16°

Arte-Cultura

Il dramma dell'anoressia nella «ragazza che non voleva crescere»

0

 Non è facile affrontare questa autobiografia di Isabelle Caro, non certo per il lessico e lo stile, che sono quelli di una ragazza, piuttosto perché è sconvolgente accettare che tutto quello che è narrato ne «La ragazza che non voleva crescere» (Cairo Editore, pag. 237, euro 15) sia realmente avvenuto. Questo diario spaventoso di una ragazza anoressica è una realtà, che l’autrice stessa ha deciso di rendere pubblica non solo con questo libro ma anche accettando di essere fotografata da Oliviero Toscani. Isabelle non è completamente guarita ma si sta impegnando, con una consapevolezza nuova. Il sottotitolo, «La mia battaglia contro l’anoressia», significa che la protagonista sta finalmente lottando contro la parte di sé che la vorrebbe morta e che è così seduttiva, così spontanea, così facile, per lei e per il suo mondo capovolto. E’ molto più difficile mangiare, aumentare di peso, vedere se stessa in uno specchio non deformato dalla malattia. Isabelle è creativa, intelligente; segue un corso di teatro, studia all’università. Ma il suo fisico cede perché è troppo magro e fragile. E’ spesso ricoverata, in punto di morte. Le fotografie che correlano le pagine del libro sono drammatiche. A ventitré anni pesa trenta chili. Il peso di una bambina. Ma perché Isabelle non vuole crescere? La giovane autrice per raccontare di sé parte da lontano, dalla sua famiglia. E affiora un orrore inimmaginabile: era la madre a volerla bambina per sempre: non le ha permesso di frequentare la scuola, la lasciava uscire raramente e con molte sciarpe attorno al viso; quando cresce in altezza le ordina di piegare le ginocchia, le fa indossare scarpe e abiti stretti. 

La violenza emotiva che le viene inferta è devastante. All’università comincerà a vivere e a conoscere il mondo, seppur scarnificata, distrutta; suona il violino per le strade, lavora come accompagnatrice in un locale notturno, viaggia, vive esperienze affettive difficili ma scopre il teatro, che le permette di impersonare qualcuno che non è lei. Il nostro augurio è che Isabelle abbia anche la forza di impersonare una se stessa rinnovata, senza che l’angoscia e i fantasmi la tormentino, lasciandoseli dietro le spalle, per sempre. 
La ragazza che non voleva crescere
Cairo, pag. 237,  15

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Medesano: al Bar sport come in Cina

pgn

Medesano: al Bar sport come in Cina Foto

Antonio Banderas, ho avuto un infarto ma sto bene

Cinema

Antonio Banderas: "Ho avuto un infarto. Ora sto bene"

Nozze indiane, fascino e colori al castello di Tabiano Foto Il video

Salsomaggiore

Nozze indiane, fascino e colori al castello di Tabiano Foto Il video

3commenti

Notiziepiùlette

Ultime notizie

«Mastroianni's»: piatti moderni, curati e fantasiosi

Foto tratta dal sito ufficiale del ristorante

CHICHIBIO

«Mastroianni's»: piatti moderni, curati e fantasiosi

Lealtrenotizie

Piazzale Dalla Chiesa assediata dal degrado

Emergenza

Piazzale Dalla Chiesa assediata dal degrado

carabinieri

Fidenza: donna trovata morta in piazza Gioberti, è giallo

Corniglio

Lupo morto avvelenato

Bologna

Prostituta uccisa a colpi di pistola: confessa un 55enne di Parma

Francesco Serra si era invaghito della 30enne romena Ana Maria Stativa, trovata senza vita a casa sua

Calcio

Parma, che bel poker

Noceto

«Al Pioppo», quel luogo dell'anima

Parma

Autovelox e autodetector: ecco dove saranno fino al 31 marzo

Comune

Taglio alla Cosap del 10%

INTERVISTA

Fresu: «Il mio festival jazz a km 0»

Fede

Viaggio nel cattolicesimo, la mappa delle diocesi

SORBOLO

Verde pubblico, gestione a costo zero

LEGA PRO

Il Parma sbanca Gubbio 4-1. Recuperati 2 punti al Venezia Foto della partita

In gol Calaiò, Nocciolini e Iacoponi. Infortunio muscolare per Giorgino. Crociati terzi a 8 punti

1commento

curiosità

Coppa Cobram: quando Parma prende la "bomba" e pedala Fantozzi-style Le foto

La storia

Madre e figlio si laureano lo stesso giorno: "Un segno del destino" 

Valeria Vicini si è laureata in Scienze politiche e delle relazioni internazionali, il figlio Leonardo Ranieri in Scienze dell’architettura

1commento

Intervista esclusiva

Raffaele Sollecito: «Ho scelto Parma per lavoro»

Il delitto di Meredith, il processo, l'assoluzione, il rapporto con Amanda. Ecco l'intervista completa

21commenti

TRAVERSETOLO

Sotto il parcheggio del Conad c'è un insediamento preistorico?

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

Chi ha interesse a volere la realtà percepita

EDITORIALE

L'esempio di Londra contro il terrorismo

di Francesco Bandini

ITALIA/MONDO

A10

Tir si ribalta e uccide due operai: arrestato il camionista Foto Video

rimini

Cadavere di donna in trolley al porto. E' la cinese sparita durante crociera?

SOCIETA'

la peppa

Tartine fiorite

centro giovani

"Noi che....": così si raccontano i giovani di Parma Il video

1commento

SPORT

MOTOGP

vince Vinales dopo una "battaglia" con Dovizioso. Rossi terzo

formula 1

Trionfo rosso: Vettel domina il Gp d'Australia. Hamilton secondo

MOTORI

innovazione

La Fiat 500? Adesso di può noleggiare su Amazon

NOVITA'

Non solo Suv: ecco le nuove berline e wagon del 2017