-2°

Arte-Cultura

Le foto del silenzio di Riccomini

Le foto del silenzio di Riccomini
Ricevi gratis le news
0

di Stefania Provinciali

Pere, mele, limoni, uova, formaggi, composte, pane, caffè, zucchero, castagne, melograni, fiori, vasi, tazze, tazzine, lattiere, brocche, coppette, bicchieri, bicchieroni, posate, tovaglie, tovaglioli, tappeti: questo e molto altro, tutto quello che ogni giorno usiamo, mangiamo, esponiamo in casa.
Racconta così, con poche ma significative parole le «cose» scelte per comporre le sue nature morte e poi fotografarle. 
L’artista è Corrado Riccomini, che accanto all’attività di fotografo per professione ha sempre proseguito con passione un progetto personale dove fotografia e pittura trovano spazi a sé, con attenzione a tematiche e scelte espressive diverse. 
Questa volta Riccomini si presenta in veste di artista dell’obiettivo nella mostra «Le foto del silenzio», visibile alla Libreria Mondadori dell’ Euro Torri, fino al 30 settembre. Una rassegna che racchiude un gruppo di nature morte composte con attenzione alla singolarità dei soggetti nella ricerca di una luminosità all’immagine. 
Nature, dunque, che colgono dalla vita e che con la vita hanno molto da spartire in quanto oggetti «del quotidiano» interpretati sul filo di una ben precisa volontà creativa.. Il «gioco» della  composizione serve, infatti,  a «misurare» luci e ombre, a dare «forma» al racconto, quello stesso  che il fotografo delinea nel momento in cui fissa l’immagine, o forse già nel momento preciso in cui affonda lo sguardo dentro l’obiettivo della macchina..
«Ho cominciato a 17 anni, quando mi hanno messo in mano una Leica standard F. No esposimetro, no telemetro. Così si impara a misurare esposizione e fuoco a occhio. E si aspetta di vedere il risultato su una stampina 6x9. Che emozione! Ora, dopo anni di agenzia pubblicitaria, ho ripreso a fotografare con la digitale e mi diverto ancora». Si racconta così e già si delineano passaggi ben precisi in questo suo percorso che nello specifico trova riferimenti pittorici là dove l’autore conferma di studiare gli artisti che tanto ama, da Chardin, Sancez Cotan, Zurbaran. Vermeer e gli altri che hanno saputo fare della natura morta un sapiente esercizio creativo. Tanti, fra cui Giorgio Morandi, coloro che hanno cercato di dare una propria, personale interpretazione di quella che comunemente si definisce ‘natura morta’ «e che per molti si rivela invece arte più viva che mai» sottolinea Riccomini. «Anche per me è così. Nel guardarli, nel comporli mi sembra quasi che gli oggetti abbiano un senso e una propria vita particolare quando, poggiati su un piano e disposti con cura, assumono una fisionomia tutta da interpretare. Osservarli è quasi ipnotico, fotografarli affascinante e liberatorio». Un piacere trasmesso a chi sa cogliere la luce e la vita dentro quelle trenta «nature morte», da guardare tra i libri, nel silenzio di una meditata indagine fra gli oggetti.
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

La laurea di Valentina: ecco chi c'era alla festa

PGN

La laurea di Valentina: ecco chi c'era alla festa Foto

Nadia Toffa

Nadia Toffa

TELEVISIONE

Nadia Toffa racconta i momenti del malore. Stasera in onda alle "Iene"

Fedez in piazza Garibaldi. Ma per non più di 9mila

capodanno

Fedez in piazza Garibaldi. Ma per non più di 9mila

14commenti

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Torta di stelline

LA PEPPA

La ricetta natalizia - Torta di stelline

Lealtrenotizie

Un uomo cl 54, tratto in arresto per il reato di atti persecutori

salsomaggiore

Perseguita l'ex convivente e le incendia l'auto: arrestato 63enne

IL FIDANZATO

«Giulia, sei stata il mio cielo stellato»

INCIDENTI

Frontale sulla provinciale per Medesano: due feriti, uno è grave

Aveva 52 anni

Addio a Filippo Cavallina

Cordoglio in città e nella Valtaro per l'improvvisa scomparsa

1commento

salute

Oculistica, premiata la ricerca targata Parma

Il dopo alluvione

Colorno, in via Roma sarà un Natale al freddo

carabinieri

Altre 37 dosi fiutate dal cane antidroga nei cespugli di viale dei Mille

9commenti

dopo l'alluvione

Don Evandro: "A Lentigione la luce ha vinto sulle tenebre: grazie volontari!"

WEEKEND

La domenica ha il sapore dei mercatini. Natalizi, ovviamente L'agenda

Gara

La grande sfida degli anolini

2commenti

San Polo d'Enza

Spaccate a tempo di record: altri 4 colpi "intestati" alla banda, uno a Montechiarugolo

PARMA

Autovelox e autodetector: il calendario dei controlli

Centro storico

Giardini di San Paolo tra chiusure e rifiuti

3commenti

calcio

Contro il Cesena il Parma deve accontentarsi

Al Tardini il primo 0-0 dell'anno

tg parma

Furti in due abitazioni a Colorno Video

FIDENZA

Città in lacrime per Andrea Amadè

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Le cose della vita (e quelle del palazzo)

di Michele Brambilla

CHICHIBIO

«Trattoria I Du Matt», cucina parmigiana di qualità

di Chichibio

2commenti

ITALIA/MONDO

REGNO UNITO

Brexit? Adesso la maggioranza degli inglesi non la vuole più

libano

Diplomatica inglese violentata e uccisa

SPORT

FORMULA 1

Gunther Steiner: «Dallara Haas, piccoli progressi»

nuoto

Europei, tris d'oro dell'Italia: prima Dotto e poi Orsi

SOCIETA'

Cus Parma

Minibasket: la carica dei 100 al Palacampus Fotogallery

STATI UNITI

Ultimo volo del Boeing 747: tramonta l'era del jumbo

MOTORI

IL TEST

Mazda CX-3, l'eleganza del crossover

MOTO

Bici o moto? La prova di Bultaco Albero 4.5