sia paventando la longa manus della politica incarnata da Roberto Franchini, presidente del CdA. Tra i sediziosi firmatari anche Massimo Cacciari, Adriana Cavarero, Umberto Galimberti, Giacomo Marramao, Piergiorgio Odifreddi, Mario Perniola, Maurizio Viroli, Salvatore Veca. Scoppia così il paradossale conflitto, combattuto pubblicamente a mezzo stampa con colpi ferali, tra i ben poco filosofici contendenti, e risolto dalla mediazione di Giorgio Pighi, Sindaco di Modena, attraverso una spartizione delle cariche degna del manuale Cencelli, non senza tortuoso retroscena e macchinoso do ut des: a Michelina Borsari e al nuovo Comitato scientifico composto da Remo Bodei, Tullio Gregory, Marc Augé la direzione scientifica del Festivalfilosofia; ai tre comuni, alla Provincia di Modena, alla Fondazione Collegio San Carlo, alla Fondazione Cassa di Risparmio di Modena la gestione del neonato Consorzio per il Festivalfilosofia, presieduto dallo stesso Pighi; infine, a Carlo Altini, e quindi al CdA, la direzione del San Carlo.

In mezzo a questi tre diversi antagonisti, assiste impotente l’attonito pubblico festivaliero, solitamente attento alla fruizione intellettuale e ora perplesso nell’attesa del consueto appuntamento settembrino stravolto da un’intensa bagarre giornalistica con baruffe intellettuali e alterchi amministrativi. Eccoci, dunque, giunti - dopo sette mesi di zuffe accademico-politiche ben poco intestine e sotterranee, non scevre di ardenti personalismi - alla nona edizione del Festivalfilosofia, quest’anno quasi ironicamente incentrato sulla tematica della comunità: individualismo e solidarietà nella società, rapporti tra individuo e alterità, senso dell’amicizia, valore della fiducia; senza tralasciare - ça va sans dire - cause conflittuali, moti di risentimento, furiose rivalità. D’altronde la filosofia, se sganciata dalle insidiose beghe della disputa per il potere, rimane, nel fluttuare cogitabondo, il supremo strumento capace di vagliare il reale in tutte le sue contorte crepe terrigene e di stemperare i quesiti del complesso animo umano, attraverso una democratica vocazione interdisciplinare, pronta a confrontarsi con la sociologia e la storia e a misurarsi con la scienza e la psicologia.

Tuttavia, momentaneamente sospesi malumori e dissapori, nei prossimi giorni, un consesso di esimi maîtres à penser dispenserà sapere dalle cattedre di chiese, chiostri, auditori con oltre 50 lezioni magistrali: a Modena, venerdì  alle 15 Massimo Cacciari e alle 16.30 Remo Bodei, sabato alle 10 Fernando Savater, domenica alle 11.30 Umberto Galimberti e alle 17.30 Stefano Rodotà; a Carpi, sabato alle 11.30 Marc Augé e alle 21 Roberto Escobar, domenica  alle 10 Umberto Curi e alle 17.30 Salvatore Natoli; a Sassuolo, domenica 20 alle 10 Jean-Luc Nancy, alle 11.30 Emanuele Severino, alle 17.30 Carlo Sini. E poi, ancora, il consueto tripudio pirotecnico di fantasiosa creatività che, con oltre 200 appuntamenti, avvolge gioiosamente il festival: esposizioni (Mimmo Paladino), rassegne teatrali (Ascanio Celestini, David Riondino, Moni Ovadia, Alessandro Bergonzoni), reading musicali (Vinicio Capossela), installazioni, performances, proiezioni cinematografiche, laboratori per l’infanzia. Infine la riproposizione della comunitaria arte conviviale - con la simbologia rituale, la sapida scienza, la dialogica relazione - attraverso inventivi menù filosofici, ideati dal gourmet Tullio Gregory solcando la tradizione eno-gastronomica dell’Emilia-Romagna attraverso le peculiari associazioni professionali in limine tra classicità e idealità: «la comunità politica; l’università dei macellai; le corporazioni dei salsicciai e lardaruoli, dei pescatori, dei friggitori, dei pastai, degli ortolani e verdurieri, dei cantinieri».
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Josè Carrerascompie 70 anni

IL GRANDE TENORE

Josè Carreras compie 70 anni

 Musica sotto l'albero: arrivano Ferro, Liga, Vasco, Biondi e Pausini

NATALE

Musica sotto l'albero: arrivano Ferro, Liga, Vasco, Biondi e Pausini Foto

Dal 2017 WhatsApp non funzionerà più sui vecchi telefonini

social

Dal 2017 WhatsApp non funzionerà più sui vecchi telefonini

1commento

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Nidi di rondine di nonna Ida

GUSTO

La ricetta della Peppa- Nidi di rondine di nonna Ida

Lealtrenotizie

Parma, primo allenamento con D'Aversa e il nuovo staff Foto

calcio

Parma, primo allenamento con D'Aversa e il nuovo staff Foto Video

seggi

Referendum, alle 12 al voto il 24,46% dei parmigiani. Istruzioni per l'uso

Questa sera dalle 23 sul sito exit poll, spoglio e proiezioni

lega pro

La Reggiana (Pordenone e Venezia) prende il largo

Granata, friulani e veneti: successi importanti

polfer

Nel reggiseno 17 dosi di cocaina: arrestata

4commenti

l'agenda

Atmosfere natalizie e sapori della tradizione: cosa fare oggi

Carabinieri

Quando la vendita dell'iPhone è una truffa

3commenti

Salsomaggiore

"Lorenzo, un ragazzo speciale"

Domani alle 15 il funerale

RICERCA

Prevedere i terremoti: a che punto siamo

Il nuovo allenatore

D'Aversa: "Mi hanno chiesto di giocare a calcio". Il suo staff

L'intervista: "Ora miglioriamo giorno per giorno. Ritroviamo la serenità" (Video) - Ferrari: "Scelti non i nomi, ma gentre che avesse "fame"" (Video) - Lunedì o martedì l'annuncio del nuovo ds: è una corsa a tre

7commenti

via chiavari

Santa Barbara: i vigili del fuoco festeggiano con i bambini Foto

3737 interventi in un anno

Calcio

Brodino per il Parma. E intanto parte l'era D'Aversa

MISSIONARI

Saveriani, da sempre tra gli ultimi

via mazzini

Un altro pezzo di storia che se ne va: chiude Zuccheri

12commenti

di corsa

I protagonisti del 2°Cross Country Montanari & Gruzza Foto

PERSONAGGI

Gandini, il pistard d'oro eroe di Melbourne

Intervista

Virginia Raffaele: «Ecco perché i miei personaggi fanno ridere»

1commento

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Ci sarebbe, magari, un "grazie" da dire

di Michele Brambilla

6commenti

IL DIRETTORE RISPONDE

La verità può nascondersi ma c'è

ITALIA/MONDO

referendum

Pelù denuncia: "Ho avuto la matita cancellabile". Ma ecco perché è valida

3commenti

gran bretagna

Gli automobilisti killer al telefonino rischieranno l'ergastolo

WEEKEND

VERNISSAGE

90 anni di Arnaldo Pomodoro: la sua arte invade Milano

1commento

IL DISCO

“L'indiano” di De Andrè, 35 anni dopo

SPORT

Calciomercato

Cinque curiosità su Roberto D'Aversa

formula uno

Mercedes, Rossi: "Io al posto di Rosberg? Bello, non potrei dire no"

SOCIETA'

Cinema

Bertolucci: "In Ultimo tango la Schneider non era consenziente"

tv

La "trollata epica" del rapper parmigiano Bello FiGo sui profughi Video

9commenti